Posts by Germano

    Germano: la realtà è molto più semplice di quanto pensi. La base per evitare assurdi compromessi è trovare un partner che sia sulla stessa lunghezza d'onda, una persona che ti sia affine;

    Ehhhhhh io l'avevo trovata.

    Ti garantisco che eravamo davvero uguali. Uguali uguali uguali. Come se i nostri cervelli fossero stati collegati col wi-fi direct.

    Noi stessi ci stupivamo di quanto fossimo uguali in ogni modo di pensare e di vedere la vita. E agli occhi degli altri eravamo una coppia stravagante (niente figli, sempre in giro...) ma perfetta.


    Ma del resto credo che anche altri abbiano vissuto qualcosa di simile, leggendo le dichiarazioni di "nessun rimpianto" di AnimoTriste e Fran, per esempio.

    Eppure è andata a finire male. Come mai?


    Il motivo è che nel corso degli anni si cambia.

    Non si resta per tutta la vita esattamente come quando avevamo 20 anni.

    E non solo perchè uno scopre di apprezzare il tennis e l'altro le serate a giocare a carte con gli amici: qualche volta si cambia idea anche su cose più importanti, tipo il fatto di avere o no dei figli.

    Oppure, sempre per esempio, uno dei 2 resta un eterno peter-pan mentre l'altro si butta sul lavoro fino a diventare uno stacanovista rompiballe perennemente stressato e nervoso anche nel tempo libero.


    Per questo motivo sto di recente iniziando a pensare (ma ho qualche dubbio) che forse valga la pena di essere diversi fin da subito, in modo da mantenere i propri spazi fin da subito. Se invece si è identici, si parte dando per scontato che nessuno faccia un passo senza dietro quell'altro... e se si inizia così appiccicati, poi diventa difficile gestire le cose quando si inizierà a cambiare.

    Un giorno, forse tra un secolo o più (ma cmq io sarò fortunatamente già morto da un pezzo), ci sarà la rivoluzione dei "normali", quelli discriminati in quanto etero, maschi, bianchi italiani, normali lavoratori e contribuenti.

    Nel mio caso il problema è la prostata. Ho scoperto sulla mia pelle che senza una prostata in salute la libido è inesistente,

    Ma è una tua personale impressione o lo dice anche la scienza medica?

    Guarda che è molto facile perdere la libido se ci fissiamo sull'idea di avere problemi in quelle zone!


    Io ho conosciuto molte persone con la prostata ingrossata e fanno sesso lo stesso.

    Ho conosciuto anche uno anche che si è fatto togliere un pezzo di prostata a causa di un piccolo tumore (e anche altri per sentito dire) e hanno continuato ad avere una buona vita sessuale.

    Il fatto è che a qualcuno questo non basta. Cioè, non gli basta assegnare le aggravanti su una violenza fatta per discriminazione, vogliono proprio una pena esemplare codificata,

    Allora facciamo così:

    -se qualcuno aggredisce me se la cava con un segnetto sulla fedina penale e forse, se io ci combatto a suon di avvocati, riesco a scucirgli un risarcimento che supererà le mie spese legali (sempre che lui non sia nullatenente).

    -se invece aggredisce una donna o un gay verrà condannato alla lapidazione.


    Questo è ciò che fanno i talebani, ma semplicemente al contrario.


    Germano

    In questa società

    Veramente è così da sempre. Forse fin da quando eravamo ancora scimmie.


    Personalmente ne ho sofferto solo quando ero sposato e mi toccava andare agli eventi che decideva lei e starci fin quando lei non decideva di tornare a casa.

    Non potevo andarmene anche se io me ne sarei andato e quindi era ovvio avere un atteggiamento negativo. E la gente mi chiedeva "ma cos'hai?". E rispondendo con sincerità sarei diventato davvero molto antipatico.


    Da quando sono single esco solo se ho voglia, incontro gente solo quando ho voglia e ,quando a una certa ora non ho più voglia, mi congedo salutando con un sorriso prima che arrivi il cattivo umore.

    Quando non ho voglia di vedere gente mi carico sulle spalle uno zaino con tenda, materassino, saccoapelo, cibo, ecc, e vado da solo a farmi una serata in montagna.

    Mangiucchio qualcosa assieme a mezzo di rosso e un grappino, magari guardando verso valle le luci dei paesi e delle auto che si spostano. E medito, mi rilasso, lascio andare i pensieri, fumo un toscano molto lentamente.

    Il giorno dopo faccio un giretto nei boschi, poi torno a casa, mi lavo e poi esco con qualcuno che ho DAVVERO voglia di vedere. E a quel punto ci sto benissimo.


    Germano

    Voi cosa ne pensate? Io lo vedo come un atto di civiltà, nessuno deve sentirsi in diritto di aggredire o discriminare qualcuno per via dell'orientamento sessuale, il genere, o per le capacità fisiche e intellettive.

    Quindi posso tranquillamente essere aggredito io, che non sono gay, non sono donna, non sono disabile.


    In sostanza se uno aggredisce me subirà una pena inferiore a quella che subirebbe aggredendo un gay o una donna, semplicemente a causa del mio genere e sessualità.

    Io conto meno.



    Germano

    Ho avuto problemi di muffa per anni e non mi sono mai ammalato.

    E nemmeno sono un giovincello (da giovani la salute è migliore).


    Sappi che quell'umidità è provocata da te. Mi spiego: il muro è poco isolato, quindi è freddo, e l'umidità NELLA CASA si condensa sul muro freddo. Non è la pioggia che proviene dall'esterno, è l'umidità del tuo fiato, della doccia, della pentola che bolle, ecc.

    Questo è dimostrato dal fatto che è aumentata da quando sei andato a viverci.


    L'unica vera soluzione definitiva è rivestire il muro con del materiale isolante, tipo con un sottile strato di sughero (li vendono in rotoli) ma è un lavoro grosso che non dovrebbe spettare all'inquilino (e inoltre ,anche volesse pagare l'inquilino, dovrebbe avere l'approvazione del padrone di casa).


    Se vuoi tamponare un po' , prova a imbiancare almeno in quel punto con una vernice ISOLANTE (non ricordo come si dice, non credo si dica proprio "isolante").

    E' una vernice che costa un casino, resta piuttosto densa (non diluirla molto!!) e crea uno strato di mezzo millimetro che davvero isola termicamente (non fa miracoli, ma qualcosa fa).

    Ti diranno che devi fare tutta l'intera parete altrimenti ,a causa dello sbalzo termico, la muffa si forma dove interrompi la verniciatura. Ma in realtà io ho fatto solo un punto e poi sono andato "a sfumare" con rullate via via meno cariche.


    Germano

    Perché? La sofferenza è umana.

    La lascio a chi la apprezza, allora.


    Comunque è più che altro il motivo di quella sofferenza, che mi ha colpito:

    "poter amare chi ci ama e si interessa di noi, soffrire per la loro

    assenza"

    Insomma, dopo anni in cui mi ripeto che bisogna imparare a bastare a sé stessi, adesso la qualità della vita è data dalla dipendenza affettiva?

    Naaaaa....


    Ripeto: a molti piace soffrire e tribolare. Beati loro. Capisco di essere io quello strano.

    Rispondo a quel paio di mancati imprenditori che mi hanno risposto ,in sostanza, che trovano giusto non venire pagati finché non si ha esperienza:


    Mi hanno fatto riflettere queste frasi:

    è cambiata il mondo del lavoro in generale anche per i datori di lavoro non solo per i dipendenti.

    E non solo, mi dispiace ma secondo me un tempo eravamo molto piu ligi al dovere.

    [...]

    non dico che siano giuste certe formule, assolutamente, però siamo figli del nostro tempo anche noi, non solo i datori di lavoro.

    E lo dico perchè ne vedo tanti ripeto. Stanno li, ad aspettare, pensando che l'occasione caschi dal cielo.

    Giusto.

    Quindi ,riflettendoci, sono arrivato a questa conclusione:

    Al giorno d'oggi non c'è più alcuna distinzione "sulla carta", cioè sono tutti laureati e in generale tutta la società non fa altro che parlare di uguaglianza.

    Siamo quindi portati a pensare di essere davvero tutti uguali (tutti i datori e tutti i dipendenti), ma la realtà è che non è così. Ma non si può dire.


    La Natura ,con la sua spietata selezione, se ne frega se votiamo M5S, PD, ecc, e non sta ad ascoltare Mattarella che non fa altro che denunciare disuguaglianze.

    La selezione quindi esiste sempre, anche se più silenziosa.

    La sostanza di questo discorso è che vanno selezionati i dipendenti anche se sembrano tutti uguali e vanno selezionati anche i datori di lavoro anche se sembrano tutti uguali.



    germano