Posts by Acronimo

    Dici bene, di certo è un comportamento che deriva da ciò che hai vissuto da bambino.

    Dove sbagli invece è quando pensi che TUTTI siano in grado di "difendersi" senza problemi.

    In realtà sono situazioni più diffuse di quel che pensi; se così non fosse non si spiegherebbero molti comportamenti di obbedienza o conformismo di massa.

    Come avevo scritto vi avrei aggiornato, alla fine per la prima volta in 37 anni sono un tempo indeterminato. Quindi la vicenda per fortuna è andata come doveva (almeno secondo me). Grazie ancora a tutti delle risposte arrivate in questo thread.

    Molto bene, non è scontato in questo periodo, evidentemente il tuo contributo è stato reputato importante.

    Queste tue ultime parole mi sconfortano davvero. Io mi sposto in bici. L'auto la prendo per andare fuori città o se devo sostarmi con più persone, come è accaduto ieri. E nonostante lo scarso utilizzo della vettura... eccomi qua. Ieri mia sorella aveva proposto di prendere la macchina di mio padre per andare in negozio. Le vessi dato ascolto, nessuno avrebbe occupato il posto nel quale ho poi cercato di re-infilarmi convinto della ragionevolezza dell'estraneo che, alla fine, un estraneo non si è rivelato essere. Che c∙∙o, eh?

    Perché ti sconfortano? In che senso?

    Mi pare tu abbia un comportamento "corretto" nell'utilizzo dell'auto (la usi quando è realmente necessario) e che palesemente in torto siano i tuoi vicini sia per i modi che usano che per l'interpretazione personalistica del codice della strada.

    Io invece abito in centro città e non abiterei mai stabilmente in campagna (dove peraltro mi trovo bene ma per periodi limitati, così come in montagna dove ho una casa in cui vado spesso we e ferie). A me viene la claustrofobia al contrario nei luoghi piccoli...

    E' chiaro che in ambedue le situazioni ci sono lati favorevoli ed altri meno.

    Tra gli aspetti di cui tenere conto in città, e specialmente nelle ZTL dove risiedo, c'è la questione scarsità di parcheggio che, se non valutata bene sin da subito, porta a vivere male la gestione quotidiana.

    Ad esempio nel nostro caso l'acquisto della casa è stato subordinato al fatto che avesse un garage; senza di esso avremmo guardato altrove e proprio per evitare situazioni come quelle descritte in questo threadche ti imbruttiscono dentro..

    Inoltre, essendovi un garage solo, io che in centro città ci lavoro anche, ho fatto la scelta di spostarmi sempre ed esclusivamente in scooter, lasciando l'auto a mia moglie che lavora fuori. Il senso di libertà dalle code e dal tempo perso è inestimabile; chiaramente in queste mattine fa freddino e se piove ti devi coprire.

    Rimanendo OT sono convinto che in Italia abbiamo una quantità di auto nettamente superiore al necessario ed utilizziamo pochissimo i mezzi alternativi. Conosco un mare di persone che vanno avanti e indietro in auto 4 volte al giorno anche se distano poche centinaia di metri dal posto di lavoro. Per non parlare di quelli che nei giorni festivi vengono in centro da fuori e se potessero parcheggerebbero dentro i locali o sopra i monumenti per non fare 5 minuti a piedi...

    Non ho capito se il conto si è svuotato per le spese relative alle cure oppure per altri motivi. Ricordo che tempo fa parlavi di shopping quasi compulsivo.

    Ricordo anche la storia con il tuo ragazzo un pò "mammone": ci sono stati sviluppi?

    Per quanto concerne il nuovo incarico (immagino stesso Ente pubblico) credo che i tuoi curanti sappiano consigliarti meglio di noi; che dicono su questo? Tu come ti senti?

    Da valutare anche la futura destinazione: ti avvicinerai ai tuoi? Ora mi pare tu sia in Alto Adige e i tuoi in Campania.

    Sino a che il tuo comportamento lo percepisci in linea con la tua volontà non vedo alcun problema.

    Non è indispensabile fare per forza quel che pensi farebbero gli altri.

    Certo che se avresti voluto prendere maggiore iniziativa ma ti ha frenato qualcosa, direi che la prossima volta ti conviene bere un 🍷 😀 (scherzo).

    Se c’è una sola possibilità che possa tornare l’unica possibilità è eclissarti totalmente e lasciarlo libero.

    Ogni richiesta di spiegazione, ogni insistenza, in questa fase lo farà allontanare sempre più.

    Ovviamente è una posizione difficile da mantenere, ma l’unica che può consentire una possibilità di successo.

    È chiaro che al 99% ha conosciuto un’altra; motivo in più per fargli pesare la tua assenza.

    Coraggio.