Posts by Choupette

    comunque il fatto che il Covid 19 non sia in linea di massima pericoloso per i giovani e giovanissimi è un dato su cui sono tutti piuttosto concordi.

    Ne sei sicura? Anche solo da quanto leggo in questa discussione, senza considerare gli altri contesti, non mi pare proprio che le cose stiano in questi termini.

    Il fatto di allargare la vaccinazione anche a loro è infatti giustificato con il raggiungimento della famosa immunità di gregge.

    I "vaccini" non impediscono il contagio e non immunizzano. Ergo l'immunità di gregge è un miraggio a queste condizioni.

    Se sia eticamente giusto è da valutare. Ovviamente sarebbe meglio non esporli ad alcun rischio per una malattia che difficilmente per loro sarà letale.

    Precisamente, e sarebbe stato ancora meglio non esporre nessuno a questi sieri genici sperimentali.

    Anche io potrei portare la mia testimonianza personale, analoga alla tua, e cioè che non ho conosciuto alcuna persona deceduta per Covid e chi lo ha contratto (o meglio è risultato positivo al tampone) ha manifestato sintomi che un tempo erano definiti semplicemente influenza, più o meno grave. Detto ciò, per quanto le esperienze dei singoli possano portare senz'altro un contributo concreto al confronto, ho sottolineato a più riprese come gli aneddoti non possano costituire una prova, poiché appunto le diverse percezioni possono essere falsate da un bias, ma come siano i numeri piuttosto a dover essere padroni del campo e porto subito un esempio specifico: quando scrivo, riportando dati ufficiali dell'ISS, che i deceduti nella fascia di età 20-29 dall'inizio della psico-pandemia sono stati 44 (quarantaquattro!) molti di coloro che leggono qui semplicemente non registrano l'informazione, poiché il condizionamento mediatico ossessivo e la dissonanza cognitiva impediscono loro di accogliere un dato così in contraddizione con la narrativa unica imperante, col risultato che lo stesso viene del tutto ignorato.


    Questo ragionamento vale per una pletora di altre situazioni, già riportate ed analizzate a fondo in questa discussione a più riprese senza poter però riuscire mai ad arrivare ad una definizione, in quanto si finisce sempre per girare in tondo e ripetere allo sfinimento gli stessi concetti, che ad un certo punto dovrebbero però risultare chiari.


    Un altro dei tanti esempi è la situazione "apocalittica" in cui apparentemente versava il Brasile qualche tempo addietro, "notizia" poi sgonfiatasi rapidamente anche se sospetto che molti ancora credano che quella sia diventata ormai una landa di "morti viventi". Purtroppo il vero virus è mentale ed ha, questo sì, infettato la maggior parte della popolazione e probabilmente senza speranza di recupero.

    Quindi? Premetto che sono ben consapevole del fatto che non essendo vaticanista tu possa avere remore e difficoltà ad interpretare il messaggio di un Arcivescovo, anche se confido in un tuo conoscente avvocato del diavolo, monaco trappista od almeno curato di campagna che possa illuminarti in questo frangente.


    L'intervento di Viganò dura quasi un'ora e venti, ma tu dopo pochi minuti eri già pronta a postare il link di Wikipedia, con quale intento preciso non saprei poiché non vedo cosa ci sia da contestare in un alto prelato che si batte da anni contro la corruzione e gli abusi sessuali nella Chiesa. Ma chiaramente tutto fa brodo per gettare fumo negli occhi e creare confusione. Mi pare proprio che tu stia perdendo smalto in queste ultime tue battute, peccato.

    Sì : il mio computo riguardava gli ospedalizzati per covid, e quelli di mia conoscenza vanno da 20 a 100 anni. Aggiungere che non tutti gli ospedalizzati sono usciti vivi dagli ospedali è semplicemente vero e non implica alcuna "spalmazione automatica e proporzionale" del dato deceduti sul dato ospedalizzati.

    E' come dire : ho comprato una cassa di 10 kg di frutta mista (mele, arance, kiwi) ma almeno un kilo è da buttare. Vero il primo dato, vero il secondo dato. Ma da nessuna parte è dato leggere se il kilo da buttare sia di sole mele o di sole arance o di soli kiwi...e se chi mi ascolta dà per scontato che siano marci due frutti per tipo...il problema direi che non è mio.

    Non siamo alle elementari e non stiamo risolvendo problemini. Per quanto tu possa cercare di rigirare la frittata, con quella frase volevi sottolineare implicitamente come anche giovani ospedalizzati di tua conoscenza non fossero riusciti "ad uscire con le loro gambe" e di conseguenza deceduti, altrimenti non avresti specificato "dai 20 ai 100 anni". L'intento era, come spesso usi fare, di creare sensazione con uscite ad effetto e faresti meglio ad abbozzare a questo punto piuttosto che insistere col risultato di offendere la tua e mia intelligenza, oltre a quella di chi legge.

    Sorvolo sulla offensività della frase (e non sono mai stata di quelli che "segnalano alla Mod. una lesa maestà ogni due per tre");

    Fai bene, sapessi quante volte io ho ignorato le tue sterili provocazioni, ripetute alla nausea tra le righe dei tuoi interventi. Inoltre non vi è nulla di offensivo nel constatare un semplice dato di fatto, e cioè come risulti difficile poter ritenere che tu abbia realmente vissuto tutti gli episodi che riporti in questa discussione, così come praticamente in ogni altra in cui partecipi. Credi davvero che nessuno faccia caso a questo tuo modus operandi, che replichi costantemente in ogni intervento? Tu hai sempre invariabilmente l'aneddoto personale perfetto che supporta appieno le tue affermazioni, quando non sono più di uno, e francamente dopo tutto questo tempo la cosa comincia a diventare un po' stucchevole, abbi pazienza.

    Anch'io ero/sono stanca di leggere grafici e statistiche attinti da ogni dove e interpolati anche in modo che contestai puntualmente ma che restarono senza risposte che non fossero solo dissuasivo/distorsive.

    La MIA conseguenza (credo molto civile e rispettosa dell'altrui espressione) è che non li leggo proprio, e non ne vedrei altre praticabili in Civiltà e Buona Educazione.

    I dati ed i grafici che riporto sono "ufficiali" e non attinti "chissà dove". Se prendessi un attimo per consultarli magari ti accorgeresti che esiste un'altra realtà al di là del tuo naso. Ma apparentemente preferisci redarre papiri inconsistenti al solo scopo di confondere le acque e farli passare in secondo piano, come tattica per nascondere la polvere sotto il tappeto.

    Per cui potrei e dovrei capire se, portando io mie esperienze/constatazioni in assoluta controtendenza, qualcuno mi facesse osservare che..."sì ok Gloria, non dubito di quel che dici...ma renditi conto che evidentemente vivi una realtà che non ha nulla in comune con quella media italiana!".

    Nooooo! :S

    Io riferisco di quello che QUALUNQUE italiano ha potuto/dovuto constatare nell'ambito delle proprie frequentazioni personali...(in piccola dose se ha 90anni e frequenta solo la vicina e i rispettivi parenti...e in dose massiva se è socievole e ha relazioni e/o ha pure un lavoro che lo porta a contatto con centinaia di persone! (Vale anche per l'agente di commercio, per dire...)

    Che abbia coinvolto "qualunque" italiano è una tua supposizione, e per il resto siamo sempre e comunque agli aneddoti visto che non ti smentisci mai.

    Confermo: di persone dai 20 ai 100 ospedalizzate ne conosco una marea, e NON TUTTI sono usciti dall'ospedale con le loro gambe.

    Di grazia , in lingua italiana corrente : "non tutti ne sono usciti vivi" NON E' equipollente a "tutti ne sono usciti morti".... Bah... ?( :/

    Non ho mai affermato questo, ma che nel tuo computo hai fatto rientrare anche ventenni, e siccome dall'inizio del fenomeno ne sono deceduti 44 trovo molto strano che, statisticamente, tu ne abbia avuta conoscenza diretta, ipoteticamente anche per più casi ed incluse anche altre fasce di età giovanili. Non tornano i conti ed il mio sospetto è che tu, spesso e volentieri, confezioni aneddoti a bella posta al solo scopo di sostenere artificialmente le tue affermazioni. Ma, chissà perché, sui numeri non entri mai nel merito, nonostante i fiumi di parole che produci allo scopo evidente di ubriacare l'interlocutore, continuando a girare in tondo esattamente come stai facendo ora

    Io a tua domanda rispondo CORTESEMENTE come mai io o la mia carissima amica/parente medico di base conosciamo ed abbiamo relazione con migliaia di persone (visto che ti straniva tanto), e tu mi riparti con i grafici :?:

    Sono quattromilioni di volte che scrivo che i grafici manco li guardo più e che mi basta quello che vedo nella comunità REALE!

    Cercherò di essere più chiara, poiché il messaggio non pare passare: sono stanca di leggere aneddoti non rilevanti. Si discute sui fatti e non sulle chiacchiere.

    Grazie della ricerca, e , CVD, parlavo di OSPEDALIZZATI (e ripeto che ne conosco quanti ne vuoi, under 30)...

    Non tirare i remi in barca ora: hai scritto testualmente "E non tutti , purtroppo, ne sono usciti con le loro gambe" il che significa "morti". E ti stavi riferendo alla fascia di età 20-100, altrimenti avresti dovuto specificare meglio invece di voler far credere tutt'altro.

    No...non è chiaro COSA volessi tu dimostrare.

    Precisamente questo:

    Oppure a tuo comodo hai l'amica QAnon lavascale, quella integralista cattolica, quella libertina, quella pudica, quella medico e via così.

    Facciamo un po' di chiarezza (almeno ci provo per l'ennesima volta). Questi sono i dati ISS rispetto alle fasce di età:


    decessi.jpg


    Posto che i "vaccini" non impediscono il contagio, quale sarebbe l'utilità di inoculare a giovani sani questi composti genici sperimentali in rapporto alla letalità effettiva (e comunque gonfiata per quanto misera). Perché mettere a rischio la salute, con la possibilità anche di morirne, quando vi sono da sempre le cure per trattare gli anziani già compromessi, che sono l'unica fascia ad essere stata realmente investita dal fenomeno Covid? Qualcuno mi trova gentilmente la logica, perché queste cose le stiamo ripetendo da mesi ormai.

    Non ho mai conosciuto personalmente alcun ventenne deceduto per covid. E siccome non sono solita scrivere fandonie...prego gentilmente di quotare dove l'avrei scritto: altamente probabile che O io facessi riferimento a casi di cronaca OPPURE facessi riferimenti a ragazzi ospedalizzati per covid (e di questi ne conosco quanti vogliamo).

    Ci ho messo un po' a ritrovare quel passaggio, anche perché ho dovuto cercare tra centinaia di linee:

    Nell'ambito delle mie conoscenze personali "allargate" (ossia contando parenti, amici e conoscenti + i loro parenti, amici e conoscenti di cui mi riferiscono le sorti)... pur non vivendo a Bergamo...ci potrei riempire una pagina di Pagine Bianche con quanti, dai 20 anni ai 100 anni d'età, sono stati ospedalizzati per covid. E non tutti , purtroppo, ne sono usciti con le loro gambe...

    Questa frase non significa forse che sei venuta a conoscenza (anche) di 20enni ospedalizzati e deceduti per Covid? Vuoi che porti i numeri ufficiali delle altre fasce di età, per verificare la probabilità che tu possa essere entrata in contatto con questi casi?


    Molto simile quanto vale per la mia amica medico di base (in realtà mia familiare addirittura) : in regione limitrofa alla mia ha il massimo degli assistiti da anni...saprà di che parla? o deve far finta di non saperlo solo perchè a te sembra strano poter sapere DAVVERO cosa accade a qualche migliaio di persone intorno a te? E saperlo di prima mano, per Lavoro, così per lei come per me?

    Come volevasi dimostrare.

    Guarda per quanto riguarda l'Italia ho cercato molto le informazioni sui famosi 60000 curati dall'Associazione Ippocrate, ho visitato spesso il loro sito: Ippocrate. org per capire nel concreto; di fatto non trovando alcun dato pubblicato a proposito dei famosi 60 000 di cui parlano. Nei video di alcuni medici ci sono solo affermazioni molto generiche. L'unico medico più concreto è stato uno dell'Istituto Negri che in un'intervista ha parlato nello specifico di un protocollo di cura che stanno mettendo a punto. Tuttavia ha affermato che è in fase di elaborazione e non ha menzionato minimamente questo fiume di gente curata e guarita con le famose cure domiciliari. La cosa mi sembra sospetta. Di questo miracolo di Ippocrate.org non è dato sapere...

    Io non mi affiderei mai a loro in questo momento: tutto troppo vago e nebuloso. Se poi ci sono degli studi internazionali volutamente ignorati dalla comunità scientifica che dire.... può essere ma non ho proprio strumenti per verificare e come sempre dubito che li abbiano in molti.

    Non c'è solo Ippocrate.org, cerca ad esempio il Prof. Cavanna di Piacenza, il Dott. Mangiagalli del "Comitato Cure Domiciliari Covid-19", il Dott. Fabio Milani e tanti altri, e ti renderai conto che di "fumosa" c'è solo la cabarbietà delle istituzioni a voler negare questo fatto evidente. Di studi sulla validità, tra gli altri, di Idrossiclorochina ed Ivermectina ne esistono ormai decine, e vale la pena anche sottolineare come le prossime (costosissime) cure con anticorpi monoclonali si basano sullo stesso principio del plasma iperimmune (economico), il cui utilizzo per trattare il Covid è stato portato avanti quasi immediatamente dal Dott. De Donno, suicidatosi non tanto tempo fa probabilmente come conseguenza degli attacchi a cui è stato sottoposto.

    I costi della gestione del Covid sono appunto stati enormi in generale e le ospedalizzazioni costano molto sul bilancio della Stato. Che non siano un problema lo dici tu, molto probabilmente lo sono invece.

    "Non sono un problema" era ovviamente un commento sarcastico, così come evidenziato da quel "ci perseguiteranno a lungo" riferito ai debiti contratti con colpevole leggerezza (o dolo, piuttosto).

    Poi se con il tuo intervento vuoi dire che tutta la situazione poteva essere gestita meglio ci sta.

    Doveva essere gestita meglio. Magari approfittando delle cure precoci domiciliari già disponibili da Marzo 2020 e che hanno permesso di trattare efficacemente (nel silenzio assordante mediatico) questa patologia (che personalmente non imputo ad alcun virus), invece di abbandonare i pazienti al "protocollo" Tachipirina e "prega", per giungere a questo punto confidando solo sui "sieri magici", gli unici in grado a loro dire di farci uscire dalla crisi (creata artatamente).

    Noi abbiamo più vaccinati della Germania e da qui il mio ragionamento... perché in Germania con meno vaccinati si preoccupano di meno?....

    La domanda sarebbe piuttosto perché noi ci preoccupiamo tanto.

    Sono partita, come tutti, da una realtà che sembrava riguardare solo un regione cinese, poi solo alcune regioni italiane, fin quando è arrivata alla porta di casa mia e ha interessato un MARE di persone che conosco.

    Non avevo dubbi di ciò, poiché un fenomeno realmente interessante emerso nel corso di questa discussione è di come tu abbia sistematicamente conoscenza personale e diretta di innumerevoli aneddoti che, curiosamente ma non troppo, confermano sempre e comunque la tua posizione sconfessando apparentemente quella degli interlocutori. Avevo già provato ad affrontare l'argomento in un altro thread ma avevi glissato totalmente, e vorrei che capissi come riesce davvero un po' difficile credere che tu possa realmente avere sempre esperienze di prima mano su ogni scibile possibile ed immaginabile, se non è capitato a te è successo ad un famigliare, od in subordine ad un amico, un conoscente, un vicino, al cliente del fornaio, al giornalaio e via dicendo. Oppure a tuo comodo hai l'amica QAnon lavascale, quella integralista cattolica, quella libertina, quella pudica, quella medico e via così.


    E comunque, come già ho ripetuto più volte e visto che ribadisci ad ogni piè sospinto di credere ciecamente nella "Scienza" (senza renderti conto apparentemente dell'ossimoro), i singoli casi non portato nulla ad un'analisi oggettiva dei fatti, quanto piuttosto i numeri che tu ti ostini caparbiamente ad ignorare ogni qualvolta vengono riportati. Giusto per fare un piccolo esempio hai scritto qualche pagina addietro di aver conosciuto (anche) ventenni deceduti per Covid e la cosa è alquanto stupefacente a livello statistico poiché stando ai dati ISS nella fascia di età 20-29 i decessi complessivi fino ad oggi sono stati 44 (su 60 milioni!) e tu vorresti farci credere che sei entrata in contatto anche con diversi di questi. Spero ti renda conto.