Posts by Berry-berry

    Vi è una differenza sostanziale e fondamentale, il cervello è un organo che risponde alle proprietà del mondo fisico, mentre la mente umana esula da limitazioni spazio-temporali e, sebbene i processi che la animano abbiano corrispondenze non univoche con l'attività organica cerebrale, i costrutti che elabora trascendono quello che potremmo definire il reame del naturale al quale gli è possibile affrancarsene, per scelta o anche involontariamente a causa di traumi pregressi in grado di condizionarla. Pensa al rapporto tra hardware e software in un PC, il secondo non genera dal primo ma viene solamente da questo elaborato e reso manifesto all'esterno, mentre la sua natura intrinseca è totalmente differente e non origina dall'elettronica dei componenti (struttura), quanto dall'informazione di cui è costituito (sovrastruttura).

    Non so se ho capito bene, ma anche le scelte o i traumi che affrancherebbero la mente dal reame del naturale, per usare le tue parole, sono sempre natura.

    Fra uomini accade tra allenatore e calciatore?

    No mai visto, però credo che se una nazionale maschile di calcio, allenata da una donna, vincesse i mondiali, e l'allenatrice durante i festeggiamenti facesse quello che ha fatto lo spagnolo, nessuno si strapperebbe le vesti urlando "violenza sessuale!"

    Molte delle sovrastrutture culturali e psicologiche proprie degli esseri umani sono intrinsecamente contrarie all'ordine naturale delle cose. L'imperativo biologico fondamentale della Vita è la propagazione, unioni invariabilmente e inevitabilmente sterili non rientrano in questa dinamica e quindi non possono ontologicamente essere definite "naturali". Questo però non ha nulla a che vedere col rispetto dovuto ai singoli individui.

    Ma anche quelle che tu chiami sovrastrutture sono prodotti naturali, sono partorite dal cervello umano che è uno degli organi dell'animale uomo.

    Nell'uomo coesistono impulsi che la vita la propagano e la difendono con quelli che la vita la distruggono, che sia quella altrui o anche la propria.

    Mah, personalmente non ho nessun tipo di astio nei confronti degli omosessuali, quando leggo di deviazione rispetto all'ordine naturale delle cose mi viene da pensare che tutto quello che è presente in natura è necessariamente naturale.

    Quello che non mi piace è il fatto che le problematiche di una piccola minoranza siano diventate così essenziali nella società occidentale, praticamente sembra che tutto ruoti attorno a certi tipi di diritti.

    Almeno stando a sentire i giornali e la televisione, o certi partiti che si dicono di sinistra ma si occupano di queste questioni più dei problemi degli operai.

    Qualcuno usa questa minoranza per i suoi scopi, che io da ignorante non conosco, e tanti omosessuali credo se ne rendano conto e non vogliano stare al gioco, mentre altri sfilano mezzi nudi ai Pride.

    Ciao, visto che sei omosessuale ne approfitto per chiederti una cosa.

    Gli omosessuali idolatrano le donne, spesso i loro idoli sono donne dello spettacolo, mentre le omosessuali danno l'impressione di odiare gli uomini.

    Come mai?

    Guardo poco la tv ma ho visto che parlavano di uno spagnolo che dopo la finale dei mondiali femminili di calcio ha baciato sulla bocca una delle giocatrici.

    Ho visto le immagini, mi sembrava un atteggiamento sopra le righe dettato dalla felicità del momento, eppure quell'uomo lo vogliono mandare via dal posto che occupa, con tante donne che parlano di violenza sessuale e sua madre che è rimasta l'unica a difenderlo.

    Non è che si sia da qualche tempo nella nostra società in un'era di caccia all'uomo, nel senso che qualsiasi cosa facciano gli uomini, sono condannati a prescindere?