Posts by La Marina

    Comunque, Ipposam, considera che, nella sfortuna di una suocera poco gradevole, hai avuto la fortuna di poter gestire il rapporto con lei in modo molto libero: molti partner avrebbero preteso frequentazioni più assidue della propria famiglia d'origine.

    Comunque vorrei dirti che ho conosciuto ragazzi che sono arrivati vergini ad un'età simile alla tua e che poi hanno avuto una o più relazioni. Non considerarti, quindi, senza speranza perché non è vero!

    Io ho un approccio ai social simile a quello del tuo compagno: non pubblico niente, li uso solo per accedere a gruppi e contenuti che mi interessano. Pure per me pubblicare la foto della vacanza o della casa nuova non avrebbe senso e non lo farei volentieri perché preferisco condividere con un singolo o un gruppo ristretto di amici.

    Ti direi quindi di stare serena e di non preoccuparti, il suo mi sembra semplicemente l'atteggiamento di una persona riservata.

    Ogni singolo euro che esce dalle tasche di un familiare a favore i un altro (che magari li brucia) è un euro sottratto indirettamente al resto della famiglia

    Questo è ovvio, quello che spendi per A non lo spendi per B. In caso di emergenza di un parente stretto, però, l'aiuto pare anche a me normalissimo.

    I miei genitori mi hanno cresciuta, fatta studiare, mantenuta fino a quando non ho avuto uno stipendio mio... se un domani avessero bisogno, mi parrebbe giusto e naturale aiutare. Ovvio che, in caso di problematiche che fanno volatilizzare i soldi (dipendenze etc.), bisogna tutelarsi.

    Comunque, per capire, le spese di questa signora sono regali che fa a questi suoi parenti che vede spesso? Nel caso a tuo marito converrebbe parlare chiaro con i parenti, facendo presente che la madre ha basse entrate e di non accettare regali di una certa entità da lei.

    Ma poi la malattia psichica quanto incide sui suoi comportamenti? Questo non mi è chiaro.

    che si vede costretta a riparare di tasca sua ai suoi danni,

    Se ti infastidisce di contribuire con fondi tuoi, dì a tuo marito di provvedere solo con il suo stipendio. Da quello che dici, la signora non è certamente gradevole, è instabile (per patologia? Quella non è una colpa), ma è davvero molto sola.


    Se tuo marito fosse più presente nella sua vita, probabilmente la signora combinerebbe meno guai.

    Il mio sogno sarebbe un posto al mare tranquillo, poca confusione e relax totale.

    Se hai un po' di dimestichezza, al mare un po' di tranquillità si trova con una barchetta... sennò, se possibile, ferie a metà settembre, le spiagge si svuotano e si sta benissimo.

    Peggio ancora quando condividono ciò che fanno.

    Ecco, io trovo sicuramente più etico andare a prostitute rispetto a questo...


    Secondo me, fai bene a provare, hai caricato la questione sesso di troppe aspettative e, ormai, di fronte ad una ragazza saresti terrorizzato. Magari, una volta fatta l'esperienza, riuscirai anche a sbloccarti con l'altra metà del cielo...

    Cercarti una professionista, non una di strada, in modo che possa metterti più a tuo agio, prenditi le dovute precauzioni e buttati!

    Personalmente sono disponibile ad aiutare ma non a farmi portare via la vita,

    ti dicevo che la frequentiamo molto poco (io la vedo due-tre volte l'anno, mio marito poco più)

    Francamente le due cose mi sembrano in contraddizione, incontrare una persona 2 o 3 volte all'anno può essere un fastidio se non c'è feeling, ma non è un gran onere.

    Forse se tuo marito la frequentasse un po' di più, anche lei sarebbe un po' meno pesante: mi sembra che si inventi delle necessità per vedere un po' di più il figlio, semplicemente.