Posts by foc86xx

    A me vengono a qualsiasi ora del giorno 😂 E non sempre. Ci sono dei periodi in cui li sento maggiormente, tipo questo periodo. Sicuramente c'entrera anche il caldo, ma non è strettamente legato al caldo

    foc86xx

    Francamente a me pare una reazione strana, esagerata, arrivare addirittura a lasciarti. Chiedi di "vivere" insieme a lui e lui ti lascia


    Mi fa pensare che ci sia dell'altro, crisi già in atto....oppure una depressione. Esagerato mi rendo conto però una decisione così, da un giorno all'altro

    Si.. L ho pensato anche io.. Adesso stiamo un po lontani, ma prima o poi dovremo rivederci per capire cosa vogliamo.. Tanti anni passati insieme e poi.... 😔


    Ciao, mi dispiace per la tua situazione. Anche io sono ansiosa, ipocondraca e paranoica ma comunque col mio compagno esco e faccio tutto; in sicurezza ma lo faccio. Ogni tanto mi viene qualche attacco di panico ma resisto. Questo per dire che le nostre paranoie non devono essere più forti dell'amore. E spero davvero per te che il tuo compagno realizzi tutto ciò

    Grazie.. Anche io gli ho chiesto di fare le cose in sicurezza, sono stata chiusa dentro casa (se non per andare a lavoro, per fortuna), un anno e mezzo. Figurati se ora mi viene in mente di fare qualcosa di pericoloso.. Ecco perché mi sono "permessa" di proporgli qualcosa di più. Però niente. Mettici il covid, mettici che lui si è molto adagiato in questo anno e mezzo.. Secondo me ha perso la voglia e, ripeto, secondo me non mi dice tutta la verità

    Ma io lo capisco benissimo. Ho perso una persona molto cara per il covid, lavoro in ospedale quindi figurati.. Infatti non ho chiesto niente di che, ma cos'è che ssendo entrambi vaccinati si possono fare. Non gli ho chiesto di partire, prendere un treno ecc

    Cioè....ti ha lasciato ieri?

    Si, esatto. Perché ho deciso di parlargli, di esporli un mio disagio. Lui ha frainteso tutto. Ha cominciato a dirmi che io mi sono svegliata una mattina cambiando idea sulla pandemia e su tutto quello per cui abbiamo parlato, quando non è stato così. Morale della favola: mi ha detto è inutile che resti in questa casa


    OK, rispetto la tua visione della cosa. Quello che però voglio sottolineare, è questo. Io non avrei mai scelto questi momenti di evasione a discapito della nostra storia. Ma facendo un lavoro abbastanza pesante tra l'altro in ospedale, è un anno e mezzo che convivo con la paura del covid nonostante sia vaccinata da gennaio e con la paura che le persone a me più care se lo possano prendere. Io gli ho chiesto dei momenti di svago, in sicurezza, che potessero far bene a entrambi. Non gli ho detto o lo facciamo o è finita. Si poteva trovare un compromesso. E invece no, sono stata accusata di aver cambiato la mia visione sulla pandemia, non so se riesco a spiegarmi. Se non posso confrontarmi con il mio compagno su una situazione che a me mette disagio, come si può pensare di andare avanti?

    Lui non ha nessun tipo di rischio, non è un soggetto fragile. Prima della pandemia facevano tantissime cose insieme. Sai, ho provato a parlargli, mi ha detto che non può darmi di più di quello che già mi da e mi ha lasciato. Chissà.. Forse ha solo colto la palla al balzo

    Ciao a tutti. Ho necessariamente bisogno di un consiglio esterno, perché io sto impazzendo.

    Premetto che soffro di ansia, ho paura di uscire, di stare male fuori ecc. Ma lo faccio, perché mi va di vivere. Anche se ho una paura tremenda e sto male prima di fare le cose, dopo e durante.

    Da quando è scoppiata la pandemia, si può dire che con il mio compagno viviamo un periodo di lockdown perenne.

    Io mi sono vaccinata a gennaio perché lavoro in ospedale. Lui si è vaccinato con l'ultima dose pochi giorni fa. È ossessionato dalla paura di contrarre il virus. Posso capire prima, ma non adesso.

    Non gli ho chiesto il mondo. Gli ho chiesto di ricominciare a fare piccole cose in sicurezza. Andare a cena o a pranzo fuori in un orario in cui c'è poca gente, andare al mare, quando si può, in mezzo alla settimana.. Insomma, ricominciare piano piano a vivere perché dal lockdown noi non abbiamo fatto più niente. Nessuna vacanza, nessuna cena, nessun pranzo, niente di niente. L'unica cosa che mi ha saputo dire è che al più possiamo andare a farci una passeggiata da qualche parte qui vicino partendo la mattina e tornando la sera e che, se proprio necessito di queste cose, sono liberissima di andare via di casa e vivere la mia vita.

    Sbaglio io? Ho "sacrificato" un anno e mezzo della mia vita non facendo assolutamente nulla. Io non ce la faccio più a vivere così. Anche con la prospettiva futura che chissà quando ritorneremo ad avere una vita normale perché lui non si fida nemmeno dei vaccinati. Ciò, meglio vaccinati, ma non più di 3 persone. Se dovessi andare a cena con 3 persone ok, già a 4 aumento il rischio, secondo lui, di prendermi il virus anche se siamo tutti vaccinati. Sto impazzendo. Non so se sono io la malata, la strana, la pazza... O se è lui che è un tantinello paranoico.

    So solo che nonostante la grande ansia che mi mette tornare a una vita normale visto che sono stata chiusa in una bolla di sicurezza per tutto questo tempo, ho voglia di vivere.

    Sono esattamente come te. Segui una terapia?

    Sono stata in psicoterapia per 4 anni. E sono migliorata tanto. Ero arrivata ad un punto che non uscivo più di casa. Ora faccio tutto, ma con la paura. E no, non seguo una terapia. Non la seguo più quella psicologica e non prendo farmaci perché ho paura e non voglio darlavinta all'ansia, anche se a volte è davvero dura

    Capirai... Con me sfondi un portone.. Io ho perennemente problemi di pancia. Sono 3 giorni, non a caso, che ho diarrea. Senza dolori, semplicemente diarrea. Sarà ansia? Spero di sì, considerando che somatizzo con la pancia e lo stomaco. Pensa che ho appena sentito il mio compagno riguardo a cosa cenare stasera e mi sono sentita come un peso sullo stomaco alla sola idea di dover cenare 😢

    Per quanto riguarda il dolore al braccio sinistro, ce l ho anche io. Non so a cosa possa essere dovuto, ma anche io spesso e volentieri ce l ho li, al petto. E anche sotto al collo proprio, bho

    Ciao! Io soffro d'ansia da una decina d'anni. Quello che a me ha aiutato e continua ad aiutare è il movimento, camminare principalmente. Quando mi sento particolarmente in ansia, se posso, prendo ed esco a camminare. Ovviamente nel picco d'ansia mi serve poco anche camminare, ma comunque aiuta più che stare senza fare niente!