Posts by Finnicella

    o cose che vorrei fare

    Da profana, che non ha fatto studi di psicologia né di medicina, risponderei, in base al poco che ho imparato cercando informazioni, che è proprio l'opposto. Ad esempio ci sono persone che hanno ossessioni aggressive (non è il mio caso) e che quindi temono di far male ai loro cari, ma in realtà sono le persone più pacifiche del mondo, non potenziali serial killer e non hanno il benché minimo desiderio di fare del male.

    Hai provato a chiedere alla psicologa? Se si occupa di queste cose dovrebbe essere facilmente in grado di risponderti.

    ma questi rituali non fanno altro che aumentarla in realtà...

    Ovvio, è normale però già il fatto che tu lo riconosca è un primo passo, no? Magari (eventualmente anche con l'aiuto dello psicoterapeuta) potresti iniziare a ridurli, molto gradualmente, senza eliminarli di botto tutti insieme. Io, per sfuggire al mio pensiero fisso, avevo messo in atto tutta una serie di "strategie" (alcune anche consigliate in buona fede da persone a cui avevo parlato del mio problema, una addirittura suggerita dallo psicologo che evidentemente sul momento non si è reso conto degli effetti nocivi che avrebbe avuto) che non avevano fatto che peggiorare la situazione. Lo scorso anno ero arrivata veramente alla frutta. Poi dalla fine dell'anno scorso ho iniziato a eliminarle (in realtà da sola, senza che nessuno me l'avesse suggerito) e la situazione è di molto migliorata. Adesso se non altro in casa sono tranquilla anche se ho ancora problemi ad uscire, prendere mezzi ecc. Se mi viene la tentazione di mettere in atto qualche strategia (o "rituale", come dici tu) riconosco che rischierebbe di trasformarsi in una compulsione e cerco di trattenermi.

    Scusa se ho fatto tutti questi sproloqui, è che quando si parla di queste cose mi sento coinvolta. Ora taccio :zipper_mouth_face:

    psicoterapia emdr ma non mi sta aiutando, la psicologa dice che per le ossessioni ci sono solo i farmaci che possono aiutare

    La psicoterapia che di solito viene consigliata per le ossessioni è la cognitivo-comportamentale. Sul fatto che i farmaci da soli siano risolutivi per le ossessioni, diciamo che diversi specialisti non sono di questa opinione (v. alcuni testi recenti che non so se posso citare qui). Al massimo sono di aiuto insieme alla psicoterapia. Forse dovresti consultare uno psicologo specialista in ossessioni (ce ne sono molti). Alcuni psicologi in realtà ne sanno poco e niente perché si occupano prevalentemente di altro: non parlo della tua che non conosco, ma io ho fatto mesi di incontri con uno psicologo ad indirizzo costruttivista ed effettivamente non era il suo campo. E' stata una perdita di tempo insistere con lui.

    Mi spiace davvero. Fortunatamente non mi è mai capitata una cosa del genere, quindi non ho consigli da dare. Hai menzionato anche delle armi: ci credo che sei rimasta traumatizzata, chi non lo sarebbe?! Spero che la persona a cui ti sei rivolta ti chiami presto e possa aiutarti!

    Sono paure date dal fatto che non puoi controllare ogni aspetto di quello che fai, dal cibo alle relazioni, la vita è imprevedibile e cercare di controllarla fa ammalare.

    Concordo in pieno e te lo dico per esperienza. La cosa peggiore che si può fare è cercare di "combattere" il pensiero. I pensieri non si possono controllare, l'unica cosa che puoi fare è lasciarlo andare. Allo stesso modo, non si possono controllare tutti gli eventi della vita, ma bisogna riconoscere che alcuni, oggetto delle nostre paure, sono davvero molto, molto improbabili. E in ogni caso le conseguenze sarebbero meno catastrofiche di quelle che immaginiamo (mi sembra molto improbabile soffocare per un chicco d'uva: mio nipote a meno di un anno si era ingoiato un'intera susina e non gli è successo nulla). Altra cosa (notoriamente sconsigliata da tutti gli specialisti) è chiedere in continuazione rassicurazioni a chi ci circonda. Peggio ancora, crearsi "rituali" (= compulsioni) per scongiurare l'evento temuto, prendere precauzioni perché l'evento temuto non si verifichi, controllare in continuazione ecc. Personalmente (ma ne ho trovato conferma anche in qualche testo) trovo anche deleterio parlare in continuazione dell'ossessione con tutti: non fa che ingigantirla e rafforzarla. La cosa più efficace è indirizzare il pensiero su altro, che sia lavoro o una distrazione o altro. Poi bisogna evitare di evitare (nel tuo caso ad esempio evitare di smettere di mangiare) e magari fare qualche esposizione (ad esempio mangiare dei chicchi d'uva). Con tutto ciò, non è detto che l'ossessione se ne vada se si è già radicata, ma si può riuscire a conviverci.

    Vedere animali selvatici nel loro ambiente credo sia una delle cose più belle per chi ama la natura. Non che abbia avuto grosse esperienze in proposito finora, ma quando ero giù di corda generalmente passeggiavo lungo il Po e nel loro piccolo anche le anatre, i gabbiani di fiume e simili contribuivano a risollevarmi il morale, una volta ho avvistato anche una bella nutria :D

    Comunque stavo pensando che devo fare un elenco anche per obiettivi più immediati e più alla mia portata allo stato attuale. Ad esempio "10 cose da fare possibilmente entro la fine del mese". Lo trovo stimolante, ovviamente se poi non riuscissi a realizzare tutto pazienza, non sarebbe una tragedia.

    Sul numero 7 da un lato hai ragione: io ho inserito tra i miei sogni fare equitazione, ma in effetti mi interrogavo sulla sofferenza del cavallo. Il film che citi al numero 1 è tra i miei preferiti....

    Scusate se ho replicato a tutti, ma mi piacciono troppo questi elenchi ^^

    Inizio io. Ovviamente ho cercato di pensare un po' "in grande", sognando liberamente, senza inserire cose molto banali o che dovrò comunque fare nell'immediato, come ad esempio questioni di lavoro, e tralasciando anche quelle che implicano il coinvolgimento di altre persone e che quindi non dipendono solo dalle mie possibilità e/o capacità/volontà.

    1) Imparare ad andare a cavallo;

    2) Fare il trekking della Patagonia;

    3) Prendere la patente nautica;

    4) Comprare una casa per le vacanze sull'Appennino abruzzese;

    5) Visitare il Québec;

    6) Pubblicare un libro relativo al mio lavoro;

    7) Vivere per un anno a Bruxelles;

    8 ) Avere una casa indipendente con giardino tutta mia in cui accogliere animali malandati;

    9) Vivere un mese in Nuova Caledonia;

    10) Dormire in tenda in una foresta, da sola o con un'altra persona al massimo.