Posts by MaristellaMaristella

    Non aver paura, prova a lasciarti cullare dalla musica che preferisci o da un bel film.

    Pensa solo a quanto sei forte, non sei impazzita finora e penso proprio che non possa accadere.

    Fidati di più delle risorse che hai dentro di te e cerca di star bene semplicemente in compagnia di te stessa!

    Proprio in compagnia di me che è difficile. Mannaggia. Poi di notte..

    Ma come si fa ad uscire da tutto ciò? Perché non posso stare un minimo serena? Dopo tanti traumi, almeno un sintomo risparmiato. 😰

    Mi spiace davvero, spero che stanotte tu riesca a riposare decentemente.

    Comunque, dopo tutto quello che hai patito e che stai ancora soffrendo, è il minimo avere le sensazioni che hai tu.

    Anzi, sicuramente stai reagendo con una grande forza, molto maggiore di quella che tanti avrebbero al tuo posto.

    I traumi vissuti da te stanno senza dubbio alla radice di tutto.

    Dici? Grazie per la stima. Ho paura stasera. Arrivano sensazioni che non so decifrare. Oppure ricordi del sogno passato, non ho nessuno da chiamare e parlarci un po'. A volte ho paura di impazzire... Non lo voglio.

    Sto male, allora io amo vivere, non voglio dormire come i depressi classici. Solo che sono depressa per la mia qualità di vita. Credevo che 19 anni di demenza di mamma che ho seguito, fosse il peggio. Invece sono 3 anni che non sto più bene, ho papà da seguire, gli ho salvato 5v la vita durante crisi glicemiche e l'ultima credevo che morisse, è avvenuta il 16 agosto. E sta ancora in ospedale ed io sono sola. Ho troppi stress post trauma. Non ho psicoterapeuti, non ci credo più, non ho un partner, non ho un lavoro, non faccio nulla di stimolante. Ho le mie patologie e tante paure soprattutto MORIRE. Tutto il razionale non mi basta. Dormire è un po' morire. È perdere il controllo e ne ho paura. La testa è piena e il corpo è stanco e non riposo.

    Faccio gli incubi su mamma e mio fratello che ho perso 13 anni fa. E sono incubi mostruosi. E mi sveglio Co tachicardia pure se ho i battiti bassi. Mi sento la pancia che si muove, insomma una marea di sensazioni. E la mattina sono così, rallentata stanca, la testa viaggia più del corpo. Non so come spiegare meglio. Immaginati di dormire e che qualcuno ti sveglia di colpo tu devi fare cose ma sei in quel mezzo sonno, non hai un bioritmo che ti aiuta. Solo che a me succede in un orario in cui dovrei essere fresca e lucida. 😰😰😰Allora penso a cose brutte, non so credere che sia ansia depressiva.

    Vorrei un parere sul mio sintomo iniziato a novembre in cui avevo ipotiroidismo al momento rientrato, rifarò analisi a breve. Avevo glicemia sballata che ho ancora e sto cercando un decente diabetologo ed iniziavo entact.

    Ok non dormo molto, faccio incubi, farò pure una polisonnografia, ho la cervicale a pezzi, ma la mattina tranne rare volte che è più leggera, mi sento come una intontita, drogata, allentata, ho sonno ma lo definisco un sonno strano. Ammetto che mi sento come una parte di me stanca, fisicamente e una quella della testa che non vuole lasciarsi andare al sonno. Una lotta tra due sensazioni. Come un eccesso di controllo su un fisico stanco. Ne esce ancora più stanchezza e ansia/paura. Immaginate una che vorrebbe e dovrebbe come tanti altri esseri umani, avere 50 di energia per svegliarsi la mattina, ed invece ne ha meno di 5 e cerca lo stesso di fare per 50. Non so se mi sono spiegata. Il med base non capisce certi sintomi, il neuropsic parla di mie percezioni, eventualmente ansiose. Ma io non sono convinta o cmq voglio che mi passino. Cosa cavolo può essere? Grazie

    A nessuno succede? Non è voler dormire sarebbe più facile, è molto più strano.


    Ho pranzato a fatica, con sonno e stanchezza, mentre pure prendevo appuntamenti al cup, ogni tanto chiedevo gli occhi ma la mente era sveglia, controllante. Ne conosco tanto di sintomi ma per me è il più brutto. Non lavoro, ma se dovessi come farei la mattina?

    Ho paura

    Ho papà in ospedale dal 16 agosto, credevo morisse su 2 piedi, invece ha grossi problemi con la gamba e il diabete. Ho messo tanta forza per l'ennesima negatività, sono sola e da un lato ok, dall'altro mi sento depressa, agitata, fragile spaventata. Doveva uscire il 2 invece nonostante il vaccino è risultato positivo, asintomatico tranne tosse. Spostato in un centro covid, aspettano 2 tamponi negativi o 21 gg, dicendo che pure coi tamponi positivi, non sarà contagioso. Io però ho paura perché non sono vaccinata e per motivi miei non voglio. Continuerà ad avere problemi con la gamba per cui tornerò a dover essere super presente e sono stanca solo al pensiero. In più vita da reclusa perché amici lontani, e poi vaccino o non, sono responsabile e di uscire, e non poter aver contatti fisici pure lievi mi terrorizza. Sono stata resiliente fino ad oggi ma inizio a sentirmi spenta, ho bisogno di sognare, vivere emozioni. Qui stanno distruggendo la psiche. Non voglio diventare matta, ma se penso che non vedo nessuno di nuovo, che niente cambierà, che vita sociale non si può fare, ma come faccio a non stare male? Prendo il mio adepressivo ma non serve più di tanto quando hai fame di vita e non puoi soddisfarla. Mi dite qualcosa per tirarmi su? Stasera neppure lo xanax mi aiuta. Sono sola a casa e tutto si amplifica. Non voglio perdere il controllo... Non riesco a piangere, a sfogarmi. Aiutoooo

    Si possono fare sedute di emdr su un singolo trauma, sin da subito? Cioè contatto chi lo pratica e chiedo di intervenire subito su ciò che mi è successo. Ieri sera mio padre si è sentito male, non mi parlava, era rigido, occhi fissi ed altro. Ora è al psoccorso ma io quello sguardo ce l ho impresso e non voglio.

    Che tu sia una persona ansiosa, non è una novità. In realtà, però, quello di dare numero e nome all'amica a me sembra una piccola precauzione in più che è bene avere incontrando un tizio conosciuto online. Per la verità, io l'ho fatto solo una volta, ma infatti ogni tanto qualcuno mi dice che faccio male e mi fido troppo, e una parte di me sa che ha ragione.

    Quindi mi vien da dire che sia meglio continuare a farlo. Il problema non è certo quello, ma come ti senti tu prima di andare all'incontro. Se ti prefiguri tutti gli scenari peggiori, immagino che a un certo punto l'ansia e il disagio prevalgano sulle aspettative e guastino anche la curiosità e il desiderio. Insomma, se devo andare a un appuntamento galante con questo spirito, francamente io non so se ci andrei.

    Forse parla il mio istinto,

    A volte in un modo e a volte in altro. Una nuova delusione. Ma perché caxxo tutti io li trovo.

    Al risto ha un atteggiamento fintamente democratico, lascio correre, percbe tutto sommato mi andava bene, ma io siano amici o altro, condivido, ascolto, se ti dico 10 min prima che preferisco un primo invece della pizza, mi chiedi di leggerti il menu che dovevo aprire tramite app, poi mi dici che lo conos e sai cosa prendiamo, e dici alla cameriera, prendiamo la pizza mega, lei ti dice che può farla con 3 gusti, io privo a dirgli se le verdure gli van bene, perché mi dice essere vegetariano senziente con tendenze macrobiotiche, io mi preoccupo di te, ma tu non di me se poi decidi pure per me è la pigli tutta Margherita. Non è dettaglio ma gravita. Se poj mi lavo le mani con disinfettante e mj blocca perche mi dice che mi fa male, uccide i batteri buoni, e mi fa sentire una scema, dicendo però che io posso fare come voglio, mi fai girare. Se poj cerchi un posto appartato e dico no, se mi fai una carezza sul viso e li l ho visto gentile, ma poi mi metti la mano sul tuo pene, e dico no perche èfuori luogo e mi dici che però lui a me le carezze sul viso me le ha fatte, se ti dico che è più normale un bacio che un rapporto orale, e rispondi che i baci gli piacciono di meno, che io invece dj guardare le cose belle della serata, faccio rimproveri... Io mi chiedo ma che gente ci sta? Non mangia carne ecc per non creare tensioni, ma se gli dici che non è normale non baciare così come volere rapporti orali, si incazza, allora mangiati un dinosauro. Molti maschi sono di un triste unico