Poesie meravigliose..



  • L'amore di Kahlil Gibran.

    Toccante.

    "Vorresti una donna addomesticata e con le ali, invece io ho gli artigli. C’è una Lupa nell’armadio, apri e liberala, falla uscire così respirerà. C’è una Luna Piena che mangerò come un grande formaggio. Sono la Lupa e anche questa notte seguirò il mio istinto." -C. P. Estes- "Non rinnegate la z❤❤❤❤❤a che è in voi, un giorno potrebbe rivelarsi molto utile!" -A. Girard-

  • Comunque non è Neruda... PABLO NERUDA Lentamente muore POESIA è una poesia di Martha Medeiros (settemuse.it)


    Porto dentro il mio cuore

    Porto dentro il mio cuore,

    come un cofanetto pieno che non si può chiudere,

    tutti i luoghi dove sono stato,

    tutti i porti a cui sono arrivato,

    tutti i paesaggi che ho visto da finestre o da oblò,

    o dai ponti di poppa delle navi, sognando,

    e tutto questo, che è tanto, è poco per quello che voglio.


    Ho viaggiato per più terre di quelle che ho toccato...

    Ho visto più paesaggi di quelli su cui ho posato gli occhi...

    Ho fatto esperienza di più sensazioni

    di tutte le sensazioni che ho sentito,

    perché, per quanto sentissi, sempre qualcosa mi mancava,

    e la vita sempre mi afflisse, sempre fu poco, e io infelice.


    Non so se la vita è poco o è molto per me.

    Non so se sento troppo o poco, non so

    Se mi manca lo scrupolo spirituale, il punto di

    Appoggio dell'intelligenza,

    la consanguineità con il mistero delle cose, scossa

    ai contatti, sangue sotto i colpi, fremito ai rumori,

    o se un altro significato più comodo e felice c'è per questo.

    Sia come si vuole, era meglio non essere nato,

    perché , per quanto interessante in ogni momento,

    la vita finisce per dolere, nauseare,

    tagliare, radere, stridere,

    a dar voglia di urlare, saltare, restare per terra, uscire

    fuori da tutte le case, da tutte le logiche

    e da tutte le pensiline,

    e andare a essere selvaggi verso la morte fra alberi e oblii,

    fra cadute, e pericoli e assenza del domani,

    e tutto ciò dovrebbe essere un'altra cosa

    più vicina a ciò che penso,

    a ciò che penso o sento, che non so nemmeno

    cosa sia, oh vita.


    (Fernando Pessoa)

    Aveva la coscienza pulita. Mai usata.

  • Giorgio Caproni


    Per quanto tu ragioni, c’è sempre un topo – un fiore – a scombinare la logica. Direi che tutto nel tuo ragionamento è perfetto, se non avessi davanti questo prato di trifoglio. E sarei anche d’accordo con te, se nella mente non mi bruciasse (se non mi bruciasse la mente – con dolcezza) quell’odore di tannino che viene dalla segheria sotto la pioggia: quell’odore di tronchi sbucciati (d’alba e d’alburno), e non ci fosse il fresco delle foglie bagnate come tanti lunghi occhi, e il persistente (ma sempre più sbiadito) blu della notte.

    La vita fa ciò che vuole. Quando, come e perché sono interrogativi che si pone l'Io illusorio.

    La soluzione è rimanere senza soluzione

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!