Ansia che si placa di notte

  • Sento sempre più spesso che le persone ansiose dormono poco, dormono male o non riescono a prendere proprio sonno perchè l'ansia aumenta di notte.

    Per me è l'opposto.

    Io mi calmo quando vado a letto, è proprio come dicessi: "ohhh, finalmente posso spegnermi...".


    Amo la bella stagione, le giornate che si allungano e amo LA LUCE; questo però allunga la mia ansia, devo restare "accesa" per più tempo.

    Adoro andare a letto alle 21, nel silenzio mi rilasso e smetto di dirmi: "sicuramente quel *sintomo x* è sintomo di qualcosa di brutto" (mio ma soprattutto dei miei figli... una puntura di zanzara può diventare un linfonodo ingrossato nella mia testa/un mal di pancia può essere un'intossicazione o cose più gravi/la febbre può essere meningite).


    C'è qualcuno la cui mente funziona così?


    Stasera è ancora giorno, a quest'ora io sono già in pigiama che attendo di andare a dormire...

    "Io vorrei rinascere come quelle persone belle e ignoranti, che vivono come le piante, senza pensieri".

  • Anche io sono così, la mia mente la notte si spegne (ad eccezione fatta dei periodi dove provo un’ansia invalidante per un motivo preciso dove allora anche il sonno è disturbato)


    Anche queste settimane sono piuttosto faticose per me, mi sento decisamente sottotono, agitata... ma la notte è il mio momento 0 pensieri, anche io come te mi addormento presto e dormo di filata fino al mattino. Almeno in quelle ore prendo pace :P

  • C'è qualcuno la cui mente funziona così?

    Presente!


    Nei periodi di forte ansia uso dire che mi "rifugio" nel sonno. È un comportamento che ho sviluppato da adolescente... Nei periodi veramente tosti, agitati, tristi, tormentati, non vedevo l’ora di andare a letto perché così si "spegneva" tutto.

    Almeno per quelle ore potevo essere incoscientemente sereno.

    Ero anche consapevole che non fosse un meccanismo particolarmente virtuoso... sembrava una fuga/un abbandono, e a volte mi rimproveravo per questo.


    Oggi la vivo in modo lievemente diverso: se sono in preda all’ansia o molto triste aspetto sì la pace del sonno ma anche quei 5/10/15 minuti di calduccio e sprofondamento nel letto, mi piace sentirmi avvolto e accoccolarmi... Mi dà una botta di sensazioni positive che mi aiutano, quando possibile, a dare un tocco di positività alla giornata.


    E giusto per precisare: anche io sono sempre andato a letto prestissimo!

  • Nei periodi di forte ansia uso dire che mi "rifugio" nel sonno. È un comportamento che ho sviluppato da adolescente... Nei periodi veramente tosti, agitati, tristi, tormentati, non vedevo l’ora di andare a letto perché così si "spegneva" tutto.

    Almeno per quelle ore potevo essere incoscientemente sereno.

    Ero anche consapevole che non fosse un meccanismo particolarmente virtuoso... sembrava una fuga/un abbandono, e a volte mi rimproveravo per questo.

    Quello che hai scritto mi risuona tantissimo. Anch'io uso il sonno come un rifugio, una fuga da ciò che a volte mi sembra di non essere in grado di affrontare e anch'io mi sento in colpa per questa sorta di diserzione. Mi rincantuccio in me e aspetto i sogni, che arrivano sempre, qualche volta sono brutti, ma tutto sommato abbastanza raramente, il più delle volte invece sono come un mondo parallelo, un'altra dimensione :)

  • Mi sento meno sola :) .

    Sentivo spesso che le persone ansiose odiano la notte perchè amplifica tutto, perché non riescono a rilassarsi ecc...

    Mentre le persone depresse dormono molto, non vogliono alzarsi, si rifugiano nel sonno...

    Come se fosse un meccanismo opposto, forse sarà uno stereotipo.

    "Io vorrei rinascere come quelle persone belle e ignoranti, che vivono come le piante, senza pensieri".

  • Mi sento meno sola :) .

    sentivo spesso che le persone ansiose odiano la notte perchè amplifica tutto, perché non riescono a rilassarsi ecc...

    Mentre le persone depresse dormono molto, non vogliono alzarsi, si rifugiano nel sonno...

    Come se fosse un meccanismo opposto, forse sarà uno stereotipo.

    Anche io ho sentito dire questa cosa… Forse, come tutte le generalizzazioni, ha un fondo di verità ma anche tanto sovracostrutto al di sopra.

    Personalmente quando ho i periodi di ansia fortissima anche il sonno ne risente, però generalmente mi succede più di svegliarmi molto presto e col batticuore invece di faticare ad addormentarmi.

    Al tempo stesso sono consapevole di come la tristezza mi spinga molto di più verso il rifugio del sonno... Ma, almeno per me, ansia e tristezza spesso sono inscindibili.

    È così anche per te?

    anch'io mi sento in colpa per questa sorta di diserzione. Mi rincantuccio in me e aspetto i sogni, che arrivano sempre, qualche volta sono brutti, ma tutto sommato abbastanza raramente, il più delle volte invece sono come un mondo parallelo, un'altra dimensione :)

    Un briciolo di senso di colpa per questa dinamica me lo porto dietro ancora... Tuttavia lo combatto dicendomi che, con tutto quello che passo e con tutto il tormento che vive la mia anima, mi "merito" qualche minuto di calore e pace subito prima di addormentarmi e poi l’assenza di tutto durante il sonno.

    Tanto, poi, di giorno, la battaglia ricomincia...

  • Anche se forse nel tuo caso è motivato principalmente dal bisogno di rifuggire l'ansia, da un punto di vista psicofisico questo è un comportamento sano. Andare a letto molto presto, svegliarsi presto nelle mattinate e godere della luce durante il giorno è benefico per l'organismo, dovrebbe essere il ritmo circadiano corretto che tutti, in teoria, dovrebbero mantenere.

    Se hai adottato queste abitudini in seguito allo svilupparsi dell'ansia, vuol dire probabilmente che il tuo organismo ha trovato una soluzione sana e funzionale per proteggersi ed alleviare il malessere. Nel caso invece in cui tu sia sempre stata così, meglio ancora, è un buon comportamento naturale.

  • Vale anche per me. Generalmente la parte peggiore della giornata è il risveglio e la ripartenza la mattina.

    Rimanere a letto mi è impossibile. Una volta alzato piano piano riprendo il ritmo.

    Fino ad aspettare la sera (dalle 18 in poi) dove generalmente si sta meglio, minor tensione interiore.

    Dopo cena generalmente siamo altre persone ed almeno io "rinasco" come una farfalla notturna.


    Ci sono periodi (anche lunghi) in cui la sensazione si fa più forte. Per esempio con l'allungarsi delle giornate, in primavera.

    Altri in cui è meno forte. In genere la stagione autunnale o invernale.


    Essendo in cura con antidepressivi, queste sensazioni sono leggermente mutate ma in linea di massima la tendenza rimane.

  • Anche per me vale la stessa cosa, almeno in parte. È un sollievo nei periodi di ansia, chiamiamola controllabile. La notte diventa un incubo nei periodi di ansia generalizzata e anticipatoria con gli attacchi di panico. Lì sono nottate che non finiscono più a fumare alla finestra, avvolto da pensieri e problemi e... in questo bruttissimo momento per me è un terno al lotto. Stanotte ad esempio passata in bianco ma senza ansia, che poi ho pagato nel pomeriggio. Stanotte come sarà??? Non lo so, domani dovrei rientrare in ufficio dopo un po' e già immagino la nottata. Speriamo di sbagliare.

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!

Hot Threads

    1. Topic
    2. Replies
    3. Last Reply
    1. Ansia causata da viaggi e spostamenti per lavoro 3

      • auron3110
    2. Replies
      3
      Views
      84
      3
    3. auron3110

    1. Penso di aver toccato il fondo, non so più che fare 19

      • nonloso1989
    2. Replies
      19
      Views
      850
      19
    3. Paura@@@

    1. Sono disperata, necessito di un consiglio 16

      • Elly D.
    2. Replies
      16
      Views
      497
      16
    3. Mareaovest

    1. Derealizzazione estiva e sintomi assurdi 15

      • Nonsocomechiamarmi
    2. Replies
      15
      Views
      678
      15
    3. Nonsocomechiamarmi

    1. La sorte delle persone disabili 72

      • Lu_Ca
    2. Replies
      72
      Views
      2.6k
      72
    3. Lu_Ca

    1. Estate, caldo e peggioramento dell'ansia e del panico 12

      • Doraemon
    2. Replies
      12
      Views
      822
      12
    3. Nonsocomechiamarmi