Amicizie, e amicizie...

  • Il tema dell'amicizia mi è particolarmente a cuore, sarà anche che ho una formazione classica, e per me l'amicizia è Achille e Patroclo, nulla di meno.

    Ho sempre pensato tra l'altro che sia qualcosa di prettamente maschile, tra donne l'amicizia è qualcosa di diverso, meno limpido, meno disinteressato, almeno per mia esperienza.

    Io sono un po' maschile come approccio alla vita; nel senso che sono piuttosto pragmatica, molto trasparente e anche lineare nei miei ragionamenti, di certo sempre onesta e limpida con tutti.

    Comunque non sono felicissima delle mie amicizie, c'è sempre qualcosa che manca, e spesso ci rimango male per alcuni comportamenti.

    Farò degli esempi.

    Caso 1. Amico di vecchia data, ci conosciamo da epoca pre-scolare, lui ha una cotta ricorrente per me dai 7 ai 20 anni, poi le nostre vite si dividono, ci vediamo pochissimo da adulti. Quando siamo nella stessa città però ci vediamo anche assiduamente, un giorno di questi lui è partito e non mi ha salutato, ci sono rimasta male. Dopo svariati mesi che non ci sentiamo né vediamo mi telefona e mi chiede un favore, lo faccio ma...mi dà fastidio, non mi chiede nemmeno come sto. Ci rimango male.

    Caso 2. Amica dell'università, la contatto dopo un po' che non ci sentivamo per chiederle un favore, è gentilissima, mi fa il favore (professionale), ma non vuole che la paghi. Insisto, nulla. Si presenta poi una bella occasione e le faccio un regalo, la contatto ma niente non riesco a vederla, il regalo ce l'ho ancora nell'armadio. Perchè? Ci rimango male.

    Caso 3. Amica/Conoscente, abbiamo fatto dei viaggi insieme, abbiamo trascorso insieme delle feste, sono stata ai compleanni e battesimi delle figlie e viceversa, mi contatta per chiedermi come sto, la chiamo per raccontarle a voce perchè avevo cose delicate da dirle, e dopo un po' (mi aveva detto che era libera) mi dice che ha un impegno improvviso e mi avrebbe richiamato, sparita. Ci rimango male.

    Caso 4. Il mio migliore amico scopre di avere gravissima malattia, per fortuna non terminale, ma cronica; da allora si allontana molto, ma forse su questo scriverò un post a parte. Comunque ora con lui il rapporto è molto cambiato, è come se non fossimo più io e lui, ma io lui e il male in mezzo a noi, un male che si è divorato il nostro rapporto. Ci rimango male.

    Ecco questi sono solo esempi di ciò che mi capita.

  • Ciao, se il tuo ideale di amicizia è Achille e Patroclo forse ricerchi un'amicizia esclusiva e assoluta e per questo ci resti male se l'altro non si comporta esattamente come tu vorresti o non ti da abbastanza attenzioni.

    Io un tipo di amicizia così la vedo possibile solo fino ad una certa età, poi si cresce e le priorità cambiano.

  • Una professoressa di latino e greco (ho fatto il classico) ci disse che Achille in realtà nutriva più che un affetto d'amicizia per Patroclo.

    Tuttavia le persone non sono perfette, quindi anche le amicizie.

    La verità è forse che mi aspetto sempre troppo dagli altri.

    Per me onestà integrità rispetto sono il minimo sindacale anche da estranei...

    Spesso invece mi trovo davanti persone che vivono di forma e non sono sincere, limpide, al contrario mi cercano quando gli servo. Sembra sia la norma questa, per me non lo è. Ma come mai gli piace vivere così? Come fanno? A me non piace.

  • Spezzo una lancia a favore del migliore amico: se ci sono problemi di salute seri, è normale che uno si concentri su se stesso. Non vuole dire che manchi l'affetto, ma le sue energie sono tutte impegnate ad affrontare il problema che gli è capitato.

    Comunque, con l'età adulta, sembra che la gente dia sempre meno peso alle amicizie.

  • Spezzo una lancia a favore del migliore amico: se ci sono problemi di salute seri, è normale che uno si concentri su se stesso. Non vuole dire che manchi l'affetto, ma le sue energie sono tutte impegnate ad affrontare il problema che gli è capitato.

    L'amico ha un male gravissimo, ma lì c'è tutto un altro discorso che meriterebbe un capitolo a parte. Si è chiuso in se stesso e mi ha detto della malattia solo dopo 1 anno dalla scoperta ...il nostro era un rapporto stretto prima, quasi fusionale...dopo che me l'ha detto tra noi è calato il gelo.


    Comunque, con l'età adulta, sembra che la gente dia sempre meno peso alle amicizie.

    È vero. Per me non è così, forse è il contrario. Più passa il tempo più quei pochi sono importanti.

  • Il problema sta tutto nell'aspettativa.

    Ho imparato a mie spese e sulla mia pelle che il non fare agli altri quello che non vorresti che sia fatto a te è anche traducibile con non aspettarti che gli altri facciano per te quello che tu faresti (o hai fatto) per loro; è un concetto che sto facendo fatica ad elaborare e digerire, è un po' un nervo scoperto, ma sì credo che ci sia sempre chi dà qualcosina in più e chi riceve sempre qualcosa in meno. E non sto dicendo che l'amicizia sia un do ut des... anzi semmai proprio tutto il contrario.

  • Il problema sta tutto nell' aspettativa.

    Ho imparato a mie spese e sulla mia pelle che il non fare agli altri quello che non vorresti che sia fatto a te è anche traducibile con non aspettarti che gli altri facciano per te quello che tu faresti (o hai fatto) per loro; è un concetto che sto facendo fatica ad elaborare e digerire, è un po' un nervo scoperto, ma sì credo che ci sia sempre chi dà qualcosina in più e chi riceve sempre qualcosa in meno. E non sto dicendo che l'amicizia sia un do ut des... anzi semmai proprio tutto il contrario.

    Ma infatti su questo sono d'accordo, io non mi aspetto qualcosa in cambio, però indubbiamente mi aspetto una considerazione e un rispetto che non ci sono.

    Non è un discorso di reciprocità o almeno non solo. È proprio che mi pare di essere circondata da persone sempre molto concentrate su se stesse e basta, alla fine fine mi pare un po' arido come approccio. Non chiedo molto ma se passiamo un mese insieme ci sta che prima di andartene mi vieni a salutare no? Mi sembra la base questa. Ti chiedo di vederci per un caffè e si capisce che voglio ringraziarti per il favore che mi hai fatto non la trovi mezz'ora? Cioè io la trovo, e sono stra mega impegnata, la trovi anche tu. Ecco per me sono le basi queste. Sarò io, o sarà che c'è un giro un livello scarso di umanità.

  • E questo mi sembra molto strano. Non ho molti amici, cioè conoscenti una marea, ma amici pochi. Però quelli che considero amici un momento per vedersi l'hanno sempre trovato. Sempre. Pur con vite incasinate, ma molto incasinate, un momento se vuoi lo trovi, manco fossimo tutti dei premier, dai. Se non lo trovi significa che non vuoi, io la penso così.

  • ipposam

    Sì, sono le basi e sono assolutamente concorde. Se fosse per un discorso di reciprocità infatti avrei già sfan∙∙∙∙to tutti quanti e vivrei felice su un'isola deserta.


    E non è nemmeno una questione di tempo e di impegni, perché siamo sempre tutti con il telefono in mano anche quando andiamo al c∙∙∙o e a rispondere o scrivere un messaggio ci vogliono davvero pochi secondi.


    Per cui propendo anche io per uno scarso livello di umanità, inteso come scarsa dominanza delle competenze sociali, unito a una paura di dover affrontare discorsi "troppo impattanti" e al non sapere cosa dire, per cui sì la gente è concentrata su se stessa, pretende attenzioni, si offende se ti scordi, si scazza se una volta rispondi storto, e se sparisci e non ti fai più sentire, quando per mesi hai sempre mantenuto tu i contatti attivi, ti dimentica e non ti ricontatta per raccontarti avvenimenti anche molto importanti della propria vita (quali ad esempio la nascita di un figlio) o ti etichetta come la s∙∙∙∙∙a.


    Questo per quello che riguarda i contatti più intimi, per gli altri ormai anche sti c∙∙∙i.


    Ribadisco che sono concetti che sto elaborando e metabolizzando in questo periodo e riferiti ad amicizie molto importanti.

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!

Hot Threads

    1. Topic
    2. Replies
    3. Last Reply
    1. Scherzare sull'aspetto fisico 19

      • Artemisia.
    2. Replies
      19
      Views
      346
      19
    3. Aiden il venerabile

    1. Avete amici? 100

      • Invisible
    2. Replies
      100
      Views
      2.6k
      100
    3. Invisible

    1. I vostri affetti sanno che siete qui sul forum? 76

      • Paoletta90
    2. Replies
      76
      Views
      2.2k
      76
    3. Manta13S

    1. Voglio fargliela pagare 66

      • lifeis2strange
    2. Replies
      66
      Views
      1.9k
      66
    3. lifeis2strange

    1. Un caro amico di tanti anni fa che ritorna. Che fare? 27

      • Blackmacigno
    2. Replies
      27
      Views
      573
      27
    3. Violacomeilmare

    1. Le persone più assurde che avete incontrato 18

      • ipposam
    2. Replies
      18
      Views
      441
      18
    3. Evelyn91