Donna che guadagna molto più del partner

  • Ciao a tutti, apro il mio primo thread sperando che il tema non sia stato già trattato (in tal caso mi scuso).


    La mia domanda è sostanzialmente rivolta agli uomini (ma ovviamente anche le donne possono intervenire!): intraprendereste una relazione con una donna che ha un'ottima posizione professionale e che guadagna molto più di voi? La cosa vi creerebbe disagi?

    Siate sinceri, mi raccomando! 8o

  • Qubit

    Approved the thread.
  • E perche' no? Mica sono scemo. Piu' soldi ha e meglio e'. Il problema semmai e' la professione specifica, cioe' come li guadagna, e il ceto sociale in cui e' inserita, cioe' come li spende. C'e' una bella differenza tra una scrittrice milionaria che vive ritirata in campagna, e una manager sempre in viaggio col telefono in mano che pretende di cenare ogni sera da Cracco.

  • Ciao, mi ritrovo nella risposta di diverso, nel senso che più che il quanto guadagna lei guarderei, anzi avrei guardato (sono sposato) il tipo di vita (in relazione alla vita di coppia e familiare) a cui il lavoro o le ambizioni dell'altra persona avrebbero portato.


    Se per assurdo la lei di turno facesse la maestra d'asilo e la pagassero 5.000 euro al mese, quale sarebbe il problema? Nessuno.


    Ma la verità è che nessuno ti dà niente per niente, e più ti pagano più ti chiedono, quindi è molto più probabile che una persona che guadagna tanto è una persona a cui chiedono tanto (sia a livello temporale che mentale)


    Se sei un tipo di persona che vuole "vivere" la quotidianità con l'altro (e viceversa) o che ha una certa idea di vita familiare è chiaro che non sei tanto compatibile con una persona che per lavoro sta tanto tempo lontano da casa e per cui il lavoro impegna tante delle sue risorse temporali e mentali (della serie, che anche quando è a casa c'è ma non c'è).


    Ovviamente questo discorso vale per ambo le parti.


    Ci sono tante persone, uomini e donne, per cui questo invece non è un problema, come fanno?


    Evidentemente hanno altre "priorità" che rende tali tipi di rapporto compatibili con la loro visione di vita di coppia e familiare.

  • Un caso simile potrebbe essere mio cognato e mia sorella. Anche se non c'è elevatissima differenza.


    Mia sorella non ha qualità emotive e mentali spiccatamente femminili (tipo l'istinto materno, la dolcezza), sa fare bene il suo lavoro ma ci sono cose che fa con sforzo. Mio cognato invece sa fare tutto, si adatta a tutto, dal lavoro alla gestione della casa, anche a livello emotivo è di animo mite, paziente e materno.


    Mio modesto avviso: se lui torna a casa con gli occhi fuori dalle orbite super stressato e con la testa fumante e lei attacca a missile con i suoi stress lavorativi mentre i bambini se ne stanno abbandonati in un angolo non può funzionare. Uno dei due deve essere l'energia femminile della coppia: può essere anche l'uomo (maschio biologico) questa energia.

  • Grazie a tutti per le risposte.

    In effetti è proprio il bilanciamento tra attività lavorativa e incombenze familiari il focus della situazione.

    E' chiaro che se una persona (donna o uomo che sia) ha un ottimo stipendio, difficile che faccia un lavoro da dipendente con orari fissi e, alla sua ora, è a casa.

    Ed è altrettanto chiaro, come dice Juniz parlando di sua sorella, che nel caso in cui la donna avesse maggiori impegni lavorativi, a quel punto è l'uomo che si troverebbe a dover assorbire gran parte del lavoro familiare (fare i compiti con i bambini, lavarli, vestirli, accompagnarli a scuola, ecc..).

    E mi sembra proprio questa la dinamica che gli uomini faticano ad accettare: non vogliono (più che "non possono") fare la "donna" della situazione. Accetterebbero (comunque non di buon grado) il divario salariale rispetto alla moglie, a patto che lei riesca a non sottrarsi agli impegni familiari che, ahimè fin dalla notte dei tempi, sono stati appannaggio femminile.

    Va da sè che, in assenza di un passo avanti di entrambi, non si vada da nessuna parte.

  • Ciao a tutti, apro il mio primo thread sperando che il tema non sia stato già trattato (in tal caso mi scuso).


    La mia domanda è sostanzialmente rivolta agli uomini (ma ovviamente anche le donne possono intervenire!): intraprendereste una relazione con una donna che ha un'ottima posizione professionale e che guadagna molto più di voi? La cosa vi creerebbe disagi?

    Siate sinceri, mi raccomando! 8o

    Perché non dovrei? L'unico problema potrebbe risiedere nello stile di vita. Se questa donna fosse abituata a uno stile di vita lussuoso o a spese importanti che non potrei permettermi, non saprei come risolvere questa incongruenza. Però questa è un'altra questione...

  • non vogliono (più che "non possono") fare la "donna" della situazione.

    Beh, è anche vero che per fare la donna sono necessarie qualità femminili e quelle o le si hanno o non le si hanno.


    Se uno è bravo a fare il suo lavoro ma poi non ha quell'emotività, quella sensibilità di capire i figli con un solo sguardo? Mia madre sa come sto SOLO da come respiro, è davvero incredibile, mio padre non se ne accorge, a volte neanche segnali chiari ed evidenti e già è stato un trauma così, non oso pensare uno scenario dove lei fosse stata a lavoro e lui a casa...

  • Un esempio ce l'ho molto vicino e la mia osservazione è differente: per l'uomo in questione è un problema. È un problema di autostima, di immagine, di posizione sociale. In sostanza, si sente inferiore e gli dà fastidio.

    La coppia tiene comunque perché si conoscono da prima che lei facesse carriera, poi è una persona che non ostenta, vive in maniera semplice e soprattutto si amano ma che per lui sia "wow, ho la moglie ricca".....macché.

    namasté

    Love all, trust a few, do wrong to none

  • Un esempio ce l'ho molto vicino e la mia osservazione è differente: per l'uomo in questione è un problema. È un problema di autostima, di immagine, di posizione sociale. In sostanza, si sente inferiore e gli dà fastidio.

    La coppia tiene comunque perché si conoscono da prima che lei facesse carriera, poi è una persona che non ostenta, vive in maniera semplice e soprattutto si amano ma che per lui sia "wow, ho la moglie ricca".....macché.

    Da quali comportamenti ti sei accorta che lui non gradisce?

    Perché non dovrei? L'unico problema potrebbe risiedere nello stile di vita. Se questa donna fosse abituata a uno stile di vita lussuoso o a spese importanti che non potrei permettermi, non saprei come risolvere questa incongruenza. Però questa è un'altra questione...

    Beh è chiaro che la vita lussuosa a quel punto la finanzia lei, non credo ti chiederebbe di contribuire in egual misura pur sapendo che non hai le stesse entrate sue...

  • Beh, è anche vero che per fare la donna sono necessarie qualità femminili e quelle o le si hanno o non le si hanno.


    Se uno è bravo a fare il suo lavoro ma poi non ha quell'emotività, quella sensibilità di capire i figli con un solo sguardo? Mia madre sa come sto SOLO da come respiro, è davvero incredibile, mio padre non se ne accorge, a volte neanche segnali chiari ed evidenti e già è stato un trauma così, non oso pensare uno scenario dove lei fosse stata a lavoro e lui a casa...

    Hai ragione, ma non pensi che queste abilità possano derivare anche da una sorta di "allenamento", piuttosto che soltanto da una questione di genere? Detto in altre parole: se tuo padre avesse avuto il ruolo di tua madre (per cause di forza maggiore) magari col tempo avrebbe imparato anche a capirti e ascoltarti di più (alla fine anche i maschi penso riescano a sviluppare un'intelligenza emotiva con il tempo, se stimolati)

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!

Hot Threads

    1. Topic
    2. Replies
    3. Last Reply
    1. A proposito di ruoli sociali 217

      • Andrew Laeddis
    2. Replies
      217
      Views
      4.4k
      217
    3. Garden

    1. Vacanze 10

      • Hawake
    2. Replies
      10
      Views
      338
      10
    3. ipposam

    1. La difficoltà del cambiamento 21

      • ipposam
    2. Replies
      21
      Views
      512
      21
    3. ipposam

    1. Quanto è facile finire a vivere per strada? 9

      • superpippo9
    2. Replies
      9
      Views
      382
      9
    3. fran235

    1. Considerazioni sui fenotipi 45

      • giuseppex
    2. Replies
      45
      Views
      649
      45
    3. giuseppex

    1. A chi o cosa siete riconoscenti nella vostra la vita? 49

      • Blackmacigno
    2. Replies
      49
      Views
      1.1k
      49
    3. Duegoccedichanel