Le persone più istruite sono più allenate all'autorità

  • E riguardo al tema iniziale ossia se le persone più istruite siano più conformista verso la autorità o meno, in alcuni ambiti è così.

    Certamente e per me è un valore il conformismo alle regole quando queste sono corrette e fanno il bene della collettività. Il problema di chi non accetta le regole è che le percepisce a proprio svantaggio e a volte lo sono e non sa comprendere il valore che hanno per la comunità. Anche questo è un problema di mancanza di cultura, un problema che chi si pone così non arriva nemmeno lontanamente a comprendere, pensa solo che il mondo è ingiusto per quelli come lui.

    Dipende da che cosa si parla, perché la cultura è tutt'altra cosa dal lavoro, ma quando si deve dirigere il lavoro altrui o comunque creare qualcosa di importante, se la teoria non può essere calata efficacemente nella pratica si genereranno problemi.

    La cultura e il lavoro hanno una relazione importante ma non è quella che si crede. Una cosa è la competenza nel lavoro, un'altra la cultura. Sono temi che viaggiano su binari paralleli; servono entrambe le cose, il problema del lavoro di oggi e della società di oggi è che si è messa da parte la cultura e sembra contino solo le competenze, il risultato è una società di poveri veri, quelli che nemmeno coi soldi si possono arricchire, che ne generano altri come loro.

  • ...per me è un valore il conformismo alle regole quando queste sono corrette e fanno il bene della collettività. Il problema di chi non accetta le regole è che le percepisce a proprio svantaggio e a volte lo sono e non sa comprendere il valore che hanno per la comunità. Anche questo è un problema di mancanza di cultura, un problema che chi si pone così non arriva nemmeno lontanamente a comprendere, pensa solo che il mondo è ingiusto per quelli come lui...

    Centrato in pieno!

    Leggendoti mi sono venuti in mente i gilet jaunes francesi: lo stato è ingiusto e allora rompiamo tutto. È una dinamica che mi spaventa e che spero non si sviluppi ulteriormente.

    Chaque putain de chose qu'on fait dans cette vie, on doit la payer (Édith Piaf)

  • Quindi per te il conformismo alle autorità è una cosa giusta perché le autorità ci proteggono attraverso le regole?

    Quindi una persona acculturata è una persona che comprende più approfonditamente i meccanismi della società e quindi può portare avanti comportamenti più virtuosi?

  • Quindi per te il conformismo alle autorità è una cosa giusta perché le autorità ci proteggono attraverso le regole?

    Quindi una persona acculturata è una persona che comprende più approfonditamente i meccanismi della società e quindi può portare avanti comportamenti più virtuosi?

    Diciamo di sì, con i dovuti "se e ma": io penso che chi è più acculturato sa anche comprendere quando le leggi sono ingiuste o quando sono applicate ingiustamente, e sa quindi anche opporsi quando necessario.

    Viceversa chi non ha abbastanza istruzione e cultura si oppone a tutto quello che non gli conviene, non ragiona in modo critico e costruttivo. Poi penso anche che quando si parla di istruzione bisogna capirsi: non è indispensabile una laurea per avere una mente critica e razionale. Io sarei favorevole ad una epistocrazia, cioè non metterei mai a rappresentarmi al governo qualcuno che non ha un'istruzione più che elevata, cosa che a giudicare dalla storia è più che utopia, oggi più che mai, in cui si vede un vero freak show in politica, solo che non fa ridere.

  • Sarebbe bello se l'istruzione risolvesse i problemi di questo paese, ma purtroppo mi pare che non sia così.

    Nel senso: le istituzioni ci danno delle regole, che sarebbero il fondamento della società, così che noi ci illudiamo di fare andare dritte le cose, ma poi esse stesse restano indifferenti di fronte alle ingiustizie più palesi.

    La verità è che noi non decidiamo niente ma ci illudiamo di avere un'influenza sugli eventi.

  • Nel senso: le istituzioni ci danno delle regole, che sarebbero il fondamento della società, così che noi ci illudiamo di fare andare dritte le cose, ma poi esse stesse restano indifferenti di fronte alle ingiustizie più palesi.

    Le regole tentano di fare andare dritte le cose, ma ci sono grossi limiti. Intanto c'è chi non le rispetta, pensiamo ad esempio agli evasori fiscali, che per me sono tra i peggiori criminali della società.

    Poi le regole possono diventare inumane e troppo rigide, pensiamo ad esempio a chi viene sanzionato per aver rubato petto di pollo al supermercato....

    Le regole sono una cosa buona se fanno crescere una nazione, se tutelano i deboli, se agevolano la vita della comunità, se contribuiscono a garantire che più fasce di popolazione possibile possano accedere a istruzione, lavoro, sanità, mentre facilmente diventano limite piuttosto che opportunità, e facilmente sono aggirabili da furbetti di vario tipo, cosicchè diventano un modo per trasformare una persona onesta nello scemo di turno che è l'unico a seguirle.

  • Sarebbe bello se l istruzione risolvesse i problemi di questo paese, ma purtroppo mi pare che non sia così.

    Nel senso: le istituzioni ci danno delle regole, che sarebbero il fondamento della società, così che noi ci illudiamo di fare andare dritte le cose, ma poi esse stesse restano indifferenti di fronte alle ingiustizie più palesi.

    La verità è che noi non decidiamo niente ma ci illudiamo di avere un influenza sugli eventi

    La verità è che la nostra biologia e i nostri istinti sono vecchi di 100'000 anni e male si adattano al concetto di società. Per questo ancora oggi ci ammazziamo per dei pazzi che abbiamo innalzato a leader, votiamo leggi senza capirne le conseguenze, roviniamo il pianeta e trattiamo male il prossimo: indipendentemente che siano sconosciuti o membri della nostra famiglia. Siamo dei poveracci!


    Una volta ho trovato questa definizione di cultura: è quello che rimane quando si ha dimenticato tutto. Non male, vero?

    Chaque putain de chose qu'on fait dans cette vie, on doit la payer (Édith Piaf)

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!

Hot Threads

    1. Topic
    2. Replies
    3. Last Reply
    1. Avete mai scoperto di essere stati traditi? E come l'avete presa? 35

      • Lupettadibosco
    2. Replies
      35
      Views
      1k
      35
    3. Twister16

    1. Chiedete lo scontrino? Riflessioni su coesione civile e responsabilità fiscale 23

      • Proxima Centauri
    2. Replies
      23
      Views
      606
      23
    3. Lupettadibosco

    1. Tutto sulle emozioni: a cosa servono? 45

      • diverso
    2. Replies
      45
      Views
      1.2k
      45
    3. Garden

    1. Quali informazioni dare alle sedute? 10

      • Oltre_la_rupe
    2. Replies
      10
      Views
      290
      10
    3. Oltre_la_rupe

    1. Riflessioni sull'eutanasia 41

      • tici2
    2. Replies
      41
      Views
      752
      41
    3. uchiha93

    1. Come apprezzare meglio ciò che si ha? 33

      • Gigione
    2. Replies
      33
      Views
      993
      33
    3. Gigione