Mio marito è stato con una prostituta e non riesco a perdonarlo

  • Buongiorno a tutti, ringrazio anticipatamente chiunque mi offrirà consigli o aiuto.


    Ho visto per caso (dato che mi ha prestato il telefono) una chat con scritto "Ciao amore" e un emoticon del bacio. Ho chiesto spiegazioni, quasi ridendo perché pensavo fosse uno scherzo. Invece, vedendo la faccia di mio marito, ho capito che la situazione era seria. Allora l'ho messo alle strette, e lui ha confessato che un anno prima era stato con una prostituta (quelle dei centri massaggi... la cosa più bassa e avvilente che si possa immaginare).


    Se mi avessero dato un pugno nello stomaco, mi avrebbe fatto meno male. Non ci credevo che stesse succedendo. Mi sento sporca, umiliata, tradita e stupida. Dopo 30 anni di vita insieme a uno che ritenevo corretto, addirittura quasi moralista.


    Lui è pentito, dice che si vergogna, che mi ama e che sono io la donna della sua vita... Ma io non riesco a perdonare. Credo che nulla sarà come prima. La fiducia si perde in un attimo, ma ci vuole tantissimo tempo per riconquistarla. Sono triste e spaesata. Gli ho chiesto di uscire di casa perché non voglio vederlo intorno, ma lui rifiuta e dice che per una cosa senza senso e importanza non si butta via tutta una vita... Non so che fare. Se è successo a qualcun altro, mi può dire come ne è uscito?


    Grazie a tutti ;(

  • Qubit

    Approved the thread.
  • "Una cosa senza senso e importanza" che però ha commesso lui. Mi sembra stia sminuendo la portata della gravità della sua azione. Ma poi, non me ne intendo di prostitute, ma mi suona un po' strano che una professionista del sesso si metta poi a scambiare messaggi. Correggetemi se sbaglio. Sicura che non fosse un'amante che lui ora dipinge come una prostituta per non ammettere che possa essersi stabilito un coinvolgimento non solo fisico, ma anche mentale (ben più serio di un rapporto da "una botta e via" per quanto svilente)?

    In ogni caso penso che non debba essere tu a sentirti sporca, stupida o altro. Ti fidavi di lui, è lui che ha tradito la tua fiducia.

  • È vero, lui sminuisce e io mi sento uno schifo. Ho letto la chat: gli comunicava che aveva cambiato indirizzo (ricevono a casa) e, siccome lui non ha risposto, gli ha scritto "ciao amore". Non c'erano altri messaggi. Penso che se avesse intrattenuto una relazione non mi avrebbe dato di sua spontanea volontà il telefono per controllare una mail. Mentre cercavo la mail, è comparso il messaggio WhatsApp e allora sono andata a vedere e ho visto questi due messaggi... pensavo fosse addirittura uno scherzo... o che qualcuna avesse sbagliato numero.

  • È la cosa peggiore che possa capitare ad una coppia, soprattutto dopo 30 anni di vita insieme ed ancora peggio quando si è sempre avuta piena fiducia nel partner.


    Io non ho consigli da darti perché so che, per quanto mi riguarda, molto probabilmente non potrei mai perdonare una cosa del genere. Hai comunque tutta la mia comprensione per la terribile prova che stai sopportando, e ti auguro di riuscire a prendere la decisione migliore per te. Un abbraccio.

    È sempre più buio appena prima dell’alba

  • Mi è successo di essere stata tradita (almeno con le intenzioni, dato che alla fine la mia "rivale" dell'epoca non ci era stata...), ma si è trattata di una storia relativamente molto più breve e meno significativa (della durata di 4 anni).

    L'evento è accaduto al terzo anno, ho provato a rimanerci e a riprendere fiducia ma non sono più riuscita a fidarmi. Francamente, credo che chi abbia tradito o provato a tradire una volta, specialmente se non si rende conto della gravità del gesto, lo farà o proverà a farlo ancora.

    Nel mio caso eravamo a un passo dalla convivenza ed ero economicamente quasi indipendente, quindi l'unico dubbio se lasciare o meno era di tipo sentimentale. Per rapporti più lunghi, con implicazioni materiali ed economiche di una certa rilevanza (es. una casa insieme, l'eventuale aver rinunciato alla carriera per il matrimonio, ecc.), posso immaginare che si tenga conto anche di queste cose prima di decidere di rompere il rapporto.

  • Faccio notare che tu l'hai scoperto per caso, quindi pensa che avresti potuto non sapere nulla se fosse dipeso da lui. Per il resto per me sarebbe chiusa automaticamente, non passerei mai sopra a un tradimento.

    Beh, non credo che lui glielo avrebbe mai confessato. A che pro?

    Quando accadono cose di questo tipo è normale scoprirlo per caso o per sospetto.


    Lui è pentito, dice che si vergogna, che mi ama e che sono io la donna della sua vita... Ma io non riesco a perdonare. Credo che nulla sarà come prima. La fiducia si perde in un attimo, ma ci vuole tantissimo tempo per riconquistarla. Sono triste e spaesata. Gli ho chiesto di uscire di casa perché non voglio vederlo intorno, ma lui rifiuta e dice che per una cosa senza senso e importanza non si butta via tutta una vita...

    Può anche essere che per lui sia stata "una cosa senza senso e importanza", nel senso che era "solo sesso", ma il "solo" in questi casi è enorme. Inoltre il "peso" di questa situazione ricade tutto su di te. Non può chiederti di considerarla una "cosa senza senso". Per te è e rimane un fatto grave.


    Datti del tempo per razionalizzare e poi avrai più lucidità per capire come reagire. "A caldo" si reagisce sempre in modo inopportuno, anche per se stessi.

    Omnis mendaciumo. Bis vincit qui se vincit in victoria. Re sit iniuria.

  • Era per evidenziare che, meno male, lo ha scoperto per quanto male possa fare. Che non si e certo mangiato le mani per il senso di colpa, visto che non lo ha confessato.

    Con tutto il rispetto per il comprensibile dolore di Sunflower24, che conosco bene perché ho avuto un'esperienza con un traditore seriale, gli uomini generalmente quando tradiscono non confessano mai, a maggior ragione se si tratta di una Sex worker. Perché per loro è un po' come fare sport, una cosa che inizia e finisce in quella camera da letto, e che, secondo loro, niente ha a che fare con la relazione ufficiale. E non vedono come un episodio del genere, quando vengono scoperti, possa mai inficiarne la validità. È difficile da accettare per una donna, lo so, ma spesso è così. Direi che l'unica riflessione che mi sento di fare in merito è che Sunflower si guardi dentro con la maggiore obiettività possibile, difficile lo so, al fine di acquisire la consapevolezza di ciò che sente di fare. Può perdonare? Può dimenticare o perlomeno passarci sopra in virtù degli anni passati insieme? Questo può saperlo solo lei.


    Certo, nel caso in cui lei decidesse di "perdonarlo" (mi spiace dirlo ma una donna non perdona veramente mai una cosa così), niente sarà più come prima.

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!

Hot Threads

    1. Topic
    2. Replies
    3. Last Reply
    1. Come uscire dalla condizione di single 794

      • Postosuchus
    2. Replies
      794
      Views
      23k
      794
    3. Postosuchus

    1. Non tollero più mio marito ed il matrimonio a distanza 35

      • Thinkpositive
    2. Replies
      35
      Views
      930
      35
    3. bruce0wayne

    1. Mi sto accontentando... E nemmeno molto contento? 73

      • Oltre_la_rupe
    2. Replies
      73
      Views
      2.4k
      73
    3. Oltre_la_rupe

    1. La mia compagna ha interrotto i rapporti coi miei genitori 252

      • alexb
    2. Replies
      252
      Views
      7.7k
      252
    3. alexb

    1. I miei minacciano di cacciarmi di casa se dovessi tornare con la ex 1

      • antoniolamaddalena
    2. Replies
      1
      Views
      108
      1
    3. uchiha93

    1. Lei se n'è andata all'improvviso, ma io non ero pronto e mi manca 213

      • andrew86d
    2. Replies
      213
      Views
      10k
      213
    3. delicek