Dopo 20 anni di lotta e convivenza con la depressione e gli attacchi di panico mi sento...

  • Dopo 20 anni di lotta e convivenza con la Depressione e gli Attacchi di Panico mi sento profondamente stanco e privo di forze, non ho più energie e sono sfinito mentalmente e fisicamente.

    Gli eventi della vita mi hanno profondamente cambiato non sono più una persona serena e spensierata, il mio cuore è pieno di dolore e sofferenza.

    Purtroppo ho dovuto fare una vita in difesa, una vita alternativa, una vita in gabbia, queste scelte mi hanno reso una persona estremamente e intimamente sola.

    Non vedo un futuro felice ma pieno di problemi come gli ultimi anni e questa cosa mi turba molto, non ce la faccio più.

    Nonostante le terapie non è cambiato molto, sono rimasto a galla per molti anni e ora sto affondando definitivamente.

    Mi dispiace di non aver potuto fare di più per i miei genitori e per me stesso.

    Ricordatevi che la depressione non è uno stato d'animo ma è una malattia e che non tutte le depressioni sono uguali, ognuno ha la sua croce.

    “Ci sono due modi di sfuggire alle miserie della vita: la musica e i gatti”.

    ALBERT SCHWEITZER

  • Ailene

    Approved the thread.
  • Hai descritto molto bene lo stato di logoramento delle energie psicofisiche cui la depressione cronica conduce negli anni. Anch'io ne soffro a periodi dalla mia giovinezza, anche se con l'età (55) gli episodi sono meno acuti ma, al contempo, la mia forza di reazione è diminuita e mi trovo, per l'appunto, in una fase di ricaduta. Con gli anni riesco a dissimulare meno il mio reale stato d'animo e le forze necessarie a combattere contro i momenti peggiori spesso non sono sufficienti.

    Che fare? Non lo so, tanti sogni sono evaporati nel tempo e con loro un appiglio almeno ideale cui aggrapparsi.

    Cerco di fare piccoli passi, spesso controvoglia, e di farmi coinvolgere da ciò che di buono incontro nel mio cammino, anche se non risolutivo per il mio equilibrio. E dico tutto ciò anche con un certo senso di vergogna, essendo riuscita a costruirmi una mia bella famiglia con due figli molto amati (che era il mio obiettivo di vita, avendo alle spalle un'esperienza molto triste) e un lavoro che mi ha appassionato a lungo.

    Però hai ragione la depressione (non la semplice tristezza) è una malattia, che nel tempo logora. Facciamoci coraggio, non sei solo.

  • La mia prima crisi depressiva credo sia stata intorno ai vent'anni, poco più. Ho vissuto alti e bassi per un po', c'erano periodi in cui ero più sereno e fiducioso, ma in generale non ero soddisfatto di niente. Poi le cose sono peggiorate, ne ho parlato a lungo in altri 3d, aspettative professionali deluse, relazioni finite male, lutti importanti, atteggiamento autodistruttivo da parte mia. Sono ormai più di dieci anni che "convivo e lotto" come dici tu con la depressione.

    Prima la affrontavo con piglio diverso, ora non sono più così giovane e gravano ulteriori pensieri e responsabilità.

    Sono stanco, provato, credo di aver raggiunto un limite.

    Dopo 20 anni di lotta e convivenza con la Depressione e gli Attacchi di Panico mi sento profondamente stanco e privo di forze, non ho più energie e sono sfinito mentalmente e fisicamente.

    Gli eventi della vita mi hanno profondamente cambiato non sono più una persona serena e spensierata, il mio cuore è pieno di dolore e sofferenza.


    Non vedo un futuro felice ma pieno di problemi come gli ultimi anni e questa cosa mi turba molto, non ce la faccio più.

    Avrei potuto scrivere la stessa cosa.

    Anch'io mi sento sfiduciato nei confronti del futuro, le cose non migliorano, anzi...

    Mi dispiace sentire le vostre testimonianze, in qualche modo sembra che non se ne esca mai completamente, ho sempre pensato che le cose si sarebbero risolte in un modo o nell'altro, ora la paura di dover convivere con questa situazione in maniera cronica si fa reale.

    Vorrei avere parole di speranza, ma al momento anch'io la vedo nera.

    Facciamoci coraggio, non sei solo.

    Condivido tutto quello che hai scritto

    (ad eccezione della parte sulla famiglia e del lavoro, non ho figli e il lavoro è sempre un incognita, al momento sottopagato e senza certezze sul futuro, sto cercando di meglio ma sono stanco di passare da un lavoro a un altro, e comunque senza prospettive)


    Un abbraccio a entrambi, e a tutti quelli che soffrono questo mal di vivere.

  • Ciao, io ho 52 anni e soffro di depressione da quando a 40 anni ho perso il lavoro (poi fortunatamente ritrovato).

    Anch'io ho due figli ormai grandi e una moglie che amo immensamente.

    Da allora la mia vita è stata di alti e bassi, in questi 12 anni ci sono stati lutti, malattie di persone care, difficoltà lavorative, ricerca di una nuova casa (quest'ultima cosa sembra una sciocchezza ma mi manda parecchio in agitazione) etc.

    Sono in cura con farmaci e ho fatto per circa 8 anni della terapia.

    Ho cercato conforto nella ricerca spirituale e un po' devo dire mi ha portato attimi di serenità.

    Ho cercato e cerco di lavorare nel non identificarmi in qualcuno o qualcosa e anche questo un po' ha fatto.

    Quando riesco provo a tentare di ironizzare sulle cose (è sempre maledettamente difficile) a volte funziona...

    Inoltre non faccio più molto caso al mio aspetto (cerco comunque di non farlo trasparire) però faccio una mezz'ora di sport tutti i giorni perché sento che questo mi aiuta.

    Ecco bene o male vado avanti cercando di fare la mia esperienza di vita... in qualche modo mi sono abituato a tutto questo, so che difficilmente gli anni migliori e la serenità di un tempo non torneranno più, però che devo fare quello che posso e riesco.

    Scusatemi se posso essere stato "disturbante", vi mando un mio abbraccio con tutto il cuore.

  • Ciao, quello che ti può aiutare molto è un hobby che ti piaccia davvero o obbiettivo da conseguire. Che sport fai? Hai un bel fisico? Sai suonare il piano? Hai mai giocato a padel? Ti serve un po’ di competizione amico, inizia con poco.

  • Ciao, quello che ti può aiutare molto è un hobby che ti piaccia davvero o obbiettivo da conseguire. Che sport fai? Hai un bel fisico? Sai suonare il piano? Hai mai giocato a padel? Ti serve un po’ di competizione amico, inizia con poco.

    È che a volte non provo nulla: nessuno stimolo, nessuna passione, solo paura, inspiegabile paura... e tutte le mie passioni o hobby non hanno più alcun significato piacevole.

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!

Hot Threads

    1. Topic
    2. Replies
    3. Last Reply
    1. Blocco 25

      • Hawake
    2. Replies
      25
      Views
      772
      25
    3. Hawake

    1. Solo al mondo 14

      • layton
    2. Replies
      14
      Views
      566
      14
    3. fran235

    1. Mentire a sé stessi 84

      • Eclissi
    2. Replies
      84
      Views
      3k
      84
    3. Melitta12

    1. Depressione da manuale 2

      • hope77
    2. Replies
      2
      Views
      245
      2
    3. hope77

    1. Non capisco il mio problema 20

      • Invisible
    2. Replies
      20
      Views
      950
      20
    3. Invisible

    1. Mi viene voglia di farla finita 57

      • Zaraki
    2. Replies
      57
      Views
      3.1k
      57
    3. Garden