DOC da relazione oppure no? Vorrei tanto una risposta definitiva

  • Ciao a tutti, sto con lui da quasi tre anni. È una relazione a distanza e siamo entrambi inesperti. Lui è ancora più immaturo di me e ciò porta a vari problemi.

    Io ho sofferto di ansia generalizzata e vari disturbi ossessivo-compulsivi (DOC) certificati. Sono migliorata parecchio, ma non capisco se stavolta si tratti di DOC o meno, dato che mi chiedo spesso se lo amo o no.

    Sto bene con lui, ma mi chiedo se stare bene e amare siano la stessa cosa. Un giorno lo amo e vorrei sposarlo, il giorno dopo sento l'impulso di lasciarlo. Spesso penso a come starei con un altro.

    Dal vivo sto bene con lui il 95% delle volte e riesco a farmi passare i dubbi, ma quando siamo lontani è la fine, spesso e volentieri. Questi pensieri non mi mollano. Mi fisso anche sul suo aspetto fisico oltre che caratteriale, noto tutti i suoi difetti e li analizzo. Mi chiedo se siamo fatti per stare insieme e non accetto l'idea di vivere con il dubbio costante.

    I suoi comportamenti immaturi scatenano in me l'idea che lui non sia fatto per stare con me, e rimugino eccessivamente. Mi dispero al pensiero di lasciarlo e temo di perderlo, allo stesso tempo però ultimamente voglio i miei spazi e questa cosa mi fa sentire in colpa. Mi sembra di impazzire perché non ne esco mai, vorrei risposte definitive.

  • Qubit

    Approved the thread.
  • Ciao, ne ho sofferto anche io e per molto tempo, e nel mio caso il DOC da relazione certificato è stato quello che mi ha fatto stare male di più. Quello che posso consigliarti è smettere di porti domande sul sentimento che provi verso di lui. A causa del DOC razionalizziamo tutto, quindi rimuginiamo e pensiamo che rimuginando su un problema riusciremo a trovare la soluzione, ma quando parliamo dei sentimenti c'è poco da razionalizzare. Serve un lavoro costante sui tuoi pensieri: devi lasciare andare qualsiasi domanda o dubbio che la tua mente elabora riguardo il rapporto col tuo fidanzato, il suo aspetto fisico, il vostro sentimento. Ogni qualvolta si insinua il dubbio "E se?!" abbandona il ragionamento, smetti di cercare una risposta o di argomentare, perché non fai altro che ingabbiarti nella prigione del DOC. Rimani nel qui ed ora, nel presente e distraiti facendo qualcosa o semplicemente ringrazia la tua mente ripetendo a te stessa "Grazie mente, ma questo pensiero non mi è utile adesso". La lontanza purtroppo si fa sentire ed ingigantisce anche le piccole problematiche della coppia. Le risposte definitive non puoi averle, né adesso né mai, parliamo di sentimento e di rapporto tra due persone che cambiano nel tempo. Ti cito una frase che ho trovato in un forum riguardo il DOC da relazione che mi ha aiutato tanto quando ero nella tua stessa situazione: "La vostra storia continuerà o no, ma non lo deciderai ora, ti porrai il problema quando sarai più serena". Il tempo e lo spazio messi tra me e il bisogno di trovare una risposta hanno fatto riemergere naturalmente la voglia di rimanere nella relazione. Quella che a me sembrava diminuzione dell'amore era solo paura di non amare abbastanza. Spero di esserti stato d'aiuto. A presto.

    Sii gentile con te stesso, sempre.

  • C'è un libro molto ben scritto, a mio parere, che parla proprio di questo, ed è "Corpi Minori" di Jonathan Bazzi. Te lo consiglio, se non lo hai già letto. È narrato in prima persona e racconta il DOC da relazione dello stesso scrittore, lui poi ha intrapreso un percorso di psicoterapia e tuttora è all'interno della stessa relazione che analizzava ossessivamente e che era costantemente tentato di rompere.

  • Appunto sono tipiche dei primi tempi, è normale non sentirle quando la fase dell'innamoramento è già trascorsa. Adesso sei in un altra fase, non senti più le farfalle, ma non significa che non vuoi o non desideri il tuo partner. Solo il sentimento sta cambiando, o maturando per dirla meglio. E soprattutto il senso di colpa non fa altro che alimentare i tuoi dubbi, quindi lavora su di esso.

    Sii gentile con te stesso, sempre.

  • Appunto sono tipiche dei primi tempi, è normale non sentirle quando la fase dell'innamoramento è già trascorsa. Adesso sei in un altra fase, non senti più le farfalle, ma non significa che non vuoi o non desideri il tuo partner. Solo il sentimento sta cambiando, o maturando per dirla meglio. E soprattutto il senso di colpa non fa altro che alimentare i tuoi dubbi, quindi lavora su di esso.

    Ma queste sensazioni è normale che siano scomparse dopo qualche mese e subito dopo siano subentrati i dubbi? Stiamo insieme da quasi 3 anni e questa situazione non la reggo.

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!

Hot Threads

    1. Topic
    2. Replies
    3. Last Reply
    1. Tecniche e consigli per ridurre l'ansia mattutina 22

      • Pulmino73
    2. Replies
      22
      Views
      628
      22
    3. la huesera

    1. Sono orrendo di viso? Posso avere una ragazza? 113

      • Umberto
    2. Replies
      113
      Views
      4.5k
      113
    3. MyDarkSoul

    1. Il mio aspetto fisico mi ha frenato in tutto 114

      • alexpessotto
    2. Replies
      114
      Views
      2.9k
      114
    3. lifeis2strange

    1. Sento di non accettare la mia età 13

      • Rosy1980
    2. Replies
      13
      Views
      604
      13
    3. Juniz

    1. Il mio rapporto coi sensi di colpa 3

      • criceto
    2. Replies
      3
      Views
      177
      3
    3. _LucyInTheSky_

    1. Domanda per figli con genitori bipolari 5

      • Filippo24
    2. Replies
      5
      Views
      187
      5
    3. Artemisia.