Ho paura di soffrire nuovamente dopo una relazione tossica

  • Ciao Rosemary, giusto ieri parlavo con una mia amica del fatto che l'amore non è meritocratico.


    Pensare ad esempio: "ho incontrato tante persone sbagliate, ora mi merito una storia che funzioni", è un modo per alimentare solo frustrazione.

    Anch'io, dopo averne passate un bel po' nella vita, per un periodo mi sono ritrovata a pensare che mi meritavo di star bene.

    Quanto mi sbagliavo. E non perchè io sia una cattiva persona, ma perchè gli incontri sono determinati anche da un fattore casuale.

    Io sono single da quasi 3 anni ormai, dopo aver avuto le più disparate esperienze.

    Attualmente non sento la necessità impellente di avere un uomo al mio fianco anche se ho voglia di condividere, ho voglia di tirare il fiato tra le braccia di qualcuno, ho voglia di intimità.

    Mi piacerebbe dirti che arriva quando meno te lo aspetti, ma non è così che funziona.

    Non voglio nemmeno essere disfattista, ma solo realista.

    Noi non abbiamo il controllo di tutto, ci sono tante variabili in gioco.


    Ci sta rimettersi in gioco ma fino ad un certo punto.

    Mi spiego meglio.


    Ad oggi, prendendomi questo tempo (più o meno voluto) riesco a vedere con distacco anche i miei atteggiamenti e i miei attaccamenti. Quando ero nel "vortice" non MI vedevo. Ci andavo dentro e basta.


    Laccati le ferite. Impara a guardarti.

    Se sei davvero stanca dei rapporti andati male, bisogna rivedere qualcosa, magari con l'aiuto di un professionista.

    Da soli è dura.

    In bocca al lupo e sappi che non sei sola (anche se so che questo non toglie di certo quel peso). <3

  • Aggiungo solo una cosa.

    Quando parlo di "stanchezza" intendo proprio quella sensazione che ti fa dire: adesso basta.

    Quando dici Adesso Basta, inizi a rivedere i tuoi standard, ti fai andar bene meno cose, perdi meno tempo dietro a gente problematica. Inizi a vedere più rapidamente le dinamiche che stridono.


    Almeno, questo è il mio metodo... non l'ho cercato eh, è arrivato.

    È arrivato il mio Adesso Basta.

    Cerca di capire qual è il tuo.

  • In bocca al lupo e sappi che non sei sola (anche se so che questo non toglie di certo quel peso). <3

    Grazie per il messaggio BlueFox , leggerlo mi ha fatto sentire un po' meno sola <3 e penso che quello che dici sia molto saggio.

    Sinceramente credo sia la prima volta che mi ritrovo a stare così male per questo motivo.

    Negli anni infatti ho sofferto molto per amore, ma soffrivo sempre "per qualcuno"; magari stavo male perché X non mi ricambiava oppure perché Y aveva scelto un'altra al posto mio.

    Adesso invece non è una persona che mi provoca questa sofferenza, è più la condizione in generale in cui mi trovo e, ripeto, è la prima volta che mi sento così.

    Probabilmente c'entra pure il fatto che sto attraversando un periodo della mia vita un po' particolare, un periodo dove senti che stai chiudendo un capitolo e quindi ti ritrovi, senza volerlo, a fare un bilancio di quello che hai in mano arrivata a questo punto.

    Laccati le ferite. Impara a guardarti.

    Se sei davvero stanca dei rapporti andati male, bisogna rivedere qualcosa, magari con l'aiuto di un professionista

    Sicuramente ho da rivedere tante cose.

    Ho notato che nelle relazioni andate male si sono ripresentati schemi molto simili. Per fare un esempio, quasi sempre ho sviluppato una forma di dipendenza affettiva nei confronti della persona in questione, che mi ha portato di conseguenza ad accettare e normalizzare comportamenti anche molto deleteri, pur di non "perdere" quella persona.

    E su questi aspetti ci devo sicuramente lavorare.

    Quando dici Adesso Basta, inizi a rivedere i tuoi standard, ti fai andar bene meno cose, perdi meno tempo dietro a gente problematica. Inizi a vedere più rapidamente le dinamiche che stridono

    Per quanto riguarda il mio "Adesso basta" ho capito perfettamente cosa intendi, perché penso di esserci andata molto vicino questa estate in un momento in cui ho toccato il fondo.

    Dico che ci sono andata vicina, proprio perché a volte sento come di fare dei passi indietro e di ricadere nei vecchi schemi; quindi, se penso al mio raggiungimento di quella "consapevolezza" lo vedo un po' come un "percorso" che sto affrontando giorno dopo giorno.

    Forse è pure il mio aver visto il mio adesso basta in faccia che adesso mi ritrovo un po' smarrita; a volte infatti cullarsi nei "vecchi dolori" è paradossalmente più semplice di "svegliarsi", dopo un po' diventa una sorta di porto sicuro o, perlomeno, per me è stato così.

    A volte per dire quell' "adesso basta" ci vuole un pizzico di coraggio in più, ma senza quello non ci può essere nessuna evoluzione.

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!

Hot Threads

    1. Topic
    2. Replies
    3. Last Reply
    1. Infatuazione crescente per collega molto più giovane 63

      • Vik1981
    2. Replies
      63
      Views
      1.7k
      63
    3. Saritta

    1. L'interesse degli uomini 246

      • BlueFox
    2. Replies
      246
      Views
      8.9k
      246
    3. bruce0wayne

    1. Innamoramento "transfert" 36

      • lariacherespiro
    2. Replies
      36
      Views
      944
      36
    3. Paoletta90

    1. Mio marito è stato con una prostituta e non riesco a perdonarlo 155

      • Sunflower24
    2. Replies
      155
      Views
      6.3k
      155
    3. bruce0wayne

    1. Mi faccio avanti oppure devo lasciar perdere? 67

      • Diana1492
    2. Replies
      67
      Views
      2k
      67
    3. bruce0wayne

    1. Lei ha scelto un altro ed io mi sento preso in giro da entrambi 5

      • Ale98
    2. Replies
      5
      Views
      274
      5
    3. bruce0wayne