La mia vita è un inferno

  • Lo psicologo non deve aiutarti a capire cosa sia meglio per te, ma fornirti gli strumenti affinché tu possa capire da solo cosa è meglio per te; può sembrare solo una sottile differenza, ma non è così. Le tue scelte e decisioni non devono dipendere da nessun altro al di fuori di te, altrimenti rischierai di restare eternamente insoddisfatto.


    Per quanto riguarda invece il non riuscire a staccarsi l'uno dall'altra, non ci trovo nulla di strano: prima di tutto 11 anni non si cancellano con un colpo di spugna, poi sono evidentemente in ballo da entrambe le parti dei sentimenti, ed un conto è discutere qui più o meno razionalmente dei pro e dei contro, ma nel momento che ci si trova faccia a faccia e cuore a cuore le cose acquistano inevitabilmente una dimensione differente. Non credere che quando scrivo che dovreste lasciarvi lo faccia con leggerezza senza sapere cosa comporti una simile eventualità in termini emotivi, se lo faccio è perché penso potrebbe essere una soluzione, ma certamente non la ritengo né semplice né priva di contraccolpi.

    Non fare affidamento su questo, perché lei molto probabilmente non si tirerà indietro su niente.

    Grazie del messaggio. Spero vivamente che in futuro staremo bene tutti e due, isieme o separati. Me lo auguro, per l'amore che ho per lei.


    Non faccio affidamento che lei cambi perché so che non succederà, ma quantomeno che si ammorbidisca. Vedremo. Da qui a Natale prenderemo sicuramente una decisione. Grazie ancora.

  • Aggiornamento: gli ultimi giorni sono stati abbastanza normali senza troppe discussioni, anzi quasi nessuna. Stasera invece mentre guardavamo la TV mi ha detto che ultimamente tengo più agli altri che a lei (si riferisce agli amici in particolare ed alla mia famiglia). Ha aperto quasi dal nulla questo discorso (forse perché le avevo proposto di uscire con una coppia di colleghi per una pizza, io ci tenevo ma lei no, quindi non siamo usciti), ripetendo diverse volte che per me sono più importanti gli altri di lei.


    Io le ho detto che amore, amici e familiari sono tutti importanti ma in modo diverso. Ci tengo a precisare che quando diceva ciò lo faceva quasi con le lacrime. Mi ha spiazzato.

    Ma mi chiedo, sono io davvero che sono molto attaccato agli amici e alla famiglia, oppure è lei che esagera perché vuole sentirsi sempre in primo piano? Specifico che gli amici li vedo una volta al mese e i parenti tre volte l'anno.

  • Gio1988 ascolta caro, io capisco che tu stia mettendo toppe ovunque ma così non va bene. Non mancano discussioni perché avete trovato punti in comune, mancano perché tu continui ad essere accondiscendente alle sue richieste.

    Perché se ci tenevi hai rinunciato? Ok la pizza no, ma una passeggiata e un drink nemmeno?

    Da quanto scrivi, non solo lei non si sforza di venirti incontro, ma ti accusa anche. Per me è un comportamento manipolatorio che tende a far leva sui tuoi sensi di colpa.

    La coppia è fondamentale, ma non deve assolutamente allontanarti dalle altre relazioni interpersonali.

    L'unico modo per provare a migliorare questa situazione sarebbe la terapia di coppia come avevi giustamente proposto, ma lei non è disposta a scendere a compromessi. Questo è un'enorme scoglio, io personalmente farei di tutto per la persona che affermo di amare.

    Spero che la mia schiettezza non ti ferisca ...

  • Gio1988 ascolta caro, io capisco che tu stia mettendo toppe ovunque ma così non va bene. Non mancano discussioni perché avete trovato punti in comune, mancano perché tu continui ad essere accondiscendente alle sue richieste

    Hai ragione, è così. Sono accondiscendente però perché non sono richieste così assurde, come ho potuto constatare confrontandomi nel gruppo.

    L'unico modo per provare a migliorare questa situazione sarebbe la terapia di coppia come avevi giustamente proposto, ma lei non è disposta a scendere a compromessi. Questo è un'enorme scoglio, io personalmente farei di tutto per la persona che affermo di amare.

    Spero che la mia schiettezza non ti ferisca

    Il problema è che non si fa un compromesso, non che sono richieste assurde. Da parte di nessuno dei due penso.

    Perché se ci tenevi hai rinunciato? Ok la pizza no, ma una passeggiata e un drink nemmeno?

    Ci ho rinunciato perché lei mi ha fatto capire che non gli andava. Poi non siamo usciti da soli perché avevamo paura di incontrare i miei amici/colleghi in giro in paese, visto che è piccolo. Inoltre era tardi per andare altrove. Con loro ho dovuto inventare una scusa...

    Da quanto scrivi, non solo lei non si sforza di venirti incontro, ma ti accusa anche. Per me è un comportamento manipolatorio che tende a far leva sui tuoi sensi di colpa.

    La coppia è fondamentale, ma non deve assolutamente allontanarti dalle altre relazioni interpersonali

    Lei dice che in questo momento storico dovrei pensare più a noi due che a fare serate con gli amici/colleghi. Io sarei voluto uscire con lei e loro insieme, ma ha detto che a volte pensa che per me siano più importanti gli altri piuttosto che il suo benessere.


    Per risponderti invece all'ultimo punto, come già detto diverse volte, non ne vuole sapere della terapia di coppia. Dice che già parliamo abbastanza tra di noi, che non intende cambiare idea su queste cose e che lei è fatta così.

    Se la frequenza è davvero questa, è minima e facilmente tollerabile...

    Ma lei cosa vorrebbe? Che non vedessi più amici e parenti?

    Quelli con cui dovevamo uscire ieri sono due miei colleghi nostri coetanei, marito e moglie. Ma sono anche miei amici, ormai mi sento di dire. Tra tutti i colleghi (più di 100) solo 5 reputo amici dopo sei anni in questa azienda. In media con loro ci organizziamo una volta al mese per una pizza, e quasi ogni volta per la mia compagna purtroppo è un peso perché non gli stanno simpatici. Di norma comunque preferisce stare da soli noi due senza la presenza di altre persone.


    Preciso che mi ha quasi sempre accontentato uscendo con loro, salvo poi dirmi che preferirebbe vederli meno perché non gli stanno a genio. Quindi a me pesa per questo motivo, per questo ieri ho rinunciato..

  • non ne vuole sapere della terapia di coppia. Dice che già parliamo abbastanza tra di noi, che non intende cambiare idea su queste cose e che lei è fatta così.

    Questa frase è terribile. Tradotto significherebbe "o ti vado bene così o niente". Quindi sarai sempre tu a doverti adeguare a ciò che è il suo volere. Perché non ci sarà posto per trovare punti comuni che mettano d'accordo entrambi.

    Una relazione non può funzionare in questo modo sul lungo periodo.

    Sulle uscite non mi pronuncio, per me è assurdo.

    Fossero uscite più frequenti potrei capire, ma sono veramente sporadiche...

  • Ma mi chiedo, sono io davvero che sono molto attaccato agli amici e alla famiglia, oppure è lei che esagera perché vuole sentirsi sempre in primo piano?

    Ciao Gio1988 bentrovato. È lei che ipercompensa i suoi vuoti emotivi pretendendo da te, il problema è che tu non le basterai mai perché lei non sa come esprimerli e tu giustamente non capisci come fare oltre ad accontentare la richiesta di turno che non è il problema reale.


    Io non li vedo assolutamente come degli atteggiamenti manipolatori, ma come specificato in passato sono decisamente disfunzionali. Per quello insistevo sulla terapia di coppia, continuo a vederla come l'unica soluzione.


    PS: sono in vacanza e rispondo a tratti, metto le mani avanti qualora avessi domande ;)

  • Ciao Gio1988 bentrovato. È lei che ipercompensa i suoi vuoti emotivi pretendendo da te, il problema è che tu non le basterai mai perché lei non sa come esprimerli e tu giustamente non capisci come fare oltre ad accontentare la richiesta di turno che non è il problema reale.


    Io non li vedo assolutamente come degli atteggiamenti manipolatori, ma come specificato in passato sono decisamente disfunzionali. Per quello insistevo sulla terapia di coppia, continuo a vederla come l'unica soluzione.


    PS: sono in vacanza e rispondo a tratti, metto le mani avanti qualora avessi domande ;)

    Grazie del messaggio mai.


    Ormai ho accettato anche il No alla terapia di coppia... Ho accettato il fatto che sia lei a condurre quasi su tutto e a farmi andare bene il suo carattere un pò chiuso, perché penso che mi ami... Ho anche pensato, come già ho scritto, che sono io esagerato.

    Vedremo se riuscirò a farmene una ragione, oppure se scoppierò...

    Questa frase è terribile. Tradotto significherebbe "o ti vado bene così o niente". Quindi sarai sempre tu a doverti adeguare a ciò che è il suo volere. Perché non ci sarà posto per trovare punti comuni che mettano d'accordo entrambi.

    Si purtroppo è come dici tu, lei è molto ferma sui suoi pensieri. Ci tiene a me altrimenti già mi avrebbe lasciato certamente, ma purtroppo su alcuni punti non tergiversa. Lo ha detto tante volte che se non andiamo d'accordo su alcune punti da lei focalizzati non si può andare avanti,+ perché vuol dire che non penso al suo benessere ma a quello degli altri.


    Non la vuole fare la terapia, ci ho provato tantissime volte. O mi adeguo o ci lasciamo, è come hai scritto purtroppo... Il mio psicologo ha detto che magari tra qualche mese, se sarà più tranquilla, accetterà di farla. Ma dubito.. perché è proprio ferma sul No. La cosa incredibile è che quando non parliamo di queste cose andiamo davvero alla grande.


    Per le uscite con colleghi/amici, da quando siamo fuori città di origine, usciamo poco con gli altri. Io sono riuscito ad avere una cerchia di amicizie in ufficio, ho inserito anche lei ma ogni volta è quasi un problema uscire con queste persone. Eppure gliele ho fatto conoscere per avere un giro di amicizie anche qui, in un territorio dove non conoscevamo quasi nessuno...

  • Quelli con cui dovevamo uscire ieri sono due miei colleghi nostri coetanei, marito e moglie. Ma sono anche miei amici, ormai mi sento di dire. Tra tutti i colleghi (più di 100) solo 5 reputo amici dopo sei anni in questa azienda. In media con loro ci organizziamo una volta al mese per una pizza, e quasi ogni volta per la mia compagna purtroppo è un peso perché non gli stanno simpatici. Di norma comunque preferisce stare da soli noi due senza la presenza di altre persone.


    Preciso che mi ha quasi sempre accontentato uscendo con loro, salvo poi dirmi che preferirebbe vederli meno perché non gli stanno a genio. Quindi a me pesa per questo motivo, per questo ieri ho rinunciato..

    Beh Gio, l'amicizia non si può imporre a nessuno. Se alla tua compagna questa coppia di tuoi amici/colleghi coetanei non piace granché, penso il fatto che già acconsenti la maggior parte delle volte ad uscire con loro dovrebbe mostrarti che anche lei qualcosa per te lo fa. Se poi questo week-end non se l'è sentita di accontentarti dovresti a mio parere vedere piuttosto tutte le volte che lo ha fatto per farti piacere e non l'unica in cui ti ha detto di no.


    Sembrerebbe inoltre, da quanto scrivi, che sia tu ad aver scelto queste "amicizie" della coppia, ma questo non può funzionare a lungo andare perché si tratta di una forzatura, mentre dovrebbe trattarsi di un processo naturale e spontaneo. Mi duole dirlo ma anche lato amicizie sembrate incompatibili anche se, ancora una volta, non è colpa di nessuno dei due...

    È sempre più buio appena prima dell’alba

  • Beh Gio, l'amicizia non si può imporre a nessuno. Se alla tua compagna questa coppia di tuoi amici/colleghi coetanei non piace granché, penso il fatto che già acconsenti la maggior parte delle volte ad uscire con loro dovrebbe mostrarti che anche lei qualcosa per te lo fa. Se poi questo week-end non se l'è sentita di accontentarti dovresti a mio parere vedere piuttosto tutte le volte che lo ha fatto per farti piacere e non l'unica in cui ti ha detto di no.


    Sembrerebbe inoltre, da quanto scrivi, che sia tu ad aver scelto queste "amicizie" della coppia, ma questo non può funzionare a lungo andare perché si tratta di una forzatura, mentre dovrebbe trattarsi di un processo naturale e spontaneo. Mi duole dirlo ma anche lato amicizie sembrate incompatibili anche se, ancora una volta, non è colpa di nessuno dei due...

    Nessuno dei 5 gli sta simpatico purtroppo, perché ha un carattere un pò chiuso.

    Lei uscirebbe solo e sempre con le sue sorelle e i mariti se fossero nella stessa città, infatti quando siamo giù, succede sempre così. Ha amicizie, ma non le coltiva come me.

    Quindi per forza che propongo quasi sempre io di uscire con gli altri.

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!

Hot Threads

    1. Topic
    2. Replies
    3. Last Reply
    1. Mentire a sé stessi 67

      • Eclissi
    2. Replies
      67
      Views
      1.5k
      67
    3. Alba Cremisi

    1. Non riesco più a trovare le energie per nulla 6

      • Amico94
    2. Replies
      6
      Views
      230
      6
    3. Ventinove

    1. Sto pensando di suicidarmi da mesi, non vedo via d'uscita 580

      • Disalbatro
    2. Replies
      580
      Views
      31k
      580
    3. Acronimo

    1. Mi viene voglia di farla finita 57

      • Zaraki
    2. Replies
      57
      Views
      2.6k
      57
    3. Garden

    1. Temo che mio fratello voglia rivolgersi al suicidio assistito, che fare? 19

      • Metamorfosi23
    2. Replies
      19
      Views
      1.8k
      19
    3. anthea69

    1. Fuori posto, fuori tempo... 2

      • MyBlue
    2. Replies
      2
      Views
      328
      2
    3. Vik1981