Scuola di solitudine

  • Apro il thread in questa sezione perché mi sembra possa essere utile.


    Scuola di solitudine è il titolo che ho messo dopo aver letto più e più volte che molti di noi utenti nel forum ci sentiamo e siamo spesso soli, in maniera annichilente. Temiamo le feste (che poi in fondo le temono tutti o forse qualcuno nemmeno è interessato), usciamo da soli, stiamo in silenzio giorni.

    Ebbene mi chiedo: ma in fondo il forum è fatto anche per questo, perché non aiutarci a vicenda? Potremmo farci da supporto reciproco con consigli, magari essendo presenti, fare due chiacchere cercando di farci un training per sviluppare delle tecniche per ovviare ad una solitudine non scelta.

    Ognuno di noi ha un'energia da esprimere e potremmo incanalarla per il nostro bene.


    Che ne pensate?


    Parto io: a me capita di cercare una occasione sociale al giorno, in modo da non rimanere totalmente isolata. Un bar preferito, un amico per un caffè, una persona incontrata per caso. Voi?

  • Nella mia vita mi è tornato utile partecipare a qualche gruppo che mi interessava, come yoga o veri e propri gruppi di auto-mutuo-aiuto dal vivo. Attualmente ho una serie di problematiche da risolvere per cui sto rimandando la socialità a tempi migliori, ma so che quella è una delle strade che fa per me. Comunque cerco di sfruttare al meglio che posso le occasioni che mi si presentano, ad esempio anche sul lavoro (o in qualsiasi dialogo mi si presenti nella quotidianità) cerco di sentirmi positivo, di portare un messaggio in linea con la mia voglia di serenità. Il problema che ho sempre avuto è anche quello di sentirmi trascinato da maldicenze, pettegolezzi, negatività della gente, e allora come training cerco di fare il punto se sto attingendo a qualcosa di buono in me o se invece sto seguendo per inerzia la decadenza di gruppo. Inoltre mi dà fastidio quando percepisco smania di controllo negli altri, e anche su questo cerco di lavorare, per farmela scivolare via, per ribadire che ognuno ha diritto di essere libero.

  • Questo thread è interessante ;)


    Se non altro per sfogarsi, confrontarsi e magari raccontare un episodio in particolare che ci ha fatti sentire a disagio, così che attraverso il confronto ci si possa dare stimoli reciproci per combattere il senso di inadeguatezza . E magari spunti per migliorarsi.


    Quando sono sola e ho tempo, a me fa molto bene leggere. Spesso lo preferisco alla compagnia di qualcuno. Tempo fa avevo partecipato ad un gruppo di lettura (virtuale, praticamente tramite una pagina Instagram dedicata alla lettura, ero stata coinvolta in un gruppo su Telegram). Veniva proposto un titolo (tutti libri abbastanza impegnativi), venivano stabilite delle tappe per capitolo, e poi si commentava. Certo l'ideale sarebbe farlo dal vivo, ma è più difficile organizzare. Però mi era piaciuto molto, perché nei libri si trovano davvero tutte le sfaccettature dell'animo umano, i limiti, i sentimenti... E io non so mai con chi parlare di ciò. Quindi mi era piaciuto avere uno spazio così, di scambio di opinioni su un romanzo, perché poi indirettamente diventa anche un'analisi di sé. Infatti ho ricontattato l'organizzatrice e a settembre, quando ricominciano, mi unirò nuovamente a loro.


    Questa è la prima cosa che mi è venuta in mente.

  • La verità è che quando mi sento sola non so mai chi chiamare...

    E poi ho paura di disturbare.

    Forse solo una persona mi viene in mente che si può sintonizzare con me... le altre si le sento anche ma... in maniera vuota. Potrò mica sentire solo lei ...Ora ad esempio son tutti al mare/montagna...

    Richard Lux lo yoga mi ha cambiato la vita, e mi verrebbe da consigliarlo a tutti quanti, soprattutto per l'aspetto spirituale della disciplina, ritengo che possa dare un contributo notevole a chi vuole vivere in consapevolezza, oltre che per imparare a respirare, cosa che ormai non sappiamo più fare oggi... però a livello di gruppo purtroppo non ho mai trovato un gran feeling, solo con l'insegnante abbiamo approfondito un po' di più però con le altre/altri no.

    Adesso l'insegnante si è operata e quindi è ferma fino a ottobre :D ciò significa che non sto neanche praticando quanto dovrei...

    Bisogna avere un caos dentro di sé per partorire una stella danzante :glowing_star:

  • Richard Lux lo yoga mi ha cambiato la vita, e mi verrebbe da consigliarlo a tutti quanti, soprattutto per l'aspetto spirituale della disciplina, ritengo che possa dare un contributo notevole a chi vuole vivere in consapevolezza, oltre che per imparare a respirare

    Si anche a me attira molto quel tipo di spiritualità, non necessariamente in posizioni complicate (che non arrivo più) ma l'aspetto interiore. Anche perché la parola stessa "yoga" rimanda al significato di unione, comunione e quindi in qualche modo la solitudine c'entra. In futuro mi piacerebbe molto frequentare qualche gruppo che si ispiri agli insegnamenti di Thich Nhat Hanh, che spiritualmente è tra i miei preferiti, oltre a Pema Chodron e Yogananda. Credo di poter avere più cose in comune con persone spirituali.

  • o veri e propri gruppi di auto-mutuo-aiuto dal vivo

    Di cosa si tratta esattamente?

    Vorrei capire se ce ne sono nella mia città.


    Io sono di Brescia comunque.


    A settembre vorrei partecipare a un evento organizzato dall'associazione "Persone Altamente Sensibili", si tratta di un momento di incontro con attività varie rivolte, appunto, come dice il nome dell'associazione stessa, a chi sente di avere quel tratto di personalità. Si svolgerà a Milano, se qualcuno fosse interessato.


    L'argomento sensibilità magari si discosta dal thread, anche se ho sempre l'impressione che chi è portato alla riflessione, introspezione, ecc. possa essere tendenzialmente sensibile.

  • Di cosa si tratta esattamente?

    Vorrei capire se ce ne sono nella mia città.

    Gruppi di auto-mutuo-aiuto (chiamati anche A.M.A.) si possono trovare per vari tipi di problematica (dipendenze, problemi famigliari, malattie, problemi psicologici, etc...), quindi per sapere se esiste qualcosa nella propria zona bisognerebbe fare una ricerca, con molta curiosità. Lo dico perché ad esempio io trovai un gruppo di auto-mutuo aiuto in un modo un po' indiretto, parlando con un assistente di un Centro di Salute Mentale che poi mi fece vedere un volantino (fatto da volontari), altrimenti sarebbe stato un po' difficile trovarlo. Spesso si tratta appunto di volontari (che a loro volta hanno passato periodi difficili) che decidono di creare questi gruppi ed eventualmente poi si organizzano in associazioni culturali. Per quanto riguarda la mia esperienza è stato davvero interessante per me parteciparvi, lì non c'era una tematica particolare, semplicemente ognuno esprimeva quello che riteneva importante condividere e ciascun membro del gruppo poteva intervenire a turno. Tutto era fatto con delle regole di rispetto ed educazione in modo da facilitare il dialogo. Certo non si trattava di uno scambio umano in situazione "normale" e tuttavia da lì poi non poche persone scelgono di frequentarsi anche al di fuori degli incontri, in alcuni casi addirittura si formano amicizie o coppie tanto bene si trovano a condividere cose importanti della propria psiche e del proprio vissuto. Nel gruppo in cui sono stato io inoltre si cercava sia di avere comprensione sia di spronare a fare qualche passo sostenibile verso il benessere. Si cercava di venire incontro alle difficoltà con lo scopo di migliorare la propria condizione, almeno un pochettino alla volta insieme. Forse è simile a quanto avviene qui, solo che è dal vivo e con regole adatte a gestire e facilitare la comunicazione dal vivo.

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!

Hot Threads

    1. Topic
    2. Replies
    3. Last Reply
    1. Necessità di essere consolato 2

      • Oltre_la_rupe
    2. Replies
      2
      Views
      197
      2
    3. Oltre_la_rupe

    1. Temo che mio fratello voglia rivolgersi al suicidio assistito, che fare? 19

      • Metamorfosi23
    2. Replies
      19
      Views
      1.7k
      19
    3. anthea69

    1. Anche la psicologa si è arresa, e ora? Non vedo la fine del tunnel... 7

      • Anna_86
    2. Replies
      7
      Views
      332
      7
    3. Anna_86

    1. Mi viene voglia di farla finita 57

      • Zaraki
    2. Replies
      57
      Views
      2.5k
      57
    3. Garden

    1. Sto pensando di suicidarmi da mesi, non vedo via d'uscita 580

      • Disalbatro
    2. Replies
      580
      Views
      31k
      580
    3. Acronimo

    1. Dove trovare gli stimoli per andare avanti? 13

      • micia92
    2. Replies
      13
      Views
      502
      13
    3. Serena.