Pensate mai di aver sbagliato facoltà?

  • Si, sempre più che proseguo. Mi scoraggio ascoltando i miei colleghi più bravi di me quando non superano un esame. Non ho aspettative e non ho un'idea precisa di cosa fare nel mio futuro, ciò mi porta a proseguire, anche se molto spesso ci penso e vorrei cambiare il mio percorso universitario con qualcosa di più affine ai miei interessi.

    “Una rockstar è una persona molto sensibile che vive in un mondo tutto suo.” - Loredana Berté

  • Io lo penso, ma ormai a quasi 20 anni dalla laurea c'è poco da fare :D

    Spesso penso che mi sarebbe piaciuto fare un mestiere a contatto con gli altri, come il medico; mi sarebbe piaciuto il contatto con i pazienti, sentirmi utile, poter aiutare le persone. Faccio un mestiere a volte interessante ma abbastanza arido, la tecnologia mi interessa ma fino a un certo punto, non mi riesco ad appassionare davvero in una discussione su architetture informatiche o su quali campi devono essere mostrati in una certa applicazione, per cui la noia è dietro l'angolo. Purtroppo a 19 anni non si ha la maturità per decidere del proprio futuro.

  • Tutti i giorni ^^ che stupida sono stata a 19 anni, ho voluto pensare con la testa, o meglio pensavo di averlo fatto, ma in realtà ho solo messo da parte l'istinto, e fatto la scelta che credevo più "giusta" ... vorrei parlare alla vecchia me e dirle: tira fuori le palle, non ascoltare nessuno e buttati!!! Che la vita è una.

    Nel mio caso, dopo il liceo linguistico ho studiato Economia (triennale+magistrale). Perché? Bella domanda. Ero indecisa, non avevo una gran voglia di studiare e pensavo che tale facoltà mi avrebbe aperto molte strade. Non sto dicendo che il percorso non mi abbia dato soddisfazioni, anzi certe materie mi hanno anche appassionato e ho avuto buoni risultati. Ma il fatto è che non la sento "mia" come strada, non mi rappresenta.

    Sono sempre stata interessata alle materie umanistiche, alle lingue, mi piace scrivere. Ma temevo che quella strada non mi avrebbe dato futuro. In realtà, oggi, sono molto interessata anche a materie più scientifiche, come la nutrizione (lavoro per un'azienda nel settore dell'integrazione alimentare), ma ai tempi che ne potevo sapere? ^^

    Penso però che a 19 anni non si abbiano proprio gli strumenti per scegliere, né la maturità...non tutti hanno le idee chiare. Secondo me, la scuola dovrebbe insegnare meglio a tirare fuori le proprie abilità e capire in cosa si è più portati.

    Ora ho 33 anni.

    Con il tempo, mi sono anche resa conto di una cosa: se si studia e si persegue ciò che piace, anche se si tratta di un settore difficile, in cui c'è poca offerta lavorativa, alla fine si avrà soddisfazione perché il proprio lavoro lo si farà bene, con passione.

    A volte semplicemente accetto il corso degli eventi e mi dico che doveva andare così, che se avessi fatto altrimenti non avrei conosciuto determinate persone, ecc. Ma certi giorni mi crea proprio frustrazione. Penso "non sono fiera di me".

    Il lavoro che faccio mi piace, e anche l'azienda stessa, però a volte penso che sto esprimendo solo il 50% di me.


    ipposam Hai detto bene, "arido", anche io a volte sento di fare un mestiere piuttosto "inutile", che non mi rappresenta, l'unica cosa che mi interessa in questo momento è il settore, quindi mi piace imparare e formarmi nell'ambito della nutrizione, sto cercando di imparare (anche se il mio ruolo è nel commerciale). E spesso lo percepisco solo come un lavoro, non riesco a farne una passione, soprattutto del mio ruolo. Non mi sono nemmeno mai piaciuti i numeri :grinning_face_with_sweat: e sono finita nel commerciale.

    Tu come fai a "ovviare" a questa situazione? Io diciamo che cerco di fare cose che mi piacciono nel tempo extra, leggo molti libri, faccio sport. Vorrei dedicare più tempo alla formazione da autodidatta, non con scopi lavorativi ma di ampliamento culturale.

    Se vuoi ne parliamo ;) Buona giornata!

  • Tu come fai a "ovviare" a questa situazione? Io diciamo che cerco di fare cose che mi piacciono nel tempo extra, leggo molti libri, faccio sport. Vorrei dedicare più tempo alla formazione da autodidatta, non con scopi lavorativi ma di ampliamento culturale.

    Faccio esattamente come te. La mia vita non coincide e non coinciderà mai col mio lavoro, anche se il lavoro occupa la maggior parte del mio tempo. Sono grata per avere un buon lavoro e so che la laurea mi ha aiutato, ma le cose belle della vita le cerco altrove, col lavoro mi mantengo.

  • Per tutti gli anni di università ho pensato che fosse la facoltà sbagliata. Poi mi dicevo, dopo il prossimo esame mi prendo del tempo per riflettere e alla fine...esame dopo esame mi sono laureata.


    Oggi penso che avrei potuto studiare anche altre materie perché sono molto curiosa e negli anni ho scoperto sempre più interessi. Questa curiosità mi ha però anche portato ad apprezzare la materia che ho studiato perché alla fine...non si finisce mai di imparare, studiare ed approfondire.

    namasté

    Love all, trust a few, do wrong to none

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!

Hot Threads

    1. Topic
    2. Replies
    3. Last Reply
    1. Vale la pena a 35 anni prendere una laurea? 26

      • BadMind
    2. Replies
      26
      Views
      1.1k
      26
    3. Aiden il venerabile

    1. Consigli miglioramento metodo di studio universitario 31

      • clarity9
    2. Replies
      31
      Views
      1.3k
      31
    3. clarity9

    1. Avete mai vissuto episodi gravi di bullismo? 68

      • Lu_Ca
    2. Replies
      68
      Views
      2.9k
      68
    3. Lu_Ca

    1. Cosa ne pensate delle lauree telematiche? 14

      • Gudrun
    2. Replies
      14
      Views
      1.4k
      14
    3. Zaraki

    1. Dubbi, indecisione e consigli su Università e lavoro 204

      • Diana1492
    2. Replies
      204
      Views
      7.3k
      204
    3. Diana1492

    1. Come imparare ad esporre i concetti senza mandare a memoria? 8

      • enedis
    2. Replies
      8
      Views
      795
      8
    3. enedis