Storia di Paolo, Martina e Sarah. Storia di rimpianti

  • Il piccolo senso di liberazione è né più, né meno: una dose di droga che ti darà sollievo per qualche ora e niente più. Nel contempo ravviva il tuo attaccamento a lei e ti da false speranze che peggioreranno il tuo stato mentale.

    Ho avuto liberazione non per averla sentita ma perché mentre lei esprimeva rancore io le ho detto che comunque le voglio bene.


    Mi è chiaro che è finita ormai. Non ho false illusioni.


    Stai esagerando, ben che ti vada fai la figura di una persona non tanto equilibrata.

    Ci credo che non ti voglia più sentire.

    Lascia perdere ed interrogati sul perché non riesci ad accettare un rifiuto. Ti sarà utile per il futuro.

    Non tanto equilibrata perché ci tengo ai rapporti con le persone? Le persone che hanno fatto così con me in passato hanno ricevuto solo gentilezza, anche quando i miei sentimenti non erano allineati ai loro. Soprattutto, non l’ho chiamata per chiederle di riprovarci ma per lasciare un minimo di umanità in questa vicenda.

    Parlare di rifiuto è banalizzare, quei mesi sono stati importanti per me.


    Comunque, dalla foto profilo su wa lei era in tenuta estiva a Bologna. Penso sia una foto recente e questo mi fa optare che sta venendo spesso a Bologna e temo di capire il motivo.


    Penso sia il capitolo fine anche per me.

  • Molla. Basta così.

  • Avevi mille opportunita' di fare quello che volevi fare, cioe' spiegarle la situazione, ma non l'hai mai fatto perche' pare che tu voglia raccontare tutta la storia come se fosse un romanzo. E invece basterebbe UNA FRASE. Ti ha miracolosamente risposto su WhatsApp e tu cosa hai fatto? Hai detto che la stavi pensando, come tutte le altre volte prima in cui eri stato ambiguo, e quindi hai continuato ad essere ambiguo e lei avra' pensato "ci risiamo, questo non sa cosa vuole e mi logora solamente le palle". Potevi scriverle immediatamente una frase che spiegasse quello che dovevi spiegarle, e lei l'avrebbe letta. Bastava che scrivessi: "volevo solo dirti che tutto il caos che c'e' stato in passato e le mie indecisioni erano dovute al fatto che ero in crisi con mia moglie, che poi ho lasciato, e ora sono single e posso avere occhi e pensieri solo per te". O qualcosa di simile, ma non piu' lungo di cosi'. A quel punto c'era la possibilita' che lei capisse e potevate iniziare una relazione piu' seriamente, oppure che lei chiudesse comunque e a quel punto ormai non c'era piu' niente da fare e dovevi accettarlo. E invece continui a fare la figura dello stalker ambiguo che non sa cosa vuole. Se avessi soltanto UNA frase da poterle dire in tutta la tua vita, l'ultima e unica possibilita', cosa le diresti? Scommetto che le diresti che la ami e che continui a pensarla, sbagliando tutto, perche' queste cose gliele hai gia' dette mille volte. Devi dirle cose nuove, quelle che non sa e che continui a non dirle. Ma questo punto diventa difficile attirare per l'ennesima volta la sua attenzione.

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!

Hot Threads

    1. Topic
    2. Replies
    3. Last Reply
    1. Sensi di colpa più grandi di me 52

      • Cochita
    2. Replies
      52
      Views
      2.2k
      52
    3. Senzaparole

    1. Lui mi ha lasciato dei lividi 88

      • Ansiosa91
    2. Replies
      88
      Views
      2.8k
      88
    3. pazo55

    1. Ho bisogno di un consiglio dagli esperti di dating 212

      • Invisible
    2. Replies
      212
      Views
      8.7k
      212
    3. Invisible

    1. Come uscire dalla condizione di single 1.7k

      • Postosuchus
    2. Replies
      1.7k
      Views
      69k
      1.7k
    3. JhonnyDeepressed

    1. Problemi con i genitori di lui 12

      • Bulbasaur
    2. Replies
      12
      Views
      418
      12
    3. bruce0wayne

    1. Diario delle uscite con gli uomini 456

      • BlueFox
    2. Replies
      456
      Views
      18k
      456
    3. hope77