Storia di Paolo, Martina e Sarah. Storia di rimpianti

  • Ciao a tutti, voglio oggi raccontarvi una storia che mi è accaduta in questi mesi. In questa storia io sarò Paolo (il nome è di fantasia per privacy). Ci saranno anche Martina (mia ex compagna) e Sarah (l'altra).


    Paolo è fidanzato con Martina da 5 anni. I due convivono da 2.

    Ultimamente il rapporto con Martina non è nei migliori: Martina è una donna di 30 anni molto difficile, ha problemi di ansia e autostima. Nell'ultimo periodo è inoltre totalmente fuori giri per via del lavoro. Non ha altri argomenti ed ha il litigio estremamente facile.


    Paolo è sempre stato dalla pazienza infinita ma anche lui ha problemi personali: è profondamente insoddisfatto della vita, vive in una città che non gli dà stimoli e non affronta bene il passare dell'età. Ha 36 anni, vorrebbe una famiglia e una vita diversa...ma Martina è completamente immersa nel suo mondo.


    Paolo non è un grande uomo dalla vita sociale e per sfogo decide di approfondire lo studio della lingua straniera. Si imbatte così in un'app chiamata Tandem: grazie ad essa, è possibile conoscere madrelingua per potersi esercitare. Ed è proprio lì che conosce Sarah. Sarah è lì perchè dopo due anni in Italia e conseguente ritorno in madrepatria non vuole perdere il suo italiano, che in realtà è perfetto. Sarah viene da una relazione con un italiano (chiamiamolo Vincenzo) che l'ha scaricata per la seconda volta, dicendole che non sarebbe mai stata la sua priorità. Vincenzo e Sarah sono sempre stati a distanza a parte 2/3 mesi. I due si lasciano gli inizi di Novembre e la fine del mese Sarah si iscrive sull'app.


    Paolo e Sarah iniziano a fare tandem ma ben presto l'app diventa la scusa per sentirsi: c'è una complicità tremenda. Paolo è super preso da Sarah: lei ama viaggiare, è solare, ha un sorriso incantevole e sembra intelligente.


    Paolo non comunica però a Sarah che è fidanzato e convive con Martina. Sarah e Paolo vivono a 2500 km di distanza, è una "relazione" virtuale e non è possibile che succeda mai niente tra di loro.

    Paolo e Sarah cominciano a sentirsi sempre di più: passano prima su Telegram e poi su WhatsApp. Le chat diventano videochiamate, le conversazioni diventano sempre più intime. Intanto, Paolo e Martina continuano a convivere ma sono praticamente due coinquilini: non si parlano praticamente più.

    Paolo però ha sempre odiato chi ha il piede in due scarpe: il desiderio di vedere Sarah è sempre più forte ma la morale è tale da tener questa cosa sotto controllo.


    Tutto questo fino a quando si presenta sorprendentemente una trasferta di lavoro vicino al paese di Sarah. Paolo e Sarah concordano di vedersi.

    Paolo non vuole però finire in situazioni difficili da gestire, non vuole tradire Martina fisicamente. I sensi di colpa sarebbero troppo grandi: inoltre Sarah non sembra ancora aver superato la storia con il suo ex e Paolo ha paura che tutto questo sia dovuto alla sua insoddisfazione personale. Sarah infatti impersonifica tutto quello di cui Paolo ha bisogno: un'evasione dalla realtà, una vita di viaggi e di novità.


    I due si vedono, prima per una cena e poi per una giornata insieme in una città amata da Sarah.

    La cena va così così...Paolo fa anche l'errore di mostrarsi molto agitato (Sarah non può sapere perchè). La giornata insieme in città parte male ma finisce benissimo. I due parlano fino a notte fonda anche se non scatta il bacio.


    Paolo torna in Italia, non pensa onestamente che questa cosa abbia futuro. Sarah alla fine non si è lasciata andare e lui si è dimostrato impacciato. Inaspettatamente però, nei giorni seguenti Sarah si dimostra presissima: dice a Paolo che è stata benissimo, che vuole includerlo nella sua vita e che vuole rivederlo il prima possibile. Paolo è felicissimo ma sempre più agitato: non può continuare così, le cose con Martina vanno malissimo e lui è sempre più distratto. Trova ogni scusa per isolarsi e parlare con Sarah. Così, decide di dire a Martina di essere ufficialmente in crisi e si trasferisce a casa dei suoi genitori. Non è ancora certo però: ha visto Sarah una sola volta, non vuole mettere a repentaglio una storia di 5 anni per qualcosa che non riesce a decifrare.

    Nel frattempo però Sarah e Paolo fanno videochiamate ogni giorno, si avvicinano a tal punto che concordano nel vedersi il mese seguente (Marzo).

    Paolo e Martina non si parlano più, Martina è sola in casa, Paolo dai suoi genitori.


    Mancano 10 giorni al weekend con Sarah ma Paolo si fa male, si infortuna e deve annullare il viaggio. Martina si scioglie e si riavvicina a Paolo, gli sta vicino e vuole prendersi cura di lui. Chiede a Paolo di tornare a casa in lacrime e Paolo accetta.

    Anche se le cose continuano ad andare male, questa mossa manda Paolo in tilt: sente ancora Sarah ogni giorno. Sarah però non sa nulla. Paolo non può rispondere sempre alle videochiamate perchè è in casa con Martina. Sarah non capisce il perchè.


    Paolo non riesce più a gestire la cosa e preso dai sensi di colpa terribili, dice a Sarah che non sa se se la sente di avere una relazione a distanza. E’ una scusa che non regge: i due non si sentono per qualche giorno ma la voglia è troppo forte e nel giro di pochi giorni si ritorna al punto di partenza. Siamo a fine Marzo e Paolo non ce la fa più, chiede a Sarah di non sentirsi per un po’ perchè non sa se se la sente di avere una relazione, ha paura e vuole prima essere convinto. Una grande c∙∙∙∙∙a insomma. Paolo promette a Sarah che nel giro di un mese (a fine Aprile) farà chiarezza e si rifarà sentire. Paolo chiede a Sarah di non farsi sentire fin quando non lo farà lui con un messaggio ben preciso e deciso nei confronti di questa relazione. Nel frattempo Paolo va dallo psicologo e Sarah lo sa. Sarah esagera pure nei confronti di Paolo, cerca di fargli una psicoanalisi e Paolo costruisce un castello enorme di c∙∙∙∙∙e solo per allontanarla.


    Paolo va sì dallo psicologo ma non per il motivo che pensa Sarah. Paolo va perchè deve avere il coraggio di prendere una decisione prima che la decisione sia presa da una delle due donne. Paolo sta sempre più male, pensa a Sarah ogni giorno.


    I giorni passano, Paolo e Sarah non si sentono più da due settimane. Paolo prova a ricucire con Martina ma capisce che è una presa in giro: Paolo vuole Sarah, le manca come l'aria. Paolo prende coraggio e lascia Martina dicendole tutto: è il giorno più brutto nella vita di entrambi. Paolo non voleva arrivare a tanto ma è preda dei suoi stessi sentimenti. Non ha altra scelta e Martina lascia la casa.


    Paolo vuole riscrivere a Sarah ma sa due cose: Sarah è a Bologna per un viaggio e ha paura di rovinarlo. Soprattutto, sa che deve dirle tutta la verità. Deve dirle di Martina e di tutto quello che è successo. Sa però bene che Sarah potrebbe andarsene definitivamente ma non ha altra scelta, vuole qualcosa di serio con Sarah e vuole essere sincero con lei.


    Paolo ha un grande problema: è super emotivo, non è bravo con le parole, non ha dono di sintesi e non sa aspettare. Infatti fa la c∙∙∙∙∙a: non aspetta che Sarah torni da Bologna e le scrive dopo tre giorni. Tra l'altro, invece di esordire con calma, Paolo manda messaggi non chiari: scrive a Sarah che gli manca, non fa capire che ha preso la decisione di iniziare con lei davvero questa volta.


    Inaspettatamente, Sarah non risponde ai messaggi di Paolo. Paolo è incredulo: cosa sta succedendo? Paolo impazzisce, manda 1000 messaggi a Sarah. Le comunica che ha intenzioni serie con lei ma contorna il tutto con una emotività pazzesca. Tanti messaggi... Paolo accusa anche Sarah di averlo dimenticato o di aver un altro. D'altronde Sarah è effettivamente strana: è spesso su WhatsApp (nel frattempo ha sbloccato Paolo), è online anche sul tardi ma non risponde a Paolo.


    Sarah è sempre più fredda ma Paolo riesce a sentirla in video-chiamata 3 volte: 2 volte è totalmente assente, Sarah non guarda in faccia Paolo e gli rinfaccia il passato. Alla domanda diretta di Paolo: "c'è qualcun altro", lei si zittisce e risponde "no, non c’è nessuno".


    Passa un'altra settimana e inaspettatamente Sarah si dimostra più aperta e i due si chiamano. Sembra esserci speranza per un incontro dal vivo. Paolo sa che deve sfruttare questo incontro per dire tutta la verità a Sarah e non vuole impegnarla per più di un paio di giorni. Paolo sa bene che Sarah potrebbe andare via una volta saputa la verità.


    Paolo comunica quindi a Sarah che vuole vederla solo per un paio di giorni perchè le deve parlare. Sarah percepisce in questo un'ulteriore richiesta di distanza e la prende male. Annulla ogni possibilità di incontro e si fa sentire sempre meno. Passa dalle accuse ai monosillabi fino a sparire completamente.


    Paolo è disperato, non vuole dire la verità via messaggio. Prova anche a prenotare un aereo solo per incontrarla un'ora al bar. Ovviamente chiede a lei se è possibile. Sarah risponde "non mi interessa, non mi va".


    Paolo allora decide di vuotare il sacco almeno in videochiamata e le comunica che c’è qualcosa che deve sapere che è successa in questi mesi. Lei risponde "ormai è un po' tardi, il momento è passato e non voglio più tornare indietro. Non penso che sia una cosa buona sentirci e sapere questa cosa".


    Paolo ormai sta male, è nella casa in cui viveva con Martina solo e sconsolato. Sa di essere stato un c∙∙∙∙∙∙e e sa di aver sbagliato. E' deluso perchè Sarah in tre settimane lo ha dimenticato anche se sa bene che si è comportato da matto scatenato per via dei suoi sensi di colpa. Paolo ha dolori di stomaco ogni giorno e non se lo perdonerà mai.


    Aiutatemi ad andare avanti, vi prego non siate duri con me perchè lo sono già io con me stesso. Sto male. ?(

  • Qubit

    Approved the thread.
  • Ciao, la huesera. Grazie per la risposta.


    Ora mi viene molto difficile, sono sincero. Entrare liì mi genera un dolore lancinante, mi mancherebbe Sarah ancora di più. Anche solo a parlarne ti giuro che ho dolore di stomaco :(


    E’ sicuramente un consiglio che prenderò in considerazione in futuro quando spero starò meglio.

  • Dopo aver letto la storia credo che un periodo di solitudine obbligata sia la cosa migliore che ti potesse capitare perché "da te" non sei riuscito a gestirla, quindi la vita ti ha forzatamente messo nella via sì dolorosa, ma penso quella più educativa, quindi ti suggerisco di vivere questo momento come una fase di crescita e di nuova consapevolezza, comunque sia non era realistico passare da una relazione all'altra (che poi avrebbe dovuto funzionare) con le dinamiche che hai descritto, questo epilogo era forse l'unico possibile. Se il tuo destino è legato a Sarah avrai modo di risentirla, per il tuo e il suo bene senza contaminazioni di irrisolti, paure, egoismi, ma certamente adesso non aspettartelo. Inoltre avrai anche modo di affrontare il distacco definitivo con Martina perché al netto dei vostri problemi di coppia non penso meritasse di essere accantonata con un colpo di spugna nel nome del sentimento (lecito per carità) nei confronti di Sarah.

  • Ciao Juniz, grazie mille per il messaggio. Posso solo chiederti una cosa?

    Il mio dolore lancinante è sì dovuto a Sarah, alla sua assenza ma anche al fatto che non conosca la verità. Ho cercato quando sono tornato di organizzare un incontro solo per dirle questa cosa e non c'è stato verso.

    Pensi che sia giusto fare in modo che sappia comunque il tutto anche magari con uno scritto?

  • A mio avviso è meglio rispettare la sua volontà di non voler sapere, da parte tua farle arrivare un messaggio con queste informazioni potrebbe essere un'altra decisione per lei forzata e "unilaterale" come quando le hai chiesto la pausa e che l'avresti ricontattata tu.


    Se un giorno aprirà uno spiraglio magari le scriverai e se sarà disponibile parlerete anche di questo... ma quando sarete tutti più a "freddo".

  • Ok Juniz ti ringrazio davvero. È difficile capire cosa sia la cosa giusta ma sicuramente la tua opinione a freddo è più sensata della mia che sono in confusione totale visto che mi manca totalmente la terra sotto i piedi.


    Voglio per loro tutto il bene possibile, è stato terribile ferirle. Mi mortifica aver detto tutte quelle bugie, non me lo perdonerò mai. È ancora più difficile sapere che, se mai dovesse tornare (poco probabile), dovrei dirle prima questa cosa e con ogni probabilità la perderei comunque.


    Oggi le ho scritto addio e le ho detto che sono pronto in qualsiasi momento di darle spiegazioni e che c’è qualcosa che non sa. Spero solo sia felice.

  • Se Sarah ti ha "dimenticato" in poche settimane è meglio non avere iniziato niente, in fondo la storia è stata solo virtuale; certamente vi conoscete bene dopo mesi di chiamate e messaggi e qualche incontro ma di fatto non avete e non avreste potuto se non difficilmente vivere la quotidianità. Forse l'hai anche idealizzata questa storia.

    Il tempismo, fondamentale, probabilmente è mancato nella vostra vicenda.

    Comprensibile il dolore che stai provando che - azzardo - forse contiene anche tutto quel "non vissuto" con lei. E' normale tu stia male ma ti sei comportato nel modo migliore possibile cercando di non ferire nessuno, ci sta. Datti il tuo tempo e come ti hanno già scritto secondo me ti può essere utilissimo un periodo senza nessuna delle due ragazze.

  • Tutto vero MissMarple, grazie per aver capito non sai quanto mi fa stare meglio. Sei molto gentile.


    Sì, il dolore maggiore è il non vissuto. L'aver sofferto per 5 lunghi mesi e non aver condiviso praticamente nulla se non lunghi pensieri.


    Penso anche io che avermi dimenticato così in fretta, in quelle tre settimane, debba essere appiglio cui aggrapparmi per evitare di idealizzare la cosa.


    Sarah quando sono tornato è stata molto cattiva ma mi ha detto "non voglio sminuire ma ci siamo visti solo una volta". Peccato che nel frattempo io avessi mandato all'aria la storia reale che avevo. Mi ha fatto molto male.

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!

Hot Threads

    1. Topic
    2. Replies
    3. Last Reply
    1. Come uscire dalla condizione di single 893

      • Postosuchus
    2. Replies
      893
      Views
      28k
      893
    3. fran235

    1. Scoperta inaspettata su di lei, non so come comportarmi 18

      • OurKid
    2. Replies
      18
      Views
      920
      18
    3. Evelyn91

    1. La mia compagna ha interrotto i rapporti coi miei genitori 273

      • alexb
    2. Replies
      273
      Views
      8.5k
      273
    3. ipposam

    1. Mi sto accontentando... E nemmeno molto contento? 75

      • Oltre_la_rupe
    2. Replies
      75
      Views
      2.7k
      75
    3. Oltre_la_rupe

    1. Sono in un loop di autodistruzione: come dimenticare una persona? 7

      • Nana K
    2. Replies
      7
      Views
      337
      7
    3. Nana K

    1. Non tollero più mio marito ed il matrimonio a distanza 35

      • Thinkpositive
    2. Replies
      35
      Views
      998
      35
    3. bruce0wayne