Tabù delle professioniste del sesso a pagamento. Ma io non ci casco

  • Però quello che mi rimane a livello filosofico è che alla fin fine è tutto un mero dannato scambio: dal rapporto mercenario fino a quello platonico.

    Non pretendo che sia la verità eh, però bohhh...sarà il mio nichilismo, il mio vissuto, le disillusioni della vita, chissà...

    L'amore "mistico", quello slegato da scambio, o da tutti i giochi della personalità che vuole possedere, dominare, manipolare e soprattutto è pienissimo di aspettative: non è oggettivabile a mio avviso, è la pienezza che ti sale l'anima e dura pochi istanti. Non lo si può trovare fuori ma solo dentro se stessi.


    Io sono del parere che aneliamo per natura alla fusione, al superamento di noi stessi e della nostra solitudine di soggetti fragili in un mondo avverso, l'amore è il compimento di una compenetrazione profonda ed è nostalgia di questo anelito, ma per convincerci deve avvenire a livello di anima, altrimenti percepiamo seppur inconsapevolmente che c'è qualche "programma" artificiale di mezzo: che sia uno scambio, che sia un giochetto fra due personalità che si vogliono dominare... Non è un caso che l'innamoramento è una magia che dura molto poco e il momento effettivo in cui ti innamori, dura ancora meno, tutto il resto è un costrutto a seguito dello choc che l'ego ha ricevuto vivendo un'esperienza che non sa comprendere.


    Tu dirai: ma come si fa a sapere che non ti sei innamorata solo perché era "belloccio". Quando ti prende un colpo di ormone ad un certo punto passa e tutto finisce nel nulla, fino all'indifferenza... E' proprio tipico di queste attrazioni finire in questo modo, non lasciano traccia.


    Poi ci sono altri incontri, l'effetto apparentemente è lo stesso: ma con il tempo ci si accorge che l'aspetto fisico è una spiegazione che la personalità cerca di dare a un fenomeno che non sa in realtà comprendere, ma è avvenuto qualcos'altro a un livello più profondo. Lo si capisce quando queste storie muovono travagli e sofferenze che non sono più giustificabili per l'aspetto fisico o per altri presunti vantaggi che ad un certo punto potrebbero non esserci.


    Non è un discorso romantico, non sono storie felici o facili, sono quelle esperienze che ti fanno capire che sappiamo pochissimo di noi stessi... e siamo in questo mondo per scoprirlo.

  • io ho un caratteraccio quindi non sono adatto a sopportare una partner e non mi ci vedo in coppia.

    Aspetta Giuseppex, intanto non penso tu abbia un caratteraccio, probabilmente hai solo caratteristiche che pochi sanno cogliere, ed in questo sta la loro preziosità.

    Mi permetto con tutta la modestia del caso di affermare che ne ho notate qualcuna da quando partecipo a questo Forum.

    Scrivo questo perchè pensavo le stesse cose tue, anche peggio, rifiutando a priori qualsiasi approccio, non volevo proprio più saperne di relazioni con esseri umani, e questo è durato anni ed anni.

    E poi...poi è accaduto l'incredibile, l'ineluttabile, le mie saracinesce che ritenevo invalicabili sono crollate una ad una con una facilità imbarazzante, ed ho compreso che non ero libero come mi illudevo di essere, al contrario: soffocavo nella mia scintillante, perfetta, fredda, nichilista prigione di solitudine.


    Questo per dirti: tieni l'uscio socchiuso, od almeno non mettere il chiavistello, che se qualcosa deve accadere permetti che accada. ;)

  • Io penso di capire cosa intendi giuseppex, non stai protestando contro l'ingiustizia cosmica nei confronti dei brutti, stai solo esponendo il concetto della "Natura Economica": madre natura è basata sull'economia nel senso lato e non monetario del termine, quindi equipari l'economia naturale all'economia del denaro nel buisness della prostituzione. Ebbene sì, la natura è di base economica non morale, ti faccio un esempio a riguardo: al concetto sempre oggigiorno morale di buono e cattivo in natura da dove tutto si è originato, buono è ciò che fà la nostra economia, ossia ciò che ci porta un vantaggio, cattivo è ciò che procura uno svantaggio "economico lato". Perché riteniamo che un serial killer sia "cattivo? Perché la sua condotta rischia di apportare uno svantaggio "economico" in senso lato tramite la morte, una perdita di valore che la vita rappresenta.


    Tu denunci un'assenza di moralità nella ricerca di un partner bello, equiparabile all'assenza di moralità nella prostituzione, in quanto cercare il bello nasconde una natura di vantaggio economico nel senso lato del termine equiparabile, concettualmente ad un vantaggio monetario. L'economia è un concetto lato e non solo monetario, fatto di scambio di vantaggio e svantaggio, ai tempi del baratto penso fosse più chiaro. Aggiungo: rientra nella stessa categoria anche l'amare solo uomini o solo donne, io sono donna etero, ma molti anni fà ammetto di essermi innamorata, ricambiata, di una mia amica, però non avevo attrazione fisica verso di lei, di fronte allo "svantaggio economico" ho dunque preferito evitare di concretizzare, nonostante ci abbia lasciato una fetta di cuore perché sapevo che se si fosse poi presentata una persona di genere maschile per cui avessi provato, oltre all'attrazione spirituale anche un interesse economico fisico, avrei cinicamente finito per lasciare lei, e non c'è nulla di morale in questo. Quindi capisco il tuo paragone.


    Io ho un amico storico e una persona che mi piace, del mio amico storico non sono attratta esteticamente, verso la persona che mi piace sì, e davvero mi sono chiesta quanto della mia attrazione verso l'interiorità di uno rispetto all'altro sia condizionata dall'estetica. Ci ho paranoiato a lungo, anche se in realtà nel mio caso posso affermare che mi sento abbastanza in pace in quanto anche se invertissi l'aspetto esteriore dei due, non penso ripeterei la scelta che ho fatto con la mia amica.

  • I tuoi genitori che coppia ti hanno fatto osservare?

    Bella domanda... :)


    Il thread se devo dirla tutta trova ispirazione da lì.


    I miei genitori mi hanno fatto osservare una coppia asfissiante e claustrofobica...o meglio mia madre nei confronti di mio padre.

    Cioè mia madre per come ha sempre tenuto mio padre al guinzaglio, e lui ha sempre chinato il capo, mi ha fatto rigettare pesantemente il concetto di coppia uomo-donna. Ed attenzione non il rigetto delle donne in generale, da qui l'accusa di misoginia che qualcuno mi ha rivolto (inevitabile comunque) l'ha rigetto, ma proprio il rapporto uomo-donna.

    A mia madre non sai quante volte ho detto: "guarda che il comportamento che hai con mio padre, è un pessimo incentivo per trovarmi una compagna!!!"

    Non l'ha mai capito ed ha sempre risposto che andava bene così.

    Ma se fossi stato io al posto di mio padre _sottoscritto che al suo contrario non china il capo_ l'avrei mandata al diavolo dopo 2 settimane.


    Poi in aggiunta anche le notizie di gente più o meno mia coetanea che dopo aver trovato il grande ammmore, con annesso matrimonio fastoso e chi rimane single è uno sfigato...me li ritrovo quasi tutti con separazioni, avvocati, tribunali, assegni di mantenimento, case contese, figli (se ci sono) sballottati qua e là , ecc. ecc.


    Insomma... ^^


    Questo è il quadro, un quadro non proprio allettante.

    Tu dirai: ma come si fa a sapere che non ti sei innamorata solo perché era "belloccio". Quando ti prende un colpo di ormone ad un certo punto passa e tutto finisce nel nulla, fino all'indifferenza... E' proprio tipico di queste attrazioni finire in questo modo, non lasciano traccia.

    Va bene mi fido.

    Poi ci sono altri incontri, l'effetto apparentemente è lo stesso: ma con il tempo ci si accorge che l'aspetto fisico è una spiegazione che la personalità cerca di dare a un fenomeno che non sa in realtà comprendere, ma è avvenuto qualcos'altro a un livello più profondo. Lo si capisce quando queste storie muovono travagli e sofferenze che non sono più giustificabili per l'aspetto fisico o per altri presunti vantaggi che ad un certo punto potrebbero non esserci.


    Non è un discorso romantico, non sono storie felici o facili, sono quelle esperienze che ti fanno capire che sappiamo pochissimo di noi stessi... e siamo in questo mondo per scoprirlo.

    Speriamo.

    Ti ringrazio per queste belle parole, sei un amico. <3

    Io penso di capire cosa intendi giuseppex, non stai protestando contro l'ingiustizia cosmica nei confronti dei brutti, stai solo esponendo il concetto della "Natura Economica"

    Si era questo il concetto che volevo esprimere.


    Grazie anche a te per avermi capito. Solo una domanda su questo:

    Io ho un amico storico e una persona che mi piace, del mio amico storico non sono attratta esteticamente, verso la persona che mi piace sì, e davvero mi sono chiesta quanto della mia attrazione verso l'interiorità di uno rispetto all'altro sia condizionata dall'estetica. Ci ho paranoiato a lungo, anche se in realtà nel mio caso posso affermare che mi sento abbastanza in pace in quanto anche se invertissi l'aspetto esteriore dei due, non penso ripeterei la scelta che ho fatto con la mia amica.

    Cioè tu sceglieresti comunque l'interiorità a discapito dell'estetica? O il contrario? Questo non ho capito...

  • Grazie anche a te per avermi capito. Solo una domanda su questo:

    Cioè tu sceglieresti comunque l'interiorità a discapito dell'estetica? O il contrario? Questo non ho capito...

    L'estetica mi attira come per tutti, ma poi quando sono innamorata non conta più, è solo la ciliegina ma se viene a mancare non mi interessa. Infatti devo dire la sincera verità, che anche con la mia amica tante volte mi sono chiesta se ho fatto la scelta giusta o se dovevo ascoltare i sentimenti mandando al diavolo il sussurro della razionalità, che mi diceva che sarebbe finita male.

  • Quindi il mio interrogativo nasce su questo: queste sono tanto meglio delle prime?

    Spiego...

    Il primo tipo di donna si dice che è materialista perchè va appresso ai soldi, mentre il secondo tipo non è materialista perchè...perchè...chissà! ?(

    No invece per me sono materialiste uguali per il fatto che scelgono _o meglio si offrono al_ il migliore esteticamente sul mercato, quindi è sempre una scelta vantaggiosa o se vogliamo un guadagno materiale.

    Anche la De Filippi avrà valutato di ottenere dei vantaggi anche economici dal matrimonio con Costanzo, che bello non era, e in generale anche un uomo giovane e avvenente può investire nella propria bellezza fisica o giovane età per ottenere gli stessi vantaggi.

    Vedi il compagno di Cecchi Paone che si è trovato catapultato in televisione e sulle riviste di gossip.

    È la società stessa ad incentivare queste dinamiche ma non credo sia mai stata una questione di sesso.

    Meno che mai oggi in cui si vuole rendere "fluido" anche quello.

  • Ci sono donne che mettono in vendita il loro corpo: male, molto male, malissimo.

    E fin qui ci siamo, ma...

    Non so se qui tu esprima la tua opinione o dia voce a quella della società, posso dire che senza prostituzione tante persone con problemi, tipo quella che scrive in questo momento, non avrebbero mai fatto certe esperienze.

    La prostituzione è un lavoro, io lo regolamenterei per il bene di chi lo sceglie, e anche dei clienti.

    Poi noto che quando si parla di prostituzione tutti a sottolineare come svilirebbe le donne, ma ricordiamoci che ci sono tantissimi transessuali che fanno questo mestiere, e pare che gli uomini italiani li apprezzino molto...

  • Ma non ero sarcastico. La differenza e' quella. La prostituta e' interessata ai soldi, mentre la donna materialista (o la donna in genere) e' interessata all'UOMO che ha i soldi. E' una bella differenza. Voglio dire, escludendo alcuni casi estremi, le donne che si innamorano di persone ricche e famose secondo me sono innamorate veramente. I casi estremi possono essere le ventenni che si innamorano di Berlusconi, li' e' veramente troppo probabile che lo facciano solo ed esclusivamente per i soldi, rendendole assolutamente identiche alle prostitute. Ma i casi meno estremi sono quelli in cui una donna si innamora di chi ha un "banale" stipendio da 5000 euro, invece che innamorarsi di chi va a avanti a contratti da 800 euro al mese. In questi casi non credo che la donna sia come una prostituta, perche' in questi casi sorgono sentimenti spontanei che non hanno bisogno di essere simulati. Cioe', visto da un uomo la spiegazione pare essere "sta con lui solo per i soldi", ma vista dalla donna la spiegazione e' veramente "mi piace lui piu' dell'altro". E quando la donna dice "non sto con lui per i soldi, mi piace veramente lui come persona" e' veramente quello che crede e che sente, perche' la loro testa funziona cosi'.


    Se vuoi capire meglio il discorso puoi pensarla dall'altro lato, quello maschile, dove il meccanismo e' uguale ma funziona con la bellezza fisica invece che coi soldi. Una donna bella viene spesso percepita dall'uomo come molto piu' simpatica e intelligente di quanto realmente sia, al punto che i maschi si ritrovano a sorridere a quello che dice senza nemmeno accorgersene. Quindi quando un uomo si innamora di una donna oggettivamente poco interessante, ma molto bella, e pensa che lei sia "interessante", lo pensa veramente, perche' la vede interessante.

    Posso lanciare una provocazione?


    La donna che si innamora dell'uomo di successo perchè trova in lui delle qualità che glielo fanno amare, qualora quest'uomo cadesse in disgrazia, lo amerebbe lo stesso e allo stesso modo?


    Le puntate sono aperte, fate il vostro gioco :)


    Update per par condcio:


    L'uomo che si innamora della bella ragazza/donna, qualora questa ingrassi di 20 chili in 2 mesi, la continuerebbe ad amare allo stesso modo?


    Questo per dire che per me, la donna che mette al primo posto il successo dell'uomo, così come l'uomo che mette al primo posto la bellezza della donna, sono persone diverse e in un certo senso più "superficiali" rispetto a persone che mettono ai primi posti altri parametri e, di conseguenza, le relazioni basate su tali presupposti potrebbero essere meno "solide" rispetto ad altre basate su altri parametri.

    Ovviamente trattasi di opinione personale. Ciao.

  • La donna che si innamora dell'uomo di successo perchè trova in lui delle qualità che glielo fanno amare, qualora quest'uomo cadesse in disgrazia, lo amerebbe lo stesso e allo stesso modo?

    In pochi casi Sì, in tutti gli altri no.

    C'è anche abbastanza letteratura in materia da poter dare per scontato che l'interesse per l'uomo di successo è un interesse complessivo. Se viene a mancare un parametro fondamentale ci sta anche che cambi il sentimento.


    L'uomo che si innamora della bella ragazza/donna, qualora questa ingrassi di 20 chili in 2 mesi, la continuerebbe ad amare allo stesso modo?

    Senza considerare vincoli strozzanti come quelli del matrimonio,

    in parecchi casi Sì, in molti altri no.

    In "aiuto" al sentimento maschile c'è il fatto che questo tendi a innamorarsi della persona in quanto tale e non del contorno che la contraddistingue. L'ossessione per il corpo della propria amata annebbia in modo funzionale la mente quel tanto che basta per tenere insieme il legame.

    A titolo di argomentazione uso come "prova" il fatto che nei luoghi di discussione a tema sessuale siano in tantissimi gli uomini che si vantano delle loro splendide donne che a un occhio non innamorato appaiono non propriamente in forma.


    Questo per dire che per me, la donna che mette al primo posto il successo dell'uomo, così come l'uomo che mette al primo posto la bellezza della donna, sono persone diverse e in un certo senso più "superficiali" rispetto a persone che mettono ai primi posti altri parametri e, di conseguenza, le relazioni basate su tali presupposti potrebbero essere meno "solide" rispetto ad altre basate su altri parametri.

    Ovviamente trattasi di opinione personale.

    Il fatto che siano "superficiali" come preferenze e condotte non significa che siano necessariamente "sbagliate" o da considerare unicamente secondo una categorizzazione negativa.


    Quello che mettiamo al primo posto nelle preferenze relazionali non dipende sempre e solo da una volontà. A volte sono preferenze innate a cui si può far poco per modificarle.


    Certamente l'estetica e il successo sono meno "solidi" di quello che una persona è dentro. La Gregoraci però ha fatto il colpo perfetto con Briatore: coppia, matrimonio, figlio, separazione.

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!

Hot Threads

    1. Topic
    2. Replies
    3. Last Reply
    1. Chiedete lo scontrino? Riflessioni su coesione civile e responsabilità fiscale 79

      • Proxima Centauri
    2. Replies
      79
      Views
      1.8k
      79
    3. Acronimo

    1. Avete mai scoperto di essere stati traditi? E come l'avete presa? 38

      • Lupettadibosco
    2. Replies
      38
      Views
      1.4k
      38
    3. bluesky30

    1. Come apprezzare meglio ciò che si ha? 55

      • Gigione
    2. Replies
      55
      Views
      1.6k
      55
    3. bruce0wayne

    1. Tutto sulle emozioni: a cosa servono? 45

      • diverso
    2. Replies
      45
      Views
      1.3k
      45
    3. Garden

    1. Riflessioni sull'eutanasia 41

      • tici2
    2. Replies
      41
      Views
      790
      41
    3. uchiha93

    1. Caro Papà... Elaborazione del Lutto 26

      • Saritta
    2. Replies
      26
      Views
      989
      26
    3. ipposam