Tabù delle professioniste del sesso a pagamento. Ma io non ci casco

  • Questa è una questione che bisogna dirimere una volta per tutte...


    Ci sono donne che mettono in vendita il loro corpo: male, molto male, malissimo.

    E fin qui ci siamo, ma...

    Ci sono altre donne che non mettono in vendita il loro corpo ma si danno al belloccio di turno...

    Quindi il mio interrogativo nasce su questo: queste sono tanto meglio delle prime?

    Spiego...

    Il primo tipo di donna si dice che è materialista perchè va appresso ai soldi, mentre il secondo tipo non è materialista perchè...perchè...chissà! ?(

    No, invece per me sono materialiste uguali per il fatto che scelgono _o meglio si offrono al_ il migliore esteticamente sul mercato, quindi è sempre una scelta vantaggiosa o se vogliamo un guadagno materiale.

    Però non si capisce perchè il primo tipo di donna è vista come una poco di buono ed invece la seconda è una innamorata vera e sincera...anzi no è quasi considerata una Santa Maria Goretti.

    Non capisco questo stranissimo ed assurdo doppio standard...

    Qualcuno me lo spiega?


    Ora via con il flame... ^^

  • Per me si tratta di due dimensioni molto diverse e non sovrapponibili. La sex worker offre un servizio e tutta la relazione (lavorativa) con l'uomo-cliente, si svolge all'interno della cornice domanda-offerta del mercato della prostituzione. La sex worker deve trovare il giusto compromesso fra guadagno, la sua politica di lavoro in cui probabilmente decide lo "standard" del suo cliente, e l'assicurarsi una clientela sufficiente.


    Nel mercato delle relazioni (termine che odio e di cui prendo intellettualmente le distanze ma è per intenderci) ci sono molte più variabili:

    - L'uomo non è del tutto passivo nel farsi scegliere anche se in linea generale la donna ha più margine di selezione. Le persone tendono a selezionarsi entro sistema di criteri che le rendono in qualche modo simili. Al netto della bellezza estetica difficilmente l'attrazione fra persone che provengono da realtà sociali assai diverse funziona.


    - tutti protendiamo naturalmente alla bellezza, ma innamorarsi della persona solo perché esteticamente bella, penso ci voglia uno stato di coscienza immaturo, e dato che la vita non ammette immaturità perché è contro l'evoluzione della coscienza stessa, ciò che non "evolve" prima o poi si autodistrugge. Di questo sono convinta perché siamo come i salmoni che risalgono la corrente e non esiste la possibilità di trovare il proprio "angolo" tranquillo, o la propria "bolla", o nuoti risalendo la corrente (e quindi aumentando la tua consapevolezza) o la vita ti porta come un salmone morto a riva. In altre parole non ci sono vantaggi nelle relazioni se non in apparenza. Scegli un uomo per soldi? Questo comporterà un karma, anche sceglierlo solo per desiderio carnale avrà per diretta consenguenza un altro karma... ma in verità tutte le relazioni mettono di fronte "un percorso" da risolvere. Alla fine è come lo specchio, lo compri perché altrimenti non puoi vederti. Quando l'attrazione funziona da entrambi i poli l'altro ti rimanda immediatamente tutto quello che di te stesso non sai, ed è quello che fa anche molto soffrire.


    - di consenguenza per me non c'è giudizio (meglio o peggio) ma ci sono solo persone che hanno bisogno di "crescere", per dirla in termini psicologici, e ciascuno secondo i suoi tempi e le sue possibilità, ma nessuno può realmente "fregare" le cosidette "leggi universali"... al massimo può chiudersi in una gabbia dalle sbarre invisibili. Molte relazioni cosidette "felici" non sono altro che questo, un luogo dove due ergastolani giocano la stessa partita di carte da anni senza mai rimescolare il mazzo.


    Basti leggere la sezione "relazioni di coppia" per capire quanto lavoro c'è da fare e cosa comporta prendere le scorciatoie pensando di "vincere facile", che nella logica delle relazioni vuol dire "vivere secondo le proprie convinzioni"... La felicità dura il primo mese, dopodiché bisogna alzarsi le manichine e mettersi a lavorare...

  • Semmai la prostituta è paragonabile alla donna che si concede stabilmente ad un uomo, pur trovandolo sgradevole fisicamente (per bruttezza, vecchiaia o quello che volete), puramente per soldi o comunque per vantaggi economici (avanzamenti di carriera e simili). La differenza fra le due situazioni (entrambe lecite, è da dire, perché prostituirsi di per sé è perfettamente legale) è molto labile, più o meno la stessa fra acquistare un biglietto per uno spettacolo o una partita e prendere l'abbonamento per tutta la stagione. Possiamo vedere tutto questo come immorale, ma è tutto lecito finché non si viola una qualche norma.


    Non vedo invece nulla di immorale nel fatto che una donna si conceda ad un uomo esteticamente di suo gradimento. Faresti sesso con una donna che trovi orribile? Purtroppo per chi è brutto come il sottoscritto, buona parte del gioco nell'amore e nel sesso sta nell'attrazione fisica.

  • Se non c'è uno scambio di soldi, ma solo di estetica: è tutto legittimo e naturale.


    Scegliere un partner esteticamente bello mettendo in mostra le proprie doti estetiche è naturalissmo.


    In realtà sarebbe naturale anche se ci fosse uno scambio di valore monetario. In quel caso però la cosa verrebbe coperta dalla convenzione sociale che impone di non rilevare quel tipo di compravendita.

    Omnis mendaciumo. Bis vincit qui se vincit in victoria. Re sit iniuria.

  • tutti protendiamo naturalmente alla bellezza

    Esatto, e la bellezza comunque la mettiamo è un valore, un po' come i soldi...voglio dire un quadro di Van Gogh vale molto in denaro perchè bello.


    ma innamorarsi della persona solo perché esteticamente bella, penso ci voglia uno stato di coscienza immaturo, e dato che la vita non ammette immaturità perché è contro l'evoluzione della coscienza stessa, ciò che non "evolve" prima o poi si autodistrugge.

    Infatti chi corre appresso all'estetica _e ce ne sono_ non è che è tanto diverso da un mercenario...

    Da qui l'autodistruzione, l'involuzione, ecc.


    Ma comunque in generale io sono d'accordo con quello che dici, il punto che ho sollevato è un altro e lo dimostro rispodendo/chiedendo a queste affermazioni:


    Non vedo invece nulla di immorale nel fatto che una donna si conceda ad un uomo esteticamente di suo gradimento.

    Se non c'è uno scambio di soldi, ma solo di estetica: è tutto legittimo e naturale.

    Perché:?::?::?:


    Se non si fosse capito qual è la morale o filosofia o antropologia che sta dietro a questa cosa che se una la da ad un brutto per soldi è il male ed invece se una la da a un belloccio per soddisfazione personale _perchè sessualmente è più appagante consumare con un belloccio che con un brutto_ è naturale, bello, figo, fantastico, moralissimo, ecc ecc???


    In realtà sarebbe naturale anche se ci fosse uno scambio di valore monetario.

    Addirittura... 8|


    In quel caso però la cosa verrebbe coperta dalla convenzione sociale che impone di non rilevare quel tipo di compravendita.

    Apperò! ^^


    Faresti sesso con una donna che trovi orribile?

    Guarda che questa domanda porta acqua al mio mulino.

  • Quindi tu la vedi in questo modo: è immorale che le donne "non la diano" a uomini brutti, e che invece la diano a uomini belli per pura gratificazione personale. Che poi il sesso si faccia principalmente per gratificazione personale è secondario. Proponi che le donne siano obbligate per legge al sesso di cittadinanza con gli uomini brutti e ristabiliamo la morale e il buon costume. :D

  • Mia opinione personale, la prima non sceglie (o meglio magari adotterà dei minimi criteri, come la pulizia e igiene, ci mancherebbe), è appunto un lavoro. La seconda, anche se non tutti la possono condividere, è comunque una scelta, almeno in una fase della vita, poi si cambiano i gusti, e meno male direi :)

  • è immorale che le donne "non la diano" a uomini brutti

    No non è immorale.

    che invece la diano a uomini belli per pura gratificazione personale

    Non è immorale nemmeno questo, ma...


    Se è immorale che la diano ai brutti per soldi è immorale anche che la diano ai belli per il cranio facciale, i muscoli e l'altezza.

    Cioè il punto che voglio sottolineare è che è tutto un dai e ricevi: uno ti da i soldi>vantaggio un altro ti da il bel faccino>vantaggio.

    Come la giri giri è tutto uno scambio che deve essere vantaggioso per le parti...

    Però non si sa perchè quando ci sono di mezzo i soldi _ ed anche favoritismi materiali vari_ parte il tabù:!:


    Il rapporto uomo-donna è da sempre basato su questo scambio o questi generi di scambi...non a caso in alcune tribù primitive fino a poco tempo fa la prostituzione era come bersi un bicchiere d'acqua, questo per sottolineare la normalità.

    E di più nel regno animale, non ne parliamo: in una particolare specie di scimpanzè le femmine si concedono al capobranco per sopravvivere, o le leonesse che praticamente il loro rapporto con i maschi è solo ed esclusivamente basato sulla prostituzione; e nonostante ci diciamo che la prostituzione sia innaturale quelle specie lì vanno avanti così da sempre.

    Noi invece ci siamo inventati le sovrastrutture...

    Che poi il sesso si faccia principalmente per gratificazione personale è secondario.

    No invece è primario, forse per questo non ci capiamo? Secondo me sì.

    Ma poi...

    Credi che due che hanno il famoso colpo di fulmine e scatta immediatamente la passione, il fuoco ecc...dopo 2 o 3 settimane non finiscono per stufarsi e forse pure per odiarsi come un cliente stufo dei missili della solita prostituta, e della stessa che odia di default il cliente?

    Ho pure esagerato con le 2 settimane perchè in certe discoteche o locali dura dalla sera al mattino...

    E però vuoi mettere...c'era attrazione fisica!!! :D

    Proponi che le donne siano obbligate per legge al sesso di cittadinanza con gli uomini brutti e ristabiliamo la morale e il buon costume.

    No non m'interessa questo, io c'è l'ho con il doppio standard della morale comune...

    O il rapporto uomo-donna a 360° è tutta prostituzione o non c'è prostituzione.


    PS. io mai frequentato prostitute, ne voglio sdoganare il fenomeno, a me interessa solo il doppio standard applicato. ;)

  • Esatto, e la bellezza comunque la mettiamo è un valore, un po' come i soldi...voglio dire un quadro di Van Gogh vale molto in denaro perchè bello.

    Beh la bellezza ha vari livelli, per esempio i quadri di Van Gogh hanno una bellezza espressiva ma non sono esteticamente perfetti. Sul piano dell'estetica ci sono tante altre nature morte più belle dei Girasoli di Van Gogh o della sua camera (altro quadro) ma a livello artistico non hanno alcun valore.


    Protendiamo alla bellezza perché riconosciamo l'armonia, ma poi l'attrazione si svolge su tanti altri fattori inconsci, non è detto che una persona molto bella risulti attraente in maniera oggettiva a tutti.


    A mio avviso in adolescenza essendo gli ormoni il maggiore incipit, tutto il cosidetto "innamoramento" ha ragioni estetiche. Naturale che piaccia a tutti il bello/a della scuola, ragione per cui esiste appunto lo stereotipo.


    Se vuoi capire quanto è immatura una persona lo si può constatare da quanto è sensibile ai canoni mainstream di bellezza, specie quelli che tendono alla "perfezione" o alla moda, non a caso sono proprio gli adolescenti (e alla loro età è giusto così) che sono tutti uguali, tutti secondo la moda del momento, tutti con lo stesso ciuffo... e più sono "standard" più si trovano attrenti fra di loro. E' una fase.


    Con l'età e con una corretta maturazione si cambia perché anzitutto si assume coscienza di sé stessi, e le persone che rappresentano una dimensione troppo distante dalla propria anche a livello estetico difficilmente attraggono pur essendo "canonicamente" belle.


    Infatti chi corre appresso all'estetica _e ce ne sono_ non è che è tanto diverso da un mercenario...

    Da qui l'autodistruzione, l'involuzione, ecc.

    Voglio dire che dal mio punto di vista è un problema loro, non un problema generale ... Ciascuno paga il prezzo dell'illusione in cui cade.


    Se non si fosse capito qual è la morale o filosofia o antropologia che sta dietro a questa cosa che se una la da ad un brutto per soldi è il male ed invece se una la da a un belloccio per soddisfazione personale _perchè sessualmente è più appagante consumare con un belloccio che con un brutto_ è naturale, bello, figo, fantastico, moralissimo, ecc ecc???

    Una relazione non mercenaria presuppone reciprocità: vuol dire che il "belloccio" a sua volta è attratto dalla donna che l'ha scelto, a mio avviso in ambito naturale le forze tendono ad equilibrarsi, quindi l'attrazione avviene fra persone che hanno un grado di bellezza pari, spesso si assomigliano anche (se molto atletiche o invece sovrappeso finanche obese) che poi la bellezza non è, come dicevo sopra, solo estetica ma multifattoriale...

  • La realtà è molto semplice: se non entrano in ballo soldi o questioni del genere, tutti fanno sesso con persone che gradiscono fisicamente. Ci sono persone che sono fortunate e piacciono a quasi tutta l'umanità, e quindi hanno alta libertà di scegliersi il partner; altri (e sono la maggioranza) che piacciono a una minoranza di persone, e quindi devono faticare per trovarsene uno; un'ulteriore minoranza non piace praticamente a nessuno e può solo sperare nella madonna di Trevignano.

    Non c'è proprio nulla di sbagliato in una donna che vorrebbe far sesso con un uomo che piace a tutte, non capisco dove stia il paragone con la prostituzione. Ci sono uomini che piacciono alle donne più di te e di me e devi accettare il fatto che andrebbero a letto molto più volentieri con loro piuttosto che con te e me.

    Semmai, il tuo atteggiamento mi sembra derivare da quello che in inglese chiamano "self entitlement", cioè sentire di avere diritto a qualcosa, in questo di aver diritto all'amore e al sesso come il ragazzo belloccio. Ebbene, caro amico, questo diritto non esiste, nei paesi liberali nessuna legge lo prevederà mai, perché la norma può essere solo che ognuno deve essere del tutto libero di scegliere un partner; e il fatto che le preferenze estetiche delle donne si affollino su certi tipi di uomini invece che su di te è un fatto che devi accettare, più o meno come devi accettare che a molti italiani piace mangiare la pizza margherita e non piace la pizza all'ananas.

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!

Hot Threads

    1. Topic
    2. Replies
    3. Last Reply
    1. La visibilità nel forum 73

      • MissPanico3
    2. Replies
      73
      Views
      2.3k
      73
    3. Aiden il venerabile

    1. Donna che guadagna molto più del partner 15

      • Evelyn91
    2. Replies
      15
      Views
      567
      15
    3. bruce0wayne

    1. Perché la gente è st****a ma poi fa beneficienza? 13

      • Oltre_la_rupe
    2. Replies
      13
      Views
      400
      13
    3. Hawthorn

    1. E se il MIO suicidio potesse essere utile ad altre persone? 10

      • White_Phoenix
    2. Replies
      10
      Views
      270
      10
    3. ipposam

    1. Le persone più istruite sono più allenate all'autorità 36

      • giuseppex
    2. Replies
      36
      Views
      956
      36
    3. tici2

    1. Come trovare il senso della propria vita? 35

      • Penson
    2. Replies
      35
      Views
      1.1k
      35
    3. ipposam