Verginità e tabù

  • non è certo la fisicità il punto cardine, è il contatto con l'altro senza corazza ad un livello mentale profondo

    È una dinamica simmetrica, circolare, reciproca: il corpo innesca la mente che innesca il corpo che... etc etc ad oltranza.

    Alla fine tutto diventa una fusione olistica indistinta, un'emulsione come una crema catalana ben fatta.

    Il trigger iniziale per me è sempre di natura mentale/affettiva, poi necessito anche di consonanza fisica, per esempio una voce sgradevole è per me abbastanza repulsiva.

    Anche senza amore comunque sarebbe un essere umano quello dall'altra parte

    Certo, ma il rischio reificazione è dietro l'angolo.

    Io accetto l'altro, ma non posso dire altrettanto di ogni lato di me

    Questo è un problemone molto inibente secondo me, vale per la sessualità ma anche per ogni àmbito esistenziale.

    per quanto mi riguarda, è molto più appagante e intimo quando ci si conosce reciprocamente, quindi le prime volte sono sopravvalutate e minate da timori, mentre le volte successive possono essere più vissute proprio perché ci si esplora, ci si conosce.

    Concordo, infatti le prime volte per me sono sempre molto graduali, quasi caste.

    Spesso passo per uno tiepido, eppure non c'è nulla di più falso, ma tant’è, sono abituato a questo e molti altri equivoci nelle umane relazioni.

    Il tutto e subito contemporaneo non fa per me, è assolutamente anti-erotico.

    All'incontro successivo inventerei una scusa e me ne andrei a pescare trote, lo troverei più stimolante.

  • I professionisti sono stati al limite del ridicolo, insistevano tutti su quella boiata dell'autoaccettazione e sminuivano il problema, quasi come se fosse assurdo che mi sento così. Ho smesso completamente di andarci dopo che la seconda mi ha detto che a 26 anni (ne avevo uno in meno) sono ancora giovane e che non è tardi.

    Alla faccia dell'autoaccettazione, ODIO il mio corpo e la mia situazione sociale, esco di casa e vedo solo bei ragazzi circondati da ragazze. Non siamo neanche sui film o o social, è la realtà. Io invece, un cicciobombo che non sa mantenersi in forma ancora vergine a 27 anni (l'aumento di peso è stato dovuto allo stress della situazione) Quindi per me quanto diceva la psicologa era NULLO.

    Intanto per sopportare questa situazione prendevo dei farmaci sperimentali a base di stimolanti, altrimenti non mi alzavo neanche dal letto per la tristezza.

    tuttora mi prendo fiumi di caffeina in diverse forme, è l'unica cosa che funziona per controllare sia i miei impulsi alimentari sia per alzarmi l'umore. Ma almeno resto sul legale.

    E dire che ero partito con buoni propositi per la psicologa, ma se devo sentirmi dire di accettarmi, che l'aspetto non conta, che va bene essere vergini così tardi, ecc.... Era meglio se quei soldi li spendevo a zozze, almeno mi divertivo.

  • boiata dell'autoaccettazione

    Mi odierai, ma non è affatto una boiata, sempre che la psi abbia capito il vero senso del termine "accettazione".

    Se te lo ha venduto come "rassegnazione" forse ha sbagliato mestiere.

    Accettare è il primo, indispensabile passo per risolvere un problema, che deve essere inteso come provvisorio.

    Accettare non significa neppure negare, ma constatare la sussistenza di un problema ed elaborare soluzioni realistiche per andare oltre il problema.

  • Mi odierai, ma non è affatto una boiata, sempre che la psi abbia capito il vero senso del termine "accettazione".

    Se te lo ha venduto come "rassegnazione" forse ha sbagliato mestiere.

    Accettare è il primo, indispensabile passo per risolvere un problema, che deve essere inteso come provvisorio.

    Accettare non significa neppure negare, ma constatare la sussistenza di un problema ed elaborare soluzioni realistiche per andare oltre il problema.

    Ma hai letto le altre boiate che diceva? Che non c'è problema ad essere vergini, che l'aspetto non conta, che 27 anni non è tardi per il primo rapporto, ecc...

    Comunque me la vendeva così, come se niente che le dicessi fosse un vero problema.

  • mi ha detto che a 26 anni (ne avevo uno in meno) sono ancora giovane e che non è tardi.

    In effetti è un consiglio molto stupido, superficiale e generalizzante.

    Un ragazzo già a 20 anni può sentirsi "in ritardo" se non ha sperimentato il sesso e lo desidera ardentemente, e soprattutto se ha blocchi di natura emotiva che vuole superare; al tempo stesso, un 30enne (come stiamo leggendo anche qui sul forum) può non farne un dramma insormontabile, e attende con pazienza.

    esco di casa e vedo solo bei ragazzi circondati da ragazze.

    Guarda che però quando siamo focalizzati su una cosa, tendiamo a vedere in modo selettivo solo ciò che dà conferme al problema, ciò che percepiamo come il nostro opposto e perfetto, quello che pensiamo sia il modello ideale a cui non arriviamo.

  • In effetti è un consiglio molto stupido, superficiale e generalizzante.

    Un ragazzo già a 20 anni può sentirsi "in ritardo" se non ha sperimentato il sesso e lo desidera ardentemente, e soprattutto se ha blocchi di natura emotiva che vuole superare; al tempo stesso, un 30enne (come stiamo leggendo anche qui sul forum) può non farne un dramma insormontabile, e attende con pazienza.

    Guarda che però quando siamo focalizzati su una cosa, tendiamo a vedere in modo selettivo solo ciò che dà conferme al problema, ciò che percepiamo come il nostro opposto e perfetto, quello che pensiamo sia il modello ideale a cui non arriviamo.

    Sono perfettamente d'accordo su entrambe le cose. Io ho iniziato a farmene un problema già a 20 anni.

  • tuttora mi prendo fiumi di caffeina in diverse forme, è l'unica cosa che funziona per controllare sia i miei impulsi alimentari sia per alzarmi l'umore.

    Hai provato le pastiglie di libera vendita al glucomannano che si gonfiano dentro allo stomaco riempiendolo? Forse potrebbero esserti utili. Io di mio mangio poco, a volte non ho fame e salto proprio, ma letteralmente "avveleno" tutto quello che mangio con una tonnellata di spezie; se quello che mangi è ultra sapido, basta molto meno a soddisfare.

  • Hai provato le pastiglie di libera vendita al glucomannano che si gonfiano dentro allo stomaco riempiendolo? Forse potrebbero esserti utili. Io di mio mangio poco, a volte non ho fame e salto proprio, ma letteralmente "avveleno" tutto quello che mangio con una tonnellata di spezie; se quello che mangi è ultra sapido, basta molto meno a soddisfare.

    Ciao Garden! Buongiorno!

    Sisì, provate eccome anche di diverse marche, acqua fresca per me. Ma la mia è fame emotiva, quindi rispondo di più a qualcosa che agisca più a livello nervoso. In generale rispondo molto bene agli stimolanti, quindi se riesco a dosarli bene ne ottengo gran beneficio su tutto.

    Ma non voglio andare Off Topic, grazie mille per il consiglio comunque!

  • Ma hai letto le altre boiate che diceva?

    Certo che Sì.

    Come ho scritto, se negava o sminuiva o, peggio ancora, faceva del benaltrismo hai fatto benissimo a dire grazie e a non rivederci.

    Ma ribadisco che l'autoaccettazione nel senso che ho cercato di spiegare è un passaggio imprescindibile.

    Ho il sospetto che questa psi abbia le idee un pò confuse in materia, da quello che riporti.

    Per dirti, caro mio, è così, accettalo perché non puoi farci nulla, sarei capace pure io.

    Ma non te lo direi mai, anche perché non lo penserei.

    quando siamo focalizzati su una cosa, tendiamo a vedere in modo selettivo solo ciò che dà conferme al problema, ciò che percepiamo come il nostro opposto e perfetto, quello che pensiamo sia il modello ideale a cui non arriviamo.

    Quanta verità, e quanti problemi verrebbero risolti all'istante se di capisse veramente questo.

    Il problema è che non è facile essere obiettivi, specie con noi stessi.

  • Hai perfettamente ragione.

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!

Hot Threads

    1. Topic
    2. Replies
    3. Last Reply
    1. Disagio in alcune dinamiche sessuali 73

      • Artemisia.
    2. Replies
      73
      Views
      3.8k
      73
    3. tici2

    1. Rifiutata perché vergine 267

      • sempretriste_
    2. Replies
      267
      Views
      12k
      267
    3. Ailene

    1. Ancora vergine a 30 anni, come posso fare? 266

      • uchiha93
    2. Replies
      266
      Views
      13k
      266
    3. uchiha93

    1. Voglio che gli altri mi vedano nudo, perché? 165

      • Yuri N.
    2. Replies
      165
      Views
      7k
      165
    3. Garden

    1. Verginità e tabù 578

      • Angelab1989
    2. Replies
      578
      Views
      29k
      578
    3. bruce0wayne

    1. Le dimensioni contano? Verità e falsi miti sugli attributi maschili (e femminili) 209

      • Psycho Mantis
    2. Replies
      209
      Views
      10k
      209
    3. bruce0wayne