Vorrei sbarazzarmi definitivamente di una terza incomoda...

  • Buongiorno a tutti e auguri di buon anno,

    Ringrazio ciascuno di voi per avermi espresso la propria opinione e per avermi dato dei consigli. Vi aggiorno sulla mia situazione attuale: La scorsa settimana abbiamo discusso per un suo comportamento ricorrente, ovvero il fatto di adottare il silenzio punitivo ogni volta che qualcosa gli va storto. Un silenzio di giorni, poi lui si avvicina, fa il dolce e Io cedo credendo che lui abbia fatto un passo indietro. In realtà questo comportamento è pura manipolazione e gli ho urlato che non intendo tollerare più questo modo di fare e tante altre cose. Gli ho detto che se le cose tra noi vanno male è perché lui non comunica e non si impegna come si deve. Io sto facendo un percorso per recuperare la mia sicurezza ma sulla coppia si lavora in due e finora mi sono fatta carico solo io. Gli ho detto che è una gravissima forma di rispetto tenersi quella sul telefono e sbirciare gli stati, che lui è solo un illuso se crede che lei lo stimi come persona perché lei, se si è mostrata mite e comprensiva, lo ha fatto solo dopo averlo trattato male e al solo fine di continuare ad essere considerata da lui. Da giovedì gli rivolgo la parola solo per questioni di servizio, abbiamo anche organizzato la cena di San Silvestro con gli amici a casa nostra come già programmato. Il mio obiettivo è sempre recuperare la storia con lui ma come si deve e con il giusto rispetto. Se non mi dimostra davvero qualcosa di tangibile credo che una rottura sarebbe più deleteria per lui che per me. Io ho una casa di proprietà, lui una mansarda decadente. Io ho una schiera di parenti e amici che mi comprenderebbero e mi sosterrebbero, lui dovrebbe dare spiegazioni e avere tutti contro. Vi terrò aggiornati e ringrazio ancora ognuno di voi

  • Il tradimento è già indice che qualcosa non va. Non dico di buttare una storia per questo senza "Se" e senza "Ma", cerco di essere di larghe vedute in tal senso, però credo che da quel momento in poi ci sono tutti i presupposti per allontanarsi ... e non forzare più nulla, né con le maniere da samaritana (come hai fatto all'inizio) né con le maniere forti, come mi pare stai facendo adesso.


    Puoi recuperare forse il menage famigliare rimettendolo in riga, in superficie puoi forse ottenere più rispetto, ma si può ottenere così l'amore?


    Mi sembra più un figlio che un compagno. Prima l'hai trattato come un bambino, ora come un adolescente da "educare" ... Fossi in te, metterei da parte l'obiettivo primario di salvare la storia, questa non deve essere una causa, ma una conseguenza, il primo obiettivo dovrebbe essere capire che tipo di legame hai costruito con lui, venire quindi a capo delle disfunzioni che stanno alla base del vostro rapporto. Ma siamo oltre lo smascherare le manipolazioni e urlarglielo in faccia, si tratta di un lavoro che dovrai fare su te stessa, perché ti sei innamorata di un uomo infantile e che hai descritto come frivolo? Non è che forse ti aspetti da un uomo di cui conosci "l'essenza", una postura che non può avere poiché non gli appartiene? A volte lavorare sulla coppia può voler dire vedere senza veli, essere obiettivi, mettere da parte la coppia "a ogni costo" per prendere atto di cose che forse sono sempre state così e non le abbiamo volute vedere/accettare.


    Dopodiché potrai ristabilire un rapporto ma nella consapevolezza che il partner ha il suo percorso, e questo percorso non lo puoi forzare né si può far fare un salto quantico chiedendo più rispetto, o più impegno.


    Lascialo libero. Non cancella il numero della tipa? Se riesci a farglielo cancellare ma lui continua a pensare a lei, il gesto di rispetto ottenuto ti fa stare meglio? Non possiamo obbligare nessuno ad amarci ... Inoltre pure tu così facendo ti obblighi a restare in questa situazione, a farla funzionare necessariamente, con tutto il dispendio energetico che comporta, quando potresti anche tu liberarti da questo "gioco" che ha assunto tendenze malsane e distaccarti un po' da tutto quello che stare con lui ha comportato: aspettative, delusioni... Ciò che dico non coincide necessariamente con la separazione ma è una postura, ci si può disidentificare anche continuando a stare fisicamente assieme anche se è indubbiamente meglio allontanarsi per un periodo, prendersi una pausa. In tal senso ciò che non capisco è proprio la via della forza: una pausa magari non viene ben vista ma forzare finché la situazione non collassa per poi spedirlo nella mansarda decadente sì? Sei cosciente di quanta acrimonia rivelano queste tue parole? Non è un giudizio, ma per dire, come sarà più probabile che vada a finire, ovvero che vi separerete, seguendo questa linea del forzare.

  • Lascialo libero. Non cancella il numero della tipa? Se riesci a farglielo cancellare ma lui continua a pensare a lei, il gesto di rispetto ottenuto ti fa stare meglio? Non possiamo obbligare nessuno ad amarci ...

    È proprio ciò che gli ho detto. Gli ho detto che me lo sarei aspettato se è vero che mi ama come dice, ma che i miei desideri sono una cosa, la sua volontà è un'altra, perché non avrebbe avuto senso imporgli qualcosa che non vuole. Gli ho detto di smetterla di accusare me di non voltare pagina quando è lui a non farlo rimanendo legato a qualcosa che alimenta il suo ego senza impegnarsi davvero a rassicurare me. Io non volevo obbligarlo ma solo riconquistarlo perché è vero che quando l'ho conosciuto manifestava dei difetti ma mi sono innamorata della sua sensibilità, della sua determinazione e del suo senso di responsabilità. Fino ad un paio d'anni fa ero sicura del suo amore.

  • Sei cosciente di quanta acrimonia rivelano queste tue parole? Non è un giudizio, ma per dire, come sarà più probabile che vada a finire, ovvero che vi separerete, seguendo questa linea del forzare

    Il mio ultimo sfogo risulta essere carico di rabbia, dolore e soprattutto di un grande desiderio di rivalsa, di veder riconosciuto il proprio dolore e le proprie difficoltà ad affrontare un percorso di coppia esclusivamente con me stessa. Dopo queste righe ci sono stati giorni di silenzio in casa mia interrotti solo da comunicazioni di servizio. Fino alla mattina di giovedì in cui lui mi ha espresso la sua frustrazione nel sentirsi rinfacciare la stessa cosa nelle liti più varie. Dopo aver fatto sfogare lui gli ho espresso le mie ragioni con molta calma e l'ho invitato a mettersi nei miei panni soprattutto nel vedere di recente che lei non solo è tra i suoi contatti ma esiste interazione come se nulla fosse successo. Se a ciò seguono gesti di disinteresse nei miei riguardi è più che normale associare le cose. Dopo ciò ho rivisto in lui lo stesso sguardo di un anno fa, mentre mi esprimeva il suo pentimento dopo la mia scoperta. Come se si fosse svegliato da un torpore. La mattina seguente è venuto da me dicendo di amarmi. Nel discorso che gli ho fatto ho inserito anche molti elementi che lo contraddistinguono a dimostrazione del fatto che io lo conosco bene, l'ho invitato ad abbassare lo scudo e ad aprirsi con me che lo stimo realmente come persona con pregi e difetti anziché aprirsi con chi, nel mostrargli apprezzamento e stima, lo fa solo per avere in cambio attenzioni e sentirsi considerata. Spero che il suo avvicinamento sia sincero e cercherò di lasciarmi tutto alle spalle cercando comunque di stare attenta ai segnali.

  • Buongiorno a tutti e auguri di buon anno,

    Ringrazio ciascuno di voi per avermi espresso la propria opinione e per avermi dato dei consigli. Vi aggiorno sulla mia situazione attuale: La scorsa settimana abbiamo discusso per un suo comportamento ricorrente, ovvero il fatto di adottare il silenzio punitivo ogni volta che qualcosa gli va storto. Un silenzio di giorni, poi lui si avvicina, fa il dolce e Io cedo credendo che lui abbia fatto un passo indietro. In realtà questo comportamento è pura manipolazione e gli ho urlato che non intendo tollerare più questo modo di fare e tante altre cose. Gli ho detto che se le cose tra noi vanno male è perché lui non comunica e non si impegna come si deve. Io sto facendo un percorso per recuperare la mia sicurezza ma sulla coppia si lavora in due e finora mi sono fatta carico solo io. Gli ho detto che è una gravissima forma di rispetto tenersi quella sul telefono e sbirciare gli stati, che lui è solo un illuso se crede che lei lo stimi come persona perché lei, se si è mostrata mite e comprensiva, lo ha fatto solo dopo averlo trattato male e al solo fine di continuare ad essere considerata da lui. Da giovedì gli rivolgo la parola solo per questioni di servizio, abbiamo anche organizzato la cena di San Silvestro con gli amici a casa nostra come già programmato. Il mio obiettivo è sempre recuperare la storia con lui ma come si deve e con il giusto rispetto. Se non mi dimostra davvero qualcosa di tangibile credo che una rottura sarebbe più deleteria per lui che per me. Io ho una casa di proprietà, lui una mansarda decadente. Io ho una schiera di parenti e amici che mi comprenderebbero e mi sosterrebbero, lui dovrebbe dare spiegazioni e avere tutti contro. Vi terrò aggiornati e ringrazio ancora ognuno di voi

    Io penso che in fondo il tuo atteggiamento non sia sbagliato, è giusto provare a lottare e cercare di fargli capire i suoi sbagli, in ogni rapporto bisogna essere in due nel venirsi incontro, e in una situazione del genere, con un’altra persona di mezzo si può perdere la lucidità; lei è la novità, ovvio che appaia appetibile, ma è solo una fantasia nella sua mente, provare a riportarlo con i piedi per terra non credo sia un male.

    Di mio, penso che quando c’è un tradimento di mezzo la storia sia irrecuperabile, però apprezzo e ammiro il tuo amore così forte e la voglia di tenere in piedi la famiglia.

    D’altronde oggi come oggi tutti preferirebbero abbandonare e trovarsene uno nuovo piuttosto che provare con fatica a far funzionare una storia.

    Credo che tu meriti di meglio però puoi ancora tentare di ricostruire qualcosa, prova.

    E certo, devi mettere i tuoi paletti e farti rispettare. Non è imposizione, è rispetto.

    Però se vedi che persevera...lascialo andare.

    Nella mia testa, c'è sempre stata una stanza vuota per te...quante volte ci ho portato dei fiori, quante volte l'ho difesa dai mostri. Adesso ci abito io e i mostri sono entrati con me.

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!

Hot Threads

    1. Topic
    2. Replies
    3. Last Reply
    1. Un amore arrivato al capolinea? 13

      • MaleM
    2. Replies
      13
      Views
      403
      13
    3. bruce0wayne

    1. Lui pensa che abbia tradito la sua fiducia 10

      • Stellin3
    2. Replies
      10
      Views
      183
      10
    3. la huesera

    1. Rapporti famigliari tesi a causa di mia suocera 4

      • Gybbypara
    2. Replies
      4
      Views
      512
      4
    3. bruce0wayne

    1. Storia di Paolo, Martina e Sarah. Storia di rimpianti 66

      • PaoloRFeighty7
    2. Replies
      66
      Views
      2.5k
      66
    3. PaoloRFeighty7

    1. Lei si lamenta continuamernte ed io ho dubbi sulla relazione 15

      • birdman
    2. Replies
      15
      Views
      614
      15
    3. brizzolone

    1. Sono io ad essermi illuso o è lei ad avermi preso in giro? 41

      • andrea1975
    2. Replies
      41
      Views
      1.9k
      41
    3. andrea1975