Strascichi in età adulta a seguito di abusi intimi

  • Buongiorno a tutti,


    volevo porre una domanda inusuale, motivo per cui apro questo thread in mezzo a sicuramente tanti altri che avranno già affrontato i danni riportati da persone che ricevono violenze sessuali, non importa se in minor età o in fase adulta.


    Per moltissimi anni ho avuto problemi a mostrare il mio corpo, spesso anche quando ero in "massima forma fisica" (lo specifico semplicemente perché qui non sto parlando né di DCA, né di DOC e né di dismorfofobia).


    Anche andare al mare, per me, è stato una tortura per anni e anni, poiché spogliarsi era come un sentirsi violati da tutti i possibili sguardi altrui.


    Il mio quesito allora è il seguente: qualcuno crede ci sia una possibile connessione tra le due cose?


    Abusi e paura di mostrare la propria pelle (per anni ho indossato abiti lunghi anche in estate piena, il massimo era rimboccarsi le eventuali maniche, ma mai ad arrivare oltre l'avambraccio e il gomito) sono connessi fra loro?


    Qualcuno ha vissuto un'esperienza simile? So che sarà difficile ricevere risposte aperte in tal senso, di fronte a un argomento simile, ma ci provo.


    È che io ho tenuto per anni dentro tutto questo, pensando fosse colpa mia, colpa mia per aver permesso quelle cose. Adesso voglio parlare, voglio "denunciare" e rendere esplicito il male che si provoca quando si commettono certi crimini.


    Grazie a chi potrà rispondermi e scusate lo sfogo :folded_hands:

  • Ciao Aniba, sembrerà strano che chi ti risponde non è una donna... Quello che descrivi è molto simile al modo di essere della mia compagna. Stesso dramma, stesso comportamento. Le violenze risalgono all'infanzia, all'interno della cerchia familiare e ancora oggi a 45 anni ha incubi legati a quei fatti. Nel sonno a volte parla, è irrequieta e il tema è sempre lo stesso.

    Come te evita di mostrare le forme del suo corpo e la sua pelle con vestiti larghi, maniche lunghe e cose così. Niente piscina, se si va al mare solo dove non c'è nessuno: sempre con un pareo o con qualcosa che la copra. Impensabile un bikini.

    Lei si vede brutta, grassa, sformata. Ha due figli da una relazione precedente: chiaramente è rimasta qualche traccia ma niente di che. A me pare un corpo bellissimo, proporzionato. È il tipo atletico, forte, con forme che farebbero invidia a donne molto più giovani... ma no. Si guarda allo specchio e si fa schifo.

    Nell'intimità è tutto ok e in camera da letto i vestiti volano, ma fuori è come ti ho scritto sopra.


    Per me la connessione è evidente: ne abbiamo parlato qualche volta ma sono discorsi difficili. Il suo tema non è di aver permesso quelle cose, piuttosto il fatto di essere stata tradita dalle persone più vicine. Tradita perchè hanno osato fare cose proibite.


    Per me si può vestire come vuole, mi piace sempre: con molti colori, molto giovanile. Tutti i giorni un vestito diverso: anche questa è una necessità che mi pare collegata al tema. Per sentirsi "pulita". Per togliere quello che purtroppo le è rimasto attaccato dentro e non si può sfilare come un vestito.


    Parli al passato: sei riuscita a liberarti di questo peso?


    (Una spiegazione: in altri threads ho scritto di essere da solo. Il fatto è che per varie vicende adesso viviamo così lontani che per lei la relazione è diventata troppo difficile da gestire a livello emozionale, così ha preferito ritirarsi. Per me non è cambiato niente, per questo ne parlo al presente...)

    Chaque putain de chose qu'on fait dans cette vie, on doit la payer (Édith Piaf)

  • Intanto sappi che è verità assoluta, scientificamente provata, assolutamente riconosciuta a livello mondiale che non è colpa della vittima di abusi sessuali, in particolar modo quando si parla di bambini. Che ti piaccia o meno: è così.


    Poi, per rispondere alla domanda implicita: Sì, aver subito abusi in infanzia condiziona in modo particolare la concezione del pudore e della nudità, oltre che la sfera della fiducia, persino con il partner sessuale.


    La sensazione di essere violati dagli sguardi è legata al senso di colpa e di vergogna.

    Il senso di colpa è quello errato e basato sul fatto di credere di avere delle responsabilità in ciò che è accaduto.

    La vergogna invece è legata all'ipersensibilità che si va a generare attorno al concetto di pudore.


    Alcune persone reagiscono all'opposto e perdono totalmente il senso di pudore, altre (la maggior parte) reagiscono come te.


    Riguardo il senso di colpa invece: è universale, ovvero in modo più o meno conscio è presente in tutte le vittime di abuso; cambia solo il modo in cui si manifesta.


    Sembrerà strano che chi ti risponde non è una donna...

    Attenzione, perché quando si parla di bambini non c'è una grande differenza tra gli abusi subiti da donne o uomini.

    Omnis mendaciumo. Bis vincit qui se vincit in victoria. Re sit iniuria.

  • Ciao Aniba, intanto mi dispiace molto per quello che hai dovuto subire.

    Credo sia normale, è come se ci si volesse proteggere da un altro eventuale trauma. Qualcuno ha tradito la fiducia che si provava verso gli altri con la violenza, e da quel momento è inevitabile che si tenda ad essere diffidenti o schivi, o che ci si vergogni a tal punto da cercare di "cancellare" quella parte di noi. Io ad esempio da piccola sono stata toccata da mio nonno una volta, per fortuna non è stata una cosa ripetuta nel tempo, e neppure una vera e propria violenza sessuale, ma credo che sia bastato a crearmi dei conflitti interiori.


    Poi io con il tempo ho anche avuto altri problemi legati al sesso (pensieri ossessivi) e solo adesso che ho 25 anni ho iniziato a scoprire la mia sessualità con un'altra persona. Prima ho sempre evitato tutte le situazioni che avrebbero potuto portare al sesso, non sono mai riuscita a lasciarmi andare con nessuno. Per quanto riguarda il vestire, però, non ho mai avuto troppi problemi nel mostrarmi. Ho sempre messo pantaloncini corti o vestiti, però appunto la sfera sessuale vera e propria è stata un problema. Semplicemente credo che ognuno abbia i propri meccanismi di difesa ed elabori il trauma in modo diverso.


    Non preoccuparti, non sentirti sbagliata, non colpevolizzarti, se non vuoi mostrare il tuo corpo non c'è niente di male, è il TUO corpo ed è giusto che tu decida cosa farci. Se invece questa cosa ti crea disagio e vorresti superarla, puoi sicuramente lavorarci su e con il tempo andrà meglio <3

    Don't you see the starlight? Don't you dream impossible things? :glowing_star:

  • Scenari molto simili alla tua compagna: incubi notturni ricorrenti dove si ripropone l'atto, niente piscina per anni e anni, mare soltanto se con vestiti appositi al limite di alcune culture religiose, passeggiando solo con i piedi in riva al mare.


    Mi spiace moltissimo per la tua compagna ed è vero quello che scrivono gli altri: ogni persona poi reagisce differentemente a questi episodi.


    Come detto da bruce, io ad esempio ho vissuto degli abusi da una persona più grande di me nell'infanzia, non in fase adulta. La violenza colpisce tutte e tutti: donne, uomini, bambini e anche animali. Non risparmia nessuno ed è sempre schifosa, dove con violenza per anomali chiaramente intendo a storie disgustose di maltrattamento vario.


    La violenza fa schifo, sia fisica quanto sessuale, è questo il punto. Lascia pesi addosso, li lascia per anni.


    La mia sessualità, ad esempio, è rimasta molto alterata per tutta la mia prima parte di giovinezza: soltanto ora, visto che mi hai chiesto se ho avuto modo di uscirne, posso dire che grazie a delle amicizie speciali ho trovato pian piano il modo di andare in spiaggia senza più vestiti, partecipando anche a feste sul bagnasciuga e vacanze in barca.


    Molto prezioso, comunque, il concetto di cambiare vestiti per sentirsi "pulita", perché per certi versi è qualcosa che applico anche io.


    Un abbraccio anche alla tua compagna, grazie e buona fortuna per tutto!


    Mille grazie per le tue spiegazioni e, come scritto anche da me sopra, non esiste discriminante quando si parla di violenze: donne, uomini, bambini e animali.


    Che siano solo fisiche o sessuali, nessuno ne esce indenne...

    Edited once, last by Aniba: Incorporato un post creato da Aniba in questo post. ().

  • Esattamente, cara Marasma, ognuno sviluppa i meccanismi difensivi che le/gli son più congeniali.


    Mi spiace per la tua esperienza perché, seppur breve, penso sia forse anche più devastante della mia ricevuta da un "estraneo".


    Comunque anche io da quest'anno riesco finalmente a uscire in abiti più scoperti, è stato un cambio di guardaroba emozionante, catartico. Ho comprato tantissimi vestiti corti e, finalmente, posso metterli senza troppe paure!


    Per tornare in tema al tuo gentile messaggio, posso dirti che a me aiutò senz'altro un pochino a sbloccarmi almeno intimamente una relazione a 24 anni, con una persona un po' grande di me e molto "genitoriale" e protettiva: mi fece bene, all'epoca, la ricordo come la relazione tutt'oggi più importante, anche perché ci siamo dovuti staccare per motivi molto seri, altrimenti la cosa sarebbe continuata...


    Grazie per le tue parole di condivisione, ti abbraccio!

  • Per prima cosa mi dispiace per quello che hai subito sono cose che non dovrebbero mai accadere e sono completamente d'accordo con te che tutte le violenze sono schifose e da condannare, comprese quelle agli animali.

    Il punto che voglio mettere io in evidenza è proprio questo e purtroppo immagino che certe cose portano strascichi a vita. È come se la mente elaborasse sempre la stessa scena perché non sei riuscita a fartene una ragione, ovviamente è normale, sono cose che appunto lasciano il segno. Ciao.

  • Per tornare in tema al tuo gentile messaggio, posso dirti che a me aiutò senz'altro un pochino a sbloccarmi almeno intimamente una relazione a 24 anni, con una persona un po' grande di me e molto "genitoriale" e protettiva: mi fece bene, all'epoca, la ricordo come la relazione tutt'oggi più importante, anche perché ci siamo dovuti staccare per motivi molto seri, altrimenti la cosa sarebbe continuata...


    Grazie per le tue parole di condivisione, ti abbraccio!

    Stessa cosa per me, anch'io con una persona più grande e protettiva... Altrimenti non credo che ci sarei riuscita, infatti in passato tutte le altre avances sono state prontamente respinte da me. Ci vuole qualcuno che abbia la pazienza giusta e la voglia di capire, e non sono caratteristiche facili da trovare!


    Comunque sono molto contenta che tu stia riuscendo a "uscire dal guscio", un abbraccio anche a te <3

    Don't you see the starlight? Don't you dream impossible things? :glowing_star:

  • Mille grazie per le tue spiegazioni e, come scritto anche da me sopra, non esiste discriminante quando si parla di violenze: donne, uomini, bambini e animali.


    Che siano solo fisiche o sessuali, nessuno ne esce indenne...

    E comunque sappi che già parlandone il problema inizia a ridimensionarsi.

    Omnis mendaciumo. Bis vincit qui se vincit in victoria. Re sit iniuria.

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!

Hot Threads

    1. Topic
    2. Replies
    3. Last Reply
    1. Verginità maschile: chi in questa condizione e come la sopporta? 102

      • john22
    2. Replies
      102
      Views
      2.8k
      102
    3. Evelyn91

    1. Come capire se si è omosessuali? 163

      • Oblomovista
    2. Replies
      163
      Views
      5.7k
      163
    3. Oblomovista

    1. Vi racconto la mia vita senza orgasmo 21

      • amantide
    2. Replies
      21
      Views
      718
      21
    3. Blackmacigno

    1. Mancanza di sesso da 10 anni 16

      • Ponte75
    2. Replies
      16
      Views
      692
      16
    3. Ponte75

    1. Soffro per la dimensione inadeguata del mio pene 52

      • equo e solidale
    2. Replies
      52
      Views
      2.3k
      52
    3. fran235

    1. Paura di fare sesso e rimanere incinta 88

      • sempretriste_
    2. Replies
      88
      Views
      2.8k
      88
    3. Evelyn91