Separarsi dagli oggetti

  • Mi rendo conto di avere una certa difficoltà a separarmi dagli oggetti. Uno dei miei momenti critici è il cambio armadio: ci sono sempre dei vestiti che ho usato pochissimo o, addirittura, mai durante tutta la stagione, eppure fatico moltissimo ad eliminarli. Penso sempre che magari potranno servirmi, che se ora mi sono un po' stretti magari poi dimagrirò etc. La situazione è ulteriormente peggiorata ora che ho bimbi piccoli e che mi sono stati passati, da un parente, parecchi vestitini usati: anche quelli mai utilizzati perché magari fuori taglia nella stagione giusta mi scoccia darli via perché penso che magari, in futuro, non escludo di avere un altro bimbo (probabilità che mi venga effettivamente voglia di farne un altro sono giusto un 2% ^^ ). Insomma, fino a non molto tempo fa tenevo anche cose improbabili perché pensavo che avrei potuto riutilizzarle per un travestimento di carnevale, giusto per darvi l'idea...

    Purtroppo ho problemi di spazio in casa e dovrei proprio imparare ad eliminare di più. Chi si trova nella stessa situazione? Consigli su come fare?

  • Io sono uguale a te, fatico un sacco a buttar via le cose.

    Una volta l'anno alcuni in buono stato li do alla caritas, sapere che verranno riusati mi rincuora. Mentre continuo a conservare in un cassetto alcuni proprio da buttare.

    <3 <3 <3

    *sara swarovsky*

  • Io ho esattamente il problema opposto e provo un grande senso di liberazione appunto dal liberarmi delle cose vecchie.

    Se c'è una cosa che mi dà fastidio è avere la casa piena di oggetti che non servono più ma "che non si sa mai"... vestiti inclusi.

    Chi tiene tutto viene definito un accumulatore seriale .. ecco io sono un buttatore seriale 8)

    Consultando abbastanza esperti puoi trovare conferma a qualsiasi opinione.

  • Non molto tempo fa, nel thread di un'altra utente, avevo scritto che porto le cose inutilizzate al mercatino dell'usato non tanto per recuperare i soldi, quanto per sentirmi meno in colpa sapendo che torneranno utili a qualcun altro.

  • Le cose in buono stato le do anch'io alla Caritas, ma questo non mi aiuta comunque a disfarmene. Ho sempre un po' di timore che una cosa "possa servirmi".


    ho esattamente il problema opposto e provo un grande senso di liberazione appunto dal liberarmi delle cose vecchie

    Ho in famiglia persone così. Non mi sembra troppo sano nemmeno quello, anche se indubbiamente aiuta a tenere la casa più ordinata!

  • Sono uguale ad Acronimo. In casa un po' mi temono perché dove passo io rimane poco...

    (pure al lavoro hanno capito che è meglio non lasciare sulla mia strada riviste, stampe o cose inutili)

    namasté

    Love all, trust a few, do wrong to none

  • Mi rendo conto di avere una certa difficoltà a separarmi dagli oggetti. Uno dei miei momenti critici è il cambio armadio: ci sono sempre dei vestiti che ho usato pochissimo o, addirittura, mai durante tutta la stagione, eppure fatico moltissimo ad eliminarli. Penso sempre che magari potranno servirmi, che se ora mi sono un po' stretti magari poi dimagrirò etc. La situazione è ulteriormente peggiorata ora che ho bimbi piccoli e che mi sono stati passati, da un parente, parecchi vestitini usati: anche quelli mai utilizzati perché magari fuori taglia nella stagione giusta mi scoccia darli via perché penso che magari, in futuro, non escludo di avere un altro bimbo (probabilità che mi venga effettivamente voglia di farne un altro sono giusto un 2% ^^ ). Insomma, fino a non molto tempo fa tenevo anche cose improbabili perché pensavo che avrei potuto riutilizzarle per un travestimento di carnevale, giusto per darvi l'idea...

    Purtroppo ho problemi di spazio in casa e dovrei proprio imparare ad eliminare di più. Chi si trova nella stessa situazione? Consigli su come fare?

    Anch'io tendo a conservare fino a che veramente mi stanco di avere sotto gli occhi le stesse cose, realizzo che sono anni ormai che non le metto e allora faccio spazio, ma passano veramente anni..adesso che dovrei imbiancare sarà l'occasione giusta per liberare gli armadi, così ho meno da fare per rimettere a posto dopo...per le altre cose che non riguardano l'abbigliamento invece sono molto più spiccia, meno roba ho intorno meglio sto.

  • Anche io ho spesso avuto questa tendenza, in certi periodi della mia vita più radicata che in altri. Ho analizzato con il mio terapeuta di allora le possibili cause: è come se io rivedessi, nelle cose da buttare via, la mia immagine di essermi percepito come un "bambino difettoso" che non viene adeguatamente apprezzato e che, quindi, va scartato. L'oggetto è, come il bambino, un qualcosa di vulnerabile e che non può difendersi, non so se rendo. Mi scuso, ma non riesco ad andare oltre perché questo discorso mi fa soffrire moltissimo.

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!

Hot Threads

    1. Topic
    2. Replies
    3. Last Reply
    1. Questione di valori 74

      • ipposam
    2. Replies
      74
      Views
      1.5k
      74
    3. Jenny.Erika

    1. C'è qualcosa di male nello stare tutto il giorno in casa? 9

      • Lu_Ca
    2. Replies
      9
      Views
      391
      9
    3. Lu_Ca

    1. Libertà di espressione e dogmi propagandistici moderni 135

      • bruce0wayne
    2. Replies
      135
      Views
      4.3k
      135
    3. bruce0wayne

    1. Come reagireste a un figlio che vuole fare la transizione? 316

      • Berry-berry
    2. Replies
      316
      Views
      7.7k
      316
    3. bruce0wayne

    1. Cosa pensate dell'uomo moderno, sempre più femminilizzato? 161

      • Berry-berry
    2. Replies
      161
      Views
      4.6k
      161
    3. bruce0wayne

    1. Anatomia di un carattere "forte" 26

      • Saritta
    2. Replies
      26
      Views
      709
      26
    3. Aluminium Siren