Vorrei un secondo figlio ma lui no

  • @Brucewayne: nel matrimonio cattolico non è previsto si controllino le nascite, devi partire da questo presupposto.

    C'è un presupposto ancora superiore, ovvero: possiamo costringere una persona a fare un altro figlio o se è incinta a tenerlo?


    Poi eventualmente vengono tutti gli altri presupposti.

    Il matrimonio che conta non è quello in chiesa, ma quello in comune. Nel matrimonio come contratto Legale è scritto che devono essere dichiarate prima le intenzioni, ma non c'è alcun obbligo di figliare o di figliare TOT volte.


    Ripeto: come non è corretto costringere una donna a fare un figlio, non lo è nemmeno per un uomo. E' una violazione della libertà che è il primo diritto degli esseri umani. Se lei vuole a tutti i costi un figlio: interrompa la coppia e lo faccia con un altro. Ne ha le facoltà.

    Omnis mendaciumo. Bis vincit qui se vincit in victoria. Re sit iniuria.

  • Il matrimonio che conta non è quello in chiesa, ma quello in comune.

    Embè...questo no!

    Il matrimonio che conta è quello che si è scelto di celebrare, e se si è celebrato CREDENDOCI quello cattolico (o concordatario, che sul piano religioso ha gli stessi effetti) è correttissimo quanto ha detto ipposam .


    Poi è anche vero che, nella stessa ottica cattolica, la comprensione e la solidarietà dei coniugi in funzione della famiglia è il primo valore assoluto, di talchè...diventa molto poco cattolico il "se non vuole un altro figlio sento che finisce tutto".

    Tutti pensano a cambiare il mondo, ma nessuno pensa a cambiare se stesso. (L. Tolstoj)

  • Il matrimonio che conta è quello che si è scelto di celebrare, e se si è celebrato CREDENDOCI quello cattolico (o concordatario, che sul piano religioso ha gli stessi effetti) è correttissimo quanto ha detto ipposam .

    Ognuno è libero di credere in ciò che vuole, ma la Legge è laica e proprio per questo tutela tutti e nei fatti, o se preferite: "in solido": conta di più del contratto o del credo religioso.


    In nome dei credi religiosi sono state fatte stragi, sia di singoli dentro casa che di intere popolazioni.

    Omnis mendaciumo. Bis vincit qui se vincit in victoria. Re sit iniuria.

  • Ognuno è libero di credere in ciò che vuole, ma la Legge è laica e proprio per questo tutela tutti e nei fatti, o se preferite: "in solido": conta di più del contratto o del credo religioso.


    In nome dei credi religiosi sono state fatte stragi, sia di singoli dentro casa che di intere popolazioni.

    Ma non si sta mica facendo un processo (nè canonico e nè civile)...


    Premesso che tutto posso essere fuorchè cattolica osservante...è un dato di fatto che il matrimonio cattolico non prevede il porre limiti alla procreazione...esattamente tanto quanto non prevede di accarezzare il suo scioglimento, quali che siano le ragioni di divergenza tra i coniugi.


    Tra l'altro : la questione cattolica l'ho considerata perchè ad essa è stato dato rilievo nello sviluppo del thread, e non per altro.

    Per il resto la vedo anch'io nel senso che se una persona (uomo o donna che sia) non desidera avere altri figli vada rispettata e punto.

    Tutti pensano a cambiare il mondo, ma nessuno pensa a cambiare se stesso. (L. Tolstoj)

  • Tra l'altro : la questione cattolica l'ho considerata perchè ad essa è stato dato rilievo nello sviluppo del thread, e non per altro.

    La questione cattolica è stata tirata in ballo perché è l'unico appiglio per spingere la discussione nella direzione di individuare come scorretto il comportamento di lui, senza rispettarlo più di tanto come individuo.


    Sarebbe bastato citare quante volte uomini comunque diventano padri senza il loro consenso, oppure cosa sarebbe accaduto a parti invertite.


    Ci sono posti nel mondo in cui un uomo può ancora pretendere figli dalla moglie. Il numero lo decide lui. E' un comportamento riconosciuto come lesivo dei diritti umani: perché al contrario non vale?


    Facciamoci una domanda e diamoci una risposta.

    Omnis mendaciumo. Bis vincit qui se vincit in victoria. Re sit iniuria.

  • Francamente, non vedo perché doverla dipingere come guerra tra i sessi: lui non vuole figli (non sappiamo perché, né se ci siano margini per eventuali cambiamenti di idea) ed è legittimo; lei desidera un altro figlio e mi pare che sia legittimo anche questo. Chi ha provato desiderio di maternità/paternità, capisce bene che rinunciarvi non è cosa da poco...Si sta parlando di lei come se stesse mettendo in discussione la coppia perché lei vuole fare le vacanze al mare e lui in montagna, come se il suo fosse un capriccio!

    Non sappiamo nemmeno se avessero parlato prima della questione oppure no...io e mio marito eravamo già d'accordo di volere almeno 2 bimbi, proprio perché non devono esserci divergenze sostanziali su una questione così fondamentale.

  • No, non per come è impostato e regolamentato il matrimonio dalla Chiesa.... ma comunque forse è meglio lasciare la parola all'opener.

    E invece Sì, poiché le regole religiose sono comunque subordinate a quelle della legge laica.


    Se stessimo alle regole religiose non bisognerebbe nemmeno fare sesso prima del matrimonio. Chi è senza peccato scagli la prima pietra.


    Al massimo dovrà fare ammenda prima della prossima comunione, ma di certo non ha alcuna pendenza di alcun genere.

    Francamente, non vedo perché doverla dipingere come guerra tra i sessi: lui non vuole figli (non sappiamo perché, né se ci siano margini per eventuali cambiamenti di idea) ed è legittimo; lei desidera un altro figlio e mi pare che sia legittimo anche questo. Chi ha provato desiderio di maternità/paternità, capisce bene che rinunciarvi non è cosa da poco...Si sta parlando di lei come se stesse mettendo in discussione la coppia perché lei vuole fare le vacanze al mare e lui in montagna, come se il suo fosse un capriccio!

    Non sappiamo nemmeno se avessero parlato prima della questione oppure no...io e mio marito eravamo già d'accordo di volere almeno 2 bimbi, proprio perché non devono esserci divergenze sostanziali su una questione così fondamentale.

    Non credo vi sia una guerra tra sessi. C'è però la solita tendenza al doppiopesismo.


    Per capirlo basta invertire la prospettiva e certi toni accusatori si smorzano subito.


    Non si può obbligare qualcuno a fare un figlio. Punto.

    Omnis mendaciumo. Bis vincit qui se vincit in victoria. Re sit iniuria.

  • Certamente non è giusto costringere nessuno a fare un figlio (e soprattutto una donna direi, viste le implicazioni anche fisiche). Tuttavia che il matrimonio che conta è quello in comune cioè l'atto legale è una tua opinione, per un cattolico l'atto legale è diversi passi dopo.

    Detto questo non è faccenda così banale da risolversi con 'io voglio un figlio, te no, ciao', viste le notevoli implicazioni anche sul minore che già esiste. Per questo la mia opinione è di mediare il più possibile e rimandare la scelta.

    Io non ho letto nessuno dire che il comportamento di lui è scorretto...al massimo potrebbe essere triste, ma non sapendone le motivazioni non possiamo giudicarlo.

    Sinceramente è impossibile paragonare il diniego di un uomo a quello di una donna sul fare figli, viste le evidenti differenti implicazioni fisiche, e nessuno qui sta dicendo che lui dovrebbe cedere, perché è giusto che un bambino arrivi dove è più che voluto.

  • Certamente non è giusto costringere nessuno a fare un figlio (e soprattutto una donna direi, viste le implicazioni anche fisiche). Tuttavia che il matrimonio che conta è quello in comune cioè l'atto legale è una tua opinione, per un cattolico l'atto legale è diversi passi dopo.

    Le implicazioni fisiche possono essere più leggere di quelle Legali di essere costretti a mantenere figli che non si voleva fare o non si sapeva di avere.


    Detto questo: la Legge è Legge. Possiamo essere super-mussulmani, ma in Italia non potremo mai mettere in pratica il 90% di quello che dice l'islam. Idem il cattolicesimo o qualsiasi altra religione.


    I pareri personali contano meno di quelli legali, specie se quelli legali sono direttamente connessi ai diritti umani fondamentali.


    Ergo: la visione religiosa del matrimonio in una controversia di questo tipo è irrilevante.


    la mia opinione è di mediare il più possibile e rimandare la scelta.

    Più che la tua opinione: è l'unica cosa saggia da fare.


    Sinceramente è impossibile paragonare il diniego di un uomo a quello di una donna sul fare figli, viste le evidenti differenti implicazioni fisiche, e nessuno qui sta dicendo che lui dovrebbe cedere, perché è giusto che un bambino arrivi dove è più che voluto.

    Come scrivevo prima: le implicazioni fisiche non pesano più di quelle legate all'obbligo di mantenere per un paio di decenni almeno un figlio che non si vuole/vorrebbe. Credo che anche per una donna costretta a non abortire sarebbero più pesanti i 20 anni successivi ai 9 mesi.


    I figli si fanno in 2 e non sono proprietà privata di uno o dell'altro, come non sono (o non dovrebbero essere) frutto di una scelta unilaterale che fa pressioni passivo-aggressive sull'altra parte (quale che sia l'una e l'altra: vale anche a ruoli invertiti).


    Senza scomodale le varie dichiarazioni universali dei diritti umani: anche il solo buon senso dice che i genitori hanno pari responsabilità e pari diritti sui figli. La visione per cui l'uno o l'altra avrebbero maggiore diritto o dovere in virtù del genere è sessista; quindi evitiamola.

    Omnis mendaciumo. Bis vincit qui se vincit in victoria. Re sit iniuria.

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!

Hot Threads

    1. Topic
    2. Replies
    3. Last Reply
    1. Io, lui e sua sorella 129

      • LunaFly
    2. Replies
      129
      Views
      2.6k
      129
    3. bruce0wayne

    1. Disinibizione nelle relazioni 23

      • annacard87
    2. Replies
      23
      Views
      623
      23
    3. NakedInThedark

    1. Le "colpe" dell'amante...(?) 28

      • Melodia
    2. Replies
      28
      Views
      716
      28
    3. bruce0wayne

    1. Paura del Covid e tensioni nella coppia 23

      • Penny2000
    2. Replies
      23
      Views
      1k
      23
    3. Penny2000

    1. Lei non mi risponde più, non so cosa fare... 99

      • Shakur92
    2. Replies
      99
      Views
      3.4k
      99
    3. Juniz

    1. Passaggio da Innamoramento ad Amore 44

      • Melodia
    2. Replies
      44
      Views
      1.3k
      44
    3. la huesera