L'inutilità di andare avanti

  • Anche a me succede di arrivare al limite e di rimanere a casa da lavoro. E puntualmente se rimango a casa per questo motivo mi sento male, in colpa, irrequieta, come se non mi meritassi quel riposo. E quasi penso che era meglio andare a lavorare. La verità è che quando attraversiamo questo tipo di momenti non ci va bene niente. Non stiamo bene in nessuna situazione. Vogliamo riposare ma non riusciamo. Vogliamo reagire ma non ce la facciamo. Come già ti ha risposto qualcuno ti consiglierei di concentrarti (che tu sia a lavoro o meno) sul tuo corpo e sulle sensazioni che hai, senza aspettarti nulla. Non dobbiamo pretendere di stare meglio o bene subito anzi più ci aspettiamo di stare bene e più non accade perché ci stressiamo. Quindi non essere severo con te stesso. Calmati, fermati, respira. Fai le cose con calma. L'ansia e lo stress hanno i loro picchi ma poi calano. Non durano sempre e per sempre. E noi ansiosi, stressati, lo sappiamo bene. Sfrutta questi giorni. Non subito ma fai attività fisica, iscriviti a qualche corso che può piacerti senza metterti pressioni da solo. Senza un impegno importante. Vedrai che andrà meglio anche solo perché fisiologicamente quest'ansia deve abbassarsi.


    Non mi era mai capitato di restare a casa per "questi problemi", più in generale nella mia vita lavorativa ho fatto sì e no 7 giorni di assenza.

    Hai centrato esattamente il punto comunque... Non riesco ad andare a lavorare perché ho l'angoscia e l'ansia, ma a stare a casa non riesco comunque a rilassarmi del tutto, infatti mi sento in colpa per gravare su chi sta lavorando mentre non ci sono, e mi preoccupa l'astio immediato o futuro che riceverò lunedì. Anzi, ho pure il timore di tornare e scoprire non aver migliorato la mia condizione, ma averla solo peggiorata... Ho davvero il timore di cadere in una spirale dalla quale non ho la forza per uscire.

  • Non mi era mai capitato di restare a casa per "questi problemi", più in generale nella mia vita lavorativa ho fatto sì e no 7 giorni di assenza.

    Hai centrato esattamente il punto comunque... Non riesco ad andare a lavorare perché ho l'angoscia e l'ansia, ma a stare a casa non riesco comunque a rilassarmi del tutto, infatti mi sento in colpa per gravare su chi sta lavorando mentre non ci sono, e mi preoccupa l'astio immediato o futuro che riceverò lunedì. Anzi, ho pure il timore di tornare e scoprire non aver migliorato la mia condizione, ma averla solo peggiorata... Ho davvero il timore di cadere in una spirale dalla quale non ho la forza per uscire.

    Allora io non sono una specialista ma posso raccontarti la mia esperienza e darti un'opinione. A me succede che se non vado a lavorare poi mi preoccupo di chi ha lavorato per me oppure se qualcuno abbia lavorato meglio di me (indice di insicurezza di base e poca autostima), ragion per cui non faccio mai festa a lavoro. Un altro motivo per cui non faccio festa a lavoro è che so già che non mi aiuterà perché starò peggio a pensare tutto il giorno che cosa stanno facendo ecc ecc.

    Questo non è il tuo caso però perché tu hai raggiunto il limite e sei in sostanza scoppiato. E quindi a parer mio hai comunque fatto bene a prenderti questi giorni altrimenti ti sarebbe sembrato di impazzire. Ma comunque non saresti impazzito.

    Secondo me spesso i nostri problemi e stato d'animo non dipendono da fattori esterni come il lavoro ma al massimo da come viviamo noi le situazioni quindi le situazioni esterne a noi. Il mio caso è eclatante rispetto al tuo. Io non ho problemi sul lavoro e non sono stressata ne sovraccaricata (sarò forse una fortunata ma sul lavoro mi va tutto abbastanza bene).

    Il punto è che ci sovraccaricchiamo per non pensare ed entriamo in una spirale di lavoro routine e abitudini che bene non ci fa perché dimentichiamo di essere umani, di aver bisogno di un momento per noi, di uscire a fare una passeggiata, andare al mare, fare sport, coltivare amicizie e interessi, Semplicemente fermarci e vedere che c'è un mondo bellissimo fuori.

    Nei prossimi tempi dedicati più a te stesso. Riscopriti. Amati. So che non è facile. Io sto facendo lo stesso percorso e ho i miei momenti ma è la strada giusta se non ci vogliamo ammalare di malattie che non esistono.

  • Ciao, ho letto il tuo post e mi viene proprio dal cuore scriverti qualche riga.

    Se possibile, io, per la vita che ho, dovrei stare bene.

    Ho 38 anni, sono stata fidanzata 10 anni, mi sono sposata a 25, ho faticato ad avere dei figli ma ora ho 4 splendide creature sane che mi corrono per casa e mi riempiono le giornate. Condivido il letto con mio marito a cui spesso chiedo espressamente un abbraccio o una carezza di conforto...

    Ma... mi sento sola. Ed ho una forte depressione con cui combatto da settembre (solo perchè a settembre mi è finalmente stata diagnosticata), ansia, ipocondria, attacchi di panico.

    Quindi? Non sentirti un fallito. Io me lo ripeto ogni giorno, ho i tuoi stessi pensieri.

    Leggendoti mi viene automatico suggerirti di andare intanto da un altro psichiatra, magari chiedi una terapia leggera ma che ti faccia in qualche modo tornare ad essere tu a controllare la tua vita... il malessere rimarrà, ma sarai in grado di lavorare, uscire, vedere gente e conoscere nuove persone. Magari lì fuori c'è la ragazza che aspetti, ma se non ti dai la possibilità di conoscerla nulla mai cambierà...

    E la psicoterapia, va fatta assolutamente.

    Io sto facendo una psicoterapia con approccio cognitivo comportamentale, e devo dire che mi sta aiutando... anche se ovviamente è un percorso lungo e spesso faticoso.

    Ti abbraccio.

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!

Hot Threads

    1. Topic
    2. Replies
    3. Last Reply
    1. Antidepressivi o "droghe ricreative"? Autorevole studio sconfessa il legame tra serotonina e depressione 100

      • AndreaC
    2. Replies
      100
      Views
      3.7k
      100
    3. giuseppex

    1. Vorrei tanto condividere come mi sento 1

      • Jemma
    2. Replies
      1
      Views
      184
      1
    3. danielegb

    1. La mia vita è sempre stata senza senso 12

      • insicuro2074
    2. Replies
      12
      Views
      826
      12
    3. estremix

    1. Dr. Jekyll e Mr. Hyde 37

      • tici2
    2. Replies
      37
      Views
      888
      37
    3. tici2

    1. Bianche sponde... 23

      • Stan Kezza
    2. Replies
      23
      Views
      984
      23
    3. Nina80

    1. Sono sull'orlo della depressione 5

      • Xmbo
    2. Replies
      5
      Views
      362
      5
    3. Xmbo