Dismorfofobia e famiglia

  • Ciao a tutti,

    Come credo di aver già detto, dal 2020 soffro di dismorfofobia, tendendo a vedermi troppo magra e scarna. Ciò mi ha portato ad iscrivermi in palestra e darmi al crossfit. Tralascio che a livello di fiato faccio letteralmente schifo con tanto di vista annebbiata e sensazione di avere il cuore che scoppia nel petto, in 10 mesi di allenamento e alimentazione fai da te (quindi non ottimale probabilmente hahah) sono passata da 52kg a 57,4kg. Vorrei arrivare ad almeno 60kg puliti ma ecco il problema: qualche giorno fa faccio il cambio armadio, e mia madre mi fa un’osservazione: “per forza non ti stanno più le camicie, stai diventando mascolina… ecco perché piaci alle donne.” Ora a me che piacciono anche le donne fa anche piacere ma in quel momento ho sentito un po’ il cuore spezzarsi e il vecchio mostro ripresentarsi. Per quante persone possano dirmi che sto mettendo su un gran fisico, ne basta una che mi fa osservazioni poco carine per mandarmi in paranoia. Io mi alleno perché mi vedo troppo magra e le persone che mi stanno intorno mi dicono di mangiare meno, di vergognarmi un po’ per quello che mangio, e di cambiare tipo di allenamento perché “non a tutti fa così ma tu stai perdendo femminilità”. Voi come fate ad affrontare i commenti dei familiari sul vostro aspetto fisico?

    “Though we may not live to see the glory, let us gladly join the fight”

  • Già che hai contezza di avere un disturbo è molto, perché ti ha ferito l'osservazione di tua madre? Se era il tuo obiettivo raggiungere questo peso penso che dovresti essere contenta del risultato. Io in generale ci tengo molto al mio fisico, ma non mi interessa l'opinione altrui, devo piacere a me stessa per essere soddisfatta, quindi del parere dei familiari...non mi importa di solito.

  • Ciao ipposam, grazie per aver risposto. È stato il modo in cui l’ha detto, ho colto l’amarezza proprio nella voce e nello sguardo, ciò mi ha fatto stare male. Poi io tendo a farmi moltissime pare con le critiche ricevute dagli altri, con i loro giudizi e osservazioni magari agli occhi di qualcun altro innocenti.

    “Though we may not live to see the glory, let us gladly join the fight”

  • Le persone importanti della nostra vita, quando ci osservano criticamente, non ci saranno mai indifferenti. Saranno sempre in grado di toccarci (positivamente o negativamente) proprio perché sono persone importanti!


    Stai cercando di lavorare sul tuo problema?

    namasté

    Love all, trust a few, do wrong to none

  • Le persone importanti della nostra vita, quando ci osservano criticamente, non ci saranno mai indifferenti. Saranno sempre in grado di toccarci (positivamente o negativamente) proprio perché sono persone importanti!


    Stai cercando di lavorare sul tuo problema?

    Ciao, grazie anche a te per aver risposto! Sono in lista per vedere una psicoterapeuta anche se lo faccio di più per l’ansia. Uscire dalla dismo non so se sia possibile da sola, anche perché ci sono giorni in cui mi vedo bene, altri in cui invece proprio non mi piaccio e mi vedo un mostriciattolo orribile. La mia famiglia sembra non capire il problema e non ci danno peso oppure mi apostrofano con “hai tutte le pare di questo mondo”… quindi ci sto lavorando? Cercare di non farsi troppo schifo equivale a lavorarci?

    “Though we may not live to see the glory, let us gladly join the fight”

  • Ciao ipposam, grazie per aver risposto. È stato il modo in cui l’ha detto, ho colto l’amarezza proprio nella voce e nello sguardo, ciò mi ha fatto stare male. Poi io tendo a farmi moltissime pare con le critiche ricevute dagli altri, con i loro giudizi e osservazioni magari agli occhi di qualcun altro innocenti.

    Secondo me il fatto che ti fai moltissime paranoie sull'opinione altrui è parte del problema di dismorfofobia, o sbaglio?

  • Ciao, grazie anche a te per aver risposto! Sono in lista per vedere una psicoterapeuta anche se lo faccio di più per l’ansia. Uscire dalla dismo non so se sia possibile da sola, anche perché ci sono giorni in cui mi vedo bene, altri in cui invece proprio non mi piaccio e mi vedo un mostriciattolo orribile. La mia famiglia sembra non capire il problema e non ci danno peso oppure mi apostrofano con “hai tutte le pare di questo mondo”… quindi ci sto lavorando? Cercare di non farsi troppo schifo equivale a lavorarci?

    Essere in lista per vedere una terapeuta è già un grande "lavorarci". :)


    Credo ci fosse una discussione sulla dismorfofobia sul forum, se non ricordo male. Hai provato a vedere?

    namasté

    Love all, trust a few, do wrong to none

  • E ci risiamo, dopo questo mese di ansia terribile e notti passate per lo più insonni ho perso peso… ciò che della mia dismorfofobia mi preoccupa di più. L’ansia infatti mi fa mangiare indubbiamente di meno, anche se comunque mi dicono che non ho perso muscoli io sono terrorizzata. Odio il mio cervello.

    “Though we may not live to see the glory, let us gladly join the fight”

  • I criteri di bellezza femminili stanno cambiando, se un tempo bastava essere (molto) magre ora il top è rappresentato dai "muscoletti" e dalla "tartaruga" anche nelle donne. Non so se la ragazza in foto sei tu, se è così forse il tuo corpo è un po' oltre la semplice tonicità, ma se è quello che tu desideri conta questo in sostanza. Non devi sentirti disprezzata o condizionata dall'opinione altrui.

  • La terapia sicuramente ti aiuterà! Ma sai, molte volte sono solo fasi della vita, anche io sono passata dal mangiare pochissimo e zero allenamento a dieta sana e tanta palestra..non ero ai tuoi livelli (quelli della foto) però una volta un mio amico che faceva il personal trainer (una persona che mi voleva bene) mi disse "non hai un filo di grasso" ed era un complimento però ho pensato volesse dire, siccome lui è del settore, che ero mascolina, commento poi ribadito da una mia conoscente, quindi ho allentato di molto gli allenamenti e adesso mi sento tonica senza però sentirmi "fissata".

    La reazione al commento di tua mamma ci sta tutta, è normale sentirsi toccati dai pensieri di chi amiamo, soprattutto se hai percepito quel velo di amarezza, magari sta vedendo i tuoi cambiamenti dal lato fisico e non riesce a capire cosa stia succedendo, non sapendo come gestire la cosa se ne esce con le solite frasi "ti fai troppe paranoie"..

    L'equilibrio si trova con il tempo, ci sono momenti di smarrimento e confusione terribili, tieni la bussola e cerca di non perderti, l'esperienza insegna e fai tesoro di tutti i piccoli passi in avanti.

    Nella mia testa, c'è sempre stata una stanza vuota per te..quante volte ci ho portato dei fiori, quante volte l'ho difesa dai mostri. Adesso ci abito io e i mostri sono entrati con me.

    Edited 2 times, last by NakedInThedark ().

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!

Hot Threads

    1. Topic
    2. Replies
    3. Last Reply
    1. Fare pace con i sensi di colpa 76

      • tici2
    2. Replies
      76
      Views
      3.2k
      76
    3. Hawthorn

    1. Qualcuno di noi è sociopatico? 98

      • Psycho Mantis
    2. Replies
      98
      Views
      5.6k
      98
    3. bruce0wayne

    1. Chi sono? 6

      • Serena.
    2. Replies
      6
      Views
      950
      6
    3. Qubit

    1. Ho tante qualità ma un difetto che basta a logorarmi: la bassa statura! 42

      • Cipro
    2. Replies
      42
      Views
      2.5k
      42
    3. bruce0wayne

    1. È possibile riuscire a piacersi anche se si è brutti? 38

      • Lore1523
    2. Replies
      38
      Views
      2k
      38
    3. bruce0wayne

    1. Percepirsi inaccettabili è mania di controllo? 98

      • Garden
    2. Replies
      98
      Views
      5.2k
      98
    3. Garden