Non mi sento (non sono) amata

  • Se vogliamo usare cliché come "ho una vita fuori da qui", quella ce l'ho anch'io... sai? Mi sa che lo immagini meno di quanto io lo immagini di te. "Non credi", quindi vale più la tua idea generica sul comportamento umano che la mia esperienza diretta? No, nessun "atto nocivo", non dovresti nemmeno ipotizzarlo. Semplice discriminazione sociale.

    E comunque non mi sembra che il post vertesse su questo, in origine (anche la sezione in cui l'ho inserito mi sembra esplicante in tal senso...). So che mi si valuta paranoica, ma non è un buon motivo per focalizzarsi su quel presunto problema ogni volta che intervengo qui, a prescindere.

    Discriminazione sociale? Ma se nemmeno ti conosco. Io ipotizzo. E mi sembra strano tutto questo accanimento nei tuoi confronti da parte di persone esterne alla tua famiglia, a meno che tu non abbia fatto veramente qualcosa di grave. Poi magari vivi davvero circondata da anime maligne e sono tutti pronti a darti addosso. Ma i motivi li conosci solo tu. Se così non fosse la tua è solo paranoia, perché a nessuno viene in mente di accanirsi contro qualcun altro senza fondati motivi. Oppure sei una persona che si pone male nei confronti del prossimo e quelli che ti conoscono hanno delle reazioni che non puoi controllare tu. Puoi solo modificare il tuo approccio per far sì che le reazioni siano a tuo favore.

  • Io so benissimo che non è così, si ha la sfortuna a volte di trovarsi circondati da persone che sono negative/maligne, proprio così, e purtroppo non è paranoia ma realtà, io lo so perché mi ci sono trovata e l’unica è alzare i tacchi e scappare..quante volte mi sono sentita dire sei paranoica..no no..siete proprio voi che siete str**i e la conferma è che muovendomi in tutt’altro modo ho trovato invece un terreno più fertile per vivere la vita.

    In sostanza, non sei paranoica, o almeno non al 100%, io ti credo perché ci sono passata, ma devi mollare tutto e andare perché quello NON è il tuo posto.

    Nella mia testa, c'è sempre stata una stanza vuota per te..quante volte ci ho portato dei fiori, quante volte l'ho difesa dai mostri. Adesso ci abito io e i mostri sono entrati con me.

  • a nessuno viene in mente di accanirsi contro qualcun altro senza fondati motivi.

    Invece accade spesso, troppo spesso.

    Per molte persone basta una qualche sorta di "non conformtà", di diversità, per far scattare in loro reazioni di accanimento e/o di emarginazione.

    La diversità percepita rende "fondato" il motivo.

    "Tutto in fondo è così semplice e inutile"

  • Invece accade spesso, troppo spesso.

    Per molte persone basta una qualche sorta di "non conformtà", di diversità, per far scattare in loro reazioni di accanimento e/o di emarginazione.

    La diversità percepita rende "fondato" il motivo.

    Mi chiedo quale tipo di diversità o non conformità (addirittura) possa portare ad una emarginazione di massa...lei parla di molestatori sociali, dice di sentirsi accerchiata, come se la società stesse congiurando contro di lei. Allora le cose sono due: o il problema è della massa o è suo. Non posso pensare che, a fronte di una possibile inadeguatezza (vorrei capire poi di che tipo) si sia creata questa sorta di congregazione dispregiativa nei suoi confronti. A meno che, ripeto, non sussistano fatti gravi. Se lei si sente discriminata saprà anche il perché.

  • Mi chiedo quale tipo di diversità o non conformità (addirittura) possa portare ad una emarginazione di massa...lei parla di molestatori sociali, dice di sentirsi accerchiata, come se la società stesse congiurando contro di lei. Allora le cose sono due: o il problema è della massa o è suo. Non posso pensare che, a fronte di una possibile inadeguatezza (vorrei capire poi di che tipo) si sia creata questa sorta di congregazione dispregiativa nei suoi confronti. A meno che, ripeto, non sussistano fatti gravi. Se lei si sente discriminata saprà anche il perché.

    La vedo nello stesso modo, e parecchie conoscenze del reale me lo dimostrano senza ombra di dubbio.

    Però ci sono le eccezioni, tipo i senzatetto che vengono aggrediti da branchi di idioti solo per il gusto di aggredirli...

    Ma anche in questo caso non c'è nulla di "cosmico" , nel senso che il branco di idioti ha in parallelo tanta brava gente che lo stesso senzatetto lo aiuta...

    Tutti pensano a cambiare il mondo, ma nessuno pensa a cambiare se stesso. (L. Tolstoj)

  • La vedo nello stesso modo, e parecchie conoscenze del reale me lo dimostrano senza ombra di dubbio.

    Però ci sono le eccezioni, tipo i senzatetto che vengono aggrediti da branchi di idioti solo per il gusto di aggredirli...

    Ma anche in questo caso non c'è nulla di "cosmico" , nel senso che il branco di idioti ha in parallelo tanta brava gente che lo stesso senzatetto lo aiuta...

    Si infatti.

  • C’è chi persino per invidia per stupidaggini comincia a farti muro e alimentare odio nelle persone vicine per escluderti..that’s life

    Nella mia testa, c'è sempre stata una stanza vuota per te..quante volte ci ho portato dei fiori, quante volte l'ho difesa dai mostri. Adesso ci abito io e i mostri sono entrati con me.

  • C’è chi persino per invidia per stupidaggini comincia a farti muro e alimentare odio nelle persone vicine per escluderti..that’s life

    E proprio questa è l'idea dei miei conoscenti di cui parlavo.

    Solo che...quando vai a vedere...non solo non c'è nessuna "invidia" nella realtà reale, ma a volte c'è solo la fisiologica reazione del prossimo che percepisce "particolarità di lettura" dell'autoassunto "invidiato" che non hanno alcuna base nella realtà.

    Tutti pensano a cambiare il mondo, ma nessuno pensa a cambiare se stesso. (L. Tolstoj)

  • Ma quella è la realtà dei tuoi conoscenti e ci sta benissimo..non quella di tutto il mondo e di altre milioni di persone che hanno vissuto milioni di esperienza diverse


    E proprio questa è l'idea dei miei conoscenti di cui parlavo.

    Solo che...quando vai a vedere...non solo non c'è nessuna "invidia" nella realtà reale, ma a volte c'è solo la fisiologica reazione del prossimo che percepisce "particolarità di lettura" dell'autoassunto "invidiato" che non hanno alcuna base nella realtà.

    Ah ecco non sono riuscita a taggarti nella risposta sopra..ci sono tante tante situazioni diverse e a volte non c’è nessuna colpa vera, solo una realtà di persone ignoranti e negative che fanno gruppetto e bullizzano o emarginano gli altri per ragioni x anche stupide

    Nella mia testa, c'è sempre stata una stanza vuota per te..quante volte ci ho portato dei fiori, quante volte l'ho difesa dai mostri. Adesso ci abito io e i mostri sono entrati con me.

    Edited once, last by NakedInThedark: Incorporato un post creato da NakedInThedark in questo post. ().

  • Ma quella è la realtà dei tuoi conoscenti e ci sta benissimo..non quella di tutto il mondo e di altre milioni di persone che hanno vissuto milioni di esperienza diverse

    Perfetto!

    Resta sempre un "dettaglio" da chiarire : in cosa e in base a quali vissuti concreti si materializza lo "avere il mondo intero contro? "

    Da curiosa dell'Umano ...nel reale...cerco di andarci a fondo.

    E guarda caso...trovo sempre qualcuno che si fa un oceano di film anche senza abbonamenti a Netflix...



    ci sono tante tante situazioni diverse e a volte non c’è nessuna colpa vera, solo una realtà di persone ignoranti e negative che fanno gruppetto e bullizzano o emarginano gli altri per ragioni x anche stupide

    Ma ci possono essere e nessuno lo nega, MA se hai una interazione "nella norma" diventano caxxate che qualificano solo chi le pone in essere e dalle quali ci si può preservare GRAZIE al resto della propria "interazione nella norma"!

    Tutti pensano a cambiare il mondo, ma nessuno pensa a cambiare se stesso. (L. Tolstoj)

    Edited once, last by gloriasinegloria: Incorporato un post creato da gloriasinegloria in questo post. ().

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!