Terrorizzato da un'offerta di lavoro

  • Ciao a tutti,

    vi scrivo per raccontarvi la mia situazione. Da 6 anni lavoro per una grande azienda, non pubblica, ma comunque partecipata dallo Stato per cui teoricamente abbastanza solida. Lo stipendio è nella media, ma da qualche tempo ho rapporti complicati con i miei superiori a causa di un mancato avanzamento di carriera che attendo da anni (e che merito perchè faccio il lavoro di un mio superiore che per motivi che non sto qui a dire in pratica non lavora più).

    Tentato dal vedere nel mondo lavorativo se ci fosse altro per me negli ultimi mesi ho inviato alcuni CV e sostenuto diversi colloqui.


    Per uno di questi colloqui l'esito è stato positivo. Si tratta di un'azienda privata abbastanza importante che mi offre uno stipendio leggermente migliore di quello attuale, ma un orario un pò meno comodo. La posizione è Senior, ma si tratta di cose sulle quali ho conoscenza solo accademica/universitaria.


    Il lavoro è molto interessante, ma qui nasce la mia paranoia: sono cose che a livello lavorativo non ho mai fatto, e loro mi assumono con un profilo Senior. In sede di colloquio ero stato molto trasparente quando mi era stato ancora più chiaro - rispetto all'annuncio - il tipo di mansioni che richiedessero nel dire che sono cose che ho studiato ma sulle quali lavorativamente non ho esperienza.

    Motivo per cui davo per scontato che non scegliessero me.


    Ho due giorni di tempo per prendere una decisione, ma ora sono terrorizzato dall'accettare. Nella mia testa ci sono i seguenti pensieri:


    - lascio qualcosa di sicuro, per quanto non mi soddisfi al 100% è un lavoro che ormai domino tranquillamente

    - dovrei andare nel privato, probabilmente con orari meno comodi, forse più stress anche se a fare qualcosa di molto interessante

    - soprattutto: c'è un periodo di prova di 6 mesi che mi terrorizza. Essendo cose molto nuove per me, ma venendo assunto come profilo Senior, non è che non supero la prova?

    - tra qualche mese diventerò padre. La mia compagna ha un lavoro precario con stipendio basso. Vale la pena rischiare?


    Sono bloccato da ansia e quasi non respiro da ieri al pensiero di quale decisione prendere.

  • c'è un periodo di prova di 6 mesi che mi terrorizza. Essendo cose molto nuove per me, ma venendo assunto come profilo Senior, non è che non supero la prova?

    Lungi da me demotivarti, ma il tuo interrogativo che ho quotato frenerebbe anche me ( e nel lavoro non sono mai stata paurosa, assolutamente ).


    Le partecipate hanno i loro immensi limiti (in quanto carrozzoni clientelari...dove non avanzi pur con meriti se non fai parte della cordata al vertice del momento, ma poi c'è anche che il vertice ogni tanto cambia :P ) ma a livello contrattuale offrono garanzie che nessun privato dà o può più dare.


    E poi c'è un altro aspetto che mi metterebbe in diffidenza: sarò breve perchè lo vedo fare.

    Non avrei dubbi che tu abbia dato l'impressione di una persona capace, però sai...da qui a trovarsi a lavorare IN PROVA e smazzarsi per sei mesi facendo il lavoro di cinque persone...il passo può anche essere breve.

    Insomma: offrire un inquadramento lusinghiero ad una persona che ha apertamente detto di non essere esperta di quel settore...mi fa pensare che l'azienda fatichi a trovare idonei alla copertura del ruolo e che possa aver accumulato arretrati di lavoro che comunque vanno smaltiti...e poi chi vivrà vedrà... (ma tu ti ci giochi un posto sicuro, però!).


    E infine : come possono svilupparsi le relazioni umane in qualunque ambiente e più che mai in quello di lavoro...di sicuro non è mai dato prevedere. Quindi non esiste nessuna garanzia che potresti tessere rapporti più distesi e appaganti in un ambiente che non conosci per nulla e che sarebbe o potrebbe essere anche in qualche misura soggettivamente esasperato dal fatto che tu ti sentiresti in obbligo di stare sul pezzo e il resto dell'entourage approfittare di questo.


    In sintesi: al tuo posto non accetterei. Sinceramente. ;)

    Tutti pensano a cambiare il mondo, ma nessuno pensa a cambiare se stesso. (L. Tolstoj)

  • In tutta sincerità, data la situazione (bimbo in arrivo, lavoro precario della compagna) mi preoccuperei di più se tu dicessi di non avere ansia...

    Intuisco che il nocciolo della questione siano i 6 mesi di prova e la tua nessuna esperienza nella mansione che andrai a svolgere.


    Detto questo:

    1) hai una nuova proposta lavorativa, per la quale hai sicuramente tutte le conoscenze ma per le quali dubiti perché ti mancano le competenze assieme al fatto che stai per diventare padre...


    2) hai già un lavoro che non ti gratifica e per il quale stai giustamente aspettando un avanzamento più che meritato


    Ti domando:

    1) la tua compagna che dice?

    2) Non c'è proprio verso di avere questa promozione? e riguardo alla situazione attuale, non riesci a fare proprio nulla per migliorare la tua posizione?


    Se tu non avessi un bimbo/a in arrivo ti direi di lanciarti... ma capisco che la situazione ti freni, d'altra parte se stai cercando proprio adesso ed è arrivata l'occasione forse è il caso di spiccare il volo.

    Ogni vero dolore viene scritto su lastre di una sostanza misteriosa al paragone della quale il granito è burro. E non basta una eternità per cancellarlo. (D. Buzzati)

  • Il problema non esiste, la scelta e' talmente ovvia che non devi nemmeno stare a pensarci. Da quello che dici, l'unico punto positivo a favore del nuovo lavoro sarebbe uno stipendio "leggermente migliore". Tutto il resto lo descrivi a sfavore: incertezza sull'assunzione, aumento di stress, aumento degli orari, tutto in un periodo gia' instabile della tua vita perche' nascera' tuo figlio. Risposta ovvia: LASCIA PERDERE.

    Sono un troll. Tutto quello che dico è vero, ma anche falso, ma anche no, ma anche sì.

  • Infatti non mi aspettavo di essere scelto. L'impressione, anzi l'hanno detto espressamente in colloquio, è che sono sotto organico e a breve hanno commesse da portare a termine. Ho paura di mettermi in una situazione complicata e 6 mesi non sono pochi.

  • Ti domando:

    1) la tua compagna che dice?

    2) Non c'è proprio verso di avere questa promozione? e riguardo alla situazione attuale, non riesci a fare proprio nulla per migliorare la tua posizione?


    Se tu non avessi un bimbo/a in arrivo ti direi di lanciarti... ma capisco che la situazione ti freni, d'altra parte se stai cercando proprio adesso ed è arrivata l'occasione forse è il caso di spiccare il volo.

    La mia compagna dice di lanciarmi, perché è sicura che me ne pentirò e starò peggio.


    Lavoro in un carrozzone parastatale, in cui la carriera la si fa per cose che col merito non c'entrano niente. Lei in questi due anni mi ha visto distrutto da certe dinamiche a lavoro, che poi mi hanno spinto a mandare cv in giro, e quindi mi dice: alla prima schifezza che vedrai starai ancora peggio se rifiuti.


    Nel posto dove sono ora, ho una promozione sul tavolo da 3 anni che non arriva mai. La mia impazienza ed alcune bugie dettemi hanno reso tesi i rapporti con i miei superiori per cui non escludo che non arriverà mai a questo punto.

    L'offerta di questo nuovo lavoro è di 5-6000 euro lordi in più all'anno, c'è da dire che nel mio attuale lavoro pre Covid viaggiavo spesso e le trasferte sono ben pagate. Il mio era un tentativo di fuga da certe dinamiche e da un lavoro che non reputo più così stimolante ma d'altro canto:


    - ho un orario super flessibile, entro quando mi pare la mattina importante è che faccio tot ore settimanali

    - mai un problema se chiedo ferie o permessi anche con scarso preavviso

    - lavoro nel quale sono bravo e ormai molto competente quindi mi provoca zero stress (dinamiche a parte con i colleghi e per la carriera)

    - sono stato due anni in smart working, lavorando bene, ora mi è stato tolto ma l'azienda potrebbe re introdurlo parzialmente tra qualche mese, mentre nel nuovo datore di lavoro su questo non hanno saputo darmi prospettive. Con un bimbo in arrivo anche questo pesa.

  • Il problema non esiste, la scelta e' talmente ovvia che non devi nemmeno stare a pensarci. Da quello che dici, l'unico punto positivo a favore del nuovo lavoro sarebbe uno stipendio "leggermente migliore".

    Si, si tratta di 250 euro in più al mese. E' l'aspetto che mi tenta perchè è' una cifra che al momento dove sono non raggiungerò a breve, anzi non ho nessuna garanzia. Potrei restare con lo stipendio attuale per sempre.

  • Potrei restare con lo stipendio attuale per sempre.

    Per sempre? Non credo tu abbia firmato un contratto di condanna per tutta la vita. Potrai sempre cambiare lavoro nei prossimi anni se lo vuoi, e magari trovi pure un lavoro ancora migliore di quello che hai trovato ora. Ti nasce un figlio che avra' bisogno di attenzioni, potrebbe tenervi svegli di notte, eccetera, e tu vuoi lasciare un posto sicuro, senza eccessivo stress lavorativo, con orari addirittura flessibili e permessi e ferie facili da ottenere? E vorresti lasciarlo per andare 6 mesi in prova, in un azienda sotto organico, ecc? Mi sembra una pessima idea. Anche per quei 250 euro in piu' che immagino non ti cambierebbero la vita.

    Sono un troll. Tutto quello che dico è vero, ma anche falso, ma anche no, ma anche sì.

  • Guarda Citizen, io ho lavorato anni in un ente parastatale (quando i miei figli erano piccoli) e poi nel privato (una piccola casa editrice): non c’è paragone, nel privato il datore di lavoro ti sta sempre col fiato sul collo. Io ti consiglio per il momento di restare dove sei, la nascita di un figlio è un evento meraviglioso ma a livello emotivo e fisico molto stressante (almeno per me è stato così). SEI GIOVANE, puoi aspettare ancora 2/3 anni, e poi di nuovo guardarti intorno alla ricerca di un lavoro più soddisfacente.

    Un abbraccio.

  • Grazie a tutti.

    Alla fine ieri ho comunicato la mia scelta di non accettare l'offerta. Non è stato semplice. Il ruolo era molto impegnativo, e su cose per le quali non ho esperienza. Un salto del genere forse come ha detto qualcuno in un altro momento della mia vita lo avrei fatto ma ora forse è meglio qualche euro in meno e un po di tranquillità in più.

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!