Depersonalizzazione e derealizzazione...oppure ossessione?

  • Buonasera a tutti, sono nuova del forum e purtroppo da gennaio dopo aver avuto il covid, la sera dell'esito negativo del tampone, iniziai ad avere un po' di giramenti di testa e voglia di piangere... Poi mi sono guardata allo specchio e mi vedevo strana, da lì mille pensieri,

    e iniziai a pensare "ma io chi sono"? E dà lì a pensare a quella sensazione che già conoscevo. Quattro anni fa mi prese alla vista una sorta di visual snow, e nove anni fa con il non riconoscere casa dei miei ecc. Adesso che dire, forse ho somatizzato? Leggendo di tutto su Google... è un'ossessione? La notte dormo malissimo a volte quasi piango perché sto veramente male mi guardo il corpo, so che è mio e non lo riconosco... non riesco più a pensare serenamente, le cose di tutti i giorni sono diventate più difficili... Ho una bimba di 7anni e non sento emozioni verso nessuno, adesso mi è arrivata anche la sensazione di ovattamento, ovvero sono nei posti mi giro e a volte manco so dove sono, mi succede anche a casa. Vi prego datemi delle esperienze positive di chi ne è uscito, sono nel panico Totale... ho paura di non tornare Normale. Ero una ragazza serena e spensierata, adesso è tutto così difficile, mi viene solo da piangere... Amavo la mia famiglia, amavo uscire, anche stare con gli amici, ora starei solo in casa ad aspettare che passi...


    La mia psicoterapeuta sostiene sia un'ossessione e di fare le cose in modo naturale ma come posso se non mi sento più io? Ci ero caduta altre due volte in dieci anni di psicoterapia... ma stavolta mi sembra tanto dura. Scusate lo sfogo. 🥺

  • Qubit

    Approved the thread.
  • Prima del covid anche a me era successo sporadicamente di avere quella sensazione di non riconoscermi allo specchio e dopo una terapia cognitivo comportamentale breve, circa una decina di sedute ne sono uscito. Dopo il covid che ho passato l'anno scorso ho avuto altri episodi più brutti di confusione mentale, non capivo dove fossi e chi fossi, sempre di notte e sempre accompagnati da attacchi di panico, mi ripetevo ossessivamente il mio nome cognome, data di nascita, indirizzo di abitazione e il nome di tutti i miei familiari.... Prendo un ansiolitico prima di dormire perché fra tutte le altre mie rogne sono ipocondriaco, da sempre ansioso e impanicato, questa è decisamente la peggiore. Per ora non si è più ripresentato ma ho sempre quella sensazione in sottofondo di non essere me stesso, di essere in un film come se il mio corpo fosse un robot comandato dal mio cervello e io vedo il tutto da lì dentro... Come actarus all'interno di goldrake... Sì è strano pure a rileggerlo... Cerca aiuto da uno Psicoterapeuta, stiamo vivendo un periodo di incertezza e noi più fragili la subiamo terribilmente...

  • Grazie per aver condiviso la tua esperienza... Ti giuro anche per me questa è la sensazione più brutta... è come se ci fosse un giorno perché da lì non ti fa riconoscere... come se prima era una certezza tutto ciò che facevi e dicevi e ora è tutto così strano... lento e agonizzante, almeno per quanto mi riguarda... Sono dieci anni che vado in terapia perché ho attacchi di panico, poi dopo un paio d'anni mi si presentarono per la prima volta questi episodi. Dovevo andare a convivere, solo che in quel caso mi successe di non riconoscere casa dei miei, i miei però trovavo giovamento in alcune cose... Poi nel 2018 idem, iniziò con la vista, avevo paura fosse un tumore e invece era un sintomo di conversione e ora si è ingigantito ancora di più... forse stando su Google a cercare di capire come sempre il sintomo... Perché da prima era solo il problema dello specchio e la domanda ossessiva di chi fossi, ora invece come mi guardo le mani mi domando se è il mio corpo e mi sento anche stupida però nella mia testa ho sempre e solo le stesse domande a cui non trovo risposta... La psicoterapeuta mi dice di tenere le mani in pasta, ma è tutto così strano e diverso, senza emozioni... solo una gran voglia di piangere... Ho paura di non tornare com'ero. Sono estranea a me stessa 😔

  • Stessa identica cosa, potrei averlo scritto io, veramente..covid a gennaio e subito dopo essere diventata negativa sensazioni di ogni genere, anche a me sembra di non riconoscermi, e sento e vedo il mondo esterno come estraneo, emozioni che non ci sono. Fortunatamente ogni tanto qualche momento buono viene e mi incoraggia a tenere duro ma è difficile. Anche io 10 anni di psicoterapia per attacchi di panico e avevo già vissuto queste sensazioni ma non così forti. Quanto ti capisco... ci sono dentro anche io.

  • Ciao a tutti, io stessa identica cosa, ho 21 anni e credetemi non cela faccio piú a convivere con questo senso di stranezza che mi porto dietro da ben un anno. Ero un ragazzo abbastanza solare, pieno di vita, ma da quando ho tutte queste sensazioni sembra che tutto si sia bloccato intorno a me per la paura di non poter ritornare come una volta.

    Le ho provate tutte: psicoterapia, psicofarmacologia, tecniche di training autogeno ma nulla, sto bene qualche giorno e poi punto a capo.

    Tutti i dottori (psicologo, psichiatra, medici) mi hanno detto che il mio è solamente un problema di ansia ma anche quando sono tranquillo provo tutto ciò 24 ore su 24 quindi non so più cosa fare e pensare...

    Spero solo che un giorno, sia per me che per tutti voi, la situazione possa cambiare e di ritornare ad assaporare la vita come sapevamo fare prima senza nessuna di queste sensazioni...

  • Stessa identica cosa, potrei averlo scritto io, veramente..covid a gennaio e subito dopo essere diventata negativa sensazioni di ogni genere, anche a me sembra di non riconoscermi, e sento e vedo il mondo esterno come estraneo, emozioni che non ci sono. Fortunatamente ogni tanto qualche momento buono viene e mi incoraggia a tenere duro ma è difficile. Anche io 10 anni di psicoterapia per attacchi di panico e avevo già vissuto queste sensazioni ma non così forti. Quanto ti capisco... ci sono dentro anche io.

    La mia psicoterapeuta dice che ci sto troppo sopra con la testa e di stoppare i pensieri facendo più cose possibili, ma al momento tutto sembra difficile... Poi non so tu ma ho avuto nottate infinite dove non prendevo sonno, agitata da questa sensazione di estraneità, estranea a me stessa, ai familiari, a casa mia, amici. A volte mi dico ma perché penso queste cavolate? E la testa allora sì che ci torna sopra...ho paura di non tornare più com'ero... La psicoterapeuta mi ripete che né uscirò ma al momento è una sensazione h24 (o una fissazione)... Che dire? Speriamo bene... amavo la vita, ero solare, uscivo sempre... adesso ho tanta paura di restare per sempre così 😔😔

    Ciao a tutti, io stessa identica cosa, ho 21 anni e credetemi non cela faccio piú a convivere con questo senso di stranezza che mi porto dietro da ben un anno. Ero un ragazzo abbastanza solare, pieno di vita, ma da quando ho tutte queste sensazioni sembra che tutto si sia bloccato intorno a me per la paura di non poter ritornare come una volta. Le ho provate tutte: psicoterapia, psicofarmacologia, tecniche di training autogeno ma nulla, sto bene qualche giorno e poi punto a capo. Tutti i dottori (psicologo, psichiatra, medici) mi hanno detto che il mio è solamente un problema di ansia ma anche quando sono tranquillo provo tutto ciò 24 ore su 24 quindi non so più cosa fare e pensare... Spero solo che un giorno, sia per me che per tutti voi, la situazione possa cambiare e di ritornare ad assaporare la vita come sapevamo fare prima senza nessuna di queste sensazioni...

    Ti capisco perfettamente... La prima volta mi successe a 23 anni però stavolta mi sembra più forte. Anche a me dicono sia ansia (o meglio un'ossessione) però che dire quando sei nel tunnel sembra tutto così infinito e spaventoso. A volte quando parlo mi dico: ma se si accorgono che non sono normale? Cioè mi sento come se dal giorno x la vecchia me non esistesse più... E questa nuova sembra una bambina inconsolabile, perché non farei altro che piangere. Poi mi isolo, patia totale, zero emozioni. C'è qualcuno che ha avuto queste sensazioni e ne è uscito vincitore? Qualcuno che ci dia un po' di speranza... Perché al momento sono inghiottita dalla paura.

  • Io ho parlato con varie persone e comunqie ti posso assicurare che ne sono usciti, descrivendomi ogni minimo sintomo uguale al nostro 24 ore su 24, l'unica cosa che posso dirti è che mi hanno consigliato loro e quello di abituarsi alle sensazioni e non respingere, nel senso che più cercheremo di risolvere questa cosa (perché noi crediamo di avere un problema grave) e più non sene andrà, ma dal momento che noi accettiamo il tutto senza più respingere le sensazioni e iniziare a guardare le altre cose belle della vita arriverà il giorno in cui neanche ci accorgiamo che non la proviamo più.

    Fidatevi più di tante persone melanno detto, solo che anch'io mi ritrovo nel dubbio perché sto ancora così.

    Però posso assicurarti che tutta una questione di pensiero perché guarda caso ogni cosa che facciamo la facciamo pensando di avere sempre questa cosa in maniera incoscia.

    Una domanda ma all'età di 23 quanto ti è durato tutto ciò e come ti è passato?

  • Queste sensazioni sono dovute ad una intensa paura, è come se la mente non volesse affrontare qualcosa, e praticamente "scappa via", ovviamente non potendo davvero scappare viviamo queste sensazioni... La prima volta che sono comparse sono durate vari mesi ma è soggettivo, adesso le sto vivendo nuovamente perché sono in mezzo alla mia paura più grande. So che non è facile ma non bisogna concentrarsi su queste, ho visto che nei momenti buoni non le ho, le ho solo nei momenti di intensa paura...

  • Io ho parlato con varie persone e comunqie ti posso assicurare che ne sono usciti, descrivendomi ogni minimo sintomo uguale al nostro 24 ore su 24, l'unica cosa che posso dirti è che mi hanno consigliato loro e quello di abituarsi alle sensazioni e non respingere, nel senso che più cercheremo di risolvere questa cosa (perché noi crediamo di avere un problema grave) e più non sene andrà, ma dal momento che noi accettiamo il tutto senza più respingere le sensazioni e iniziare a guardare le altre cose belle della vita arriverà il giorno in cui neanche ci accorgiamo che non la proviamo più.

    Fidatevi più di tante persone melanno detto, solo che anch'io mi ritrovo nel dubbio perché sto ancora così.

    Però posso assicurarti che tutta una questione di pensiero perché guarda caso ogni cosa che facciamo la facciamo pensando di avere sempre questa cosa in maniera incoscia.

    Una domanda ma all'età di 23 quanto ti è durato tutto ciò e come ti è passato?

    Grazie per la tua testimonianza... comunque a 23 anni mi passò proprio perché andai a convivere e quindi mi concentrai su altro, avevo da fare il trasloco e sistemare casa, però ricordo che durò diversi mesi, almeno 9. 🙈

    Comunque si forse dobbiamo tornare ad assaporare la vita, grazie ancora. 🙏🏻

  • Queste sensazioni sono dovute ad una intensa paura, è come se la mente non volesse affrontare qualcosa, e praticamente "scappa via", ovviamente non potendo davvero scappare viviamo queste sensazioni... La prima volta che sono comparse sono durate vari mesi ma è soggettivo, adesso le sto vivendo nuovamente perché sono in mezzo alla mia paura più grande. So che non è facile ma non bisogna concentrarsi su queste, ho visto che nei momenti buoni non le ho, le ho solo nei momenti di intensa paura...

    🙏🏻🙏🏻🙏🏻 Grazie davvero... Ultima domanda, anche a te duravano h 24?

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!