Esperienze, domande ed opinioni sugli psicofarmaci

  • Ciao, rispondo a tutti e due così faccio un solo messaggio. Per ora nessun tremore solo grande nausea e giramenti di testa come se fossi sull’orlo di svenire, testa vuota e paura... tanta paura. Provo sempre la pressione ma è sempre perfetta! Non capisco... Quando dovrebbe iniziare a fare l’effetto positivo lo zoloft? Io prendo anche 2.5 mg di olanzapina prima di andare a letto, e 10 gocce mattino e sera di en!

  • Ciao, rispondo a tutti e due così faccio un solo messaggio. Per ora nessun tremore solo grande nausea e giramenti di testa come se fossi sull’orlo di svenire, testa vuota e paura... tanta paura. Provo sempre la pressione ma è sempre perfetta! Non capisco... Quando dovrebbe iniziare a fare l’effetto positivo lo zoloft? Io prendo anche 2.5 mg di olanzapina prima di andare a letto, e 10 gocce mattino e sera di en!

    Solitamente ci vogliono circa 4/6 settimane per vedere l'effetto completo dell'antidepressivo e certe volte è necessario aumentare la dose o cambiare molecola.


    Sinceramente non conosco gli effetti collaterali degli altri farmaci. Io prendo xanax al bisogno e quello mi stordisce parecchio. L'olanzapina per cosa la prendi?

  • L'olanzapina la prendevo prima ma la sto scalando per arrivare ad eliminarla. Mi è stata sostituita con lo zoloft, ma anche oggi senso di svenimento, disturbi della vista e dolori al petto...

  • Ciao e grazie per la risposta, ad oggi ho ancora gli stessi sintomi e dovrei aumentare la pastiglia a 50 mg, ma ho paura: senso di testa vuota, paura di svenire e derealizzazione. Puoi dirmi qualcosa? Ah, aggiungo nausea fortissima con conati di vomito….

    Ciao. Nelle tue parole, anche nei messaggi successivi da te pubblicati, leggo letteralmente il terrore. 50 mg. di zoloft non rappresentano neanche la dose minima, per cui questa tua paura nasce esclusivamente da una forma mentale prodotta dalla consultazione degli effetti collaterali indicati sul bugiardino e, naturalmente, del dott. Google.

    Per attenuare questa sintomatologia abbina una benzodiazepina e lascia stare qualsiasi lettura sugli effetti collaterali, anche perchè la sensazione di testa vuota, le vertigini etc. sono sinonimi di ansia acuta prodotti anche dal solo pensare di assumere questo dosaggio, eventualità che ti manda in paranoia.

    Come ti avevo suggerito chiedi al medico se puoi prendere la dose di sera, in modo che il sonno attutisca gli stati di ansia che si creano, o magari dividere la dose. Insomma la tua è una paura creata dalla distorsione della lettura degli eventi avversi degli antidepressivi.

    Il tuo cervello, anche al solo immaginare di dover prendere il farmaco, ti fa alzare i livelli di ansia portandoli quasi alla pari di un attacco di panico. Cerca di stare tranquilla, sono sensazioni dettate dalla paura del farmaco ma vedrai che andando avanti ne noterai gli effetti benefici e comunque sia ricorda che esistono decine di molecole, quindi non demordere mai, scoprirai che in fondo al tunnel c'è sempre la luce.

    In bocca al lupo e per qualsiasi domanda non esitare :)

    Mai discutere con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l’esperienza. (Oscar Wilde)


    I miei post - N.B. non sono medico né figura similare, ma questa è un'altra storia

  • Ciao. Nelle tue parole, anche nei messaggi successivi da te pubblicati, leggo letteralmente il terrore. 50 mg. di zoloft non rappresentano neanche la dose minima, per cui questa tua paura nasce esclusivamente da una forma mentale prodotta dalla consultazione degli effetti collaterali indicati sul bugiardino e, naturalmente, del dott. Google.

    Per attenuare questa sintomatologia abbina una benzodiazepina e lascia stare qualsiasi lettura sugli effetti collaterali, anche perchè la sensazione di testa vuota, le vertigini etc. sono sinonimi di ansia acuta prodotti anche dal solo pensare di assumere questo dosaggio, eventualità che ti manda in paranoia.

    Come ti avevo suggerito chiedi al medico se puoi prendere la dose di sera, in modo che il sonno attutisca gli stati di ansia che si creano, o magari dividere la dose. Insomma la tua è una paura creata dalla distorsione della lettura degli eventi avversi degli antidepressivi.

    Il tuo cervello, anche al solo immaginare di dover prendere il farmaco, ti fa alzare i livelli di ansia portandoli quasi alla pari di un attacco di panico. Cerca di stare tranquilla, sono sensazioni dettate dalla paura del farmaco ma vedrai che andando avanti ne noterai gli effetti benefici e comunque sia ricorda che esistono decine di molecole, quindi non demordere mai, scoprirai che in fondo al tunnel c'è sempre la luce.

    In bocca al lupo e per qualsiasi domanda non esitare :)

    Grazie per la risposta, oggi senso forte di derealizzazione e fastidio agli occhi, come se fossi su un altro pianeta. Tanta paura e giramenti di testa, quando cerco di addormentarmi un pochino per smorzare i sintomi (visto che dormire ormai è diventata una mia abitudine) mi sembra di entrare in un altro mondo.

  • Ciao a tutti, visto che avevo scritto qualche mese fa, vi aggiorno sul trattamento con la paroxetina. Adesso è un mese che la prendo a dosaggio 20 mg al giorno. Gli effetti collaterali iniziali sono scomparsi (in particolare sonnolenza e nausea), è rimasto solo un effetto collaterale "intimo" (nel senso che impiego più tempo a raggiungere l'orgasmo) e il fatto che la mattina mi sveglio completamente bagnata di sudore (prima capitava saltuariamente, adesso regolarmente mi sveglio con il pigiama inzuppato!).
    Ad altri sono capitati questi effetti collaterali?
    Avrei anche un'altra domanda: dopo un mese passato 'in bomba' in senso positivo (nel senso che la paroxetina mi ha fatto scomparire completamente l'ansia, ero proprio positiva e piena di voglia di fare) adesso torna ogni tanto l'inquietudine e un po' di ansietta legata a meccanismi miei mentali e paure. Continuerò a fare psicoterapia, è possibile che ci siano delle oscillazioni anche a parità di dose assunta? Grazie mille!

  • Ciao a tutti, visto che avevo scritto qualche mese fa, vi aggiorno sul trattamento con la paroxetina. Adesso è un mese che la prendo a dosaggio 20 mg al giorno. Gli effetti collaterali iniziali sono scomparsi (in particolare sonnolenza e nausea), è rimasto solo un effetto collaterale "intimo" (nel senso che impiego più tempo a raggiungere l'orgasmo) e il fatto che la mattina mi sveglio completamente bagnata di sudore (prima capitava saltuariamente, adesso regolarmente mi sveglio con il pigiama inzuppato!).
    Ad altri sono capitati questi effetti collaterali?
    Avrei anche un'altra domanda: dopo un mese passato 'in bomba' in senso positivo (nel senso che la paroxetina mi ha fatto scomparire completamente l'ansia, ero proprio positiva e piena di voglia di fare) adesso torna ogni tanto l'inquietudine e un po' di ansietta legata a meccanismi miei mentali e paure. Continuerò a fare psicoterapia, è possibile che ci siano delle oscillazioni anche a parità di dose assunta? Grazie mille!

    Ciao. Gli effetti collaterali che citi sono tipici del farmaco impiegato.

    Le fluttuazioni dell'umore sono una cosa normale, soltanto che per noi appaiono più significative.

    Le giornate negative fanno parte della vita, continua fiduciosa la cura ed in bocca al lupo. :)

    Mai discutere con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l’esperienza. (Oscar Wilde)


    I miei post - N.B. non sono medico né figura similare, ma questa è un'altra storia

  • Grazie mille Repcar, sei sempre un pilastro!

    Ma quindi il fatto che da una settimana mi sia ritornata un po' di ansia (sicuramente a un livello molto inferiorie rispetto a prima, direi gestibile) puo' essere normale? Ad ogni modo ne parlerò anche con la psichiatra che mi segue.

  • Grazie mille Repcar, sei sempre un pilastro!

    Ma quindi il fatto che da una settimana mi sia ritornata un po' di ansia (sicuramente a un livello molto inferiorie rispetto a prima, direi gestibile) puo' essere normale? Ad ogni modo ne parlerò anche con la psichiatra che mi segue.

    Ciao. E' giusto che ne parli con la tua specialista, ma ricorda che le fluttuazioni sono normali anche se a noi paiono sintomi di un ritorno della patologia, pur non essendo così. E' come un bambino che impara a camminare, si rialza e tentenna fino a quando arriva ad essere fermo sulle gambe.

    Sempre un grande in bocca al lupo :)

    Mai discutere con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l’esperienza. (Oscar Wilde)


    I miei post - N.B. non sono medico né figura similare, ma questa è un'altra storia

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!

Hot Threads

    1. Topic
    2. Replies
    3. Last Reply
    1. La sorte delle persone disabili 70

      • Lu_Ca
    2. Replies
      70
      Views
      1.9k
      70
    3. Lu_Ca

    1. E' possibile restare incinte saltando una pillola anticoncezionale? 7

      • Ragazzaanonima
    2. Replies
      7
      Views
      228
      7
    3. MyDarkSoul

    1. Stress stagionale 16

      • ipposam
    2. Replies
      16
      Views
      479
      16
    3. nuovaalba

    1. Non trovare pace in casa propria 1

      • layton
    2. Replies
      1
      Views
      101
      1
    3. Pulmino73

    1. La paura sul lavoro mi paralizza e sono terrorizzato 121

      • Paura@@@
    2. Replies
      121
      Views
      4.2k
      121
    3. Paura@@@

    1. Ansia che si placa di notte 22

      • MyDarkSoul
    2. Replies
      22
      Views
      782
      22
    3. hope77