Cardiofobia, ipocondria alle stelle

  • Ciao a tutti.

    Sono nuova e ho decisamente bisogno di supporto.


    Da un anno circa, dopo aver stretto i denti con la pandemia, ho sviluppato una specie di nevrosi ipocondriaca che credo di aver sempre avuto ma in forma latente.


    Ho una cardiofobia costante, paura che qualcosa non vada, paura delle extrasistole, della nausea e dei giramenti.

    Ascolto spesso i battiti e faccio controlli per cercare di convincermi.


    Ho paura a fare sforzi, le scale, corse e anche passeggiate, la cardiofobia e la sensazione di essere malata non mi molla.

    Ho fascicolazioni anche nelle natiche e a volte quando e se cammino non mi sento le gambe, oppure sento le mani strane o non sento la testa, come se la faccia fosse accartocciata e mi controllo allo specchio se sono simmetrica.


    Ad ogni extrasistola mi terrorizzo, anche se so di soffrire di reflusso e acidità soprattutto se ho ansia.

    Se mi gira la testa mi spavento e inizia a mancarmi l'aria.

    Se ho la nausea le penso tutte.

    Ultimamente sento il collo infiammato e dopo cena se faccio qualche movimento del collo inizia una sensazione di barca, come di mal d'auto, con una sensazione di stomacatura o nausea.

    Il mio cervello le pensa tutte anche se credo, forse, che sia cervicale.


    Ho ovviamente fatto tutti i controlli cardiologici, eco, ecg, enzimi, esami del sangue più rx al collo, otorino, fisiatra, reumatologo. Anni fa anche una rm alla testa.

    Dicono che è ansia.


    Ora sono in attesa del test da sforzo e sono spaventata e penso di non essere in grado di farlo. Però forse potrebbe scardinare le mie fisse.

    Mi sento di non riuscire a fare più niente, a volte non credo che sia solo ansia e sprofondo e non riesco a fare piu niente. Sono completamente limitata. Vorrei sapere se qualcuno si sente come me e vorrei trovare conforto.


    Grazie

  • Qubit

    Approved the thread.
  • Ciao Semaperche, il mio secondo nome è cardiofobia! Io non vivo più.. vado avanti a xanax che ormai non fanno nemmeno l'effetto dovuto.. ho paura di fare qualsiasi sforzo fisico e se faccio una rampa di scale mi sento morire. Poi ultimamente ogni volta che dormo, che sia mattina pomeriggio o notte, ho risvegli bruschi con tachicardia.. non ti dico nemmeno come mi sento ogni le volte.. ora ho paura anche a mangiare e dormire.. Anche io ho fatto varie visite in passato.. soprattutto cardiologiche... ma nulla. FORTUNATAMENTE! Ormai non vivo più.. ma sopravvivo. Non sei sola.

  • Grazie Pupette87 della tua risposta!

    Io prendo ogni tanto il valium ma il ricoglionimento che da non mi piace e se posso lo evito.


    Mi capita anche a me di svegliarmi con la tachicardia o di cucinare e mangiare con la stessa sensazione.


    Perchè hai paura a mangiare e dormire? Spiegami meglio.


    Io a volte ho paura di addormentarmi, faccio resistenza perchè interpreto tutto come minaccia anche la stanchezza e forse anche il rilassamento.


    Come passi le tue giornate? Io ormai non mi riconosco piu, sto spesso a letto, guardo film e faccio proprio il minimo in casa.

    Ogni tanto esco ma non sto guidando, mi faccio accompagnare ovunque e rigorosamente in macchina


    Sono molto triste perchè vivo con in mente i limiti che devo superare e affrontare e mi sembra impossibile farlo.

    Questo disagio invalidante mi ha completamente suggestionato.

  • Nella mia lunga esperienza ormai trentennale ho avuto decine di infarti ed altre nefaste malattie delle più terribili. Quando l'ansia prende di mira un organo bersaglio, nel vostro caso il cuore allora la qualità della vita diventa di me...Non esistono controlli anche perchè il cervello ormai occupa la maggior parte della giornata e della notte quando svegli l'auscultarsi i battiti, in pratica è come il cane che cerca di mordersi la coda. Certamente in questo periodo i casi si sono centuplicati perchè la nostra psiche ormai è martellata da termini medici ed altro. Succede che il nostro cervello sotto stress produca adrenalina etc, chiamate endorfine vigili, che una vola immesse nel sistema circolatorio assumono la veste di "VIGILANZA". Lasciano stare meccanismi medici, il cuore è come se fosse pronto per una fusa in un allarme che non avverrà mai. Gli ansiolitici sono farmaci che agiscono sul sintono, quindi sparito il sintomo si ritorna come prima. Una volta che avete escluso un qualcosa di organico mettetevi l'anima in pace e benvenuti sulla giostra dell'ansia. Esistono farmaci della categoria betabloccanti che sono ottimi per extrasistole, cuore in gola etc. Resta inteso che il tutto deve essere vagliato dal medico il quale potrà indirizzare a una terapia farmacologica ritenuta più opportuna, unitamente ad un supporto psicoterapeutico, perchè la maledetta ipocondria non sparisce subito. Come sempre in bocca al lupo e ricordate che la domanda più difficile esige la risposta più semplice. :thumbup:

    Mai discutere con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l’esperienza. (Oscar Wilde)


    I miei post - N.B. non sono medico né figura similare, ma questa è un'altra storia

  • Ti capisco benissimo, singola parola che scrivi sembra scritta da me. Io facevo tutto da sola, ora per me è diventato impossibile guidare e andare a fare spesa... e non parlatemi di andare a cena nei ristoranti perché se c'è troppa gente e sono costretta a stare ad aspettare mi prende male forte. Assumo Xanax, cerco di autogestirmi con respirazioni e meditazioni e sono supportata da uno psicologo... Ormai sono 4 anni che sono in cura, ci sono alti e bassi, per quanto ci provo. Vado a letto con la fissa del mio cuore e mi sveglio con la stessa fissa, è un pensiero che non mi lascia mai e vivere così beh, non è vivere. Però non sei sola anche se ti senti sola ogni volta o almeno per me è così. Un abbraccio ❣️

  • Anche io adoravo stare sola, andavo a correre ogni giorno per 10 - 15 km sola in mezzo ai boschi...ne ho fatte di ogni e adesso sto vivendo un incubo, non vedo proprio la luce, anche se un giorno si sta meglio comunque preferisco non sforzarmi per paura che torni tutto. Anche io mangio a letto spesso, perché da seduta mi sento oscillare e mi gira la testa... Mi spiace davvero per tutti noi che stiamo così :(

  • Anche io adoravo stare sola, andavo a correre ogni giorno per 10 - 15 km sola in mezzo ai boschi...ne ho fatte di ogni e adesso sto vivendo un incubo, non vedo proprio la luce, anche se un giorno si sta meglio comunque preferisco non sforzarmi per paura che torni tutto. Anche io mangio a letto spesso, perché da seduta mi sento oscillare e mi gira la testa... Mi spiace davvero per tutti noi che stiamo così :(

    Veramente doloroso tutto ciò. Io sono proprio al limite... Sono ormai 4 mesi quasi che sto così... Ho avuto nella mia vita diverse ricadute ma questa mi sembra invincibile sta volta. Sono stanca stanca... 😔 piangerei all infinito. Posso chiederti quanti anni hai? Io ne ho 38 e le prime crisi le ho avute quando ne avevo 20...

  • Posso chiedere a tutti voi se avete la fissa come me di misurare i battiti? Io oltre al saturimetro ho anche diverse applicazioni sul tel che misurano il battito... Veramente la mia è Fobia a tutti gli effetti, a quanto vi sono arrivati i battiti?

  • Per chi ha come organo bersaglio dell'ansia il cuore è acclarato che tale fobia porta a decine e decine di misurazioni dei battiti al giorno. Ad ogni misurazione corrispondono diversi numeri di battiti ED E' NORMALE. Altra cosa che rientra nel normale è che l'eccesso di ansia provoca scariche di adrenalina che non è altro che un ottimo carburante per il corpo, con particolare riferimento al cuore. Altro suggerimento che mi permetto di darti è di non utilizzare app che dicono di misurare i battiti, altro non sono che algoritmi associati al programma per cui i valori non sono mai reali. Devi spezzare questo circolo vizioso ed i metodi ci sono, in primis cercare di smorzare lo stress che è altro carburante per le fobie. Come detto precedentemente se non è una questione organica devi lavorare sul stato ansioso. Ottima è la tecnica della respirazione che anche se le prime volte risulta difficile attuare per via dell'ansia, piano piano imparerai. Su you tube trovi decine e decine di video. Poi, come sempre suggerito non è detto che devi utilizzare come terapia farmacologica gli ansiolitici, ma esistono una categoria di betabloccanti selettivi, ma sempre e come sempre ripeto il tutto dietro visita medica specialistica. In bocca al lupo.

    Mai discutere con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l’esperienza. (Oscar Wilde)


    I miei post - N.B. non sono medico né figura similare, ma questa è un'altra storia

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!

Hot Threads

    1. Topic
    2. Replies
    3. Last Reply
    1. Ho l'impressione che la mia psicologa non mi dica la verità 31

      • lifeis2strange
    2. Replies
      31
      Views
      833
      31
    3. lifeis2strange

    1. Sensazione angosciante di aver buttato via gli anni più belli 7

      • martin85
    2. Replies
      7
      Views
      198
      7
    3. Creamy

    1. Sono molto in ansia per la salute di mio figlio 2

      • Nicole81
    2. Replies
      2
      Views
      65
      2
    3. repcar

    1. L'ansia sta lacerando la mia quotidianità 25

      • Mery0707
    2. Replies
      25
      Views
      848
      25
    3. Molecolare

    1. Ansia generalizzata e pensieri strani 60

      • Partenopeo1971
    2. Replies
      60
      Views
      2.8k
      60
    3. Ailene

    1. Non mi sento mai totalmente "presente" 8

      • Mithrandir
    2. Replies
      8
      Views
      256
      8
    3. Mithrandir