Non riuscire a lasciarsi andare durante il sesso

  • Buona sera a tutti. Da un anno circa frequento un uomo. Purtroppo a causa della pandemia e del suo lavoro non abbiamo potuto vederci spesso, e in un anno abbiamo fatto l'amore solamente 3 volte. Su tre volte lui è venuto una volta sola (non perché non sia riuscito, ma perché non voleva venirmi dentro) e io mai. Oggi lui ha voluto affrontare il fatto che io fatico a venire dicendomi che a me lui non piaccia sessualmente, ma non è così! Devo dire che ho perso la verginità molto tardi perché avevo quasi 31 anni e il partner con cui ho perso la verginità era più concentrato alla sua soddisfazione che alla mia. Inoltre, aveva una visuale un po' particolare del sesso e mentre lo facevamo mi obbligava a guardare i porno. Spesso e volentieri mi metteva in competizione con le pornostar. Finora nessuno è riuscito a farmi venire e mi sto facendo un po' di domande. Ho io qualcosa che non va? Può essere che "l'educazione" distorta ricevuta sul sesso abbia una sua ripercussione sulla relazione attuale? Quando faccio sesso non riesco a spegnere il cervello, penso continuamente alla posizione e alle mosse da fare per far venire lui e non mi concentro sui segnali che il mio corpo mi dà! So che per noi donne la mente libera gioca un ruolo importante rispetto al nostro orgasmo.

    Ho provato a proporgli diverse alternative per il prossimo incontro, come cambiare posizione oppure accarezzarmi tutto il corpo mentre io sono bendata, ma non ha fatto altro che intristirlo maggiormente. Io credo sia dovuto anche al fatto che non mi conosco abbastanza, non conosco i punti più sensibili del mio corpo.

    Quando uso i sextoys non ho problemi. Può essere che avendo utilizzato spesso i sextoys faccia fatica ora ad essere stimolata e quindi a venire?

    Grazie a chi mi aiuterà

  • Raggiungere l'orgasmo con qualcuno o raggiungerlo da soli/e è molto diverso, perché nel fai da te sai esattamente cosa ti piace e come/quando farlo. Poi per una donna è ancora più delicata la questione...


    È possibile che tu abbia delle fantasie particolari (parli di sex toys e di essere bendata, forse hai qualche fantasia magari inconscia correlata al BDSM o simili) che in un rapporto sessuale ordinario ti limitano un po', se è così è tutto normale, ti parlo per esperienza diretta... Il modo migliore per uscirne sarebbe trovare un partner che assecondi le tue fantasie e che anche lui abbia godimento nel metterle in atto...


    Oppure per iniziare a conoscere meglio il tuo corpo quando non sei tu ma è qualcun altro a "smuoverlo", come dire, potreste provare delle alternative alla penetrazione ordinaria, sempre che la cosa coinvolga appieno anche lui. Io avevo problemi simili nei miei twenties e qualche strascico me lo porto anche ora, faccio molta molta fatica a raggiungere l'orgasmo durante una penetrazione diciamo "normale", anzi, con l'ultima persona frequentata non sono mai riuscito a concludere con una penetrazione, ma per far concludere sia me che lei abbiamo sempre fatto diversamente.


    Insomma ci vuole tanta pazienza e coinvolgimento anche da parte sua. :)

  • Grazie per la risposta 😊

    Sicuramente io ho delle fantasie fuori dal comune e parlandone ieri con il mio partner lui mi ha confessato di essere un po' più tradizionalista di me, ma che cmq è disposto, fino ad un certo limite, ad assecondarmi, a cercare ciò che più aggrada me. L'unica mia preoccupazione è che lui ora sia spaventato da questo mio lato particolare.

    Lui è una persona meravigliosa e attenta, mi fa sentire veramente desiderata e bella e ora non vorrei scappasse a gambe levate a causa della mia sfumatura sessuale!

  • Figurati... Ti capisco benissimo, avendo anch'io caratteristiche simili, so quanto è complicata la faccenda!


    Per me nei twenties è stato complicatissimo, io sono uno che adora legare le donne, e non è una fantasia che chiunque può assecondare... :D


    L'importante è che a lungo andare l'emergere delle tue tendenze non crei disagi in lui, nel senso, ok assecondarle fino a un certo punto, ma se poi alla lunga si sente "costretto" a fare qualcosa che proprio non gli appartiene... Insomma si, bisogna scendere a compromessi da entrambe le parti... :)

  • Buona sera a tutti. Da un anno circa frequento un uomo. Purtroppo a causa della pandemia e del suo lavoro non abbiamo potuto vederci spesso, e in un anno abbiamo fatto l'amore solamente 3 volte. Su tre volte lui è venuto una volta sola (non perché non sia riuscito, ma perché non voleva venirmi dentro) e io mai. Oggi lui ha voluto affrontare il fatto che io fatico a venire dicendomi che a me lui non piaccia sessualmente, ma non è così! Devo dire che ho perso la verginità molto tardi perché avevo quasi 31 anni e il partner con cui ho perso la verginità era più concentrato alla sua soddisfazione che alla mia. Inoltre, aveva una visuale un po' particolare del sesso e mentre lo facevamo mi obbligava a guardare i porno. Spesso e volentieri mi metteva in competizione con le pornostar. Finora nessuno è riuscito a farmi venire e mi sto facendo un po' di domande. Ho io qualcosa che non va? Può essere che "l'educazione" distorta ricevuta sul sesso abbia una sua ripercussione sulla relazione attuale? Quando faccio sesso non riesco a spegnere il cervello, penso continuamente alla posizione e alle mosse da fare per far venire lui e non mi concentro sui segnali che il mio corpo mi dà! So che per noi donne la mente libera gioca un ruolo importante rispetto al nostro orgasmo.

    Ho provato a proporgli diverse alternative per il prossimo incontro, come cambiare posizione oppure accarezzarmi tutto il corpo mentre io sono bendata, ma non ha fatto altro che intristirlo maggiormente. Io credo sia dovuto anche al fatto che non mi conosco abbastanza, non conosco i punti più sensibili del mio corpo.

    Quando uso i sextoys non ho problemi. Può essere che avendo utilizzato spesso i sextoys faccia fatica ora ad essere stimolata e quindi a venire?

    Grazie a chi mi aiuterà

    Non riesci a raggiungere l'orgasmo con la penetrazione o proprio non ci riesci a raggiungerlo quando sei con lui?
    Se ti pratica sesso orale lo raggiungi?

    Amare qualcuno significa rinunciare a cose a cui non avresti mai rinunciato, per fare cose che non avresti mai voluto fare.

  • Non riesci a raggiungere l'orgasmo con la penetrazione o proprio non ci riesci a raggiungerlo quando sei con lui?
    Se ti pratica sesso orale lo raggiungi?

    Se si applicasse un pochino di più nel sesso orale raggiungerei l'orgasmo! E gliel'ho spiegato proponendogli anche la posizione ideale, la 69, ma non credo sia molto propenso! Attribuisce al sesso un valore molto importante, nel senso che lui dice di non fare sesso, ma di fare l'amore con un trasporto sentimentale molto alto. Sostiene non essere capace di fare sesso se non c'è un trasporto sentimentale verso la partner. Tant'è che con me dice di raggiungere livelli di intimità mai avuti prima.


    Figurati... Ti capisco benissimo, avendo anch'io caratteristiche simili, so quanto è complicata la faccenda!


    Per me nei twenties è stato complicatissimo, io sono uno che adora legare le donne, e non è una fantasia che chiunque può assecondare... :D


    L'importante è che a lungo andare l'emergere delle tue tendenze non crei disagi in lui, nel senso, ok assecondarle fino a un certo punto, ma se poi alla lunga si sente "costretto" a fare qualcosa che proprio non gli appartiene... Insomma si, bisogna scendere a compromessi da entrambe le parti... :)

    Sicuramente bisogna scendere a compromessi, ma senza mai perdere la propria identità! Non lo costringerei mai a fare qc che lui non voglia. Io gli avevo semplicemente proposto una piccola modifica alla posizione che normalmente abbiamo. Vedremo quando riusciremo a vederci la prossima volta se qc cambia.

    Edited once, last by KA85: Incorporato un post creato da KA85 in questo post. ().

  • Se si applicasse un pochino di più nel sesso orale raggiungerei l'orgasmo! E gliel'ho spiegato proponendogli anche la posizione ideale, la 69, ma non credo sia molto propenso! Attribuisce al sesso un valore molto importante, nel senso che lui dice di non fare sesso, ma di fare l'amore con un trasporto sentimentale molto alto. Sostiene non essere capace di fare sesso se non c'è un trasporto sentimentale verso la partner. Tant'è che con me dice di raggiungere livelli di intimità mai avuti prima.


    Sicuramente bisogna scendere a compromessi, ma senza mai perdere la propria identità! Non lo costringerei mai a fare qc che lui non voglia. Io gli avevo semplicemente proposto una piccola modifica alla posizione che normalmente abbiamo. Vedremo quando riusciremo a vederci la prossima volta se qc cambia.

    Il sesso è una cosa molto soggettiva, ognuno la vive a modo suo.. forse il suo elevato coinvolgimento lo rende troppo "soft", è una cosa non rara questa. Per il sesso orale secondo me per dare il meglio piuttosto che un 69 è meglio che si dedichi totalmente a te, per non essere distratto dal proprio piacere.
    Secondo me dovreste dedicarvi al petting, ai preliminari, con più attenzione. Una volta raggiunto l'orgasmo in quel frangente potresti avere più facilità a raggiungerlo durante l'atto vero e proprio..

    Amare qualcuno significa rinunciare a cose a cui non avresti mai rinunciato, per fare cose che non avresti mai voluto fare.

  • Secondo me dovreste dedicarvi al petting, ai preliminari, con più attenzione. Una volta raggiunto l'orgasmo in quel frangente potresti avere più facilità a raggiungerlo durante l'atto vero e proprio..

    È proprio quello che penso io! Gli avevo proposto dei preliminari un po' più importanti in modo da essere già bella stimolata e arrivare al rapporto sessuale già pronta, ma non so, l'ho sentito un po' restio

  • È proprio quello che penso io! Gli avevo proposto dei preliminari un po' più importanti in modo da essere già bella stimolata e arrivare al rapporto sessuale già pronta, ma non so, l'ho sentito un po' restio

    Devi "educarlo". Io quando stavo con mia moglie ero molto "tradizionale", preliminari ridotti al minimo e rapporto super soft (che piaceva a lei così). La mia amante mi ha "rieducato" in tal senso, preliminari mooolto più lunghi con grande dedizione all'orale nei suo confronti dove raggiunge anche 2 volte l'orgasmo, e dopo rapporto con almeno 4-5 cambi di posizione e molto vigore nei movimenti.
    Mentre quando facevo l'amore con mia moglie lei raggiungeva l'orgasmo solo una volta, con l'amante solitamente le faccio raggiungere 3-4 volte.

    Amare qualcuno significa rinunciare a cose a cui non avresti mai rinunciato, per fare cose che non avresti mai voluto fare.

  • Devi "educarlo". Io quando stavo con mia moglie ero molto "tradizionale", preliminari ridotti al minimo e rapporto super soft (che piaceva a lei così). La mia amante mi ha "rieducato" in tal senso, preliminari mooolto più lunghi con grande dedizione all'orale nei suo confronti dove raggiunge anche 2 volte l'orgasmo, e dopo rapporto con almeno 4-5 cambi di posizione e molto vigore nei movimenti.
    Mentre quando facevo l'amore con mia moglie lei raggiungeva l'orgasmo solo una volta, con l'amante solitamente le faccio raggiungere 3-4 volte.

    Come faccio ad "educarlo"? Ci riusciamo a vedere troppo poco. Finora ci siamo visti a distanza di 2 mesi tra un incontro e l'altro. Ho la sensazione che lui si stia arrendendo un po', che si nasconda dietro alla scusa che lui non mi riesce a soddisfare e di conseguenza non voglia nemmeno provarci! Io vorrei solo riuscire ad avere la stessa intesa che abbiamo mentalmente anche sotto le lenzuola.

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!