Ragazzo terrorizzato o semplicemente menefreghista?

  • Ciao a tutti

    Vorrei dei consigli da "occhi esterni" alla faccenda. Da 5 mesi ho una relazione con un ragazzo. Lui mi piace moltissimo, da tutti i punti di vista e, fondamentalmente, sono felice.

    Arriviamo ai nodi: lui, prima di me, e precisamente circa 2 anni fa, è stato lasciato da una donna che amava molto e che invece lo ha tradito. Nonostante ciò, credo pur di non perderla del tutto, ha deciso di essergli amico, anzi, a suo dire, sono migliori amici. Ripeto che sono passati 2 anni da quando si sono lasciati. Si sentono ogni giorno, insomma, hanno un certo forte legame, anche se lui, per rispetto a me, non la vede più (anche se io non mi sono mai opposta a questa cosa, pur rodendo).

    Sin dall'inizio io ho capito che, a differenza mia che sono una gran chiacchierona e che non esito a manifestare ciò che provo, lui invece ha un carattere chiuso e che, in certi versi, è andato ancora più chiudendosi dopo che abbiamo iniziato a stare insieme. Ha molta confidenza con me, mi parla, racconta, narra del suo passato, ma non si sbilancia sui sentimenti, non mi dice parole dolci, non mi fa complimenti, nulla di nulla. Una volta abbiamo affrontato questo discorso e mi ha detto che lui è così caratterialmente e che non può farci niente. Di contro, è una persona che si fa in quattro per vedermi ogni settimana (abitiamo lontani), macina km senza lamentarsi, investe nella relazione e, quando siamo insieme, è dolcissimo. Sin da quando ci siamo conosciuti, però, ho notato una cosa che inizialmente non mi disturbava, ma adesso, a distanza di 5 mesi, inizia a farlo: lui ogniqualvolta ci sia un piccolo contrasto, a volte anche scherzoso, anzi al 90% delle volte scherzoso (sapete le frecciatine che si lanciano i fidanzati, ma ovviamente scherzando?) risponde sempre: allora mollami. Oppure, se chiedo di organizzare le vacanze insieme, risponde: ok, ma tanto prima delle vacanze mi mollerai. Se gli dico che gli voglio bene, mi risponde: sisi, tanto mi tradirai.

    Puntualmente ci resto malissimo. Non ho mai tradito nessuno in tutta la mia vita, e men che mai vorrei tradire lui. Ma ormai queste frasi sono il pane quotidiano. Quando gli rispondo: ma non ho capito se vuoi essere lasciato o no? Risponde: mmm ci devo pensare (sempre tra il serio e lo scherzoso)

    veramente non so che pesci pigliare, perchè io in una storia così, dove lui mi sembra quasi convinto del fatto che finirà a breve (perchè io lo lascerò) mi sento bloccata. Non capisco se voglia solo esorcizzare la sua paura dell'abbandono (ha una profonda ferita da abbandono e ne è cosciente), oppure sotto sotto voglia mettermi alla prova...non capisco.

    Vi è mai successa una cosa del genere?

    Grazie mille

  • Juniz

    Approved the thread.
  • E' possibile che la delusione sperimentata in passato lo stia condizionando in questa vostra relazione. Io proverei a non insistere troppo nel volerne discutere, dimostrando coi fatti quanto tieni a lui così che possa tornare a fidarsi appieno e vivere con più sicurezza questa nuova storia con te.

    È sempre più buio appena prima dell’alba

  • Milioni di anni fa anche io sono stata con un tipo del genere. Il punto però vedi, è uno solo: i sentimenti che prova per te. Non esiste altro, non esistono ex, non esistono frasi sibilline sull'essere lasciati. Se ti ama, o se almeno prova un forte trasporto per te, essere amico della sia ex diventa una cosa secondaria, sta sullo sfondo, non fa male a nessuno.

    Secondo me tu non sei stupida e dentro di te sai che lui non vuole bene a te come tu ne vuoi lui.

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!