Declino dei forum; quali sono i motivi?

  • Personalmente sono una mosca bianca perché ho sempre preferito esprimermi in forma scritta, parlo poco e quando trovo la persona che pretende di tenermi un'ora al telefono vado ai pazzi perché per carattere trovo sempre assai difficile troncare. Quindi un forum è per me un buon mezzo di comunicazione, anche per la mia sociofobia.

    I forum sono in crisi? Sì, l'ho notato da tempo. Anni fa forse c'era più la voglia di confrontarsi tramite questi mezzi, era ancora un po' una novità. A parte fb, frequento un altro forum tuttora affollatissimo, forse il più diffuso in Italia. Si parla un po' di tutto, dalla politica alla Storia, ai giochi, all'attualità. Un forum così ampio da contenere degli angoletti in pratica destinati agli stessi utenti, che difficilmente scrivono in sezioni diverse. Si fanno amicizie, se avessi avuto 40 anni e una moglie in meno sarebbe stato un modo ottimo per cercarmi una ragazza.

    Aveva la coscienza pulita. Mai usata.

  • Si fanno amicizie, se avessi avuto 40 anni e una moglie in meno sarebbe stato un modo ottimo per cercarmi una ragazza.

    Io sono la prova vivente che sui forum nascono storie d'amore e amicizie.

    Uso Facebook in modo "massiccio" e devo dire che: Tutta questa marea di utenti alla fine non fa che creare dei non-rapporti. Un mi piace al commento e chi s'è visto s'è visto. Le relazioni nascevano più facilmente quando non c'era la parola "social".

    Prima che gli occhi possano vedere devono essere incapaci di lacrime. Prima che l'orecchio possa udire, esso deve aver perduta la sua sensibilità. Prima che la voce possa parlare in presenza dei Maestri, deve aver perduto il potere di ferire. Prima che l'anima possa stare alla presenza dei Maestri, i suoi piedi devono esser lavati nel sangue del cuore."

  • Io sono la prova vivente che sui forum nascono storie d'amore e amicizie.

    Uso Facebook in modo "massiccio" e devo dire che: Tutta questa marea di utenti alla fine non fa che creare dei non-rapporti. Un mi piace al commento e chi s'è visto s'è visto. Le relazioni nascevano più facilmente quando non c'era la parola "social".

    Mbè, pare che più socializzi e meno sc... (sc...avi dentro te stesso...ahahah)

    Aveva la coscienza pulita. Mai usata.

  • Mbè, pare che più socializzi e meno sc... (sc...avi dentro te stesso...ahahah)

    E' esattamente così ^^

    Prima che gli occhi possano vedere devono essere incapaci di lacrime. Prima che l'orecchio possa udire, esso deve aver perduta la sua sensibilità. Prima che la voce possa parlare in presenza dei Maestri, deve aver perduto il potere di ferire. Prima che l'anima possa stare alla presenza dei Maestri, i suoi piedi devono esser lavati nel sangue del cuore."

  • Come amministrazione riteniamo da sempre che il Forum sia tra i più nobili dei medium per quanto concerne le interazioni online, ed è anche per questo motivo che abbiamo deciso di rilevare la gestione di NienteAnsia. Non siamo particolarmente amanti dei social network, ed infatti nessuno di noi due possiede account su alcuna di queste piattaforme; la gerarchicità dei commenti, l'impostazione decentrata delle informazioni e l'estemporaneità della trattazione mal si sposano ad una analisi approfondita di determinati argomenti, ed anche quando questo possa avvenire non risulta mai con modalità ottimali.


    Credo che dopo un periodo di forte declino, che in ogni caso non ne ha comportato l'estinzione, il Forum come luogo di aggregazione possa, grazie anche alle innovazioni a livello tecnico, riappropriarsi di un posto di primo piano anche se chiaramente ridimensionato rispetto a quelli che erano i tempi d'oro, quando la concorrenza per ottenere l'attenzione dei navigatori era pressoché nulla. Teniamo anche conto che la nuova utenza raggiunge i siti passando per la quasi totalità dei casi dai motori (anzi, dal motore) di ricerca e quindi era certamente più semplice quindici anni fa, con risultati estrapolati da un numero di candidati esiguo rispetto ad oggi.


    Possiamo quindi a mio avviso affermare che in un Forum è centrale l'argomento, mentre sui social network è invece la persona ad esserlo, pertanto quando lo scopo precipuo è mettere in evidenza i primi piuttosto che i secondi ecco che questa modalità risulta senz'altro più indicata. L'ascesa repentina dei social ha senza dubbio sparigliato le carte e modificato, probabilmente in maniera definitiva, la fruizione della Rete ma dopo quella che possiamo definire una sbornia iniziale, probabilmente in diversi staranno rivalutando le soluzioni preesistenti, sempre però tenendo conto del progressivo costante abbassamento del livello di attenzione dell'utente medio, che richiede una gratificazione pressoché immediata per poter generare attaccamento ad un sito.


    Quello che certamente ci auguriamo tutti è che questa comunità possa incontrare un nuovo periodo di espansione ed essere così di aiuto e conforto per molte altre persone, così come è già stato per tanti anni.

  • Sono più o meno d'accordo con tutti, bisogna argomentare nei forum mentre sui social si va per umore, si fa troppa ironia su temi importanti.

    Per questo preferisco i forum, sono più asettici e soprattutto non si può mettere alla berlina come troppo spesso noto su FB.

    In generale poi su FB c'è troppo poco controllo, mentre un forum è più controllato, poi un'altra cosa che mi sembra manchi su FB è la tolleranza per argomenti e punti di vista diversi. Penso sia un meccanismo psicologico rinchiudersi nelle proprie ragioni e giudicare l'altro proprio perché i social sono più orientati sulla persona, mentre sui forum da questo punto di vista questo problema non c'è.

    Una vita senza amare niente e per niente è il peggiore dei mali e dei dolori possibili.

  • Io preferisco di gran lunga i forum perché puoi evitare di socializzare e parlare con la gente, metti in primo piano gli argomenti e puoi immaginare che le scrittine che rispondono siano tutti dei bot. Coi social è più difficile, la gente mette le proprie foto, tutti si prendono confidenze e alla fine l'argomento passa in secondo piano rispetto all'interlocutore, che ha invece un ruolo centrale.

    Sulla base di questo credo che almeno i forum tematici e specialisti continuino ad andare abbastanza bene. Io frequento un forum sul collezionismo di robot, il forum CGC sul grading americano dove viene pubblicata una risposta al secondo, il forum del Milan, un forum sull'olocausto e i vari forum delle mie patologie croniche. Prima ne frequentavo molti altri, sempre settoriali e di nicchia. Non c'è stata un grande crisi, diciamo che i vecchi utenti - tranne chi è morto o ha litigato con gli admin - son rimasti tutti, certo utenza nuova se ne vede meno forse, ma dipende appunto dalla nicchia, il forum cgc ha iscritti in continuaizone. Tutti questi forum penso che difficilmente scompariranno perché c'è una forte passione che porta i membri ad aprirli ogni giorno e tenerli in home, c'è veramente un effettivo bisogno di frequentarli perché ad esempio posso arricchire le mie conoscenze sui robot o sul milan.


    Frequento anche nienteansia in base ai periodi, ma questo genere più generalista ahimè (ed è un peccato) sta invecchiando un po' male, possono funzionare soltanto se c'è tanta gente che apre thread coinvolgenti e tanta gente che risponde. Perché di fatto non è un forum con professionisti o esperti che rispondono e interagiscono (non lo è mai stato), stai qui per passare il tempo oppure se hai un problema di natura psicologica in quel momento, ma capirete che se tipo sono depresso e voglio ammazzarmi posso scriverlo ovunque, pure sul muro di un gabinetto, mentre se mi servono info sullo jupiter yonezawa devo per forza aprire il forum dei robot

  • Non sono mai stata una frequentatrice assidua, ma in passato ci sono stati due o tre forum che mi appassionavano e anch'io rimpiango molto l'era dei forum rispetto a quella attuale. I motivi del declino li hanno già detti gli altri, in supersintesi la parola ha lasciato sempre più il posto alla comunicazione per immagini, facebook ha soppiantato i forum, instagram ha soppiantato facebook, sempre meno parole e più immagini.

    Io, non so se perchè sono una donna, e forse anche per motivi generazionali, sono una persona che trova più facile e immediata la comunicazione verbale, orale o scritta che sia, rispetto alle immagini. A volte penso perfino di avere qualche difetto nella parte del cervello deputata a decodificare i segnali della vista, tanto sono distratta e poco dotata di colpo d'occhio, spirito d'osservazione e memoria visiva :face_with_rolling_eyes: .

    Ma comunque, al di là delle attitudini individuali, è vero che un certo tipo di interazione viene favorito molto più dal forum che da altri social più attuali. Uno di questi che seguivo dovette chiudere e al suo posto nacque un gruppo facebook, a cui mi iscrissi, ma notai subito la differenza di comunicazione e non riuscii ad appassionarmi. Ho ancora l'account, creato nel 2013, ma ora non entro praticamente mai.

    Ho avuto anche svariati account facebook, ma non li ho mai coltivati moltissimo. Tendevo comunque a postare poco, perchè da un lato mi piace esternare quello che provo, ma dall'altro sento un bisogno di privacy che ovviamente mal si concilia con facebook, anche quando era più facile creare account fittizi con i nomi più fantasiosi. Con uno di questi, il secondo più duraturo, ho comunque conosciuto molte persone interessanti e un uomo di cui mi sono innamorata alla follia. Quando lui mi ha lasciato, per me era diventato troppo doloroso anche mantenere quel profilo e il suo giro di conoscenze, così dopo alcuni mese l'ho chiuso e ho tagliato tutti i rapporti anche con gli altri, senza particolari rimpianti e di sicuro non per il mezzo utilizzato.

    Tutto quello che so, chiunque lo può sapere. Ma il mio cuore appartiene a me solo. J.W.Goethe

  • in un Forum è centrale l'argomento, mentre sui social network è invece la persona ad esserlo

    Verissimo! Semplice e verissimo.


    Io preferisco di gran lunga i forum perché puoi evitare di socializzare e parlare con la gente, metti in primo piano gli argomenti

    Così anche per me. Ma infatti, chissà, forse quello che ci appare <declino> è soltanto la selezione naturale che ha portato gusti/istanze diversi a servirsi di mezzi diversi. In effetti una larga parte dell'utenza forumistica delle origini (in tutti i Forum) sembrava attratta soprattutto dal vivere questo mezzo come gancio per incrementare la propria socialità nel reale (ricordate quando c'era la moda dei <raduni>?) e/o per fare due chiacchiere generiche come le avrebbe fatte alla cassa del supermercato.

    E alla fine dei conti questo incideva solo negativamente sulla qualità dei Forum e dei loro contenuti.

    Anzi, almeno a mia memoria, i Forum che si sono estinti sono proprio quelli in cui era prevalso questo secondo tipo di motivazione.

    Tutti pensano a cambiare il mondo, ma nessuno pensa a cambiare se stesso. (L. Tolstoj)

  • Intervengo per dire la mia opinione: i forum sono una delle forme espressive moderne che possono essere più durature dei social.

    In primo luogo, i social (FB, Linkedin, ecc.) richiedono la identificazione (dunque, c'è un problema di gestione dell'immagine), mentre nei forum si va avanti con nomi utenti a scelta (quindi, vige l'anonimato) e ciò permette di concentrarsi sugli argomenti.

    Poi, sull'intensità della frequentazione, credo che vari a seconda dei tempi (liberi) disponibili e sulla voglia di comunicare (che è ondivaga, a seconda dell'umore personale). Infine, dipende dalle compagnie, come accade nella vita.


    C'è stato un certo entusiasmo iniziale per i social, per il fatto che permettono di rintracciare vecchi compagni di classe, di università, ecc. Lì per lì ti fa piacere che si possa avere notizie di gente "amica" persa nei vicoli della vita sociale. Li segui per un po', scopri chi sono i figli, che cani o gatti hanno, ecc.

    Poi, ti domandi se ti interessa davvero rivedere qualcuno che non corrisponde più ai tuoi ricordi (aspetto fisico, comportamenti, ecc.) e, per lo meno io, preferisco lasciare quasi sempre intatti i ricordi.


    Ho verificato, nel tempo (una quindicina di anni), la presenza di persone interessanti sui forum, peccato che molti tendono a rarefare i loro interventi e, talvolta, semplicemente scompaiono dall'orizzonte. I dibattiti perdono di interesse per mancanza di costruttivo confronto di opinioni, spesso chi interviene tende a concludere l'argomento imponendo il proprio punto di vista o ribadendolo in modo ossessivo.

    NA ha una certa tendenza alla ripetizione delle problematiche, data la natura dei problemi psicologici che permette di esprimere e dibattere. E quei tipi di problemi sono vecchi quanto l'umanità. Qualche volta, annoiano, senza offesa.


    Come in tutte le cose del mondo reale, anche le forme pubbliche di espressione individuale nascono, si sviluppano, e trovano fine. Anche i buoni ristoranti alla fine cambiano cuochi e gestione e diventano qualcosa di diverso da quello che uno apprezzava. Panta rei ...


    Piuttosto, lo spazio di Internet è pieno di "rifiuti": siti abbandonati, articoli superati, un sacco di notizie superate e non più aggiornate. I social risentono di questo.

    Il meccanismo organizzativo dei forum, invece, tende ad essere sempre aggiornato, e questo rende agevole intervenire su temi di dibattito attuale. Fa perdere meno tempo di altri media, dove occorre fare uno screening.


    (-------------- :/ --------------)

    Il più bello dei mari / è quello che non navigammo. / Il più bello dei nostri figli / non è ancora cresciuto. I più belli dei nostri giorni /non li abbiamo ancora vissuti. / E quello / che vorrei dirti di più bello / non te l’ho ancora detto.   Nazim Hikmet (1901-1963)

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!