Declino dei forum; quali sono i motivi?

  • Io, come tanti altri, per almeno dieci anni sono stato un frequentatore assiduo dei forum di vari argomenti.
    Poi anch'io per qualche anno sono stato distratto dai social, soprattutto Facebook, e anche se non ho mai abbandonato i forum, di fatto li ho frequentati meno.
    Ora ho una vera crisi di rigetto dai social, dove ormai è eclatante come la cosa importante sia il mostrare agli altri una certa immagine di se stessi, o le proprie convinzioni politiche, o ancora semplicemente rilanciare freneticamente le ultime mode del momento, e questo sovrasti completamente l'instaurarsi di relazioni.

    Nei forum invece, anche se sede di svacchi e anche di grandi flame, il centro di tutto è ed è sempre stato la relazione che si creava mediante le discussioni e gli scherzi.
    Di fatto in questo caso, al contrario di altri cambiamenti del web (ad esempio dai newsgroup su email ai primi forum) non sono state migliorate le funzionalità del sistema, perchè di fatto una discussione si segue di gran lunga meglio sui forum che sui social, e anche gli strumenti di ricerca sono molto più sofisticati. In questo caso è emerso un mezzo diverso con altre caratteristiche che personalmente trovo alla lunga molto più deludenti rispetto all'esperienza che avevo coi forum.

    Da qualche tempo perciò frequento di più i forum, ma purtroppo trovo che siano molto meno vivi rispetto a prima: spero che sia una fase passeggera e che magari la crisi di rigetto faccia tornare altri sui loro passi, oppure spero (e sto cercando) altri forum dove sia possibile trovare ancora quella esperienza (sperando che non siano tutti in una fase calante).

    Tra l'altro, se è vero che il forum è morto, o sta molto male, non è che Facebook se la passa meglio: praticamente dei miei contatti scrivono solo in 4 o 5 mentre il resto sono contenuti postati sui gruppi o pagine.
    Ecco forse l'alternativa ai forum sono diventati i gruppi Facebook, dove effettivamente si discute, ma lo si fa in modo molto più scomodo e meno strutturato e per questo non intervengo quasi mai in quelli in cui sono iscritto.
    E voi condividete la mia esperienza? Frequentate altri forum?

  • E voi condividete la mia esperienza?

    La mia risposta è NI, nel senso che da altri social sono fuggita solo con la voglia di cancellarmi prima possibile, mentre i Forum restano - secondo me - un bel mondo potenziale e del tutto diverso, potenzialmente molto più ricco per chi desideri dialogare e confrontarsi.

    Sono una vera pasionaria dei Forum, e ammetto che mi sono stati preziosi per mille ragioni.

    Assisto ormai da anni alla loro decimazione, e ...non mi sentirei di dire che questo sia sempre un peccato.

    Penso sempre che il mezzo sia eccezionalmente positivo, e che molto spesso sia letteralmente storpiato da utenti "perditempo", e - come accaduto in altri Forum - avallati da "moderazioni" casuali e altrettanto "perditempo" , in cui la moderazione demenziale e pidocchiosa ha fatto soltanto il gioco della "chatarella de noantri"...decretando l'inevitabile discredito del Forum e l'abbandono totale e progressivo di Utenti NON disposti a prestarsi a questo giochetto da mezzo centesimo bucato, con ovvia ed inevitabile chiusura del Forum...ormai ridotto a chattina tra pochi intimi, armati in branco per mantenere il loro (povero e molto povero, a questo punto) "mantenere il loro (misero( territorio".

    Per la mia percezione: NA ha corso molto spesso questo rischio miope.

    Trionfata inspiegabilmente con l'ultima "supermoderazione" della PRECENDENTE gestione proprietaria. E ci metto la firma.

    Ora sono lieta dell'attuale gestione e questa mi ispira molta fiducia.

    Ma, al di là delle opinioni personali, resto convinta che un Forum sia prezioso, salvo che - per insipienza gestionale - si trasformi in chat privatissima della "moderazione" (occasionale) e dei suo accoliti e ruffiani.

    :*

    Tutti pensano a cambiare il mondo, ma nessuno pensa a cambiare se stesso. (L. Tolstoj)

  • I Forum come strumento di scambio di opinioni proficuo e mezzo di aiuto stanno diventando mosche bianche. Spesso gli argomenti sono sempre i soliti e le discussioni sono manipolate sempre dai soliti utenti. Chi prova ad intervenire per spiegare le sue ragioni è un dead man/woman/fluido walking. Non si accettano critiche, non si accetta chi ha opinioni diverse dal gregge. La moderazione spesso non esiste, o se esiste è parziale o fa le cose un tanto al kilo. E' una situazione che ho riscontrato in Forum più seri e Forum di argomento più "leggero" (trash tv, buoni sconto, vita quotidiana delle casalinghe ecc.). Ce ne sono, pochissimi, di seri e validi.

    Io però ho una esperienza limitata: frequento poco infatti, non sono per niente social. E sono incline a diventarlo sempre meno.

    Non sopporto più le persone che mi annoiano anche pochissimo

    e mi fanno perdere anche un solo secondo di vita.

    (Goffredo Parise)

  • Piccola riflessione personale su "quali sono i motivi?".


    Sono niente e nessuno per dire quali siano i motivi del declino.

    Però cerco di orientarmi per quel che posso, e anche nel reale riscontro che un mare di gente (anche studiatissima e titolata) che prova fastidio nell'esprimersi per iscritto.

    Credo che questo abbia la sua importanza.

    Ho amiche e amici che mi tengono ore al telefono, eppure...NON scriverebbero MAI in un Forum, perchè gli risulta faticosissimo esprimersi in forma scritta...(detto da loro)...

    La loro esigenza di <comunicare> c'è ...ma...la tentazione di soddisfarla in modo estemporaneo e easy è trainante, e la soddisfano (o si illudono di soddisfarla) più agevolmente attraverso i social fatti di "una frase e via"...


    Poi penso che moltissimi non siano mai passati per l'esperienza di un forum, essendo saltati direttamente dal nulla ai social via smartphone.


    Qualche amico intelligente, e purtroppo non ricordo chi sia, mi diceva "secondo me siamo al massimo in trenta a partecipare assiduamente a tutti forum esistenti!". Forse esagerava, ma...per quello che mi consta pare proprio vero o giù di lì.


    Forum gestiti in modo pedestre hanno stregato anche alcuni aficionados...


    Resta , secondo me, che un Forum - se serio e ben condotto - sia una ricchezza imperdibile, ma per tanti che li frequentavano dalle origini e che ne sono rimasti delusi...credo ci possano essere molti di più che, se solo vivessero questa esperienza, ne resterebbero entusiasti. Ma non la conoscono, per quel che vedo. :S

    Tutti pensano a cambiare il mondo, ma nessuno pensa a cambiare se stesso. (L. Tolstoj)

  • Tempo fa mi ero iscritta a fb e sono scappata a gambe levate dopo poco tempo, per mille motivi.


    Credo che molti utenti siano passati a fb o simili dai vari forum, lasciandoli poco frequentati. Questo me lo confermano molti ex utenti di forum che ora discutono sui vari gruppi social.


    Per quano mi riguarda la dimensione del forum mi è sempre piaciuta, ho conosciuto persone molto in gamba. Ne frequentavo uno molto popoloso che però è stato chiuso per migrazione fb. Oggi oltre questo ne frequento uno molto piccolo e tecnico, amministrato in maniera rigorosa a livello sostanziale. Non paragonabile a questo proprio per i contenuti che si trattano. Infatti molti utenti li conosco di persona, ci si sente anche per telefono e si condividono aspetti molto personali.


    Questo forum lo trovo molto piacevole, talvolta sono più attiva, poi me ne sto anche volentieri zitta per un po'. Comunque torno sempre per dare una letta al volo, con la nuova impaginazione mi sfuggono molti spazi nuovi perché sono poco attenta e questo un po' mi dispiace.

    namasté

    Love all, trust a few, do wrong to none

  • Questo è sicuramente vero, ed è successo certamente che la maggior parte delle persone sia passata direttamente ai social, quando i telefoni sono diventati uno strumento di navigazione sul web.

    Prima, e parlo degli anni dal 2000 al 2010, chi frequentava il web e i forum erano una minoranza e lo si faceva esclusivamente da pc.

    Però in quel momento i forum erano molto frequentati: come mai ora quelli che li frequentavano allora, ed amavano questo tipo di comunicazione scritta, ora lo fanno di meno? Di fatto la superiorità dei forum come strumento di discussione, approfondimento e creazione di relazione è rimasta uguale rispetto ad altri social.

    Capisco che una maggioranza possa amare di più la comunicazione superficiale o l'interazione easy di Instagram o TikTok, ma come mai non rimane una nicchia stabile per i forum?

    Ma poi è così o questo accade solo per alcuni forum?

  • come mai ora quelli che li frequentavano allora, ed amavano questo tipo di comunicazione scritta, ora lo fanno di meno?

    Tento di rifletterci e di più non posso : buona parte, secondo me, ha anche avuto solenni delusioni.

    E altra buona parte, forse, era comunque incline ad una comunicazione meno impegnativa, e quando l'ha trovata ha optato per la migrazione.


    Può essere?

    Ma poi è così o questo accade solo per alcuni forum?

    Sempre e solo in base alla (sola) mia esperienza diretta : a me sembra che accada per tutti i Forum.

    Mi sembra che resistano benino i forum tecnico-professionali, quando e se la Mod riesce a depurare le fronde inutili dei personalismi ed istrionismi sterili e ad ottenere che ci si attenga strettamente alla Materia.

    Per quelli di "varia umanità" il compito è obiettivamente improbo...

    Non penso sia impossibile, ma è davvero improbo (secondo me).


    Giusto per dire : tanti anni fa ero una fedelissima di un forum di "varia umanità" che era UNO SPLENDORE! Bellissima utenza, viva, vivace, capace di trasformare ogni Tema in un brainstorming di felicità intellettuale imperdibile.

    Ma...i problemi dell'Amministrazione probabilmente li conosce solo l'Amministrazione, e certo fu che quel forum dovette tagliare il comparto "psicologia" per mancanza di idonea Mod...

    Si è riciclato sulle corde della "pura cultura" in ambito filosofico-letterario e ...credimi che non si può più frequentare perchè davvero manca la vita, ormai, lì dentro! Come già ebbi occasione di scrivere in qualche post...quando entri lì ti senti morire come se entrassi in una RAS dove professori delle scuole medie in pensione da secoli continuano a fingere di chiedersi qualcosa delle loro materie...solo per ribadire (almeno lì) un "io so, io valgo, vedi quante ne so? " che non ha nessun appiglio con la vita viva...

    Tutti pensano a cambiare il mondo, ma nessuno pensa a cambiare se stesso. (L. Tolstoj)

  • I forum hanno anche un costo: hosting, manutenzione ecc. I social permettono di creare gruppi chiusi e quindi evitare questi costi.

    Ricordo che nel passato certe persone, in attesa di cercare lavoro come programmatori, s'inventavano il forum della 4x4, della pesca ecc. Così lo mettevano nel cv

  • Capisco che una maggioranza possa amare di più la comunicazione superficiale o l'interazione easy di Instagram o TikTok, ma come mai non rimane una nicchia stabile per i forum?

    Ma poi è così o questo accade solo per alcuni forum?

    Per me il principio è simile alle città abbandonate.
    All'inizio migrano alcuni e restano altri. Poi, l'abbandono progressivo non incentiva lo sviluppo. Finisce che non ne vale più la pena dedicarci tempo: sia per le gestioni e sia per le utenze.

    Io vorrei partecipare ad altri Forum riguardo tematiche specifiche ma quando "faccio un giro" osservo e intuisco dalle date dei post che sono luoghi assopiti in un letargo a tempo indeterminato. Magari c'è qualche discussione attiva ma riguarda qualche gruppo di intimissimi che si ritrova lì.

    E questo non incoraggia.


    E rispetto la mia esperienza sui forum, poi non so quella di altri, non è invogliante "iniziare un percorso" (che per esempio su nienteansia per me è a quota dieci anni ) in un Forum che magari ha pochissimi post al giorno e molte discussioni senza risposta.


    Anche perché chi cerca i forum, credo si aspetti "qualcosa di più" e non lo faccia con la filosofia tipica dei social, di lasciare commenti random ma di fatto in cui è impossibile fare dei confronti realmente appronfonditi.

    «Le volpi hanno le loro tane e gli uccelli del cielo i loro nidi, ma il Figlio dell'uomo non ha dove posare il capo».

  • C'è sempre stata un'innovazione tecnologica che ha attirato le masse. Prima c'era usenet con i suoi newsgroup. Le chat tramite IRC. Una volta ho seguito un convegno con Moni Ovadia e Carlo Massarini. Già allora si era giunti alla conclusione che le persone che frequentano internet sono "tribù nomadi"

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!