Ho la giusta percezione?

  • A me pare che quest'uomo non l'abbia raccontata tutta: inizia una relazione partendo in quarta per poi perdere interesse quasi subito e negarne l'evidenza.

    Al di là del fatto che probabilmente ha dei problemi personali di qualsivoglia natura che non conosciamo, confermati dal fatto che è in terapia, sicuramente ha problemi relazionali con le donne, lo dimostra anche il fatto che a 40 anni suonati, con tutte le relazioni sociali che ha, ha preferito cercare una partner al di fuori da esse e tenerla momentaneamente in stand by facendosi bellamente i cavoli propri.

    Mi chiedo che razza di relazione sia.

    Altroché soddisfacimento dei bisogni, ma bisogni de che?

  • Infatti io non parlo di ciò che vuole la società, io parlo del processo di "maturazione" dell'individuo che appunto prescinde da ciò che possono volere società o genitori o datori di lavoro

    Dici di non parlare di quello che vuole la società...ma poi (corturbantemente per me) ti trovi a circoscrivere la <maturità> nello strettissimo ambito del "perfettamente allineato" ...

    la maturazione porta a questo, a togliere il focus da noi stessi

    Scusa Ipposam, ma ...quando mai si toglie il focus da noi stessi?

    Quando mai ?

    Banalità mille volte ripetuta, prima o poi, in qualunque Forum di questo settore : anche il più santo dei missionari insegue bisogni propri.

    Tutti pensano a cambiare il mondo, ma nessuno pensa a cambiare se stesso. (L. Tolstoj)

  • ma alla fine oggi viene a trovarti? l'amore è l'innamoramento secondo me si sentono nello stare insieme ed è meglio fidarsi dell'istinto: se uno è emozionato e coinvolto te ne accorgi, lo senti in qualche modo.

    Sì oggi dovrebbe venire ma ancora non si è fatto sentire.

    Quando siamo stati insieme siamo stati bene... a parte la delusione di quella volta per il treno però in lui sento più che altro passione ma non "amore"

  • Dici di non parlare di quello che vuole la società...ma poi (corturbantemente per me) ti trovi a circoscrivere la <maturità> nello strettissimo ambito del "perfettamente allineato" ...

    Scusa Ipposam, ma ...quando mai si toglie il focus da noi stessi?

    Quando mai ?

    Banalità mille volte ripetuta, prima o poi, in qualunque Forum di questo settore : anche il più santo dei missionari insegue bisogni propri.

    Guarda quello che dico è banalmente quanto risulta dagli studi sulla crescita dell'individuo, è così che funziona. Parti dal bambino che non vede altro che se stesso e arrivi all'uomo integrato nella società.

    Ma non c'è bisogno di scomodare i massimi sistemi per questo tipo, i fatti parlano da soli.

    Poi si può pensarla anche diversamente, mi sta bene e ci mancherebbe, io mi sento di dare pienamente ragione all'opener e non riesco a vedere nulla di buono in un soggetto con i comportamenti descritti e non ci perderei tempo per manifesta immaturità.

  • Parti dal bambino che non vede altro che se stesso e arrivi all'uomo integrato nella società.

    Non ne dubito.

    Infatti mi preoccupa moltissimo quello <integrato> , che equivale al mio "allineato e forzosamente adattato agli standards".

    E che continua ad avere propri bisogni, veri o falsi, e non sempre ugualmente allineati agli standards convenzionali...da cui solo frustrazioni e pentole a pressione...

    Tutti pensano a cambiare il mondo, ma nessuno pensa a cambiare se stesso. (L. Tolstoj)

  • Scusa Ipposam, ma ...quando mai si toglie il focus da noi stessi?

    Quando mai ?

    Banalità mille volte ripetuta, prima o poi, in qualunque Forum di questo settore : anche il più santo dei missionari insegue bisogni propri.

    Condivido anche le virgole.

    Quanto scritto ovviamente non implica che in un "metabolismo/scambio" consapevole non ne beneficino contemporaneamente i soggetti coinvolti....anzi.

    A rendere questo circolo virtuoso, ribadisco, è il livello di consapevolezza dei propri bisogni.

    Arrivo a sostenere che è esattamente l'arroccarsi su posizioni simil mistiche new age e compagnia cantando che crea equivoci e distanze incolmabili....incolmabili perchè incentrate fin dall'inizio su una presunta e mai verificata capacità di trasformarsi in qualcosa di diverso da se.

  • ...però in lui sento più che altro passione ma non "amore"

    A farti pensare questo è la mancanza in lui (secondo la tua interpretazione dei fatti/le tue percezioni)....o la differente urgenza con la quale risulta espressione, del desiderio di avere figli?

  • Arrivo a sostenere che è esattamente l'arroccarsi su posizioni simil mistiche new age e compagnia cantando che crea equivoci e distanze incolmabili....incolmabili perchè incentrate fin dall'inizio su una presunta e mai verificata capacità di trasformarsi in qualcosa di diverso da se.

    mistica e New Age sono due mondi immensi e vastissimi e a volte anche diversi ... Parlando abbiamo scoperto che già attribuiamo diversi significati ai termini quali "ego" per dirne una ...


    Per esempio prima hai parlato di accettare l'essere bisognoso ... Sì la trascendenza implica accettazione non eliminazione di una qualsivoglia forma egoica ...


    Infatti ho evitato di parlane perché dire "Questo no, questo si" quando l'argomento è così esteso bisogna prima accordarsi su cosa si voglia dire altrimenti si cerca di smentire qualcosa che non è stato affermato.


    Lo dico solo perché il riferimento alla New Age mi sembra sia collegato a quello che è stato detto prima.


    Chiedo scusa per l'Ot

    Grazie per lo scambio e buon proseguimento :)

    «Le volpi hanno le loro tane e gli uccelli del cielo i loro nidi, ma il Figlio dell'uomo non ha dove posare il capo».

  • Ammetto di essermi avvicinato con curiosità a questi ambiti ma di non aver mai approfondito come sicuramente avrai fatto tu Juniz.

    Sono stato evidentemente molto superficiale.

    Per quanto possibile ti chiedo scusa.

    Le stupidaggini che scrivo sono frutto della mia discutibile ed evidentemente parziale visone delle cose...non ho abbracciato nessuna tesi in vita mia che non fosse frutto di osservazione diretta (quindi soggettiva...ma del resto che altro posso fare?)...soprattutto in questo caso dove si parlerebbe di tesi che nemmeno conosco.

    Che poi, e concludo l'OT, ne sono stato interessato indirettamente perchè oggetto di "studio" di una mia ex frequentazione.

  • Ammetto di essermi avvicinato con curiosità a questi ambiti ma di non aver mai approfondito come sicuramente avrai fatto tu Juniz.

    Sono stato evidentemente molto superficiale.

    Per quanto possibile ti chiedo scusa.

    Le stupidaggini che scrivo sono frutto della mia discutibile ed evidentemente parziale visone delle cose...non ho abbracciato nessuna tesi in vita mia che non fosse frutto di osservazione diretta (quindi soggettiva...ma del resto che altro posso fare?)...soprattutto in questo caso dove si parlerebbe di tesi che nemmeno conosco.

    Mi spiace che tu dica così. Per me non c'è nessuna stupidaggine o superficialità.


    La questione che sollevi, sul come è possibile trasformare qualcosa in diverso da sé è più che legittima.


    Volevo solo dire che per immergersi in questo calderone, penso ci voglia molto margine di manovra e molto spazio per divagare.


    Non perché sia Juniz e Birdy a parlane o perché c'è qualcuno che ne sa di più di altri ma perché in questo ambito osservo è sempre così e perché gli stessi spiritualisti sono pieni di contraddizioni. Figurarsi quindi.


    Inoltre come hai detto tu, in un certo contesto, per esempio questo, anche a mio avviso sono solo speculazioni inutili. In effetti bisognerebbe (parlo per me) esprimere la propria opinione senza entrare troppo nel merito di quella che è la visione spirituale della vita, anche se da lì si attingono i principi. Se l'altro intravede verità e ne ha utilità bene, altrimenti è lo stesso.


    Mi sento molto il colpa per questi OT

    Scuse a tutti :*

    «Le volpi hanno le loro tane e gli uccelli del cielo i loro nidi, ma il Figlio dell'uomo non ha dove posare il capo».

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!