Ho la giusta percezione?

  • Però probabilmente se cose personali non le vuole raccontare e in alcuni casi mi ha detto che anche se si tratta di cose banali e poco importanti non le vuole condividere forse un tantino frenato lo è.

  • Guarda ho letto un po' tutto...il tema centrale è cosa provi tu e come lui ti fa sentire, ed è chiaro che non ti senti "centrale" per lui. E questo no, non va bene, perché evidentemente vivete la relazione in modo diverso. Onestamente per me è fondamentale sentirmi centrale per l'uomo che amo; per me non c'è coppia senza centralità. Il racconto della stazione è tremendo perché per me non sarebbe accettabile nemmeno da un amico come comportamento, figuriamoci da un fidanzato. Va benissimo avere degli amici e degli impegni di ogni genere, ma io mi aspetto di stare metri e metri al di sopra per un uomo, e se non è così perdo totalmente interesse; la cosa è poi ancora più determinante all'inizio, perché se uno comincia così...figuriamoci nel tempo! Io comunque eviterei di dirglielo, perché mi aspetto lo capisca da solo, non sono cose da dirsi queste, diciamo che io mi raffredderei a questo punto, e lascerei a lui altre eventuali mosse. Perché se un uomo si comporta come voglio io solo perché glielo dico non vale più...deve venire da lui il comportamento corretto. Inoltre come minimo si vedrebbe costretto a fare cose che non sente o mi troverebbe pesante. Perciò ti consiglio di lasciarti guidare da ciò che provi: se lui non soddisfa le tue aspettative prendi distanza e proteggiti, e valuta ogni giorno se lui meriti i tuoi sentimenti.

  • È proprio quello che mi è successo!

    Ipposam mi hai capito perfettamente.

    Il mio interesse non è più lo stesso con l'aggiunta della delusione.

    Pensando poi a quello che progetta e cioè che da settembre ha in mente di riprendere i suoi hobbies pittura teatro e università io mi sento praticamente una nullità. Con questi continui accenni a riprendere hobbies e amici (calcolando che comunque lavora) io non sentendomi nominata mi sento esclusa e vedendo come si comporta adesso che non è ancora così impegnato mi demoralizzo.

    Il fatto è che io ho già provato a distaccarmi ma lui fa altrettanto e quindi la situazione è peggiorata.

    Io ci sto male. Chiedendomi il motivo gli ho accennato il discorso e lui mi ha inizialmente detto che il problema è mio non suo.

    Continua a negare, a dire che sono importante ma per me sono parole vuote ormai.

    Forse solo con fatti o azioni concrete potrebbe aiutarmi a credergli però come dici tu mi rimarrà sempre il dubbio che faccia le cose solo per compiacermi e non perchè le sente davvero.

    Sono disperata.

  • BEMMY: guarda che il problema non sono tutte le cose che vuole fare, può farne 3000 ma riuscire lo stesso a metterti al centro della sua vita...non è questione di quanti interessi abbia, ben venga ne abbia tanti. Ci sono uomini con la testa vuota che non ti danno nulla e altri con la testa che va a 1000 che comunque ti fanno sentire unica.

    Il problema è questo, che non sembra abbastanza interessato. Forse percepisce anche che per te è già importante e non sente la necessità di darti di più...gliela devi fare sentire questa necessità senza dirglielo. Fai tu un passo indietro, se lui non ne fa uno avanti, e vedi come reagisce.

  • Da più di una settimana ho preso le distanze e lui si fa sentire ancora meno. Ad esempio oggi mi ha chiamato alle 11 di stasera perchè era ad un aperitivo come al solito. Io sono sempre l'ultima persona a cui interessarsi. Poi se mi addormento e non ci sentiamo nemmeno che importa? Mi sentirà il giorno dopo e cosi via...

    Questo è quello che succede...

  • Quindi questo ti dá la misura del problema, perché è evidente che non ti dá le attenzioni che vorresti. Lui ti manda un messaggio di indifferenza! Cerca di essere forte, non farti abbattere da questa situazione, mantieni lucidità ma sii pronta a proteggerti, non dargli più del dovuto. Poi lasciami dire...oltre 40 anni e il centro della sua vita sono gli aperitivi?

  • Essere forte cosa vuol dire? Accettare questa costante insoddisfazione sperando che la mia "assenza" gli faccia desiderare di vedermi?

  • Da più di una settimana ho preso le distanze e lui si fa sentire ancora meno. Ad esempio oggi mi ha chiamato alle 11 di stasera perchè era ad un aperitivo come al solito. Io sono sempre l'ultima persona a cui interessarsi. Poi se mi addormento e non ci sentiamo nemmeno che importa? Mi sentirà il giorno dopo e cosi via...

    Questo è quello che succede...

    Ciao, ho letto dall'inizio, sinceramente da quello che scrivi io non lo vedo molto sincero, o meglio c'è un bel salto tra le parole e i fatti...a parole già si sbilancia molto,di conseguenza io mi aspetterei che desiderasse vedermi almeno i fine settimana, non necessariamente rinunciando sempre agli amici. A volte potresti andare tu e in quei due o tre giorni condividere anche una serata con altri. All'inizio di una storia per me deve prevalere la voglia di vedersi, essere un incastro tra altri impegni inevitabilmente provoca un effetto deprimente. Puoi darti un po' di tempo, ma se al tuo allontanarti lui non reagisce e lascia perdere, allora purtroppo mi verrebbe da dirti che hai incontrato un bel cazzaro.

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!