Come capire se è necessario cambiare terapeuta?

  • purtroppo non so aiutarti in quanto non l'ho mai praticata, né conosco nessuno che l'abbia fatto.

    tu l'hai provata?

    No, me la aveva consigliata la vecchia terapeuta per questioni di somatizzazione ansiosa.. di fatto io ho provato: analisi, cognitivo comportamentale e terapia breve strategica.

    Non saprei, mi sono trovata meglio forse con la breve strategica ma adesso sto in cognitivo comportamentale.

    Sto un po'nel pallone, scusa, non so bene se il mio percorso sia giusto per me. I miglioramenti ci sono ma non troppi. Ho riinizato a gennaio eh.

  • No, me la aveva consigliata la vecchia terapeuta per questioni di somatizzazione ansiosa.. di fatto io ho provato: analisi, cognitivo comportamentale e terapia breve strategica.

    Non saprei, mi sono trovata meglio forse con la breve strategica ma adesso sto in cognitivo comportamentale.

    Sto un po'nel pallone, scusa, non so bene se il mio percorso sia giusto per me. I miglioramenti ci sono ma non troppi. Ho riinizato a gennaio eh.

    Se c'è qualche miglioramento, a mio avviso, vale la pena continuare, e capire anche cos'è che ci fa star meglio e come.

    Le somatizzazioni sono micidiali, perché è difficile contraddire i sensi (Epicuro direbbe che l'unica verità è quella data proprio dai sensi nell'immediato). Ma contraddire i sensi è già una trappola, perchè innesca i condizionamenti mentali. E quindi si fa il circolo vizioso.

    Ti capisco, sta succedendo a me in questo periodo, certo non come una volta, ma succede. E il fatto di star sempre lì a vigilare in attesa e speranza che la somatizzazione scompaia, poi, ti allontana da ogni serenità.

    Bisogna sorridere a queste sensazioni. Almeno a me dà una mano.

  • Se c'è qualche miglioramento, a mio avviso, vale la pena continuare, e capire anche cos'è che ci fa star meglio e come.

    Le somatizzazioni sono micidiali, perché è difficile contraddire i sensi (Epicuro direbbe che l'unica verità è quella data proprio dai sensi nell'immediato). Ma contraddire i sensi è già una trappola, perchè innesca i condizionamenti mentali. E quindi si fa il circolo vizioso.

    Ti capisco, sta succedendo a me in questo periodo, certo non come una volta, ma succede. E il fatto di star sempre lì a vigilare in attesa e speranza che la somatizzazione scompaia, poi, ti allontana da ogni serenità.

    Bisogna sorridere a queste sensazioni. Almeno a me dà una mano.

    Sì hai ragione. Infatti ho smesso da un po'di contraddire i sensi e sto provando ad accogliere i vari fastidi. Come giustamente hai espresso, è molto difficile dire a sé stessi che il mal di testa è dato dall'ansia, ad esempio.

    Perché intanto il mal di testa c'è.

  • Non vorrei sbagliarmi ma mi sa che ce l'ho anche in bagno. Tentare non nuoce. Grazie!

    Al limite proverò con un lanciafiamme.

    :face_with_tears_of_joy: :face_with_tears_of_joy: :face_with_tears_of_joy:

    Meglio il bolo isterico che lemorroide isterica.

    :grinning_face_with_sweat: :grinning_face_with_sweat: :grinning_face_with_sweat:

  • Diciamo che a casa con calma riesco a togliermelo quasi del tutto il fastidio con un po' di pratica. Ma al lavoro no. Ti farò sapere di certo per lo spray. Se non funge lo userò come deodorante :grinning_face_with_sweat:

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!