Come capire se è necessario cambiare terapeuta?

  • Beh ma uno può stare bene a prescindere perché ha una qualità della vita che lo soddisfa o comunque in qualche modo e per qualche motivo suo ci convive. Ma questo non dipende dal terapeuta o dalla terapia.

  • Si ma chi sta bene a prescindere non ci va dallo psi*. Qui appunto si parlava di chi bene non sta e vuol capire se le sedute dallo psi* fanno effetto.

  • Ciao!

    Io ho cambiato a gennaio terapeuta. Con l'altra, da cui andavo da circa sette mesi, mi sentivo troppo giudicata e sotto pressione. Aveva un fare aggressivo che proprio mi destsbilizzava e non mi faceva andare avanti.

    Credo che comunque una persona riesca a sentire se la strada percorsa sia giusta o sbagliata.

    Dopo dieci anni, non so, forse proverei altri lidi.

  • Traduzione del mio intervento:

    Se Nuvola Tempestosa sta riscontrando dei miglioramenti con la Tcc ... ben venga. Nel senso, chi può dire che non sta risolvendo ciò che conta davvero perché la Tcc è superficiale ? Sono percorsi ... Esistono molte strade per giungere allo stesso punto. Una persona può anche "risolvere" iniziando dalla modifica di comportamenti superficiali così come un altra invece no ... Il mio pensiero è "Se funziona va bene" ...

    Prima che gli occhi possano vedere devono essere incapaci di lacrime. Prima che l'orecchio possa udire, esso deve aver perduta la sua sensibilità. Prima che la voce possa parlare in presenza dei Maestri, deve aver perduto il potere di ferire. Prima che l'anima possa stare alla presenza dei Maestri, i suoi piedi devono esser lavati nel sangue del cuore."

  • Io stavo difendendo un mio punto di vista, dato che l'intervento di Nuvola Tempestosa se non erro è successivo al mio.

    Poi se a te Nuvola questo approccio ti fa stare meglio ci mancherebbe, tutto riguadagnato.

    Io rimango della mia idea.

  • Io stavo difendendo un mio punto di vista, dato che l'intervento di Nuvola Tempestosa se non erro è successivo al mio.

    Poi se a te Nuvola questo approccio ti fa stare meglio ci mancherebbe, tutto riguadagnato.

    Io rimango della mia idea.

    Ma non è necessario difendere ... nel senso ... qui non nessuno vuole avere "ragione" o l'ultima parola ... nemmeno Nuvola Tempestosa che mi pare abbia più che altro "parlato per sè" che per la Tcc in generale ...

    Prima che gli occhi possano vedere devono essere incapaci di lacrime. Prima che l'orecchio possa udire, esso deve aver perduta la sua sensibilità. Prima che la voce possa parlare in presenza dei Maestri, deve aver perduto il potere di ferire. Prima che l'anima possa stare alla presenza dei Maestri, i suoi piedi devono esser lavati nel sangue del cuore."

  • Comunque, al fine di non creare fraintendimenti: Ho trovato un pò la lapidaria la tua risposta a Nuvola e avendo fatto Tcc ho sentito l'esigenza di intervenire per quello. Poi capisco il tuo punto di vista, lo rispetto e non voglio farti cambiare idea ovviamente anche perché è semplicemente un discorso quello che si sta facendo.

    Prima che gli occhi possano vedere devono essere incapaci di lacrime. Prima che l'orecchio possa udire, esso deve aver perduta la sua sensibilità. Prima che la voce possa parlare in presenza dei Maestri, deve aver perduto il potere di ferire. Prima che l'anima possa stare alla presenza dei Maestri, i suoi piedi devono esser lavati nel sangue del cuore."

  • Concordo in un certo senso con DaliaBlu.

    Voglio dire. Non voglio né demonizzare la tcc e né esaltare l'analisi . Ognuno deve trovare il proprio percorso in un ambito (il sistema nervoso) dove scientificamente si sa ben poco.

    Quello che secondo me non va bene è pensare, come va ormai di moda, che il cognitivismo e il comportamentalismo abbiamo superato e soppiantato la psicanalisi o la psicodinamica.

    Non c'è fondamento alcuno di ciò. E soprattutto, con noi stessi, con il nostro profondo, prima o poi dovremo farci incontri e provare ad andare un po' più d'accordo.

    Mi spiegheresti la differenza tra psicoanalisi e psicodinamica?

    Io ho fatto stretegico sistemica e poi psicodinamica per un paio di anni per tornare alla strategico sistemica... nel mezzo ho fatto anche ipnosi.

    Grazie!

  • La psicodinamica è una psicoterapia che si è originata e "evoluta" dalla psiconanalisi.

    Per banalizzare quindi, la psicodinamica è la versione "terapica" della psicoanalisi.

  • La psicodinamica è una psicoterapia che si è originata e "evoluta" dalla psiconanalisi.

    Per banalizzare quindi, la psicodinamica è la versione "terapica" della psicoanalisi.

    A me la terapeuta consigliò la terapia bioenergetica.

    Tu ne sai qualcosa?

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!