Catcalling....per le donne

  • visto che le donne del forum non intervengono vorrei dire un pensiero. Reputo il cat calling una pratica indegna di una società civile, ma, detto questo, anche io chiedo alle donne in che modo stabilire dei limiti? ad esempio dire a una donna che non si conosce "come sei bella" come si configura?

    Nn ho ben capito...

    Ora uno, dovrebbe aver paura anche a fare/dire un complimento?

    Che società stiamo diventando?


    (Cuore Blu/Nero)

    - Nel mezzo delle difficoltà, nascono le opportunità. - Albert Einstein

  • Nn ho ben capito...

    Ora uno, dovrebbe aver paura anche a fare/dire un complimento?

    Che società stiamo diventando?


    (Cuore Blu/Nero)

    Siamo una società che a fatica cresce, ma che presenta ancora forti tratti di immaturità. La dimostrazione che stiamo che crescendo è data dal progressivo affermarsi della legittima e sacrosanta battaglia per il rispetto delle minoranze e delle categorie più deboli e dalla giusta condanna delle prepotenze e dei privilegi; l'ancora forte immaturità si palesa negli eccessi moralistici che si innestano su di essa. Nel caso che qui si dibatte si vorrebbe quasi desessualizzare completamente la società e le interazioni tra individui, roba che il vecchio moralismo bigotto di matrice cattolica era acqua fresca, ma gli araldi del nuovo moralismo non si sentono retrivi anzi, lo fanno per le magnifiche sorti e progressive...

  • Siamo una società che a fatica cresce, ma che presenta ancora forti tratti di immaturità. La dimostrazione che stiamo che crescendo è data dal progressivo affermarsi della legittima e sacrosanta battaglia per il rispetto delle minoranze e delle categorie più deboli e dalla giusta condanna delle prepotenze e dei privilegi; l'ancora forte immaturità si palesa negli eccessi moralistici che si innestano su di essa. Nel caso che qui si dibatte si vorrebbe quasi desessualizzare completamente la società e le interazioni tra individui, roba che il vecchio moralismo bigotto di matrice cattolica era acqua fresca, ma gli araldi del nuovo moralismo non si sentono retrivi anzi, lo fanno per le magnifiche sorti e progressive...

    Puoi usare parole più "semplici", purtroppo stamane non connetto :)

    Ti ringrazio.


    (Cuore Blu/Nero)

    - Nel mezzo delle difficoltà, nascono le opportunità. - Albert Einstein

  • Siamo una società che a fatica cresce, ma che presenta ancora forti tratti di immaturità. La dimostrazione che stiamo che crescendo è data dal progressivo affermarsi della legittima e sacrosanta battaglia per il rispetto delle minoranze e delle categorie più deboli e dalla giusta condanna delle prepotenze e dei privilegi; l'ancora forte immaturità si palesa negli eccessi moralistici che si innestano su di essa. Nel caso che qui si dibatte si vorrebbe quasi desessualizzare completamente la società e le interazioni tra individui, roba che il vecchio moralismo bigotto di matrice cattolica era acqua fresca, ma gli araldi del nuovo moralismo non si sentono retrivi anzi, lo fanno per le magnifiche sorti e progressive...

    Post molto interessante e ben scritto che mi trova parzialmente d'accordo. Ok il discorso sugli eccessi moralistici, la teoria del complotto per desessualizzare la società...mmmh...parliamone

  • Post molto interessante e ben scritto che mi trova parzialmente d'accordo. Ok il discorso sugli eccessi moralistici, la teoria del complotto per desessualizzare la società...mmmh...parliamone

    Ciao, non intendevo alludere a presunti complotti, ma capisco che il modo in cui ho formulato la frase potesse far credere che li avessi come sottointeso. Riformulo, se prendiamo in considerazione questi eccessi moralistici privi di buon senso, che oggettivamente ci sono, se per ipotesi, questi eccessi si affermassero in maniera generalizzata, avremmo come risultato una società tristemente desessualizzata.

  • Ovviamente è giusto punire le molestie (palpeggiamenti e pedinamenti sicuramente lo sono), ultimamente però mi sembra che il concetto di molestia sita diventato troppo ambiguo, ormai sembra che anche semplicemente corteggiare una ragazza (a cui non piaci naturalmente) possa essere considerato molestia. Qui bisogna fare una distinzione doverosa che una volta sarebbe stata banale ma oggi pare che non sia più una cosa così scontata: una molestia è una cosa seria e grave e proprio per questo va punita, un semplice flirt da un ragazzo non attraente non è una molestia, se una donna viene corteggiata da un uomo che non le piace semplicemente rifiuta le sue avances e stop, ognuno per la sua strada. Se poi l'uomo non accetta il rifiuto e comincia a diventare pericolosamente insistente lì è un altro discorso. Ma se la colpa di quell'uomo è stata solo quella di farsi avanti con una ragazza che non ricambia non ha davvero alcun senso accusarlo di molestia! Ho pensato anch'io la stessa cosa che ha detto Bilbo, sembra che si debba diventare tutti esseri asessuati.

  • Personalmente ho sempre trovato antipatico questo fenomeno, anche se anche io non ho mai saputo si chiamasse così.

    Quando ero ragazza evitavo alcune vie per non trovarmi ad essere oggetto dei più vari apprezzamenti, e cercavo di vestirmi in modo da passare inosservata. Adesso logicamente mi capita meno e so sicuramente difendermi meglio, ma lo trovo ancora fastidioso.

    Ricordo che ero già incinta della mia prima bimba e quando andavo a fare le visite passavo davanti a un bar che aveva sempre un gruppetto di nullafacenti davanti pronti a lanciare qualche fischio...e già avevo i miei 36 anni, e non sono certo il tipo che gira con minigonne o scollature...Ora arrivare a considerarlo un reato mi sembra eccessivo anche a me, però il disagio esiste, poi chiaramente dipende anche dall'apprezzamento e dal contesto...ma in ogni caso, se a fare questi apprezzamenti/fischi è un gruppo il disagio per me è peggiore, ti senti "braccata" davvero tipo preda...e appunto un conto subirlo a 40...un altro a 16.

  • Personalmente ho sempre trovato antipatico questo fenomeno, anche se anche io non ho mai saputo si chiamasse così.

    Quando ero ragazza evitavo alcune vie per non trovarmi ad essere oggetto dei più vari apprezzamenti, e cercavo di vestirmi in modo da passare inosservata. Adesso logicamente mi capita meno e so sicuramente difendermi meglio, ma lo trovo ancora fastidioso.

    Ricordo che ero già incinta della mia prima bimba e quando andavo a fare le visite passavo davanti a un bar che aveva sempre un gruppetto di nullafacenti davanti pronti a lanciare qualche fischio...e già avevo i miei 36 anni, e non sono certo il tipo che gira con minigonne o scollature...Ora arrivare a considerarlo un reato mi sembra eccessivo anche a me, però il disagio esiste, poi chiaramente dipende anche dall'apprezzamento e dal contesto...ma in ogni caso, se a fare questi apprezzamenti/fischi è un gruppo il disagio per me è peggiore, ti senti "braccata" davvero tipo preda...e appunto un conto subirlo a 40...un altro a 16.

    Ecco penso che debba venir fuori questo tipo di disagio da questa discussione, che deve fare riflettere. Il fatto che una donna si senta "braccata" e possa provare paura a causa di un gruppo di burloni che fischia e fa apprezzamenti al solo scopo di divertirsi.

    E' questo che deve venir fuori da questi temi, perchè deve servire a far capire agli uomini che certi comportamenti vanno evitati a prescindere dal confine legale/illegale.

  • Nn ho ben capito...

    Ora uno, dovrebbe aver paura anche a fare/dire un complimento?

    Che società stiamo diventando?


    (Cuore Blu/Nero)

    la mia era più una domanda rivolta alle donne per comprendere il limite tra complimento e molestia

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!