Sensi di colpa verso i figli

  • Ciao a tutti,

    mi rivolgo agli utenti che sono genitori: a causa di ansia e/o depressione e/o altri eventuali disturbi, vi sentite mai in colpa verso i vostri figli?

    Sentite di far mancare loro qualcosa oppure di "inculcare" (seppur involontariamente) in loro un modo di pensare e di vivere improntato sulla paura?

    Come riuscite (se ci riuscite) a non far pesare troppo sui piccoli le emozioni negative che vivete?

    Grazie mille!

  • io sì ci penso spesso. Mi è capitato di essere in ansia completa quando sto con il mio bimbo e ho paura che lui se ne accorga, mi sento distante e ovattata. Considera che nel post parto ho avuto anche una specie di DOC aggressivo e mi ero convinta che avrei potuto fargli male. Ho MOLTISSIMA paura di trasmettergli ansie e paure. Ha tre anni e mezzo poco più. Dopo alcuni mesi difficili dopo la nascita mi ero ripresa abbastanza ma adesso sono di nuovo tra alti e bassi. All'asilo è sereno almeno così dicono le maestre ma per esempio l'anno scorso prima del lockdown mi avevano chiamato perché invece era agitato, ribelle... Puoi immaginare come mi sia presa😟 provo a fare del mio meglio... E tu?

  • io sì ci penso spesso. Mi è capitato di essere in ansia completa quando sto con il mio bimbo e ho paura che lui se ne accorga, mi sento distante e ovattata. Considera che nel post parto ho avuto anche una specie di DOC aggressivo e mi ero convinta che avrei potuto fargli male. Ho MOLTISSIMA paura di trasmettergli ansie e paure. Ha tre anni e mezzo poco più. Dopo alcuni mesi difficili dopo la nascita mi ero ripresa abbastanza ma adesso sono di nuovo tra alti e bassi. All'asilo è sereno almeno così dicono le maestre ma per esempio l'anno scorso prima del lockdown mi avevano chiamato perché invece era agitato, ribelle... Puoi immaginare come mi sia presa😟 provo a fare del mio meglio... E tu?

    Ciao!

    Ti posso capire, io pure ho continuamente la paura di trasmetterle le mie ansie e, purtroppo, senza farlo di proposito mi sa che è già successo. Fino ad un annetto fa, mia figlia di 5 anni e mezzo era molto spavalda e non aveva paura praticamente di niente, invece poi è diventata paurosa anche di un graffietto. Pensa che, alla vista di una gocciolina di sangue sulla sua mano, la vedo proprio sbiancare e compare sul suo volto un'espressione di terrore. Finché non cade la crosticina, sta sempre a guardarsi le ferite (capirai, si parla di tagli minuscoli che spesso sono senza fuoriuscita di sangue), chiede rassicurazioni sulla cicatrizzazione e teme sempre il peggio.

    Eppure io la tranquillizzo molto, nel senso che non vado in paranoia quando lei si fa male, mi sono impanicata solo una volta, quando in piscina cadde nello spogliatoio e sbatté la testa contro uno spigolo... lì per fortuna mi calmarono le altre mamme e i titolari della piscina, stavo sclerando perché temevo un brutto trauma cranico.

    Ma per episodi più semplici non faccio un dramma, anzi... comunque, ricordo le parole di mia figlia nell'autunno 2019: aspettavo l'esito di una biopsia per un neo brutto asportatomi chirurgicamente e, durante le settimane di attesa, io spesso in casa mi sfogavo col mio compagno sulle mie paure. Un giorno, la bimba mi disse: "Mamma, ma tu ti preoccupi sempre!". Ti giuro che non riuscii a dirle nulla, appena fui sola piansi.

    Spesso mi succede, quando son sola con lei, che pur prestando la giusta attenzione a quello che lei mi dice, qualche pensiero intrusivo mi distragga. Lei forse non se ne accorge, almeno non lo dà a vedere, ma io mi sento uno schifo.

    La scorsa estate, poi, è stato drammatico ad un certo punto badare a lei durante il giorno perché eravamo sempre sole ed io non mi sentivo più sicura di stare da sola con lei. Guidare da sola con lei in macchina era diventato un'impresa, temevo di sentirmi male alla guida e che avrei causato un incidente.

    La paura di svenire, in sua presenza, a casa o in giro è tuttora presente. Mi dico: " Che farebbe quella piccina se io mi accasciassi a terra e fossimo sole?". Figurati che sto pensando di insegnarle a chiamare il 118 oppure potrei darle istruzioni per andare a bussare ai vicini.

    Che bella prospettiva, eh? 😢

    Tu stai meglio almeno a livello di pensieri catastrofici?

  • il doc di tipo aggressivo mi è passato, sono Stati duri i primi mesi soprattutto perché non mi sentivo adeguata e avevo mille paure e da lì il pensiero ossessivo. Ora in realtà sto bene con lui non c'è niente di più importante però i pensieri intrusivi ci sono. Io purtroppo ho una paura tremenda di morire, ultimamente mi è presa così. A volte mentre faccio qualcosa mi arriva il pensiero: e se adesso muoio? Così, all'improvviso? Che rimane di me? Che sarà del bimbo? E così via con la cupezza. Non so perché a volte ho questa sensazione di catastrofe imminente, non senso della vita e di quello che faccio... E poi a ruota pensieri simili : e se gli succede qualcosa? E se si fa male? E se lo rapissero? Non durano tutto il giorno eh. A volte si allenta la morsa, però sta di fatto che ora sono messa così. Mi sale questa inquietudine, si affolla la testa e a volte mi vengono proprio gli attacchi di panico😟

  • il doc di tipo aggressivo mi è passato, sono Stati duri i primi mesi soprattutto perché non mi sentivo adeguata e avevo mille paure e da lì il pensiero ossessivo. Ora in realtà sto bene con lui non c'è niente di più importante però i pensieri intrusivi ci sono. Io purtroppo ho una paura tremenda di morire, ultimamente mi è presa così. A volte mentre faccio qualcosa mi arriva il pensiero: e se adesso muoio? Così, all'improvviso? Che rimane di me? Che sarà del bimbo? E così via con la cupezza. Non so perché a volte ho questa sensazione di catastrofe imminente, non senso della vita e di quello che faccio... E poi a ruota pensieri simili : e se gli succede qualcosa? E se si fa male? E se lo rapissero? Non durano tutto il giorno eh. A volte si allenta la morsa, però sta di fatto che ora sono messa così. Mi sale questa inquietudine, si affolla la testa e a volte mi vengono proprio gli attacchi di panico😟

    Conosco bene le sensazioni che descrivi, io pure penso spessissimo alla morte, vado spesso a dormire con la paura di non svegliarmi più.

    Oppure ho paura di un malore improvviso che non dia possibilità di salvezza soprattutto quando sono sola o insieme a mia figlia.

    Io ho decine di somatizzazioni dell'ansia, ultimamente le tollero decentemente, ma in alcuni periodi sono in continua ricerca di evitare situazioni (ad esempio: evito di portare la bimba ai giardini pubblici perché ho paura di sentirmi male lì). Mi spiace anche perché, in tanti momenti di svago della bimba, c'è suo padre insieme a lei ed io no. 😢

  • prendi qualcosa a livello farmacologico? Io l'anno scorso avevo cominciato una cura ma poi l'ho interrotta durante il primo lockdown perché mi sentivo meglio, avevo già scalato un po' di testa mia e poi ho tolto tutto. Ora frequento il gruppo (a volte online) gestito dalla mia terapeuta storica... Va un po' ad alti e bassi ma soprattutto spesso sono arrabbiata per essere così, perché ricado in queste fasi.


    Mi spiace anche perché, in tanti momenti di svago della bimba, c'è suo padre insieme a lei ed io no. 😢

    ti capisco però quando ti viene paura di fare qualcosa, prova comunque a farla! Purtroppo questi meccanismi si auto alimentano con l'evitamento😞 guarda io ho spesso veramente un evitamento fobico. Se sono fuori improvvisamente mi viene paura a proseguire, ad andare in una determinata strada...

    Edited once, last by boccaccio: Incorporato un post creato da boccaccio in questo post. ().

  • prendi qualcosa a livello farmacologico? Io l'anno scorso avevo cominciato una cura ma poi l'ho interrotta durante il primo lockdown perché mi sentivo meglio, avevo già scalato un po' di testa mia e poi ho tolto tutto. Ora frequento il gruppo (a volte online) gestito dalla mia terapeuta storica... Va un po' ad alti e bassi ma soprattutto spesso sono arrabbiata per essere così, perché ricado in queste fasi.


    ti capisco però quando ti viene paura di fare qualcosa, prova comunque a farla! Purtroppo questi meccanismi si auto alimentano con l'evitamento😞 guarda io ho spesso veramente un evitamento fobico. Se sono fuori improvvisamente mi viene paura a proseguire, ad andare in una determinata strada...

    Non prendo farmaci, sarà perché in generale ho cercato sempre di evitare medicine quando possibile (ovviamente, se ho la febbre prendo la Tachipirina, se ho la tonsillite prendo l'antibiotico...non sono contraria a prescindere, anche perché non potrei esserlo dato che almeno una volta all'anno mi vengono questi malanni di stagione).

    E non sono mai neanche stata in terapia, questo perché ho paura del giudizio degli altri.

    Come scrivevo in altri thread, le persone della mia cerchia di familiari ed amici considerano ancora un tabù andare dallo psicologo/psichiatra ed io ho sempre faticato ad infischiarmene del giudizio altrui.

    Hai ragione, ormai nella spirale dell'evitamento ci sto abbastanza dentro, anche se spesso anche io mi forzo ad andare oltre.

    Però, complice anche il lungo periodo di lockdown e di zona rossa della città e poi dell'intera regione, è come se ormai mi fossi abituata a stare a casa, evitando gli altri.

    Forse perché temo di far figuracce in pubblico, ma anche perché ho paura del COVID, ovviamente affronto la situazione dei contagi con grandi paturnie.

    Tu ti trovi bene con la terapia che segui, anche online?

  • È difficile da dire nel senso che è la mia dottoressa da anni e inevitabilmente mi rivolgo sempre a lei. Sì, mi fa bene anche se per ora non posso dire di stare bene ma ci provo. Non aver paura di chiedere aiuto a un medico, se non ti va di farlo sapere puoi fare almeno un paio di colloqui senza dirlo a nessuno!

  • È difficile da dire nel senso che è la mia dottoressa da anni e inevitabilmente mi rivolgo sempre a lei. Sì, mi fa bene anche se per ora non posso dire di stare bene ma ci provo. Non aver paura di chiedere aiuto a un medico, se non ti va di farlo sapere puoi fare almeno un paio di colloqui senza dirlo a nessuno!

    Sai che ci avevo pensato di non dirlo agli altri?

    Ti ringrazio per i consigli, spero di essere in grado di applicarli.

    Tu come stai oggi?

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!

Hot Threads

    1. Topic
    2. Replies
    3. Last Reply
    1. Il difficile rapporto con mio padre 30

      • Paoletta90
    2. Replies
      30
      Views
      728
      30
    3. Blackmacigno

    1. Annuncio di arrivo bebè in famiglia che poteva andare meglio 20

      • slacky343
    2. Replies
      20
      Views
      715
      20
    3. stellina.P

    1. Come comportarsi con genitori controllanti? 15

      • Judep
    2. Replies
      15
      Views
      1.2k
      15
    3. Bulbasaur

    1. La doppia faccia di mia madre 9

      • uccia
    2. Replies
      9
      Views
      437
      9
    3. ipposam

    1. Penso sempre a quando mio padre non ci sarà più 24

      • Ugo0991
    2. Replies
      24
      Views
      907
      24
    3. fran235

    1. Mia suocera è una mitomane e il mio compagno l'asseconda 5

      • stellafranca
    2. Replies
      5
      Views
      209
      5
    3. Bulbasaur