Passaporto vaccinale; la salvezza per alcuni, un incubo che si avvera per altri.

  • Hai fatto bene a precisarlo, perché ti assicuro che almeno dal mio punto di vista non risultava affatto chiara questa chiave di lettura sulla libertà di scelta, che in ogni caso fatico ancora ad intravvedere. Comunque va bene così, almeno si sono potuti approfondire gli aspetti ambigui di quella narrazione.


    Come diceva spesso Andreotti, che di intrighi era certamente esperto, a pensar male si fa peccato ma spesso si azzecca giusto. Oppure come affermavano i latini "cui prodest". E qualcuno da questa vicenda ha senz'altro da guadagnare.

  • LETTERA APERTA AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA


    Egregio Signor Mattarella, per avventura Vostra e Sventura di tutti noi Presidente della Repubblica,

    Lei, quando afferma che "fare il vaccino è un dovere per tutti" dovrebbe, prima di pronunciare queste incaute, avventate parole, firmare di suo pugno una dichiarazione per cui lo Stato si assume tutte le responsabilità per eventuali morti, disabilità, disagi gravi di ogni tipo derivanti dall'essersi fatti somministrare il Suo vaccino, eventualità che hanno già riguardato tantissime migliaia di decessi in tutto il mondo, così per essere chiari. Assumersi TUTTE LE RESPONSABILITA' significa, tanto per essere chiari, rimborsi alle famiglie per centinaia di migliaia di EURO, seppure, come Lei si renderà conto, la vita umana non abbia prezzo, i danni morali e materiali per dei gravi problemi fisici permanenti non abbiano prezzo. Solo allora potrà aprire bocca per pronunciare parole che altrimenti non hanno senso alcuno se non il senso del disprezzo per la vita umana. Penso che alla fine tutto questo Lei sia in grado di capirlo. Coraggio, ce la può fare. E allora forse potrà mostrarsi degno di essere chiamato "Presidente" dagli italiani.


    (Un cittadino che non L'ha MAI eletta)

    Aveva la coscienza pulita. Mai usata.

  • Il green pass sta di nuovo tirando fuori il peggio dagli esseri umani, impegnati in una nuova battaglia inutile come quando ai tempi del lockdown Barbara D'Urso inseguiva la gente in spiaggia coi droni. Sui giornali ormai si legge di tutto: l'ultima e' quella di un azienda che da settembre ha deciso di demansionare i dipendenti senza green pass, o sospendergli lo stipendio. Poi c'e' stato il virologo in televisione che ha detto che chi e' senza pass restera' intrappolato in casa come i sorci, e il barista che espone il cartello fuori dal proprio locale dicendo che chi non e' vaccinato puo' starsene fuori e andare a fa❤❤❤lo. Intanto dall'altra parte dello schieramento ci sono migliaia di medici novax, una buona percentuale di persone che il vaccino ha poca intenzione di farlo, alcune persone che non lo hanno fatto su consiglio del proprio medico (che pero' non ha valore di esenzione ufficiale), e mamme che non hanno intenzione di far vaccinare i propri figli. Tra chi ha fatto il vaccino, una parte l'ha fatto quasi per costrizione, e pure con una certa ansia, e tra i due schieramenti c'e' una bella fetta di popolazione che non e' ne pro ne contro, ma semplicemente va avanti con la corrente con la speranza che questo incubo finisca al piu' presto, esaurendo poco a poco la pazienza.

    Sono un troll. Tutto quello che dico è vero, ma anche falso, ma anche no, ma anche sì.

  • Stavo riflettendo sulle parole di Salvatore Brizzi, che ovviamente risuonano ancor più autentiche a fronte delle dichiarazioni di Fauci che ammette, proprio in queste ore, che la carica virale di vaccinati e non vaccinati è la stessa.


    In Edicola sul Fatto Quotidiano del 29 Luglio: Fauci: “Vaccinati o no contagiosità identica”:


    https://www.ilfattoquotidiano.…giosita-identica/6277017/


    "La mia libertà finisce dove inizia quella degli altri

    Questa è una delle frasi più sbandierate in faccia al popolino in questo periodo e, al contempo, una delle frasi più stupide che siano mai state prodotte dal genere umano.


    mente%2Bin%2Bgabbia.jpg


    Per esempio, esiste la libertà di parola, cioè io posso dire quello che voglio, ma non posso offendere gli altri. La mia libertà di parola finisce dove comincia l’offendibilità dell’altro. Ma che cosa vuol dire? Chi decide qual è il limite oltre il quale l’altra persona ha il diritto di offendersi e quindi io non posso più dirle in faccia quello che penso? L’altra persona di norma è un cogl**ne che si offende se gli dici che il colore della sua cravatta somiglia alla cacca del tuo cane. Io dovrei limitare la mia libertà nel rispetto di questo emerito cogl**ne? E guardando la cosa dal suo punto di vista, lui deve vivere sperando che nessuno mai lo offenda?


    Per quanto riguarda me, potete chiamarmi cogl**ne, incapace, truffatore, profittatore, ignorante... e mille altre cose... e io non mi offendo; questo significa che nonostante i vostri sforzi non avreste ancora violato la mia libertà, PERCHÉ LA MIA LIBERTÀ DIPENDE DA ME, NON DA VOI! Vicino a me la vostra libertà di insultarmi è praticamente infinita. Voi potete dirmi quello che volete, ma non potrete mai offendermi, perché io non sono offendibile, in quanto niente di ciò che dite voi può davvero riguardare me (data l’opinione che ho del genere umano), tuttavia questo non significa, ovviamente, che io vi permetta di fare tutto quello che vi passa per la testa. Dovete essere pronti a qualunque genere di reazione l’Assoluto abbia deciso di mettere in atto attraverso il mio apparato psicofisico. Io sono impermeabile a tutto, d’accordo... ma voi siete pronti a tutto... o confidate in una mia mancata reazione!? Forse non avete capito che Gesù si è fatto crocifiggere perché ne avevamo bisogno noi, non perché Lui non fosse capace di scendere da quella croce!


    Io devo portare una mascherina, esibire un pass o farmi fare una puntura deltoidale... solo perché non devo limitare la tua libertà di essere uno schiavo del sistema... a sua volta schiavo delle grandi lobby finanziarie... che a loro volta possiedono le case farmaceutiche? Io devo limitare le mie libertà fondamentali per rispettare il diritto di uno schiavo a continuare ad essere schiavo... il diritto di un ignorante a poter continuare ad essere ignorante? Ma quale genere di follia è mai questa?


    Mi permetto di dissentire.


    Una volta ho detto a un cameriere: «Questa forchetta è sporca, è stata lavata male. Me ne porta un’altra?»


    Risposta del cameriere: «Sono cose che possono capitare, non è il caso di prendersela in questo modo! Noi siamo qui a lavorare!»


    Evidentemente, ha percepito nelle mie parole un’offesa che nelle mie intenzioni in realtà non era presente. Quindi io, in apparenza, ho ferito la sua sensibilità e ho violato la sua libertà perché, secondo il pensare del terricolo medio, la mia libertà di parlare finisce dove inizia la sua libertà di sentirsi offeso... o maltrattato... o in pericolo di vita. Invece che essere lui a fare un salto di qualità e capire che IL SENTIRSI OFFESI È UN DISTURBO MENTALE CHE ANDREBBE CURATO, sono io che devo limitarmi e stare molto attento a quello che dico e a quello che faccio. Devo vivere nel terrore di poter offendere qualcuno o di poter far ammalare qualcuno.


    Follia!


    libert%25C3%25A0.jpg


    L’altra faccia della medaglia è che se l’altro con un suo comportamento scortese o sconsiderato ha il potere di limitare la mia libertà, ciò significa che il mio livello di libertà viene deciso da lui, non da me, per cui IO NON SONO LIBERO A PRIORI, anche se lui starà attentissimo a non provocare la mia suscettibilità o la mia paura di morire.


    E se l’altro non rispetta questa regola e decide che è libero di fare una certa cosa anche se a me non piace, io sono semplicemente fo**uto! Sono destinato a star male. Magari lo denuncerò, ma intanto dovrò prendere atto del fatto che L’ALTRO, ALLA FINE È LIBERO DI FARE QUELLO CHE VUOLE. Non solo di andare in giro senza un green pass, ma anche di derubarmi o ammazzarmi. POICHÉ, IN ULTIMA ANALISI, È LA VITA STESSA CHE È LIBERA DI FARMI QUELLO CHE VUOLE... ANCHE SE IO MI METTO POI A DENUNCIARE LE PERSONE A DESTRA E A SINITRA.


    Se lo Stato decide che io non posso più sedermi in un ristorante o salire su un treno, o il mio vicino mi dice che se mi vede di nuovo nei d’intorni mi prende a schiaffi, semplicemente perché gli sto antipatico... la mia libertà di movimento è finita. E il discorso sul mio diritto alla libertà muore qui.


    Dove voglio arrivare con questo discorso?


    Io non posso limitare la mia libertà di espressione in base alla suscettibilità di un altro, così come non posso limitare la mia libertà di movimento in base alla paura di morire di un altro. LA LIBERTÀ, QUELLA AUTENTICA, QUELLA VERTICALE, È UNO STATO DELL’ESSERE, NON QUALCOSA CHE TI POSSONO RUBARE E POI RESTITUIRE, COME IL PORTAFOGLI. Sono perfettamente cosciente del fatto che queste idee siano decisamente poco convenzionali e poco conosciute, tuttavia le Leggi dello Spirito non le ho inventate io. Questo periodo storico è magnifico proprio perché QUANDO TI TOLGONO LA LIBERTÀ ORIZZONTALE, O SVILUPPI QUELLA VERTICALE... O PRENDI LA TANGENTE DELLA FOLLIA.


    È bene tener presente che L’ALTRO È LIBERO DI FARE QUELLO CHE VUOLE; poi, in base alla Legge di Attrazione, a ognuno capiterà quello che deve capitare. E se devi morire oggi... stai certo che non sarà il mio green pass a impedirtelo!


    E chi la vuol capire... l’ha capita.


    [Il discorso continua nel prossimo articolo (ancora in preparazione): Lo faccio per tornare alla vita di prima]


    Salvatore Brizzi


    [Il mondo è bello, siamo noi ad esser ciechi]"


    http://www.salvatorebrizzi.com…isce-dove-inizia.html?m=1

  • Mi stupisce aprire questa discussione ed il non veder menzionato quanto stanotte dichiarato dal dott. Fauci a nome degli Stati Uniti d'America.


    Fauci, a fronte di evidenze incontrovertibili, non può fare altro che ammettere come stanno le cose e, coerentemente, suggerire un cambio nelle strategie nazionali. Noi, invece... dindon... duri come gli asinelli... tiriamo dritto...


  • "a fronte delle dichiarazioni di Fauci che ammette, proprio in queste ore, che la carica virale di vaccinati e non vaccinati è la stessa.


    In Edicola sul Fatto Quotidiano del 29 Luglio: Fauci: “Vaccinati o no contagiosità identica”:


    https://www.ilfattoquotidiano.…giosita-identica/6277017/"


    Io ne avevo parlato, anzi, persino Bassetti ha ammesso che l'obiettivo delle vaccinazioni non è evitare i contagi:



    inoltre, se arriveranno ad ottobre le miracolose cure con le cellule monoclonali, (che sono la versione sintetica del plasma iperimmune di De Donno, cura però proibita lasciando morire chissà quanta gente), come mai non si interrompono le trasmissioni televisive per comunicare questa notizia incredibile, ma si spinge imperterriti sull'imposizione del "vaccino" sperimentale?


    Questa è La Domanda, insieme al fatto che si voglia imporre il "vaccino", mentre al tempo stesso i vertici della sciènzah mondiale ammettono che il vaccino non impedisce i contagi.

    Quindi che male può fare un non vaccinato rispetto ad un vaccinato?

    Semmai lo fa a se stesso, no?

    È perché riempirebbe le TI?

    Ma con le cure siamo tutti a posto comunque, no?

    Forse è per questo che delle cure non si parla?


    E magari, se all'inizio di questa storia, anziché rompere le scatole ai runner, inseguendoli coi droni, anziché occuparsi dei banchi a rotelle e di tutte le pagliacciate che sono seguite, questi grandi statisti si fossero occupati di aumentare i posti letto nelle terapie intensive, ora non sarebbe così "grave" evitare i contagi, giusto?


    Problema che ovviamente non si porrá nel momento in cui arriveranno le cure miracolose di cui però, è bene ripeterlo, NESSUNO parla.


    Il problema semmai sarà l'aver abbassato le soglie per fare in modo che, al 10/15% di ricoveri e posti letto occupati in TI, saremo già in zona gialla.

    Escamotage usato anche ad ottobre 2020 per chiuderci in casa durante la seconda ondata.


    Questo è scritto nel decreto Covid firmato da Mattarella, il quale subito dopo si è dissociato da sé stesso definendolo "affetto da gravi anomalie".

    Anomalie scritte e firmate da chi?

    È davvero colpa del virus se le nostre libertà sacre vengono via via sempre più compresse?

    Come si è detto nelle ultime ore? o piuttosto l' "anomalia" sono persone che non dovrebbero ricoprire certi ruoli?

    Per assurdo si sta parlando delle cure per il Covid che arriveranno ad ottobre (al di fuori dei TG, ovviamente) proprio perché De Donno è morto, se no quasi non si saprebbe.

    Da febbraio 2020 avevo già rinunciato a cercare la sensatezza di questa follia.

    Queste marionette che abbiamo alla guida del paese ovviamente seguono altre "logiche".

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!