Passaporto vaccinale; la salvezza per alcuni, un incubo che si avvera per altri.

  • Si può dire quello che si vuole, ma se la speranza di vita è aumentata nell'epoca moderna è per tre motivi:

    - il miglioramento delle condizioni igeniche e alimentare

    - gli antibiotici

    - i vaccini

    in particolare questi ultimi. è curioso come ci ingolliamo un sacco di roba (io per primo) senza nessun timore e poi abbbiamo paura dei vaccini che hanno un tasso di pericolosità bassissimo (molto meno di tanti farmaci che prendiamo). Ma se si analizza la storia dei vaccini si scopre che l'antivaccinismo esisteva anche ai tempi di tempi di jenner. (vedi vignetta antivaccinista allegata).

  • Certo Fran, le migliori condizioni igienico-sanitarie hanno anche debellato, secondo la medicina ufficiale, la scarlattina, il tifo, febbre tifoide, colera e via dicendo, e senza alcun vaccino.

    Ma se la mortalità per queste malattie è diminuita grazie al miglioramento delle condizioni di vita, alimentazione compresa, ed è proprio la medicina ufficiale a riconoscerlo (proprio come disse Pasteur prima di morire; il terreno è tutto, il microbo è niente), non potrebbe essere che anche le malattie per le quali esistono i vaccini siano diminuite, Nello Stesso Lasso di Tempo, per le stesse ragioni?

    Per moltissime patologie come ad esempio il morbillo e la pertosse, la curva era già crollata per conto suo e, come disse Sabin, si crea l'illusione che il vaccino abbia debellato una patologia, mostrando il grafico dal momento dell'introduzione del vaccino in avanti, senza mostrare il prima. Questi grafici oltretutto sono difficili da reperire, mentre dovrebbero essere sbandierati ai 4 venti da tutte le case farmaceutiche se provassero veramente che quello che ci hanno sempre raccontato sui vaccini è vero.

    Mentre il motivo per cui questo non viene fatto è perché, quando li trovi, ti accorgi direi praticamente sempre, che il crollo era avvenuto prima dell'introduzione del vaccino.


    Per farti un esempio, negli anni '50 del XX secolo, quando fu introdotto il vaccino per la pertosse nel Regno Unito, la malattia uccideva l'1% delle persone che morivano in Inghilterra e nel Galles fino a 50 anni prima. Ergo hanno introdotto il vaccino dopo che la mortalità era già crollata del 99% grazie alle migliori condizioni igienico-sanitarie, e poi hanno attribuito il merito al vaccino.


    Per il morbillo, sempre nel Regno Unito, è accaduto più o meno lo stesso, il vaccino fu introdotto nel 1968, ma la copertura vaccinale era inizialmente solo del 30%, e non superò il 50% fino all'inizio degli anni '80. Eppure i tassi di mortalità continuarono a scendere costantemente su tutto il territorio nazionale, con o senza vaccino.


    Tuttavia questi discorsi non possono essere applicati alla questione del "vaccino" mRNA, che si basa su un meccanismo differente.

    È più una terapia genica che un vaccino.


    Un Passaporto Vaccinale che spingerà a ghettizzare chi vuole applicare il principio di precauzione, tra l'altro contraddicendo, dopo neanche un mese, la delibera del Consiglio d'Europa di fine gennaio 2021 (nessun obbligo e nessuna discriminazione per chi non intenda vaccinarsi), ci vedrebbe tutti esposti in maniera quasi coatta, ad una terapia che non si era mai provata fino ad ora. E andrebbe a minare seriamente il diritto all'inviolabilità del nostro corpo sancito dalla Costituzione.

  • Un Passaporto Vaccinale che spingerà a ghettizzare chi vuole applicare il principio di precauzione, tra l'altro contraddicendo, dopo neanche un mese, la delibera del Consiglio d'Europa di fine gennaio 2021 (nessun obbligo e nessuna discriminazione per chi non intenda vaccinarsi), ci vedrebbe tutti esposti in maniera quasi coatta, ad una terapia che non si era mai provata fino ad ora.

    E non è vero. Perchè_

    1) i principi di precauzione restano esattamente gli stessi di ora

    2) nessuno ti obbliga a vaccinarti

    3) sono gli attuali principi di precauzone che non vengono imposti ai vaccinati...appunto perchè hanno adottato per libera scelta quel diverso principio di precauzione che è il vaccino.

    Tutti pensano a cambiare il mondo, ma nessuno pensa a cambiare se stesso. (L. Tolstoj)

  • Cosa non è vero? Che il passaporto vaccinale, che di fatto nasce per spingere indirettamente la popolazione a vaccinarsi, non renderà forse dei luoghi inaccessibili agli "untori asintomatici" non vaccinati?

    Che non ghettizzerá, privandola di alcuni diritti costituzionali, la gente che deciderà di non sottoporsi a questo trattamento sanitario? Quando è proprio la Costituzione a sancire il nostro diritto di rifiutarlo?


    E se chi deciderà di non vaccinarsi dovesse vedersi negato il diritto di entrare in un supermercato? Dove andrà a farla la spesa? Online?


    E semplicemente si esonerano i vaccinati da quegli stessi adempimenti, giacchè ne hanno effettuati altri


    E se l'EMA e l'AIFA hanno già messo le mani avanti, mettendo per iscritto che le norme sul distanziamento sociale e i dispositivi di protezione individuale continueranno ad essere imposti anche per coloro che si vaccineranno, come mai continui a dire che non sarà così?

  • Il mio caso personale riguarda di sicuro più di un milione di italiani, ed è il caso di chi ha avuto il covid (io per fortuna in forma leggera), ha sviluppato gli anticorpi, ha avuto il tampone negativo eppure sarà costretto per poter viaggiare a vaccinarsi. Quando perfino Galli, il virologo più inflessibile sull'argomento covid, ha dichiarato che vaccinarsi, per chi il covid l'ha avuto, potrebbe addirittura essere dannoso.

    Aveva la coscienza pulita. Mai usata.

  • E se chi deciderà di non vaccinarsi dovesse vedersi negato il diritto di entrare in un supermercato? Dove andrà a farla la spesa? Online?

    Non mi risulta che ci sia questo progetto.

    E se l'EMA e l'AIFA hanno già messo le mani avanti, mettendo per iscritto che le norme sul distanziamento sociale e i dispositivi di protezione individuale continueranno ad essere imposti anche per coloro che si vaccineranno, come mai continui a dire che non sarà così?

    A me risulta che l'attuale progetto di "passaporto vaccinale" sia da intendersi esattamente come un passaporto, ossia un documento che serve per legittimarsi nel passaggio da un Paese all'altro (= varcare frontiere nazionali) .

    E come già detto: a parità di sbarchi consentiti e legittimi...chi ha la certificazione di aver fatto il vaccino si risparmia tamponi ed eventuali quarantene in questo passaggio di frontiere, mentre chi non ha fatto il vaccino continuerà a doverli fare (essendo libero di viaggiare quanto il vaccinato, nè di più nè di meno). Punto.

    Terminato il viaggio ed entrando nella comune vita civile di questo o quel Paese...e visto che nessuno ci ha impiantato microchip o tatuaggi in fronte da cui si possa distinguere il vaccinato dal non vaccinato...mi pare altrettanto normale e sensato che tutti continuino ad usare i dispositivi di protezione personale che ormai tutti usiamo e conosciamo.

    E ri-giuro che proprio non vedo in questo nessunissima vessazione o <discriminazione>.


    Il mio caso personale riguarda di sicuro più di un milione di italiani, ed è il caso di chi ha avuto il covid (io per fortuna in forma leggera), ha sviluppato gli anticorpi, ha avuto il tampone negativo eppure sarà costretto per poter viaggiare a vaccinarsi. Quando perfino Galli, il virologo più inflessibile sull'argomento covid, ha dichiarato che vaccinarsi, per chi il covid l'ha avuto, potrebbe addirittura essere dannoso.

    Questo rilievo è stato svolto (giustamente) da tante persone che sono guarite dal covid. Ma mi sembra che l'orientamento generale sia quello di equiparare i guariti covid ai vaccinati, per lo stesso periodo di sei mesi.

    Tutti pensano a cambiare il mondo, ma nessuno pensa a cambiare se stesso. (L. Tolstoj)

    Edited once, last by gloriasinegloria: Incorporato un post creato da gloriasinegloria in questo post. ().

  • E' IMPOSSIBILE fermare un virus con queste peculiarità vaccinando periodicamente l'intera popolazione mondiale (peraltro minori esclusi).


    Mentre si inoculano robe abbastanza a caso (mRNA, DNA, adenovirus, 1 dose, 2 dosi, 3 dosi, mezza dose...) è chiaro che si speri nella Divina Provvidenza (come nel Manzoni) ovvero nella comparsa e nella diffusione di una mutazione dominante "friendly" nei confronti dell'ospite.


    Eh si... lo scenario risolutivo per questa pandemia resta quello di un agente patogeno che, NATURALMENTE, impara a far la sua vita senza dare troppo fastidio alle altre forme di vita... prima o poi è probabile che ciò avverrà ed al mondo sarà detto che è stato merito dei vaccini...


    Però, considerato che potrebbe trattarsi di un qualcosa di ingegnerizzato, potrebbe anche non avvenire mai...

  • Leonardh...mi sembra che si sia tornati a parlare del vaccino e NON del passaporto vaccinale.

    Personalmente spero (e credo) sia sempre valida la regola chiarita dalla Moderazione di questo Forum qualche mese fa, e consistente nel ribadire sostanzialmente che eventuali "anamnesi, diagnosi e prognosi" in materia sanitaria (di interesse individuale e ancor più di interesse collettivo) siano consentite esclusivamente ad Utenti che espongano le loro identità e i loro titoli verificabili nell'ambito della materia che intendono trattare pubblicamente.

    Le ragioni di vera Sanità di questa regola mi sembrano palmari e sacrosante, e lo sarebbero anche in rapporto al singolo altro nick. Ma tutto l'argomento Covid, grazie al web e a suoi utilizzatori senza scrupoli, ha già dimostrato di prestarsi egregiamente a qualunque tipo di pericolosissime manipolazioni di menti frustrate e/o fragili e/o culturalmente sprovvedute, con conseguenze devastanti sia sul piano sanitario e sia ancor prima su quello sociale.

    Per puro caso (e ne ho scritto su questo Forum) ho avuto l'opportunità di seguire il percorso di apparente follia di una che di mestiere lava le scale e che ha abbracciato QAnon. Proprio perchè la conosco...più che gli effetti sociali del suo profilo FB...umanamente mi preoccupo PER LEI , potendo ben immaginare quanto livore frustrato vada accumulando (sulla base di quello congenito) nell'essere indotta a fantasticare che il mondo esista per fregarla e che la rivincita le arriverà da QAnon!!!

    Ma tutto mi fa pensare che l'attuale Amm.ne del Forum sia molto più attenta e anche concludentemente stringente della precedente, mentre nulla mi fa pensare che possa in qualunque modo restare indifferente a propagande negazioniste-riduzioniste-disfattiste che passino impunemente su questo sito dall'alto di "autorevolezza dimostrata in campo = zero".

    Tutti pensano a cambiare il mondo, ma nessuno pensa a cambiare se stesso. (L. Tolstoj)

  • per quelli che temono discriminazioni per l'adesione o meno alla campagna vaccinale segnalo che l'inail ha dichiarato che verrà trattato e quindi indennizzato come infortunio sul lavoro anche l'ipotesi di un lavoratore che ha rifiutato il vaccino e ha poi contratto il virus sul lavoro.

    namasté

    Love all, trust a few, do wrong to none

  • .

    mi pare altrettanto normale e sensato che tutti continuino ad usare i dispositivi di protezione personale che ormai tutti usiamo e conosciamo.

    E ri-giuro che proprio non vedo in questo nessunissima vessazione o <discriminazione>.

    Lo vedo che sei "tranquilla", gloriasinegloria, e mi fa piacere, eppure la Costituzione, e anche qualche magistrato, la pensano diversamente da te.

    Tutto quello che stai dicendo tra l'altro dimostra che siamo diventati "untori" fino a prova contraria e virus vaganti, prima ancora che cittadini in grado di decidere del proprio corpo e della propria salute.


    Tra l'altro, sempre secondo il regolamento del forum, vado a memoria e non vorrei sbagliare, non ti è permesso citare tu il regolamento agli altri utenti, perché redarguire e citare le linee guida della community è un compito che spetta alla moderazione.


    Ad ogni modo, se il passaporto vaccinale sarà utilizzato solo negli aeroporti, e questo non è detto, vedi il caso dell'Argentina, e comunque prima di 3 mesi non lo sapremo, o ci si dovrà sottoporre al vaccino per poter espatriare, o ci si dovrà fare infilare un cotton fioc su per il naso per il tampone nasofaringeo, l'unico che è venduto in farmacia per il test rapido, per quanto ne so, che è, tra tutte le tipologie disponibili, la pratica più invasiva e contempla anche quella dei rischi.


    Quindi non si scappa, di normale e sensato ci vedo ben poco in tutta questa situazione. Non ultimo il fatto che tutti quanti i comuni mortali debbano chiudere sulla base di decisioni arbitrarie da una parte piuttosto che dall'altra, mentre negli Autogrill di proprietà dei Benetton si possa mangiare senza problemi e da seduti perché considerata, a quanto pare, zona "Covid Free"? Sarebbe interessante sapere sulla base di quali studi epidemiologici e cosa ne pensi anche di questo, non ravvisando tu fino ad ora, se ho capito bene, nulla di anomalo nella situazione disastrosa in cui versa il paese cui è stato negato persino l'articolo 1 della Costituzione.


Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!

Hot Threads

    1. Topic
    2. Replies
    3. Last Reply
    1. Dimissioni di Draghi e crisi di Governo 1.3k

      • leonardh
    2. Replies
      1.3k
      Views
      22k
      1.3k
    3. bruce0wayne

    1. Passaporto vaccinale; la salvezza per alcuni, un incubo che si avvera per altri. 7.9k

      • AndreaC
    2. Replies
      7.9k
      Views
      236k
      7.9k
    3. papaveroviola

    1. La Russia invade l'Ucraina? 2.3k

      • Michele®
    2. Replies
      2.3k
      Views
      63k
      2.3k
    3. giuseppex

    1. Agli italiani il "posto fisso" adesso fa schifo 1.5k

      • leonardh
    2. Replies
      1.5k
      Views
      28k
      1.5k
    3. leonardh

    1. Crisi energetica e ripercussioni sociali 337

      • Michele®
    2. Replies
      337
      Views
      7.8k
      337
    3. bruce0wayne

    1. La giustizia è uguale per tutti? 160

      • leonardh
    2. Replies
      160
      Views
      5.1k
      160
    3. Turbociclo