Nuovo Lockdown?

  • Alcune regioni già sono zona rossa. Nuove varianti del virus sembrano spaventare molto, diversi virologi e altri esperti del settore dicono che se fosse per loro già ci sarebbe un nuovo lockdown nazionale di almeno 4/6 settimane, fino ad anche qualche mese.

    Cosa ne pensate? E' possibile una nuova chiusura? Io in questo momento sono in zona gialla, qualche settimana fa ero arancione, ma suppongo che possa cambiare in qualsiasi momento.

    No one knows a prescription drug’s side effects like the person taking it. Make your voice heard.

  • Ritengo molto probabile l'abbandono del sistema "a regioni" ed un ritorno ai DPCM nazionali.

    Ritengo mediamente probabile una sorta di zona rossa nazionale in cui lavorano solo industrie e commercio "indispensabile".

    Escluderei un lockdown esteso anche alle industrie (come fu a Marzo dell'anno scorso).

  • Cosa ne pensate?

    Oltre a pensarne che se ce ne sono i presupposti s'abbia da fare, penso che se Conte non avesse avuto, a maggio 2020, la debolezza di cedere alle pressioni delle varie "sirene ululanti" (di rabbia e veleno) dall'opposizione...forse forse non sarebbe stato necessario nessun altro lockdown generale. E questo è il maggior dispiacere, pensando ai tanti che si sono ammalati e che avrebbero potuto risparmiarsela.

    Tutti pensano a cambiare il mondo, ma nessuno pensa a cambiare se stesso. (L. Tolstoj)

  • Spaventa molto la virulenza e la contagiosità di alcune nuove varianti, sembra che possono contagiare davvero con estrema facilità.

    No one knows a prescription drug’s side effects like the person taking it. Make your voice heard.

  • Cosa ne pensate? E' possibile una nuova chiusura? Io in questo momento sono in zona gialla, qualche settimana fa ero arancione, ma suppongo che possa cambiare in qualsiasi momento.

    Vediamo se sarà possibile isolare i focolai delle nuove varianti. Per ora le zone rosse sono limitate e comunque non generalizzate come a marzo dell'anno scorso. Dubito che si ripeterà quella strada, con le conoscenze che ci sono ora.

  • Penso anch'io che in qualunque momento la situazione possa cambiare e che sia difficile da prevedere. Siamo nelle mani di chi ci governa, però penso che un lockdown come lo scorso anno (oltre a non augurarmelo) non sia necessario ora che tutti siamo forniti di DPI (l'anno scorso non ce n'erano) e siamo informati sui comportamenti sociali da adottare per non diffondere il virus. Spero che piuttosto opteranno per zone rosse limitate.

  • Però è un dato di fatto che se senti alcuni Virologi, dicono che chiuderebbero tutto immediatamente, ovviamente decisioni simili non possono essere delegate esclusivamente alla medicina.

    No one knows a prescription drug’s side effects like the person taking it. Make your voice heard.

  • Ritengo molto probabile l'abbandono del sistema "a regioni" ed un ritorno ai DPCM nazionali.

    Ritengo mediamente probabile una sorta di zona rossa nazionale in cui lavorano solo industrie e commercio "indispensabile".

    Escluderei un lockdown esteso anche alle industrie (come fu a Marzo dell'anno scorso).

    C.V.D.

    Probabile una zona arancione nazionale che diventa zona rossa nazionale nei weekend...

  • La tendenza attuale è di raggruppare per zone più piccole anzichè per regioni.

    In parte è giusto, perchè è assurdo che se in piazza del duomo a Milano fanno assembramenti, scatti la zona rossa in tutta la Lombardia e così non possa uscire nemmeno il tizio che abita sui colli dell'oltrepo' pavese!

    D'altra parte chiudere solo 1 comune in una zona così densamente popolata è.......ridicolo.


    Penso che presto si accorgeranno che è una stupidata, ma cmq non penso proprio che torneranno a pensarla a livello nazionale.


    Poi vorrei dire un'altra cosa: alla luce di quanto sta succedendo, penso che ormai abbiamo capito tutti che non passerà mai. Quindi chiedo: PER QUANTO TEMPO ANCORA ANDREMO AVANTI con questa storia delle limitazioni?

    5 anni? 10 anni? 100 anni?

  • ormai abbiamo capito tutti che non passerà mai

    In sereno confronto : io non ho capito che non finirà mai.

    Anzi...mi sembra di dover capire che se Conte non avesse peccato di debolezza verso l'opposizione a maggio 2020...ci sarebbero state ottime probabilità di poterne essere fuori di lì a breve.

    Stesso dicasi per tutti gli altri Paesi Europei che nel primo quadrimestre del 2020 sottovalutavano la questione e vivevano "liberi e belli".

    D'altra parte penso che a tutti sia noto come la Cina sia tornata alla normalità, grazie a lockdown radicale e tracciamenti capillari.

    Ma noi occidentali siamo stati capaci di trasformarla in una questione politica!

    Pare che non siamo capaci di realizzare che la pandemia dipende dl virus e non da questo o quel governo. E pare che non siamo capaci di stare calmini per qualche tempo e in RAGIONEVOLE attesa di tempi migliori...

    E non parlo dei ragazzini, sia chiaro. (che tra l'altro sono gli unici che riesco a giustificare nell'insofferenza).

    Pare che - malgrado ogni evidenza - non siamo capaci di realizzare che se ci calmiamo un momentino poi potremo tornare alla normalità (COME IN CINA) mentre se ci agitiamo anche perchè agonizziamo senza uno spritz... sta roba durerà e perdurerà e peggiorerà sine die.

    Tutti pensano a cambiare il mondo, ma nessuno pensa a cambiare se stesso. (L. Tolstoj)

  • siamo informati sui comportamenti sociali da adottare per non diffondere il virus

    E le informazioni sono state recepite così "bene" che ...persino chi è intervistato dalla RAI (e magari perchè perora la riapertura dei ristoranti o degli impianti sciistici di proprietà) NOVE VOLTE SU DIECI indossa una mascherina che scivola sotto al naso e che prende aria da tutte le parti!

    E se questo è quanto è stato recepito...siamo proprio "a cavallo"! <X

    Tutti pensano a cambiare il mondo, ma nessuno pensa a cambiare se stesso. (L. Tolstoj)

  • In sereno confronto : io non ho capito che non finirà mai.

    Anzi...mi sembra di dover capire che se Conte non avesse peccato di debolezza verso l'opposizione a maggio 2020...ci sarebbero state ottime probabilità di poterne essere fuori di lì a breve.

    Io guardo le cose in maniera molto logica: se è bastata 1 sola persona a Wu-Han (o come si scrive) per infattare il mondo nonostante i blocchi dei voli, le mascherine, ecc, significa che basterà che 1 sola persona nel mondo abbia una variante resistente al vaccino per ricominciare tutto da capo.


    Vedrai che ciò che tu intendi "esserne fuori" significherà semplicemente "arrivare a un punto in cui il numero di morti (e dei fastidi in genere) sarà sotto alla soglia del tollerabile e quindi i tg potranno iniziare a smettere di parlarne".

    Insomma si raggiungerà un equilibrio tra la forza del virus e la nostra capacità di vaccinazione (o di l'immunità di gregge) esattamente come per.... per esempio la delinquenza: le leggi e la polizia non riusciranno mai a mettere in galera tutti i delinquenti, ma si cerca di mantenere un equilibrio accettabile tra delinquenza e forze di polizia, chiavi, antifurti, spray al peperoncino.


    Così come "fatta la legge trovano l'inganno": fatto il vaccino trova la variante, fatta la variante si trova il vaccino... e la lotta è infinita.

  • La cosa più Logica di tutte, secondo me, l'ha detta il Prof. Galli .

    Quando ha detto e ripetuto il semplicissimo "ricordiamoci che il virus cammina sule nostre gambe".


    Detto questo, per me, è detto tutto.

    Per chi lo capisce e per chi non lo capisce.


    Unico cruccio vero: quando chi NON lo capisce riporta ad altri inermi e incolpevoli, dentro casa, quel virus sulle proprie gambe.


    E veramente sono stanca di stare a ripetere, come i pollittici, sempre le stesse cose che dovrebbero essere chiare da tanti mesi.

    Tutti pensano a cambiare il mondo, ma nessuno pensa a cambiare se stesso. (L. Tolstoj)

  • Il professor galli ( volutamente minuscolo ) ovvero : dacci oggi la nostra "gufata quotidiana" . Vorrei rammentare che ha dichiarato anche il falso circa il suo "nosocomio" ed è stato sbugiardato dai suoi collaboratori . Quousque tandem abutere, galli & C , patientia nostra?

  • Il professor galli ( volutamente minuscolo ) ovvero : dacci oggi la nostra "gufata quotidiana" . Vorrei rammentare che ha dichiarato anche il falso circa il suo "nosocomio" ed è stato sbugiardato dai suoi collaboratori .

    Io non sono interessata a giudicare il Prof. Galli (peraltro molto stimato da moltissime persone che stimo). In questo contesto gli riconosco il merito di aver pronunciato una delle frasi più "pedagogiche" e realistiche che si possano pronunciare sul tema, e cioè che il virus cammina sulle nostre gambe.

    Tutti pensano a cambiare il mondo, ma nessuno pensa a cambiare se stesso. (L. Tolstoj)

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!