Stanchezza cronica e vertigini dopo grave insonnia

  • Salve a tutti, sono un uomo di 36 anni, vi spiego brevemente il mio problema. Ho sempre sofferto di sporadici episodi ansiosi che mi provocavano il più delle volte grave insonnia e stati di agitazione nervosa che si risolvevano comunque in pochi giorni o settimane. Qualche anno fa un episodio poco piacevole mi ha procurato una settimana continua di notti in bianco e da allora ho iniziato a soffrire di attacchi di panico e di ansia generalizzata curata con l'aiuto di SSRI. Adesso non ho più sintomi ansiosi e nessun attacco di panico e riesco a dormire anche 7-8 ore a notte. L'unico problema rimasto è una stanchezza cronica a livello mentale, occhi stanchi, vertigini, testa pesante. Questa mia stanchezza è come se fosse tutta localizzata nel cervello, prima riuscivo a fare molto sport, adesso mi limito perchè le vertigini e la stanchezza mentale aumentano all'aumentare dello sforzo. A volte anche dopo 10 ore di sonno questi sintomi non scompaiono e mi accompagnano per tutto il giorno, soprattutto al mattino per poi affievolirsi stranamente la sera. Capite bene che sono sintomi abbastanza invalidanti, è come se non avessi mai recuperato il sonno perso con la paura di danni irreversibili al cervello. L'uso di SSRI subito dopo quegli episodi di ansia e attacchi di panico hanno sicuramente migliorato la mia situazione a livello mentale (assunti per circa un anno), ma hanno provocato delle disfunzioni sessuali che poi sono rientrate alla sospensione del farmaco. Insomma non vorrei ritornare agli SSRI per colpa dei loro effetti collaterali a livello sessuale e non solo, ma vorrei capire come poter risolvere questo problema che mi affligge da tempo. Che esami strumentali mi consigliate, ad esempio una tac, una risonanza? Che specialista dovrei consultare, un neurologo o uno psichiatra? Qualcuno che abbia il mio stesso problema o i miei stessi sintomi? Se si come avete risolto? Grazie mille.

  • nessuno di noi potrebbe indicarti quali e che tipo di esami da fare, in quanto questo è il compito primario del medico.
    In base alla tua anamnesi il medico potrà indicarti gli esami da fare partendo dalle semplici analisi del sangue.
    Ricorda di partire sempre dal basso, gli esami strumentali che citi credo che vadano bene per determinante e ben definite "patologie".
    Il fattore stanchezza potrebbe essere anche dovuto ad un periodo di stress ,in quanto questo fattore provoca facilmente astenia, non di meno stiamo parlando di una persona che è già terreno fertile per il riaffiorare dell'ansia, momentaneamente sopita.
    Comunque sia "in primis" visita dal medico e piano piano avanti, senza farti travolgere dai pensieri creati dalla tua mente.
    Un grande in bocca al lupo............. :thumbup:

  • grazie mille per la tua risposta, cercherò di seguire il tuo consiglio anche perchè è una situazione che ormai si trascina da parecchi anni con alti e bassi senza mai uscirne fuori del tutto.

Participate now!

Don’t have an account yet? Register yourself now and be a part of our community!